Il fisico di Interstellar: ci aspetta un futuro di cose mai viste

Il futuro che ci aspetta assomiglia alla trama di un film di fantascienza. Non solo, con le onde gravitazionali si aprono scenari che entusiasmano per la loro imprevedibilità. E' quello che pensa il fisico Kip Thorne, grande ricercatore del California Institute of Technology (Caltech), che ha teorizzato la possibilità di viaggiare tra le stelle sfruttando i cunicoli dello spazio-tempo e che ha lavorato come consulente tecnico per Interstellar, il film di Christopher Nolan campione di incassi. Siamo solo all'inizio di un'avventura ai confini della realtà.

 Kip Thorne, fisico al California Institute of Technology (Caltech)
Kip Thorne, fisico al California Institute of Technology (Caltech)

Thorne era in Italia ospite dell'evento "Explorers - Scoprire lo spazio" organizzato dall'ASI e si è lasciato a qualche considerazione: "Sta emergendo qualcosa di completamente diverso da tutto quello che abbiamo visto finora. Stiamo andando al di là dei confini delle nostre conoscenze, presto potremo sondare il primo secondo di vita dell’universo dopo il Big Bang, la sua nascita: sarà una rivoluzione”.

Lo scienziato individua “la scoperta del secolo”, la prima osservazione diretta delle onde gravitazionali previste un secolo fa da Albert Einstein come punto di svolta. Dopo la scoperta annunciata in mondovisione l’11 febbraio 2016, quella che prima era solo una solida teoria, è diventata l'inizio di un viaggio che potrebbe portare a distorcere lo spazio tempo.

Esistono davvero i tunnel spazio temporali ?

I tunnel spazio-temporali sono previsti dalle equazioni della Relatività Generale di Einstein, ma – spiega Kip Thorne – ancora non siamo riusciti a provare né che esistono, né che non esistono. Se si formassero nel nostro universo, probabilmente si chiuderebbero subito. Nella mia prima bozza del film – rivela lo scienziato – per descrivere questi cunicoli spazio-temporali c’erano proprio le onde gravitazionali. Poi, però, il regista ha deciso di eliminarle. Ricordo la sua telefonata, all’indomani dell’annuncio della scoperta da parte delle collaborazioni Ligo e Virgo (il rivelatore dello European gravitational observatory (Ego), fondato e finanziato da Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e Consiglio nazionale delle ricerche francese (Cnrs) ndr), in cui si rammaricava per non averle prese in considerazione”.

 

Ma le onde di Einstein potrebbero essere ripescate in un eventuale secondo episodio del film. Il fisico Usa ne è convinto: “Il modo in cui si conclude fa pensare che il regista abbia voluto lasciare spazioa un eventuale sequel”. Nel fare questa affermazione, lo studioso solletica già l’idea di rimettersi alla lavagna a sfidare le leggi della Natura. Dopo aver fatto il fisico a tempo pieno per mezzo secolo, ha preso gusto a indossare i panni dello sceneggiatore. “Mi diverte molto fare film – ammette sorridendo Kip Thorne -. Sto già pensando a un nuovo soggetto con il mio amico Stephen Hawking. In fondo – conclude lo scienziato -, la realizzazione di un film è una grande impresa, come i grossi progetti di Big Science, che hanno permesso di ascoltare le onde gravitazionali o di scoprire il bosone di Higgs”.

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    JJJ (martedì, 28 giugno 2016 11:50)

    La fantascienza è un concetto completamente da rivedere, non conosciamo proprio niente del mondo che ci circonda, ci siamo solo illusi di avere tutte le risposte. Almeno lui lo ammette un passo avanti. Non c'è peggior peste della scienza presuntuosa.
    Adesso vedi di mollare i film e tornare a occuparti di cose serie :)

  • #2

    UfoDrome (martedì, 28 giugno 2016)

    ... "ci aspetta un futuro di cose mai viste" ... poco ma sicuro ... tutto sta a vedere quanto durerà sto futuro ed in quale realtà parallela ...

    ... a malapena riusciamo a gestire (gestire ?) l'energia nucleare ... figuriamoci a giocare con energie superiori al di fuori della nostra portata e, diciamocelo, della nostra piena comprensione, come quelle prodotte al CERN, dove, sotto mentite spoglie stanno tentando di aprire portali spazio-temporali con la scusa di studiare buchi neri artificiali, bosoni, leptoni, minchioni ecc.ecc. ...

    ... risultato percepibile ? Stanno elettromagneticamente sfondando il meteo transalpino e non solo, viste le innumerevoli anomalie e perturbazioni radar-meteo ultimamente rilevate sul sito da diverse stazioni europee (segno evidente che stanno spingendo i TeV nell'LHC) ...

    ... evidentemente il Philadelphia Experiment non ha insegnato nulla ... non contenti del banalissimo cacciatorpediniere perché non tentare un Global Experiment ?

    ... ogni tanto provate a darvi un pizzicotto, giusto per vedere se ci siete ancora o se vi siete smaterializzati in realtà alternative o magari indietro nel tempo (a vostra insaputa) ... comunque si dice che dentro 'sti tunnel non esistano piazzole di sosta ... quindi claustrofobici astenersi ... :):):)

    ... Riguardo INTERSTELLAR, secondo me, se c'è una sensazione che permane, non è tanto l'esaltante conquista tecnico-scientifica ne l'avventura insita nel "viaggio della speranza" quanto piuttosto una pesante inquietudine dettata dall'incubo di una terra divenuta inospitale al punto tale da cercarne un altra (e procedendo di questo passo sarà la fine che faremo) ... a me questo futuro non piace affatto ...

  • #3

    Giotto (martedì, 28 giugno 2016 13:10)

    Il futuro è per definizione di cose mai viste !
    Interstellar non l'ho visto, dopo Gravity m'ero già ammosciato con questi cinepanettoni cosmici.

  • #4

    vradox (martedì, 28 giugno 2016 16:57)

    di questo passo torneremo all'orticello e al carretto con cavallo.... altro che viaggi interstellari... il mondo è su una brutta china.

  • #5

    Daniele (mercoledì, 29 giugno 2016 15:24)

    Nonostante "l'esaltazioe" giusta e doverosa per l'ossevazione diretta di onde gravitazionali. io ci andrei un po' piu' cauto.
    Una cosa solo le conferme scientifiche sulle onde gravitazionali, un altra cosa sono le applicazioni pratiche.
    Il punto come sempre sottolineo e che sfugge ai piu' e' sempre lo steso ossia l'energia. Per chi si ostina a non vedere questa ovvieta' ricordo che e' l'energia che fa girare il mondo e non i soldi. Questo puo' sembrare difficile da capire per una societa' malata di finanza e trucchi bancari per depredare i popoli. Ma e' allo stess tempo il vero nocciolo della questione e della decadenza di questo mondo che in soli 10 anni di globalizzazione e' diventato praticamente una baraccopoli di poverta' e miseria planetaria.
    Ma lasciamo perdere e torniamo al punto, ossia le applicazioni pratiche.
    L'idea di tunnel spaziali wormhole stargatre o come li vogliamo chiamare
    nonostante le conferme teoriche della fisica al lato pratico presentano una grossa pecca ossia....si ! l'energia per poterli creare e mantenere.
    E qui il gioco si ferma, visto che' l'attuale fonte di energia primaria e ' il petrolio ossia una spremuta carbonica di esseri che hanno vissuto milioni di anni fa.
    Il petrolio e' l'attuale anello debole dello sviluppo ! anzi una vera palla al piede per la nostra evoluzione. Sotto tutti i punti di vista ambientale,geopolitico, e non ultimo la quantita' di energia che esso sviluppa che se da un punto di vista degli anni 20 era prodigioso, ora non lo e' piu' visto il fabbisogno energetico mondiale.
    E cercare nuove forme di energia rappresente un bel problema per chi gestisce il mondo poiche sarebbe come finire una mano di poker vincente per loro e rimescolare il mazzo con tutti gli svantaggi politici e di potere.
    Insomma per farla breve tutte queste cose vanno bene sia sulla carta sia al cinema. Ma diventano molto piu' nebbiose nella vita reale.
    Concludo dicendo che ha ragione Ufodrome quando parla di strani fenomeni osservati al Cern e i tentativi segreti portati avanti come possibili applicazioni su portali veri e propri futuri. Ma i ben informati riportano che l'acceleratore utilizzato e' ancora troppo piccolo e non abbastanza potente. E infatti si sta pensando a nuovi acceleratori molto ma molto piu' potenti.
    Verdemo, per il momento un saluto a tutti dall'oltreverso !!!