Elon Musk: "Siamo personaggi virtuali creati da una civiltà avanzata"

Quasi certamente viviamo in una realtà virtuale creata da una intelligenza superiore. A dirlo è Elon Musk, amministratore delegato di Tesla e di SpaceX, il gruppo aerospaziale privato con il quale vuole portare l'uomo su Marte a partire dal 2025. Parlando nel corso di un evento organizzato dal sito tecnologico re/code, Musk ha detto che ci sono enormi probabilità che siamo entità generate da un computer e che viviamo in un videogame creato da una civiltà avanzata.

Come spiegarlo con certezza? Musk ha fatto riferimento proprio ai videogiochi.

"Solo 40 anni fa avevamo pong (uno dei primi videogiochi messo sul mercato). Due rettangoli e un punto [...] Adesso abbiamo simulazioni foto-realistiche in 3D con milioni di persone che giocano nello stesso istante, e migliorano ogni anno. Preso avremo la realtà virtuale e quella aumentata. Prendendo in considerazione un tasso di crescita qualsiasi, presto i giochi saranno indistinguibili dalla realtà".

Questo per Musk ci può portare a dire che le possibilità che stiamo vivendo in una realtà "reale" sono una su un miliardo. Quasi nulle. Musk inoltre per argomentare la sua risposta ha citato il lavoro del filosofo svedese Nick Bostrom che con la sua "teoria Matrix" ha più volte postulato la possibilità che viviamo in un mondo simulato dai computer senza rendercene conto. Rispondendo alle domande del pubblico Musk ha anche parlato del suo progetto di andare su Marte, portando gli uomini nel 2025, prima di iniziare a portare cargo per costruire le basi sul pianeta a partire dal 2018

Scrivi commento

Commenti: 22
  • #1

    Odoncor2 (domenica, 05 giugno 2016 20:38)

    Se lo dice lui...

  • #2

    X (lunedì, 06 giugno 2016 08:32)

    E QUANDO MUORIAMO IN QUESTA MATRIX CHE FINE FACCIAMO??

  • #3

    Mark (lunedì, 06 giugno 2016 17:25)

    Certamente dopo aver visto il film Matrix e Man in Black (dove capiamo che anche noi potremo essere "in una galassia sulla cintura di orione") ogni considerazione sul tema: chi siamo - da dove veniamo - dove andiamo è aperta.
    Cosa realmente so di me stesso? cosa devo fare della/nella mia vita terrena? ha senso perseguire principi virtuosi e/o ideali oppure è totalmente indifferente a quel che sarò dopo la morte.... sempre se qualcosa sarò?
    Noi tutti che leggiamo ora nel giro di X anni avremo la risposta. Forse.....

  • #4

    Angel (lunedì, 06 giugno 2016 18:09)

    stiamo andando verso la fantascienza piu' paranoica! come si puo' dare credito a simili teorie assurde che vanno contro la realta' dei fatti?! L'universo, risulta chiaramente reale e materiale come la terra che battiamo sotto i piedi! E smettetela di dare credito a certi film come Matrix che sono una delle chicche dei fanatici complottisti del web!! Questi complottisti idioti dall'intelligenza mediocre, hanno contagiato pure l'ambiente ufologico!

  • #5

    Delta Force (lunedì, 06 giugno 2016 18:57)

    Le filosofie orientali sostengono che la realtà che viviamo è illusoria.
    @Angel, paura eh?

  • #6

    Farwest (lunedì, 06 giugno 2016 19:39)

    Virtuali? La fatica e i malanni li sentiamo eccome.

  • #7

    FABIOSKY63 (lunedì, 06 giugno 2016 20:01)

    ..."vero e falso"...
    l'energia è massa e la massa è energia...se è REALE la prima lo è anche la seconda... o_O

    la nostra scienza è ancora "incompleta" per poter dare un verdetto CERTO sulla questione, quello che ha rilevato Musk l'ho rilevato anch'io, in molteplici "esperienze", anche personali, ed in moltissime "analisi a monitor"...come CONCORDO anche che NON occorre essere "complottisti" per CERCARE e POI accertare se le cose, i fatti, la storia, gli accadimenti, ecc. sono in un modo o in un altro! tempo al tempo e, una alla volta, AVREMO le verità che VERAMENTE abbiamo cercato... -_o

    credo proprio che siano MOLTO pochi "i limiti" in QUESTO Universo, ma..."alcuni" DEVONO per forza esserci! è inevitabile... :)

  • #8

    Elena (lunedì, 06 giugno 2016 20:35)

    Grandissimo Musk, personaggio ribelle poliedrico e lungimirante. Lo vedrei bene come capo della Nasa, sicuramente farebbe svegliare finalmente qualche ambizione morta e sepolta.
    Chi manovra i fili di questa Terra? Credo che Dio possa essere un'entità tecnologica ibrida, guidata da menti ispirate.

  • #9

    C.TOiu (lunedì, 06 giugno 2016 20:46)

    Lo dice anche Stephen Hawking ne "Il Grande disegno" La realtà com'è adesso è invisibile ( principio dell'indeterminazione di Heisenberg, al contrario di Einstein che diceva che un giorno ci saranno strumenti talmente precisi da superarlo) in quanto viviamo come un pesciolino dentro la sua piccola bolla di vetro, lui vede il mondo distorto e lo descrive in tale maniera con leggi che conosce.

  • #10

    lupenna (lunedì, 06 giugno 2016 22:07)

    Il virtuale è concetto limitato e tipicamente umano. L'uomo crea il virtuale. Non esiste il concetto di virtuale senza quello di non virtuale. Non vorrei che ad esso si desse il valore che invece va dato al concetto di "magico": concetto profondo e superiore. Immaginarsi cosa ha provocato questo mondo significa alterare lo stesso concetto di ricerca. L'uomo non può sapere ciò che è a fondamento del mondo, perché vine dopo di esso, è cioè dato da esso. Solo una mente limitata ad una visione tecnologica vede il virtuale come realtà fondante. L'uomo per sapere la verità ultima dovrebbe essere non uomo. E scienza e tecnologia sono "uomo".

  • #11

    UfoDrome (martedì, 07 giugno 2016 09:01)

    ... è la tesi delle tesi ... percepiamo tutto tramite sensori e segnali elettrici che li stimolano ... battere i piedi per terra e sentirla dura non è sinonimo che esista ...

    ... c'è gente che nasce con zone epidermiche sprovviste di elettro recettori con il grave pericolo di bruciare senza percepire alcun dolore ...

    ... del resto vediamo tutti i giorni eventi, entità e situazioni del tutto inspiegabili ... dal fato bizzarro (gente che schiva un disastro eppoi muore per un vaso in testa oppure quel giapponese che sopravvisse a due bombe atomiche), alle elites intoccabili, alla bassa manovalanza che fa da contorno, agli ovni, agli ufo, alle entità da altri mondi (o videogiochi) ... chi può dirlo, magari sono delle varianti del gioco ;)

    ... ma una plausibile domanda potrebbe essere: caro Elon Musk se è tutta virtualità, cosa ci va a fare su Marte ? ... magari i dollari se li mangi in crediti così la sua partecipazione al videogioco potrebbe durare all'infinito ...

    ... probabilmente nel proprio piccolo anche SUPER-MARIO pensa di esistere ...

  • #12

    Satan (martedì, 07 giugno 2016 11:18)

    Ok siamo ologrammi e musk è il virus del programma per eliminarci tutti :D
    Ma c'è un modo per uscire dal gioco...il suicidio, è il nostro tasto reset.

  • #13

    Daniele (martedì, 07 giugno 2016 11:21)

    Argomento stimolante, e per certi versi paradossale.
    E' quasi impossibile, dare una risposta omogenea, dal momento
    che la questione potrebbe porsi in divesi campi,da quello scientifico
    al filosofico.
    Il vero punto della questione e' che in 10.000 anni di storia,non
    siamo riuscita a dare una risposta univoca alla definizione di vita.
    Ne consegue paradossalmente che anche se vivessimo in una sorta
    di simulazione, da nostro punto di vista oggettivo la faccenda sarebbe
    tuttavia "irrilevante" ai fini pratici.
    Si potrebbe quasi affermare che l'importante sia esistere,rispetto
    al come.
    Badate bene che questa questione prima o poi si porra in futuro.
    Nell'ambito dell'intelligenza artificiale prima o poi si arrivera all'assottigliamento
    del confine tra macchina e un "qualcosa" per cui la definizione di macchina
    non sarebbe piu' applicabile.
    Ritornando al punto di partenza anche per noi si porra' prima o poi
    il dilemma se futuri androidi intelligenti in grado di replicarsi da soli
    non rappresentino una nuova categoria a parte di vita.
    Chissa', forse in un futuro non troppo lontano gli studenti delle
    elementari apprenderanno che esistono diverse forme di vita
    Virus,batterica,vegetale,animale,e artificiale.
    Il fatto interessante e che si potrebbe arrivare anche a forme di vita virtuali
    confinate in ambienti virtuali. Anche in questo caso si ripresenterebbe
    la stessa domanda, poiche dal punto di vista soggettivo queste intelligenze
    esisterebbero di fatto a discapito del come.
    Forse la domanda amletica essere o non essere trovera una risposta.
    Essere ! a discapito del come e del dove. Io sono quindi esisto, poco importa
    se realmente,fisicamente,o virtualmente, dal momento che la coscienza di se
    genera pensiero.
    @Angel
    Gia' il termine da te usato ossia "cospirazionalisti" la dice lunga....
    ogni epoca conia un termine dispegiativo per identificare e distruggere
    il pensiero critico. In Germania durante la guerra essi venivano chiamati
    "disfattisti" in America ogni pensiero critico veniva bollato come "comunista"
    a prescindere da ogni implicazione politica era per esempio un comunista
    chiunque lottasse per diritti civili, o chiunque avesse espresso dissenso
    verso le guerre.
    Volevo solo dirti che per l'altro termine da te usato ossia "paranoico"
    Basterebbe che tu ti informassi di piu' e da fonti indipendenti per scoprire
    che di paranoia nel mondo c'e' ne gia' abbastanza per accontentare tutti
    i gusti. Se non te ne sei accorto negli ultimi anni diversi pezzi sono stati
    posizionati sulla scacchiera...e il quadro generale e' da spavento vero !
    La logiaca ci insegna che' l'unico fine per cui si posizionano le pedine
    e arrivare allo scacco matto. Per esempio potresti chiederti chi c'e' dietro
    al golpe Ucranino, perche il Montenegro cha ha gli stessi abitanti di Genova
    e stato fatto entrare nella nato e armato nuclermente, perche' sono state inaugurate
    in questi mesi tre nuove basi Nato a a controllo esclusivo Usa a missili nucleari in Francia
    ,Polonia e Romania,perche' c'e' stato il golpe in Brasile, perche' nella base di aviano
    e stata ultimata una base sotterranea immensa....perche abbiamo tre presidenti
    del consiglio non eletti da nessun cittadino in italia ?
    Un saluto artificiale a tutti e ricordatevi "Charlie non fa il surf ! "

  • #14

    lupenna (martedì, 07 giugno 2016 19:45)

    Ammettiamo che il mondo sia prodotto dal virtuale. Chi ha prodotto il virtuale? O vogliamo stabilire che un'ipotesi non ha logica interna. Perché se stabiliamo che il virtuale è la causa del mondo, il concetto di causa non può abortire così, perché ci fa comodo. Ci deve essere anche una causa per il virtuale. Non solo, sento che si crede che la scienza vada verso un mondo dove automi e robot avranno evoluzione incredibile; lesionando così il confine tra la vita biologica e il pensiero automatico. Ammettiamo che anche il pensiero dell'uomo sia un automatismo, e che quindi prima o poi anche le macchine penseranno e sentiranno come l'uomo, perché è solo una questione di progresso scientifico e di tempo. Non vedo cosa cambi per l'uomo. Perché esso è venuto prima della macchina, e qualunque civiltà ipotizzabile nell'universo è cominciata con vita biologica, poi, a posteriori arriva "l'automata". E, come il suo creatore, avrà un prima e un dopo, una causa ed un effetto, si logorerà e morirà anche se dovesse vivere miliardi di anni. Non è un programma virtuale o un robot identico all'uomo, che risolverà il perché dell'esistenza. Anzi, forse ne rimanderà di molto la risposta. , .

  • #15

    vradox (venerdì, 10 giugno 2016 06:55)

    ... devo trovare la patch per diventare milionario....

  • #16

    Angel (sabato, 11 giugno 2016 10:33)

    Daniele@ I complottisti sono la rovina del web e di tutta la causa ufologica!
    Una logica nefasta che ha contagiato anche l'ambiente ufologico! Costoro, sono anche contro gli ufo e gli alieni! alla larga da costoro!!!

  • #17

    Manuel (sabato, 11 giugno 2016 13:57)

    Angel@ Hai pienamente ragione! Mi sono spesso confrontato con questi patitii di complotti e me ne' sono pentito!

  • #18

    FirstWave (domenica, 12 giugno 2016 22:01)

    E prima che inventassero i videogame? L'essere umano del Medio Evo cos'era? È un po' assurda questa visione del mondo che si basa su ciò che possediamo oggi. Oppure l'evoluzione messa a punto dalla Matrice prevedeva uno sviluppo che ci ha permesso di creare le stesse macchine con cui Loro ci hanno creato e ci gestiscono? Se così fosse, dovremmo essere vicini alla fine.

  • #19

    UfoDrome (lunedì, 13 giugno 2016 09:14)

    ... i complottisti SERI ci prendono sempre (vedi 11 settembre e guerra del golfo 1 e 2) ... mentre i caxxari no ...

  • #20

    UfoDrome (lunedì, 13 giugno 2016 09:18)

    ... riguardo le teorie di Elon Musk (peraltro datate e non sue) ... sono appunto teorie, non complotti ...

    ... altrimenti dovremmo derubricare a complotti anche le teorie sullo spazio-tempo, sulle stringhe e/o multiverso e quant'altro di non comprensibile ...

  • #21

    Titti (mercoledì, 22 giugno 2016 16:45)

    Bho.. avra' pure avuto idee brillanti, magari in passato.... ma a me Musk sembra un po' esaurito per affermare simili teorie..... e sulla base di che poi? Sul mitico pong.... non mi rubate pure il ricordo dell'innocenza..... mi auguro vivamente che si sbagli. Ciao.

  • #22

    Aml (domenica, 09 ottobre 2016 00:20)

    Il vero messaggio di Musk va letto in termini statistici. Se ogni civiltà durante la propria era tecnologica ha un'accellerazine esponenziale verso il progresso, è molto probabile che essa generi simulazioni di realtà da esse dipendenti e inconsapevoli del loro stato. Non è quello che facciamo anche noi quando alleviamo animali? O quello c'è produciamo quando abbiamo appagato i bisogni primari. Film, musica, intrattenimento etc... siamo continui creatori del virtuale, perciò è probabile che anche le civiltà future lo saranno. Ricordate l'equazione di Drake e la domanda di Fermi? " dove sono tutti quanti? Forse dall'altra parte del game...