K2-33b: ecco l'esopianeta "bambino"

Si chiama K2-33b, ha un’età compresa da cinque e dieci milioni di anni, ed  è l’ultimo arrivato nella sempre più numerosa famiglia degli esopianeti. Il ‘pianeta in fasce’ - così chiamato per la sua giovanissima età - è stato scoperto grazie alle osservazioni combinate dei telescopi Kepler e Keck.Considerando l’età della Terra - 4,5 miliardi anni -   che corrisponde più o meno ai 45 anni di una persona, K2-33b è ancora nella sua prima infanzia e gli astronomi sono convinti di poterlo studiare per comprendere le fasi evolutive dei pianeti extrasolari.

Il giovane esopianeta è un gigante gassoso, misura  sei volte le dimensioni della Terra e compie un'orbita completa intorno alla sua stella  K2-33 in 5 giorni.

"Negli ultimi 20 anni, abbiamo imparato che la natura può produrre una varietà impressionante di pianeti - ha commentato  Eric Petigura uno degli autori della scoperta - da quelli che  orbitano intorno a due stelle a quelli che  completano un'orbita ogni poche ore. Abbiamo ancora molto da imparare e K2-33b ci sta dando nuovi indizi."

La vicinanza all’astro madre in un’età così precoce, implica che il pianeta si sia formato lontano dalla propria stella per poi avvicinarsi piuttosto in fretta, così come suggerisce la teoria della migrazione dei pianeti. Questa ipotesi potrebbe essere messa in discussione se si riuscisse a provare, come sostengono alcuni ricercatori, che il pianeta si sia formato direttamente in prossimità della stella.

K2-33b è completamente formato ma può ancora evolversi nel corso del tempo. Il prossimo passo, per riuscire a comprenderne le caratteristiche, sarà quello di determinarne  la massa e la densità. Queste misurazioni aiuteranno gli scienziati ad avere informazioni sui prossimi stadi evolutivi per poter capire quale sarà il suo destino.

ASI.it

Scrivi commento

Commenti: 0