Osservatorio
2012

Guida semiseria alle notizie sulla fine del Calendario Maya

Inoltre: Le cinque ere Maya | Il Pianeta X |

L'inversione polarità terrestre | Teorie a confronto | La fine del Mondo  

Gli "apocalittici" devastano i templi Maya

Il mondo non è finito ma alcuni tra gli apocalittici che ci hanno creduto hanno danneggiato alcuni templi Maya in Guatemala a Tikal, il più grande sito archeologico dell'antica civiltà scomparsa.
"Tristemente molti turisti che hanno organizzato", a Tikal, "feste per la fine del mondo, si sono arrampicati sul Tempio numero 2 (una delle strutture a piramide tronca dell'area), danneggiandolo", ha dichiarato Osvaldo Gomez, uno dei tecnici che lavorano nel sito a 550 km a nord di città del Guatemala.
Il Tempio numero 2, alto circa 38 metri, sorge sulla piazza centrale di Tikal ed è una delle strutture più note del sito. Venerdì 21 erano oltre in 7.000 ad attendere la fine dei tempi, ma a festa finita come tifosi rissosi qualsiasi, hanno dato alla rabbia la forma della devastazione.

leggi di più 13 Commenti

Domani la fine del mondo? Ma esattamente a che ora ?

Con l'avvicinarsi della data fatidica, sale l'ansia. A che ora prenotare un taxi? Avremo il tempo di prepararci da mangiare o alle 17 sarà troppo tardi? Se il problema è importante, i Maya non sono lì per rispondere. E allora? Diverse ipotesi ci sono offerte sotto forma di altrettante domande. Sul Mundomaya , il sito del turismo che riunisce Messico, Honduras, El Salvador e Belize, si stima che il mondo finirà alla mezzanotte ora locale, alle 7 ora da noi. Pertanto se la fine del mondo riguarda tutto il pianeta, comincerà in un posto preciso, e dove? Un altro fenomeno della stessa natura ci pone questa domanda ogni anno. Se si considera che la fine del mondo è come il nuovo anno, l'Apocalisse deve quindi prima colpire la Repubblica di Kiribati, un arcipelago situato nel cuore dell'Oceano Pacifico.

Ma secondo John Major Jenkins, scrittore New Age appassionato di cultura Maya, a cui si deve l'aggiornamento di questa profezia , la data del 21 dicembre 2012 è la più probabile soprattutto perché coincide con il solstizio invernale. Quindi, a che ora accadrà? Se lo chiede l'HuffingtonPost.

leggi di più 23 Commenti

21 Dicembre 2012, la fine del mondo contagia tutto il globo

Una settimana poco più e il mondo non sarà più come lo conosciamo. Questi in sintesi i pensieri di molti che in Messico e negli altri paesi dell'America centrale, Belize, Honduras, Guatemala, El Salvador, arrivano per passare gli ultimi istanti nei luoghi archeologici dove c'è il tutto esaurito; complici anche i prezzi stracciati praticati dalle strutture turistiche: basti pensare che in Messico tra i cinque migliori alberghi dei siti archeologici non ce n'é uno che costi più di 38 dollari. Ovunque sono previste manifestazioni, concerti, fuochi d'artificio, discorsi e persino due presidenti - quello guatemalteco Otto Perez e quello honduregno Porfirio Lobo - parteciperanno alle celebrazioni a suggellare il carattere religioso-simbolico della giornata. Intanto ad ogni latitudine fioriscono iniziative più o meno pittoresche, ed ogni scusa è buona per abbandonarsi ad una buona dose di fatalismo. Nasa e Vaticano intanto rassicurano: non è ancora il momento della fine.

leggi di più 12 Commenti

Fine del mondo nel 2012? Facili profetismi e fughe dalla realtà

Durerà due tempi, un tempo e la metà di un tempo. Parole del Libro dell’Apocalisse, per i credenti Parola infallibile di Dio. Tanto durerà, secondo S.Giovanni Evangelista il periodo in cui avrà luogo sulla Terra la terribile battaglia contro le forze del male, seguita dal ritorno di Gesù e dalla vera fine del mondo. La durata è definita, tanto più che i commentatori sono d’accordo nello stabilire che per “tempo” si intende un anno. Ma sul quando? Sulla data non vi è accordo; anzi infinite fini preannunziate con sicurezza vengono periodicamente rinviate, sospese, dimenticate, giustificate (poiché non si verificano). È un fenomeno ricorrente, nella storia del mondo, parlare della sua fine. Ne parla Carmelo Currò.

leggi di più 1 Commenti

La Nasa spaventata dai suicidi aspettando Nibiru

Gli astronomi temono il lato oscuro di voci apocalittiche. Gli scienziati della NASA si interessano, -e non per la prima volta- all'apocalisse Maya, perché temono che gli adolescenti spaventati potrebbero suicidarsi in massa. Almeno quelli più fragili, vicini a conrrenti new age estreme e guru poco raccomandabili. "Ci sono letteralmente milioni di persone che hanno paura - che pensano che il mondo finirà", ha detto David Morrison , un astrobiologo della NASA Ames Research Center. Una voce particolarmente pervasiva riguarda un pianeta fittizio, che i Sumeri avrebbero presumibilmente scoperto, chiamato Nibiru. Sulla sua attuale orbita è previsto uno scontro con la Terra il 21 dicembre 2012, solstizio d'inverno di quest'anno. Alcune persone sono così preoccupate per l'apocalisse imminente che non riescono a dormire o mangiare. E qualcuno potrebbe anche farla finita in un circolo vizioso d'isteria che si sta cercando di fermare.

leggi di più 11 Commenti

Nibiru, Maya e dintorni: il punto della situazione

La presunta «apocalisse» del prossimo 21 dicembre 2012 rimbalza su tutti i media, e muove anche un giro di affari importante. Molte persone si lasciano suggestionare dalle false notizie che circolano incontrollate sulla rete e sono riprese dai canali d’informazione, a volte cadendo in una vera ansia. Scrive così Emilio Sassone Corsi dell'Istituto Nazionale di astrofisica. A seguire la sua lucida analisi.

leggi di più 59 Commenti

Fine del mondo nel 2012, adesso diventa anche il movente di un omicidio

La fine del mondo e la previsione dei Maya presunta e ampiamente smentita, diventa purtroppo anche il movento di un omicidio. Matteo Biggi, il portuale che ha ucciso con una coltellata il suo collega, come scritto dal Corriere della Sera, nelle ultime settimane era vittima di un delirio: «Credeva che il mondo finisse il 31 dicembre, era convinto che la profezia dei Maya si sarebbe avverata», racconta il suo avvocato Silvio Romanelli. Per questo nei giorni scorsi i genitori avevano deciso di seguirlo con maggiore attenzione e avevano fissato per lui una serie di visite mediche specialistiche. Biggi si sarebbe dovuto recare martedì in un centro della Valbisagno per essere sottoposto a una visita specialistica. I genitori credevano che questo delirio di Matteo fosse dovuto ad una violento colpo alla testa subito durante un incontro di savate nel mese scorso. Intanto in Francia il sindaco di Bugarach, la cittadina francese che dovrebbe essere risparmiata dalla fine del mondo prega i turisti: siamo in emergenza, non venite.

leggi di più 10 Commenti

21 dicembre 2012: la fine del mondo vale milioni di dollari

Mancano due mesi all’imminente apocalisse del 21 Dicembre 2012, eppure a dispetto dei catastrofisti l'economia che ruota attorno alla fine dei tempi non è mai andata così bene. Una vera e propria industria è apparsa per soddisfare la richiesta dei “preppers”, ossia “quelli che sono pronti”, “quelli che sopravviveranno”. Scientificamente nulla appoggia le profezie New Age dell’americano José Arguelles, secondo le quali “Mayas intergalattici” verranno il 21 dicembre 2012 dalle stelle per salvare 144.000 terrestri evoluti a bordo dei loro vascelli spaziali. Niente nemmeno da parte degli astronomi per accreditare le tesi allarmanti del guatemalteco Carlos Barrios, tesi fondate sull’interpretazione del calendario Maya, che farebbe – appunto – del 21 dicembre l’ultimo giorno della nostra vita. Eppure molti continuare a crederci alimentando un inquietante passaparola della disgrazia. Il sito francese Le Progres ha cercato di fare il punto.

leggi di più 8 Commenti

Maya, altro che previsioni apocalittiche, non si accorsero neanche della loro fine

Poveri maya. Astrologi e fanta-archeologi giurano che avessero previsto una catastrofe cosmica per il 2012, ma la storia dimostra che non si accorsero in tempo di un’altra catastrofe -la loro- più precoce e localizzata. Nel IX secolo la civiltà che aveva colonizzato il cuore dello Yucatan crolla di colpo e ora due scienziati veri - gli americani Jerry Sabloff e Billie Turner - propongono uno scenario alternativo, diverso dai tanti che l’hanno preceduto. Dimentichiamo l’ossessione per le cause singole, spiegano. Il disastro - hanno scritto sulla rivista «Pnas» - fu il prodotto di una lunga serie di elementi, intrecciati l’uno nell’altro. Come una rete che un po’ alla volta mise in trappola un intero mondo, strangolandolo. E che si può portare alla luce solo se si adotta la visione allargata della complessità. Il passato, così, si trasforma e da rozzo meccanismo lineare diventa sistema dinamico, dal quale emergono proprietà e conseguenze impreviste.

leggi di più 11 Commenti

Nuovo testo Maya, la fine nel 2012 era solo il declino di un impero ?

La fine del Mondo o la fine di "un" mondo ? Se lo sono chiesti gli studiosi che hanno riportato alla luce in questi giorni un reperto archeologico che, raccontando di una visita reale effettuata in Guatemala nel 696 a.C. dal sovrano Maya, ribadisce che il mondo finirà inevitabilmente il 21 dicembre. 

leggi di più 0 Commenti

Red Ronnie alla radio: “Fate ironia sui Maya? Vi mando a fan…o”‎

Nel corso del programma di Radio2 “Un giorno da pecora“, Red Ronnie parla delterremoto in Emilia Romagna e finisce per infuriarsi. Prima racconta di tweet a lui pervenuti che imputerebbero il sisma al fenomeno del “fracking”, ovvero a perforazioni artificiali a scopo esplorativo nel sottosuolo. Quando i conduttori gli chiedono se stavolta non c’entra la profezia Maya, Red Ronnie sbotta e interrompe bruscamente la telefonata: “Io sono contento perché vuol dire che a voi non ve ne frega proprio un ca..o di niente. Voi fate ironia su tutti, io l’avevo detto: alla prima battuta vi mando a fan…o”. L’episodio è stato annunciato dallo stesso Red Ronnie sul suo profilo twitter (“ho mandato a fanciullo quelli di ‘Un giorno da pecora’”)

leggi di più 16 Commenti

Maya: la fine del mondo il 5 giugno 2012 con l'aiuto di Venere?

Fine del mondo: nuovo Ciak. L’imminente passaggio di Venere sul disco solare (accadrà il 5 giugno prossimo) ha scatenato una nuova isteria apocalittica, ancora una volta legata alla la fine del ciclo calendariale dei Maya. La nuova interpretazione della profezia è stata enunciata a metà marzo scorso dall’archeologa americanista Maria Longhena, nell’ultima delle conferenze della terza edizione di «Kon Tiki, Rassegna del Documentario di Archeologia e di Viaggi», a Bologna. Per alimentare questa speculazione si prende come riferimento preciso allineamento Sole-Venere-Terra del 5 giugno 2012 e lo si lega alla fine del nostro mondo, anticipando il disastro globlale di 200 giorni rispetto al solstizio invernale di quest’anno. 

In dettaglio la nuova (falsa) profezia e il ruolo di Venere.

leggi di più 166 Commenti

Scoperto il più antico calendario Maya, in arrivo la verità sul 2012?

Non poteva arrivare che nel 2012 la scoperta del più antico calendario Maya: è una stanza dipinta all'interno di un tempio scoperta in Guatemala, nel complesso archeologico di Xultun. La scoperta è stata annunciata sulla rivista Science da un gruppo coordinato dall'archeologo William Saturno, della Boston University, e del quale fa parte l'italiano Franco Rossi. E' prevista inoltre la pubblicazione nel numero di giugno del mensile National Geographic. I dipinti raffigurano figure umane in uniformi nere e cicli lunari e planetari, risalgono al nono secolo dopo Cristo e sono molto più antichi dei Codici Maya, risalenti al periodo compreso fra 1il 300 e il 1500, e le cui presunte previsioni hanno fatto molto discutere. Cambia qualcosa sulla fine del mondo?

leggi di più 36 Commenti

Luce sul tempio Maya: web scatenato, è la fine dei tempi

Mancano meno di dieci mesi al «fatidico giorno» della profezia Maya. Catastrofisti e fan di apocalissi varie hanno da tempo segnato in rosso la data sul loro calendario. Sebbene la teoria sia priva di fondamento scientifico, è certo che la febbre da giorno del giudizio agiterà la blogosfera e i media in generale man mano che ci avviciniamo al 21 dicembre 2012, la presunta «fine del calendario Maya». Con lo spettro di qualcosa di terribile che sconvolgerà il mondo è tutto un fiorire di avvistamenti, libri, kit di sopravvivenza, gadget di ogni genere e sedicenti profeti. Secondo il Corriere della Sera, ultima in ordine di tempo è una incredibile foto (dopo il salto) che sta facendo il giro del mondo: mostra un fascio di luce rosa proiettato nel cielo da un tempio Maya.

leggi di più 89 Commenti

2012, la fine del mondo...per il turismo in salsa Maya

Il 2012 sara' sicuramente l'anno dei Maya. Ma lasciando stare l'aspetto puramente catastrofico concentriamoci su quello commerciale spesso sottovalutato. La profezia che fissa al 21 dicembre la fine del mondo, attribuita a questa antica civilta' centroamericana e' diventata business ormai da anni. Film, documentari, libri, ma sopratutto turismo. Messico, Honduras, Guatemala, El Salvador e Belize si stanno organizzando per ospitare nei prossimi 12 mesi 50 milioni di turisti. Numeri da follia, c'è chi calcola un pil indotto solo della zona Messicana del 3%. Roba da mondiali di calcio. 

Ma oltre ai piu' famosi siti archeologici dell'area, compresi gli ultimi setti individuati la scorsa primavera nei dintorni di Sitpach, ad est della citta' di Merida, nello Yucatan, c'è anche un insospettabile paesino francese che vive il suo momento di gloria, si chiama Bugarach ed è situato sotto l'omonimo monte, chiamato anche 'Pech', sui Pirenei. Alto 1230 metri, e' sempre stato al centro di leggende e miti, tanto da attirare in passato coloro che erano alla ricerca del Sacro Graal. E' qui infatti, che secondo alcuni esperti di esoterismo, si potra' trovare salvezza e riparo dalla catastrofe prevista per il 21 dicembre prossimo. Ecco come nasce il turismo della catastrofe annunciata.

leggi di più 8 Commenti

Fine del mondo nel 2012, dobbiamo rifare tutti i conti ?

Chi ha fatto i conti con la fine del mondo al 21 dicembre 2012 dovra' rivedere i propri progetti. La profezia dei Maya che vede in quella data una catastrofe fatale per l'umanita' potrebbe essere frutto di un fraintendimento.  Secondo un esperto tedesco, Sven Gronemeyer de La Trobe University in Australia, infatti, la tavoletta su cui e' incisa l'iscrizione sul Monumento 6 del tempio Maya di Tortuguero, in Messico e' parzialmente illeggibile e cio' che ne resta indica semplicemente l'inizio di una nuova era. Niente fine del mondo, dunque, ma la descrizione del ritorno dal cielo della misteriosa divinita' Maya della guerra Bolon Yokte. E in un baleno cambia tutta la storia.

leggi di più 16 Commenti

Lo sciamano Maya in Italia: niente apocalisse nel 2012

Quetzasha, uno sciamano maya giunto questi giorni a Roma per una serie di incontri, è stato intervistato sulla presunta fine del mondo nel 2012. La guida spirituale afferma, in una intervista a Libero: “non si preoccupi, la fine del mondo non è prevista dai maya per il 2012″, ma “cambierà tutto il nostro modo di concepire il mondo”. Il mondo, sostiene, è già pieno “di catastrofi” globali come guerre, “odio religioso”, disastri. Ma anche “di catastrofi quotidiane”, perché “il primo vero disastro, la prima distruzione è quella della famiglia”, aggiunge. “Una società forte, sana, equilibrata”, chiarisce, non è quella “in cui la famiglia è abbandonata a se stessa, i genitori si separano, i figli vivono senza modelli autentici, davanti alla televisione e al computer, convinti che l’unico modo per essere felici sia quello di avere soldi, droga, o vivere un sesso estremo, senza amore”. Il fatidico 21 dicembre 2012 ci sarà piuttosto, secondo lo sciamano, un “cambio di frequenza che si verifica costantemente nel pianeta, attraverso fenomeni naturali (equinozi, solstizi, ecc.)”, “uno scambio di energie nella terra ma anche dentro l’uomo”: “il mondo si avvierà verso un’evoluzione di tipo spirituale”. A seguire l'intervista.

leggi di più 26 Commenti

Maya, il governo messicano promette rivelazioni shock sul 2012

leggi di più 73 Commenti

Bugarach, il paesino francese che fa fortuna con gli alieni

Le credenze esoteriche stanno facendo la fortuna di Bugarach, bellissimo paesino francese tra Perignan e Carcassonne, al confine con i Pirenei. Ebbene, secondo i gruppi new age che credono alla fine del mondo, dalla montagna che sovrasta la località di 176 abitanti usciranno gli alieni che salveranno il mondo.

Secondo questi gruppi l’apocalisse ha una data: il 21 dicembre 2012, termine del calendario maya. I seguaci delle dottrine esoteriche credono che proprio nel massiccio di Bugarach si trovi la porta che permetterà la salvezza quando si scatenerà il giudizio universale.

Le religioni news age sostengono che la montagna ospita da tempo alieni che usciranno al momento dell’apocalisse per indicare la via della salvezza, attraverso una porta spazio-tempo. Così alla vigilia del 2012 il turismo subisce un'impennata imprevista e il paesino e le sue poche anime rimpinguano le loro tasche con i turisti dell'apocalisse. 

leggi di più 21 Commenti

Il creatore di Guerre Stellari Lucas: il mondo finirà nel 2012

Immaginatevi la scena: Seth Rogen seduto fra George Lucas e Steven Spielberg per parlare del progetto di un nuovo film. L’incontro è divertente, i tre ridono e scherzano come vecchi amici, almeno fino a quando Lucas non cambia argomento e comincia a parlare della fine del mondo. Che per lui arriverà nel 2012. Una tirata di quasi 25 minuti, fra placche tettoniche che si stanno muovendo e roba simile. Primo pensiero di Rogen (che, però, tiene per sé): «Ok, George. Mi stai prendendo in giro». Ma uno sguardo a Spielberg gli fa presto cambiare idea: il papà di Indiana Jones, infatti, gli sorride un po’ imbarazzato e, mentre l’amico continua il suo sproloquio, fa roteare gli occhi quasi a dirgli: «George è fissato su questo argomento e non la finirà tanto presto, mi dispiace….». Dunque, il creatore di Star Wars ci crede davvero all’imminente apocalisse e cerca di convincere anche il protagonista di «Green Hornet» che il mondo «è prossimo alla fine». E altri ad Hollywood sono d'accordo con lui.

leggi di più 27 Commenti

2012, poco più di due anni alla fine dei tempi?

Mancano solo due anni al 21 dicembre 2012, la data dell'apocalisse più popolare di tutti i tempi, frutto di una fortunata coincidenza tra interessi commerciali, verità nascoste e una buona dose di esoterismo fantascientifico. Il ciclo completo del calendario Maya copre la bellezza di circa 5125 anni, alla fine dei quali, secondo le loro testimonianze, si scatenerebbero catastrofi e disastri naturali. Tenendo conto che l’ultima era da loro presa in considerazione è iniziata l’11 agosto del 3114 a. C., il termine dovrebbe cadere proprio nella data prima citata. Ed ecco da cosa è partita l'isteria collettiva.

Una sorta di Codice da Vinci declinato in grande, che sfrutta credenze popolari, fondamenti scientifici e alcune imprecisioni. Eppure se guardiamo bene l'andamento di questi ultimi anni dal punto di vista climatico, e degli eventi storici alcuni segnali potrebbero farci credere che la data della fine dei tempi nel 2012 non sia poi così lontana dal realizzarsiVediamo perchè.

leggi di più 5 Commenti