Ultimo flyby su Cerere, da Dawn immagini mozzafiato

Dopo mesi di attesa la sonda Dawn ha effettuato la sua orbita più bassa su Cerere. La sonda sta trasmettendo le nuove foto catturate a circa 385 chilometri al di sopra della superficie del pianeta nano. Le immagini, scattate tra il 19 e il 23 Dicembre 2015 sono impressionati per il loro livello di dettaglio. Gli scatti mostrano nitidamente la morfologia del pianeta, violato da numerosi impatti, grandi crateri, porzioni riflettenti e alcune depressioni. Tutte le ultime novità dopo il salto.

La prima nuova immagine diffusa dalla Nasa mostra il cratere Kupalo, uno dei più recenti tra quelli studiati finora da Dawn, fotografato a una risoluzione di 35 metri per pixel. Lungo i bordi del cratere si notano striature di materiale chiaro che gli scienziati sospettano essere sale. La stessa sostanza che si presume possa esserci negli ormai celebri punti luminosi ripresi in tutti questi mesi nel cratere Occator. Kupalo misura 26 chilometri di diametro e si trova in prossimità del tropico australe.

Il cratere Kupalo - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA
Il cratere Kupalo - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA

Grazie alla Framing Camera, Dawn è riuscita a testimoniare la presenza di un vasto sistema di fratturazione superficiale sul fondale del cratere Dantu, che si estende per 126 chilometri. I ricercatori pensano che le fratture siano dovuto allo sbalzo termico successivo all'impatto, quando il terreno si è raffreddato.

Fondale del cratere Dantu - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA
Fondale del cratere Dantu - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA

Cerere è piena di crateri. Un'altro di quelli osservati dalla sonda si trova ovest di Dantu e misura 32 km.  Mostra numerose scarpate e creste curvilinee, simili a quelle osservate nel cratere Rheasilvia sull’asteroide Vesta, esplorato proprio da Dawn tra il 2011 e il 2012. Si pensa che queste strutture geologiche abbiano avuto origine dal parziale collasso del cratere durante la sua formazione.

Altro cratere a ovest di Dantu - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA
Altro cratere a ovest di Dantu - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA

In arrivo le ultime foto del cratere Occator

Cratere Occator - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA
Cratere Occator - Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA

Questo ultime fotografie sono l'antipasto per gli scatti del cratere più celebre di Cerere, Occator, dove sono presenti i depositi riflettenti più numerosi. La Framing Camera dovrebbe restituire le sue immagini a breve. Intanto il lavoro della sonda continua senza sosta.

Lo spettrometro sta analizzando la superficie a varie lunghezze d’onda nel visibile e nell’infrarosso per ulteriori dettagli sulla composizione della superficie e la sua genesi strutturale.

 

Prima della fine della missione prevista per il 30 Giugno 2016 ci aspettano altre straordinarie immagini e nuovi sviluppi.

Scrivi commento

Commenti: 0