La sopravvivenza del celebre telescopio di Arecibo di nuovo in pericolo

Il radiotelescopio di Arecibo, il più grande del mondo nel suo genere è in pericolo. Nuove nubi si addensano sulla sua enorme struttura dopo che la National Science Foundation (Nsf) l'agenzia governativa degli Stati Uniti che sostiene la ricerca e la formazione di base in tutti i campi non-medici, ha reso nota la volontà realizzare uno studio di impatto ambientale in relazione al futuro dell'installazione scientifica. Numerosi siti tra cui Scientificamerican si chiedono se il radiotelescopio sia alla fine della sua epoca, dopo aver rappresentato per anni l"orecchio" della nostra civiltà per ascoltare eventuali "extraterrestri " che volessero comunicare con noi. 

Il radiotelescopio più grande del mondo

Situato circa 15 km a sud-sudovest di Arecibo, nell'isola di Porto Rico, il telescopio ad oggi opera attraverso la Cornell University sotto un accordo cooperativo con la National Science Foundation. La sua antenna ad apertura di 305 metri ed è il più grande telescopio con singola apertura che sia mai stato costruito. Viene utilizzato principalmente per tre grandi aree di ricerca: la radioastronomia, la fisica atmosferica (utilizzando sia il radiotelescopio sia la funzione Lidar dell'osservatorio) e l'osservazione radar di oggetti del sistema solare. Il telescopio ricevette ulteriori riconoscimenti internazionali nel 1999, quando cominciò a raccogliere dati per il progetto SETI@home ed è apparso iin alcune serie tv e film celebri come, Contact o 007 Goldeneye. che ne hanno aumentato il mito.

Arecibo contribuì alle ricerche radioastronomiche con una sensibilità senza precedenti, ad esempio grazie a questo strumento nel 1974 gli astronomi Russel Hulse eJoseph Taylor scoprirono un sistema stellare doppio contenente la pulsar PSR B1913+16. Utilizzando questa stella come ''orologio'' di altissima precisione, Hulse e Taylor produssero la prima dimostrazione indiretta dell'esistenza delle onde gravitazionali, una scoperta che valse il Premio Nobel per la Fisica nel 1993. Arecibo partecipa anche a un progetto di monitoraggio degli asteroidi potenzialmente pericolosi, tracciandone accuratamente l'orbita nello spazio.

Il rischio della chiusura

Ora arriva la tegola sulla " dichiarazione di impatto ambientale ". Decisive saranno le prossime riunioni che cercheranno di definire gli scenari ipotetici rispetto a una dismissione. Già nel 2006 un panel di esperti aveva raccomandato la chiusura del sito a partire dal 2011, ma la decisione fu rimandata grazie a un provvedimento successivo che consigliava di mantenere Arecibo nei finanziamenti del Nsf, che contribuisce ogni anno con 12 milioni di dollari. L'anno successivo, un altro report suggeriva di prendere in considerazione lo smantellamento del telescopio, un'operazione particolarmente delicata dato l'alto valore dell'osservatorio astronomico per la società dell'isola. Con queste premesse, la nota di fine maggio peggiora ulteriormente la situazione, e mette in seria allerta gli astronomi. "Sembra che Nfs stia seguendo il procedimento formale stabilito dalla legge nazionale di politica ambientale del 1969, per lo smantellamento di una struttura federale", ha commentato Robert Kerr, ex direttore di Arecibo, ''le persone di Arecibo sono spaventate a morte''. 

 

Oltre al suo valore scientifico, Arecibo svolge anche il ruolo concretamente economico nella comunità. Intorno alla struttura esistono numerosi posti di lavoro per i residenti locali e molti soldi che entrano dal punto di vista sia turistico che scientifico. Se la NSF decidesse di stringere i cordoni della borsa e nessun altra organizzazione volesse colmare il gap, le conseguenze si riverseranno nell'aspetto scientifico e sociale che il radio telescopio rappresenta. "Se Arecibo deve chiudere perché la NSF ha altre priorità, non sarà possibile riportarlo in funzione in breve termine" Molti scienziati romanticamente concordano sul fatto che un sito come Arecibo vuoto sarebbe, -come disse Jodie Foster in Contact- un "terribile spreco di spazio."

Scrivi commento

Commenti: 9
  • #1

    Paolino (lunedì, 13 giugno 2016 22:06)

    Chiudere Arecibo sarebbe una cretineria mostruosa. Come si fa a dare ascolto a questi ecologisti del cavolo?

  • #2

    Klas (lunedì, 13 giugno 2016 23:52)

    Impatto ambientale? e se ne accorgono dopo 20 anni ... adesso anche gli americani hanno i loro "NO TAV "

  • #3

    UfoDrome (martedì, 14 giugno 2016 08:31)

    ... probabilmente nella conca ci dovranno aprire un parcheggio per astronavi madri ...

  • #4

    El Pais (martedì, 14 giugno 2016 12:14)

    Ne stanno costruendo un altro i cinesi molto più grande, non preoccupatevi.

  • #5

    Daniele (martedì, 14 giugno 2016 14:41)

    Scusate, ho letto i commenti al vetriolo rivolto "ai verdi"....
    Ok tutto lecito.
    Ora pero accendiamo il coso....aspettate...come si chiama...il coso....si..uffa...non mi viene in mente il nome.....ah SI IL CERVELLO !!
    Scusate non mi ricordavo il nome.
    Dunque dicevo adesso che abbiamo acceso il cervello possiamo porci alcune domande.
    Scusate ma gli USA...da quando sono diventati ambientalisti ?
    me lo sapete dire ? da quando seguono i consigli dei verdi ? scusate,
    dico stiamo parlando delgi USA ! ma si, quelli che usano l'uranio impovertito e lo sparano ogni dove. Gli Usa ! un paese di cui dell'ambiente non e' mai fregato nulla ! il paese che ha piu' inquinato al mondo e che non ha mai voluto sottoscrivere nessun accordo ambientale. Gli USA ! quelli che hanno sempre negato il buco dell'ozono, che hanno imbavagliato fino all'ultimo gli scienziati che parlavano di Cambiamento climatico e co2. Quelli che usano carrette del mare come petroliere e le fanno schiantare per intascarsi i soldi dell'assicurazione.
    Domanda !
    Ma come cz fate a bervi la cz inaudita che gli USA smontano pocodimeno che Arecibo ! perche' glielo hanno detto gli ambientalisti ???
    Ehhhhhhhh ? ma come cz fate a credere a questa storiella !!! ok allora egregi USA smatellate pure la 5 flotta perche secondo me inquina ! attendo fiducioso.
    Se gli USA smontano Arecibo non e' di certo perche' glielo ha detto un gruppo ecologista ma fatemi il picere !!!!
    Se lo fanno e' solo per interesse personale o soldi o altro ma di certo non perche' glielo ha consigliato un ambientalista. Questo e' solo un capro espiatorio.
    Gli USA che ascoltano un ecologista !!! o un ente ambientalista
    ahahahaaaahahahahahahahahahahahahahahhaahahahhahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahhaahahhaahhahahahahah.

  • #6

    Malles (martedì, 14 giugno 2016 18:10)

    Mi sia consentito un ulteriore Ah! AH! AH! anche se di più non so, mi fido di Daniele che ha posto la tenda in loco...

  • #7

    Velardi85 (martedì, 14 giugno 2016 18:16)

    Quindi perchè la chiudono sentiamo
    per occultare cosa

  • #8

    Receptionist (martedì, 14 giugno 2016 20:22)

    Andai a Portorico e non lo visitai, terra inghiottimi!

  • #9

    Daniele (martedì, 14 giugno 2016 23:52)

    Grazie Malles,
    forse la domanda giusta che VI dovete fare e'
    Perche ?
    Perche' si vuole impedire ad Arecibo di ascoltare o (entualmente) trasmettere ?
    Quando in che circostanze di solito si vieta a qualcuno di acoltare ? magari facendogli chiudere baracca e burattini ovviamente mascherando la chiusura come atto doveroso voluto da terzi?
    Il radiotelescopio e' li da un bel po' di annetti ed e' per ora tra i piu' potenti al mondo.
    Perche' chiuderlo proprio adesso ?
    Che cosa non dobbiamo ascoltare ? Che cosa si vuole coprire ?
    Forse e' un qualcosa che non deve arrivare al pubblico ? e solo pochi eletti potranno sentire con altri apparecchi (magari militari )?
    A chi giova tutto cio' ? chi ci guadagna ?
    Meditate gente....meditate... e si ! siate sospettosi sempre..e fatevi sempre molte domande (chi,come,perche' e chi ci guadagna)
    Un saluto a onde corte medie e lunghe a tutti...prima che mi oscurino anche a me.
    (e si.....gia' in passato ricevetti una mail da una certo US GOV che mi avvisava che il mio uso di internet era un abuso)
    mhhhhh medito pure io va'.....