Online il più grande l'archivio mai realizzato sui "pianeti alieni"

E' online e pubblica la piu' grande "enciclopedia" dei pianeti esterni al Sistema Solare. Le informazioni contenute di questa enorme banca dati, insieme a un software open-source per elaborare i dati, si basano sulle variazioni che i pianeti provocano nella luminosita' delle loro stelle. Descritto sull'Astrophysical Journal, il progetto si deve al gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit) coordinato da Jennifer Burt. Cosa c'è dentro e dove scaricarla subito dopo il salto.

Si tratta di un catalogo immenso, frutto di 20 anni di osservazioni fatte grazie allo strumento Hires, del telescopio delle Hawaii, e basato su circa 61.000 misure di oltre 1.600 stelle vicine, per analizzare le quali gli studiosi chiedono l'aiuto anche di altri 'occhi'.

"E' una banca dati enorme, ma non siamo abbastanza per analizzare tutti questi dati. Stiamo cercando di fare scienza in modo più 'comunitario', in modo che altri possano accedere ai dati e vedere qualcosa di interessante. Ci sono migliaia di pianeti fuori dal Sistema Solare e moltissimo lavoro da fare", precisa Burt.

 

Gli studiosi hanno individuato oltre 100 potenziali pianeti simili alla Terra, uno dei quali orbita intorno a GJ 411, la quarta stella piu' vicino al nostro Sistema e che ha circa il 40% della massa del Sole. Li hanno individuati puntando il telescopio su oltre 1.600 stelle vicine, tutte a 325 anni luce dalla Terra.

 

"Abbiamo iniziato pensando che ci fossero 5-10 pianeti li' fuori, per poi scoprire che quasi ogni stella vicino a noi ha un pianeta", sottolinea Burt. Le osservazioni continueranno in futuro, e i ricercatori aggiorneranno periodicamente i dati pubblici.

 

Ecco il database: http://home.dtm.ciw.edu/ebps/

 

 

Ansa

Scrivi commento

Commenti: 0