Fast Radio Burst ripetuti, da dove vengono quei misteriosi lampi radio ? 

Abbiamo parlato molte volte dei Fast Radio Burst (FRB). Sono enigmatici lampi radio molto luminosi, della durata di pochi millisecondi la cui origine è sconosciuta. Torniamo a parlarne perché su Nature, è stata pubblicata una ricerca che riporta la scoperta del primo Fast Radio Burst ripetuto. Di solito questi lampio sono singoli, questa volta ne sono stati captati una decina e sempre dalla stessa fonte. Abbastana per intrigare gli scienziati che cercano di capire perché. Ecco i dettagli della vicenda.

Un segnale ripetuto

I segnali sono stati capitati oltre l'estremo confine della Via Lattea. Precedentemente non erano mai  stati individuati lampi radio ripetuti. Una circostanza che aveva fatto pensare che questi misteriosi lampi fossero legati  aveva ad eventi catastrofici come la distruzione di un oggetto celeste, l’esplosione  di una supernova, o il collasso di una stella di neutroni. Ma i nuovi studi pongono degli interrogativi inquietanti. 

 

Prima d’ora non era mai stata osservata la ripetizione di un evento FRB, ma per sicurezza la zona continuerà ad essere monitorata. Le indagini sono state condotte con il radiotelescopio di Arecibo a Puerto Rico, il più grande radiotelescopio del mondo.

 

Paul Scholz, dottorando della McGill University, ricontrollando i dati d’archivio raccolti nella campagna di monitoraggio, ha trovato altri dieci segnali associati all’evento denominato FRB121102. «Gli impulsi ripetuti mi hanno letteralmente sorpreso ed emozionato» dice lo scienziato. "Ho capito subito che la scoperta avrebbe avuto una grande importanza nello studio degli FRB".

Una fonte diversa?

Forse questi impulsi non sono prodotti da quello che pensavamo? Forse sono originati da una fonte diversa, si chiedono gli esperti. Magari una stella di neutroni in rotazione, dotata di una elevatissima quantità di energia in grado di produrre emissioni estremamente brillanti e concentrate, o un tipo di oggetti celesti che oggi ancora ignoriamo, tanto da dove trovare una nuova classe di riferimento. Gli scienziati ammettono candidamente  che siamo nel pieno della fase più stimolante della ricerca scientifica. Il fenomeno non è per ora del tutto compreso dice lo studioso Andrea Possenti astrofisico che si interessa da tempo di FRBs.

Non è difficile capire il perché di tanto interesse.

 

I Fast Radio Burst risplendono più luminosi del Sole, appaio solo per una frazione di secondo e illuminano il cielo migliaia di volte al giorno.

 

Per quasi un decennio, gli astrofisici hanno cercato di spiegare l'origine di questi deboli segnali radio della durata di alcuni millisecondi, nel corso del tempo la ricerca delle origini aveva portato ad un ventaglio di ipotesi fino al nuovo studio che rimette in gioco tutto. Pochi giorni  fa un era stato pubblicato un altro studio su Nature che aveva stabilito la galassia da cui proveniva il un FRB e il valore di redshift, cioè dello spostamento verso il rosso legato all'allontanamento della sorgente, di un lampo radio veloce. L'evento era stato indicato come FRB 150418. 

 

Segnale FRB e la galassia ellittica di origine (Kaplan/Erb)

Nessun caso di ripetizione era stato mai osservato nella quindicina di altri lampi radio finora catalogati.

 

Questa nuova casistica dei lampo radio ripetuti promette di rendere ancora più affascinante la comprensione definitiva di questi fenomeni.

Bibliografia e fonti

A Repeating Fast Radio Burst - Spitler ed altri- pubblicato sulla rivista Nature

Scrivi commento

Commenti: 0