Pronto l'annuncio storico sulla scoperta delle onde gravitazionali ?

Siamo vicino a uno degli annunci scientifici più importanti di sempre? Forse si e riguarda le misteriose onde gravitazionali "increspature spazio temporali" ipotizzate un secolo da di Albert Einstein nella teoria della relatività e mai osservate direttamente. Che l'annuncio sia vicino lo confermano anche autorevoli riviste come Science, secondo la quale la scoperta ufficiale potrebbe essere comunicata al mondo l'11 Febbraio prossimo. Ecco perchè l'annuncio potrebbe cambiare il modo di vedere l'universo.

Le onde gravitazionali rimangono uno dei misteri più affascinanti della scienza moderna e della fisica. Nonostante siano state teorizzate oltre un secolo fa da Albert Einstein, sono sempre sfuggite allo sguardo degli scienziati. I ricercatori hanno provato a captarle in tutti i modi, con tecniche sperimentali sempre più innovative ma fin'ora senza successo. Il problema è che le onde gravitazionali poiché sono minuscole increspature dello spazio-tempo provocate da masse in movimento devono essere registrate nel momento giusto, con gli strumenti adeguati, capaci di individuare solo le onde provocate da fenomeni colossali, rari e imprevedibili.

La comunità mondiale si sta dotando di diversi rivelatori di onde gravitazionali: due sono negli Stati Uniti (in Alabama e nello stato di Washington), e costituiscono lo strumento LIGO, mentre il rivelatore VIRGO è in Italia, nella campagna intorno a Pisa. Tanto Virgo che Ligo sono stati recentemente potenziati per aumentarne la sensibilità. E proprio da LIGO, si sussurra e fino a giovedì non si potrà ancora verificare, potrebbe essere arrivata la conferma della prima onda intercettata. Sarebbe, in campo astronomico e astrofisico, la scoperta del secolo.

Lo scoop in una comunicazione che doveva rimanere riservata ?

Si legge nel sito di Science che riprende le indiscrezioni “firmate” da Clifford Burgess, un fisico teorico dell’università canadese McMaster: 

 

La notizia della scoperta di onde gravitazionali grazie ai due interferometri Ligo “sembrerebbe essere vera”, si legge nel testo della mail. “Dovrebbe essere pubblicata – prosegue il testo – su Nature l’11 febbraio (nessun dubbio sul comunicato stampa), quindi tenete gli occhi aperti”. A produrre le onde gravitazionali osservate, quindi, sarebbe la “fusione” di due buchi neri molto vicini tra loro, uno con una massa 36 volte quella del Sole e uno di 29. Burgess spiega nella mail che le onde gravitazionali sarebbero state individuate con un altissimo valore di “certezza” statistica, 5.1 sigma. La mail, secondo il sito di Science, era stata spedita in via confidenziale solo a colleghi e studenti ma sarebbe stata diffusa da qualche ricevente.

L'11 Febbraio è pronto una conferenza stampa proprio in Italia anticipata da un comunicato.

 

"A 100 anni dalla previsione dell'esistenza delle onde gravitazionali formulata da Einstein, l'osservatorio per le onde gravitazionali EGO e la collaborazione VIRGO invitano la comunità scientifica e la stampa presso il sito di EGO a Cascina (Pisa) per fare il punto sullo stato della ricerca in questo campo. Un evento simultaneo organizzato dalla collaborazione scientifica LIGO avrà luogo a Washington DC, negli Usa".

 

Il tam tam sulla rete è già cominciato e al di là dei rumors sui social e nei forum, con conferme ufficiose, il mondo dell'Astronomia, della Fisica e dell'Astrofisica mondiale aspetta solo che venga fatto lo storico annuncio, sperando che tutte le previsioni più positive vengano confermate e si apra un nuovo capitolo nello studio dell'universo.

Scrivi commento

Commenti: 23
  • #1

    MM (martedì, 09 febbraio 2016 14:37)

    speriamo *.*

  • #2

    UfoDrome (martedì, 09 febbraio 2016 14:39)

    ... diranno che è un'enorme girella ...

  • #3

    Hiver (martedì, 09 febbraio 2016 15:04)

    Ah drommme diranno la verità, e basta con questa castronerie.
    Le stanno cercando da anni per dire palle quando le scoprono? Avete un cervello affascinante XD

  • #4

    UfoDrome (martedì, 09 febbraio 2016 15:16)

    a MACGIVER ... di castronerie ufficiali ce ne stanno fin troppi che ne sparano ... e troppi altri che gli vanno dietro ...

    ... se non ti piace la girella prova col buondì ...

  • #5

    Hiver (martedì, 09 febbraio 2016 16:58)

    Dimmi che complotto vedi ancora prima di cominciare? Dillo a zio.

  • #6

    Livio3 (martedì, 09 febbraio 2016 17:46)

    ma la grande scoperta concretamente cosa significa? che possiamo viaggiare nel tempo? o cosa?

  • #7

    Giotto (martedì, 09 febbraio 2016 18:17)

    @non lo sanno manco loro cosa sono infatti non le hanno mai viste. Come il bosone c'è ma non si vede, al massimo si deduce.. toh.

  • #8

    Werther (martedì, 09 febbraio 2016 18:27)

    Mi si è increspata la pelle

  • #9

    carlo santagata (martedì, 09 febbraio 2016 18:58)

    Subito dopo l’avvento della Relatività Generale (1916) si è certato di intercettare le onde gravitazionali così come previste da questa teoria ma a tutt’oggi, nonostante considerevolissimi sforzi economici fatti sia dalla comunità scientifica europea che americana, tutto è risultato vano. E’ bene dire esplicitamente che le apparecchiature per il rilievo delle onde gravitazionali sono state progettate proprio in base alle caratteristiche fisiche di queste onde così come previste dalla R.G., le quali, propagandosi nello spaziotempo ed investendo un corpo di massa m, lo deformerebbero in un certo modo ed è questa deformazione elastica che si cerca di rilevare. Una volta accertato questo fatto sperimentale resterebbe aperto solo il problema dell’unificazione della gravità relativistica con le altre note interazioni, fatto che presenta grossi e finora insormontabili problemi.

  • #10

    UfoDrome (martedì, 09 febbraio 2016 19:23)

    @hiver

    ... guarda te lo dico in tre semplici passi ...

    1. se non capisci una battuta e parli di castronerie e cervelli affascinanti ... parla per te...

    2. se dovessi perculare (come fai tu) tutti quelli che credono ciecamente nella cosiddetta "scienza ufficiale" (che spesso dice tutto e il contrario di tutto) la fila sarebbe lunga ...

    3. questo è un gran bel sito che spazia a 360° (ufo e non, possessori della verità assoluta e non) ... ti prendi troppo sul serio caro Einstein ... se reputi che qui dentro ci siano commenti troppo terra terra per il tuo pensare, puoi sempre scrivere e commentare su Coelis, Focus, Discovery, Science e National Geographic ... ti suggerisco anche l'ultradecennale "www.lavialattea.com" eccellente sito ove troverai eminenti professori che rispondono ad ogni tuo quesito scientifico sottoposto ... onde gravitazionali incluse ;) ...

    ... e mangiatela qualche girella ... tranquillo che non fanno acidità ;) ... a zio ... :O

  • #11

    Marco V (martedì, 09 febbraio 2016 23:09)

    Un altro tassello di questo puzzle infinito.

  • #12

    Monica (mercoledì, 10 febbraio 2016 01:47)

    Che grande mente era Albert Einstein ma ci pensate !!?!?!?

    prevedeva 100 anni prima una cosa che noi non abbiamo ancora visto ma che ci sarà

    E' mostruoso quasi divino, paranormale. Quando succederà di nuovo di avere grandi menti come lui? E' una mia impressione o vedo intorno a me solo mezze tacche e pochi geni. Ho come la sensazione che il progressi si sia fermato.

  • #13

    UfoDrome (mercoledì, 10 febbraio 2016 09:13)

    Ciao Monica

    ... menti del genere (vedi anche Tesla o Newton) nascono di rado e probabilmente il loro genio è direttamente proporzionale alle loro capacità di utilizzare maggiormente vaste zone del cervello, precluse ai normali individui ... intuito / curiosità / osservazione compresi, le rivoluzionarie scoperte e le teorie derivate spesso scaturiscono da essi ...

    ... per me, in molti rami il progresso si è arrestato ... in altri si sta velocizzando ... in altri settori si aprono enormi potenzialità ... mentre in altri ancora sta diventando fin troppo pericoloso ... dipende sempre dall'uso che se ne fa ...

    ... ma occorre domandarsi: cos'è il vero progresso ? ... viste le aberrazioni insite nel genere umano ... fra manipolazioni genetiche, virus da laboratorio, nuove malattie, guerre, armamenti cibernetici, controllo climatico, sfruttamento planetario e quant'altro di tetro (non a caso l'impulso al cosiddetto progresso viene quasi sempre da ambiti militari) ... credo che di questo progresso se ne possa fare tranquillamente a meno (calzante IN TAL CASO un saggio proverbio popolare: era meglio quando si stava peggio) ...

    ... credo che a bocce ferme, gli stessi Einstein, Fermi, Maiorana, Tesla ecc.ecc. dopo aver assistito al becero utilizzo delle loro intuizioni e teorie, se potessero rivedrebbero alcune posizioni ... lo stesso Hawking (per quanto le sue difficili condizioni lo consentano), s'è reso conto da un pezzo di come "certa scienza e certo progresso" stiano minando il genere umano e lo stesso pianeta che ci ospita ...

    ... ma tolti i mostri sacri ... effettivamente tutto il resto si basa sulle loro spalle ... il vero problema è la cosiddetta scienza spicciola, quella basata su mere supposizioni e contro supposizioni mai realmente provate in modo certo e inoppugnabile oppure basata sulla finta propaganda ... la cosiddetta scienza da Novella 2000 (per nulla immune da ciò che vediamo ogni giorno nella società)

    ... vogliamo andare su Marte e pretendiamo di conoscere l'origine dell'universo mentre dopo millenni di civiltà, progresso e scienza ancora non conosciamo il 95% dei segreti del nostro pianeta ...

  • #14

    vradox (mercoledì, 10 febbraio 2016 14:10)

    L'ultimo ingrediente della G.U.T. poi non resta che trovare il loro minimo comun denominatore... speriamo non ci vogliano altri cent'anni!

  • #15

    Ethicprogress (mercoledì, 10 febbraio 2016)

    Il progresso è legato all'etica ed a questa è legata la scoperta frutto della sperimentazione.
    La bomba atomica è un fine, così come lo è l'energia nucleare: Cosa le distingue se non l'etica ?
    Einstein ha espresso rammarico per l'uso che si è fatto delle sue scoperte su Hiroshima e Nagasaki.
    Tesla è morto povero in canna, ma ricco di altruismo negatogli da chi lo finanziava.
    Scientificamente parlando, quel mostro aberrante di Mengele faceva scienza con le finanze derivanti dal regime nazista.
    E' terribilmente crudo da ammettere ed accettare, ma è così: I suoi scritti e le sue scoperte, così come quelli in altri campi differenti dalla medicina, non sono stati distrutti.
    Nulla di tutto cio che non si è fatto in tempo a bruciare e che si è sperimentato e documentato durante la II Guerra mondiale è nelle mani di chi possiede solo l'etica come deterrente alla messa in pratica di quelle conoscenze, indipendementemente dal fine che si prefigge.
    Lo scienziato è attratto dalla conoscenza perchè la curiosità è linfa vitale per la sua attività e nel comprendere il risultato di sperimentazioni altrui non si pone vincoli di alcun genere; Ci pensa dopo, forse...non subito.
    E cosa dire dei finanziamenti economici ?
    Non si fa scienza se non si sperimenta e se lo si fa, c'è bisogno di denaro.
    Ma ancora più difficile da accettare, è che c'è bisogno di cavie da laboratorio per progredire.
    Nel caso delle onde gravitazionali si è aggiunto un tassello alla base per comprendere cosa sia la forza di gravità, senza violentare o uccidere nessuno e questo si può considerare progresso etico.

  • #16

    Monica (mercoledì, 10 febbraio 2016 18:43)

    Ciao Ufodrone io invece riflettevo se sia il periodo storico ad aver causato un blocco del genio umano, più che un dato biologico ed evoluzionistico. Leonardo da vinci era scrittore, pittore, scultore, matematico, inventore. Oggi chi è il Leonardo della situazione? Ne ho dedotto (ma è solo una mia idea) che i computer e la tecnologia abbia reso pigro l'ingegno umano e abbia diminuito la capacità di creare persone geniali.
    O forse la spiegazione è che abbiamo scoperto quasi tutto, ma non credo.
    In questo caso notavo lo "spread" di valore tra Einstein e il mondo contemporaneo.

  • #17

    Il Forestiero (mercoledì, 10 febbraio 2016 19:17)

    L'astronomia non si piega tanto al dilemma etico. E' la biologica che interroga la legge naturale, non solo in senso metafisico, spirituale, ma anche in senso fisico.
    Non c'è niente di più etico e antropologicamente giusto che cercare la risposta alla domanda chi siamo da dove veniamo ...e tutto questo si può sapere solo indagando le radici dell'universo.

  • #18

    UfoDrome (mercoledì, 10 febbraio 2016 21:19)

    Ciao Monica

    indubbiamente una volta la vita era meno pretenziosa e più semplice.... C"era più tempo per osservare e porsi interrogativi
    E cercare risposte...

    Ma altra domanda sfiziosa sarebbe: accertata la pericolosità di una scoperta scientifica fino a che punto è etico divulgarla in nome del progresso?

    Pare che Maiorana si pose tale domanda e svanì nel nulla... mentre Einstein e Fermi collaborarono a Los alamos...

    Possibile che menti eccelse non si chiedano preventivamente a quali scopi possano essere usate le loro scoperte?

  • #19

    UfoDrome (mercoledì, 10 febbraio 2016 21:52)

    Un banale esempio

    ... nel 2009 quando venne acceso L"hlc al cern alcuni autorevoli scienziati tra cui hawkings ipotizzavano il rischio seppur remoto della creazione di buchi neri che potenzialmente avrebbero potuto ingoiare l'intero pianeta con tutto quel che c"è sopra... La risposta approssimativa (non certa): tranquilli sono buchi temporanei...

    ... Ora, accertato che esiste una millionesima possibilità che ciò accada fatalmente e realmente ...

    ... La domanda è: chi da diritto ad un manipolo di manipolatori (scienziati) chiusi come sorci sotto terra a decidere per me e per tutti ciò che è eticamente lecito rischiare e fino a che punto... per trovare un caxxo di bosone di higgs?

    ... Nel dubbio, IO avrei lasciato spento l"acceleratore...

    ... Ma l'abbonamento notizia è che ne stanno costruendo uno ancor più potente

    ... Che la prossima volta sia quella buona?

  • #20

    Receptionist (giovedì, 11 febbraio 2016 01:08)

    Non esiste nulla, non possiamo neanche ipotizzare.
    Viviamo in una dimensione dove pelé e meglio di Maradona.
    Datemi un flusso canalizzatore!

  • #21

    Daniele (giovedì, 11 febbraio 2016 01:33)

    Heila' finalmente un bel dibattito.
    che dire ? da dove cominciare ? e poi cosi poco spazio per scrivere
    Nonostante la mia passione sconfinata per la fisica e la miriade
    di teorie personali che ho elaborato negli anni (si...lo so che e' perche' non ho la fidanzata,
    perche' me lo dovete ricordare sempre ??? ahahaha) confesso che l'annuncio mi ha stupito.
    Ebbene si lo confesso la prima cosa che ho fatto e' controllare il calendario fosse mai che
    fosse il primo di aprile ?.e' invece no.
    La faccenda e' semplice, nonostante le teorie piu' accreditate prevedano le particelle come
    uniche responsabili del "trasporto" di eventi fisici (lasciando da parte le superstringhe e l'universo a 11 o12 dimensioni) e quindi gli elettroni per l'elettricita, i fotoni per la luce ecc
    (altrimenti facciamo notte)
    insomma per farla breve la teoria del gravitone (anche se quisi parla piu' in generale di onde gravitazionali) responsabile per quanto riguarda la gravita
    (oltre la massa) non riuscivo proprio ad immaginarlo, nel senso che non riuscivo ad
    immaginare una particella come responsabile dell'effetto di gravita'. Der resto non sappiamo bene che cosa sia in se la gravita' quindi immaginare un qualcosa che non sappiamo possa trasportare una cosa che a sua volta non sappiamo mi lasciava senza nessuna possibilita'
    di immaginazione.
    Personalmente la mia teoria personale sulla gravita' e che non dipendesse da nessuna particella ne onda (scusate la confusione ma e' un po' come per la luce ossia onda-particella)
    E da cosa dipendeva ? dall'espansione dell'universo ! infatti immaginavo il cosmo in espansione (si vi tocca uno dei miei esempi famosi) come un vagone ferroviario.
    Se mi sedevo in penultima fila (una posizione spaziotemporale) e restavo fermo avrei dovuto vedere un fatto curioso
    ossia che dal momento che il cosmo (vagone ferroviario) si espande in tutte le direzioni
    allora ad un certo punto avrei visto apparire nuove fila di posti a sedere sia daventi a me che dietro di me (nuove possibilita' di locazioni spaziotemporali). Insomma e' come se avessi cambiato posto senza muovermi e la differenza
    della mia posizione spaziotemporale tra il prima e il dopo altro non era che la gravita'.
    La cosa avrebbe funzionato anche per la spiegazione della velocita' della luce finita.
    Infatti dal momento che il cosmo si espande la luce dovrebbe avere (appunto) una velocita' finita' ossia (300.000 km al secondo) altrimente paradossalmente arriverebbe a superare
    l'espansione del cosmo stesso e giungere oltre l'universo (poiche se fosse
    di velocita' infinita non verrebbe piegata dalla gravita' che la fa circumnavigare
    intorno all'universo).Forse questi 300.000 km al secondo erano collegati proprio all'
    espansone dell'iniverso ossia il gap tra due punti in un secondo di espansione dell'universo
    A questo punto vediamo....(e io che volevo il nobel GRRRRR ahahahah)
    Biglietti prego... (ops scusate ma devo saltare dal treno in corsa alla prox raga !!! )
    P.S (Non mi scrivete ecco uno che vuole addirittura correggere Einstein ahahha la
    mia era solo un idea che mi era venuta, e mi sn fatto prendere dalla discussione
    postandola)

  • #22

    Cesn (giovedì, 11 febbraio 2016 11:36)

    Chi porta i pop corn per stasera ?

  • #23

    Lorenzo (giovedì, 11 febbraio 2016 18:25)

    @Daniele

    Io non ho capito se ti siedi nel penultimo vagone prima dell'espansione o dopo.
    Nel primo caso, tu non potresti che essere la motrice senza vagoni.
    Nel secondo, continueresti ad avere la tua posizione in espansione temporale assieme ad altre senza averne nessuna dietro, se non l'ultimo vagone.
    Se l'universo si espande in tutte le direzioni, è pure vero che ogni singolo elemento massivo percorre una sua traiettoria in espansione anch'essa ed in relazione con tutti gli altri elementi, in modo relativistico e non immediato (Newton canna ed Einstein ha ragione).
    Quale altro vagone potrebbe percorrere la traiettoria del tuo e di tutti quelli precedenti al tuo senza inevitabilmente scontrarsi dalla motrice verso di te ?

    La luce ha ridotto la sua velocita' perche' ha acquisito massa. Il fotone non e' privo di massa. Ce l'ha irrisoria, ma ce l'ha.
    L'elettrone ha acquisito massa superiore e viagga a velocita' prossime a quella della luce.
    Persino i neutrini che attraversano qualsisasi corpo senza interazione apparente ce l'hanno.
    Le onde gravitazionali non dovute a particelle, tipo quelle sonore che di fatto spostano materia per collisione, potevano superare la velocita' della luce perche' manifestazioni energetiche, non particellari.