Il mistero dei "bambini solari", un enigma che interroga la scienza

Numerosi quotidiani italiani, dall'Ansa a Repubblica, fino a Tgcom riportano una storia bizzarra che arriva dal Pakistan. Tre fratellini cadono in catalessi al tramonto e si "risvegliano" quando rispunta il sole. La vicenda è diventata oggetto di studio per la comunità medica. Per questa strana sindrome i media locali li hanno già battezzati "solar kids" (bambini del sole) . I bimbi Shoaib, Rashid e Ilyas Hashim, rispettivamente di uno, nove e tredici anni, hanno uno stranissimo comportamento fin dalla loro nascita: durante il giorno svolgono le normali attività di tutti i bambini, ma dopo il calar del sole il loro corpo è completamente paralizzato. Poi all'alba, quando ritorna la luce, riprendono le loro funzioni motorie. Finora nessuno è riuscito a diagnosticare la loro malattia.

Gli esami non chiariscono il mistero

Come spiegano i quotidiani sono stati ricoverati al Pakistan Institute of Medical Sciences (Pims) di Islamabad per una serie di approfonditi esami, ma non è emerso nulla di anomalo. "Si tratta di una condizione medica che non abbiamo mai visto - ha dichiarato il responsabile del nosocomio Javed Akram - e per questo la stiamo studiando insieme ad altri centri con cui collaboriamo". I campioni del loro sangue e tessuti sono stati inviati a 13 centri medici specializzati nel mondo, tra cui la Mayo Clinic e il John Hopkins Medical Institute negli Usa e il Guys Hospital a Londra. Ma per ora non ci sono state risposte. In un primo momento, i medici hanno pensato che si trattasse di una rara forma di paralisi chiamata Masthenia Syndrome, ma nel loro caso non è permanente. 

"I loro corpi - spiega ancora il medico - sono chiaramente sintonizzati con il movimento del sole". Il padre, Hashim, che lavora come sorvegliante in una università di Quetta, ha detto che "fin dalla nascita il loro corpo sembra dipendere dal sole. Per questo nel villaggio sono noti come i 'solar kids'". Altre tre figli, due maschi e una femmina, sono invece 'normali'. I bambini, durante il giorno, vanno a scuola in un seminario islamico, aiutano il padre che ha un allevamento di capre e giocano anche a cricket, che è lo sport più diffuso in Pakistan.  "Ma al tramonto - aggiunge il genitore - le loro energie svaniscono e i loro corpi sono come paralizzati".

Scrivi commento

Commenti: 9
  • #1

    Mdg86 (domenica, 08 maggio 2016 02:40)

    Non darei così risalto al fatto che la notizia è giunta "fino" a Tgcom. Considerando che, più che una redazione giornalistica, è un blog che pubblica ciò che trova sul web.
    Ad ogni modo, a parer mio è più una sindrome di origine psico-somatica, ilche è avallato dal nulla cosmico trovato nei test clinici. Strano non sia stata presa in considerazione la tesi, almeno dal vostro articolo.

  • #2

    Chi-Babius (domenica, 08 maggio 2016 10:12)

    Secondo me invece è una narcolessia particolare, probabilmente dovuta al ciclo dormi veglia. Forse c'è anche un componete di cataplessia da approfondire. Certo è che in quelle zone (senza fare razzismo ma una semplice constatazione) ci sono malattie che in occidente sarebbe diagnosticate con più accuratezza e sono misteriose solo perché i loro medici sono poco informati o hanno metodi di diagnostica sbagliati.

  • #3

    JJJ (domenica, 08 maggio 2016 10:52)

    Dal video si vede che perdono tono muscolare, non sono addormentati..
    ..esistono tante malattie rare ancora non diagnosticare..

    Per esempio la "mcs" la sensibilità chimica multipla di cui si ignorato totalmente le cause, chi ce l'ha praticamente vive reietto in casa senza poter toccare nulla.

  • #4

    TeoTeo (domenica, 08 maggio 2016 13:54)

    Io ho sentito parlare dei bambini indaco, ogni tanto si scoprono nuove sigle

  • #5

    Alelan A can Graitu (domenica, 15 maggio 2016 23:54)

    About me this is a wolf-syndrome.It is very rare and the C.I.A knows what I say.

  • #6

    FABIOSKY63 (lunedì, 16 maggio 2016 02:45)

    ..."secondo me"...
    due spicciole ripetizioni d'inglese ah!ah! egregio SuperEight, non ci stanno male...i "vecchi lupi" della Sardegna perdono il pelo ma NON il vizio! di "ululare" alla Luna, anche "in inglese"... :D

    i recettori ottici -nervosi- dei bimbi, sensibili alla "luce solare", sono al momento, non so se da configurazione dna oppure SE da disfunzione susseguente alla nascita, tarati per fungere da "clock" nel ciclo sonno-veglia! non da escludere (controllerei) le ripercussioni nel sistema neurovegetativo tutto...di fatto avviene una "depolarizzazione" a livello di recettore ottico per cui NON secerne "neurotrasmettitore", onde per cui "TUTTI a nanna"! ah!ah! potrebbe essere di fatto un BUON sistema per mettere a letto presto le nuove generazioni di bimbi MOLTO attivi... :)

    https://it.wikipedia.org/wiki/Apparato_visivo

    invece -"in my opinion"- eh!eh! potrebbe essere "un esperimento" -anche programmato a livello di dna- proprio per avere, creare, testare, ottenere -SEMPRE DISPONIBILE ALLA BISOGNA- uno "strumento" dedicato al "cut-off" cerebrale di soggetti già precedentemente "predisposti ad hoc" a codesta particolare peculiarità psicofisica...quindi NON so SE e quanto ci sia da stare "tranquilli"... o_O

    ciao SuperOtto!..stammi bene... :D

  • #7

    Alelan a can graitu (martedì, 17 maggio 2016 23:26)

    Ma chi sarebbe superotto?9

  • #8

    Alelan a can graitu (martedì, 17 maggio 2016 23:30)

    Ma che sardegna e sardegna poi....mah

  • #9

    Alelan a can graitu (martedì, 17 maggio 2016 23:38)

    Per tua info parlo entrambi le lingue perche' nato a Londra come vedi Fabiosky63 non ho bisogno dei tuoi consigli thanks a lot....