La lezione del "fake ufo" di Canberra e quel CGI che beffa (quasi) tutti 

Una luce impressionante che appare nei cieli di Canberra il 3 Gennaio 2016. Un boato e quindi un lampo accecante. Il caso -come sempre accade- aveva trovato il suo spazio tra le succose notizie ufologiche dei soliti Mirror, Daily News, ma anche i giornali locali australiani come il The Canberra Times. Alcuni utenti avevano riportato il video anche nel nostro forum. Dov'è la novità? Che l'autore del video a distanza di 5 giorni esce allo scoperto: ecco come mi sono fatto beffa dei giornali. Una lezione da imparare e un esempio "lampante" -mai parola fu più azzeccata- sul modus operandi dei giornali di riportare sistematicamente ogni notizia “acchiappa-click”. Anche se i nostri utenti nel forum non si erano fatti fregare. Cronaca di una beffa mondiale in salsa CGI.

Il filmato era stato caricato da un utente che aveva creato un profilo per l'occasione: Johnson Thompson.

Le immagini erano suggestive, un temporale, tuoni in sottofondo e poi una bolla di luce che illuminava la città.

Il video era approdato velocemente nei circuiti ufologici tradizionali, su Reddit e quindi nei grandi giornali generalisti.
Ovviamente tra i commenti entusiastici di chi vedeva portali dimensionali e la nuova venuta di cristo qualcuno aveva provato a ragionare sulle stranezze del video, discorsi e analisi che i grandi giornali hanno puntualmente ignorato.

Il video è arrivato in meno di una settimana ad avere 300.00 visualizzazioni.

I Dubbi

Naturalmente ad alcuni appassionati sono venuti subito agli occhi alcuni punti critici del lavoro. I commenti sono stati centinaia, ma riportiamo quello fatto da uno dei nostri utenti Trisavalon nel forum durante la discussione che ne evidenziava alcuni:

Crediti: Trisavalon
Crediti: Trisavalon

"La traccia audio e quella video non sono sincronizzate in un lasso di tempo congruo come dovrebbe succedere se fosse un fenomeno temporalesco. Dopo il flash passano circa 1.5 secondi. La luce viaggia a 300mila km al secondo molto più veloce delle onde sonore. La velocità del suono è di 331 m/s a 0 °C. I conti non tornano. Ultimo macroscopico dato, l'effetto è perfettamente centrato rispetto all'inquadratura, sull'asse orizzontalePer tutti questi motivi credo è un abile falso."

L'inganno svelato e le scuse

Poche ore fa Johnson Thompson pubblica un altro video:
"Come ho accidentalmente creato una bufala"

Grazie a tutti che hanno capito che questo era un falso, e hanno offerto un'ottima critica. Userò le vostre critiche costruttive per migliorare le mie capacità di compositing. Questo video non è fatto per monetizzare, né è il video originale. Purtroppo la musica è protetta da copyright, quindi mi scuso per gli annunci.

La smentita è stata vista per ora da poche centinaia di persone. Ma è utile per capire come un fenomeno virale possa innescarsi in breve tempo, con pochi mezzi e una buona dose di inventiva. Come lo stesso falso riesca ad essere individuato nei vari gruppi di discussione da chi ha un'approccio analitico serio, ma di come lo stesso approccio non sia seguito da una grande parte della stampa che preferisce il portale dimensionale alla spiegazione razionale.

300.000 visite sono un'enormità meno di una settimana per un utente nuovo, non un hoaxer, semplicemente un burlone che vuole esercitarsi a fare video editing. Questo meccanismo è utilizzato dagli Hoaxer veri, i creatori di falsi per speculare sulla buona fede delle persone.

Quindi quando guardate un video che vi fa esclamare "wow" allenate l'occhio, approfondite e andate fino in fondo. Non vorrete essere parte di quelli che sono stati ingannati la prossima volta che succede?

Update 10 gennaio 2016
Anche Repubblica.it riporta la vicenda tra le sue pagine:

 

Quello che state vedendo è la "video confessione" di Johnson Thompson, utente di YouTube che lo scorso 3 gennaio ha ingannato navigatori e alcuni giornalisti con un video (falso) di una misteriosa palla di luce apparsa nel cielo di Canberra, capitale dell'Australia. Il filmato, visto centinaia di migliaia di volte su YouTube e ripreso da testate come il Daily Mail, è stato creato da Thompson con Adobe After Effects. Il procedimento è stato illustrato nella clip in questa pagina chiamata "How I accidentaly created a hoax", vale a dire "Come ho creato un falso per caso"

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    Cuore di Cane (sabato, 09 gennaio 2016 13:52)

    Gente stupida per altra gente stupida

  • #2

    Bluvert (sabato, 09 gennaio 2016 14:24)

    "Come ho accidentalmente creato una bufala"

    ahahaha certo accidentalmente come no.

  • #3

    JJJ (sabato, 09 gennaio 2016 18:36)

    almeno non era una lanterna cinese (ok cazzata) XD

  • #4

    Euclide (sabato, 09 gennaio 2016 19:34)

    Strano che sia sfuggito ai fratelli Marciano' e compari

  • #5

    sutter_kaine (domenica, 10 gennaio 2016 00:23)

    Questa è la palese stronzatona di come gli stronzi creano bufale e gli stronzi beccano capendo che è una bufala.

    E' ovvio che uno stronzone che vuole "inculare" possa "inculare" gli inculabili... questo non c'entra una mazza con attività al di fuori della nostra conoscenza...

  • #6

    Yale (domenica, 10 gennaio 2016 12:44)

    @sutter_kaine

    Scusa e quindi? A parte che non ha creato volontariamente una bufala, era un esperimento, a parte che non ci sono cascati solo gli stronzi ma anche i giornalisti, gli "inculabili" in rete sono il 90% considerato che il picio ha fatto 320k visite. Di quale attività fuori dalla nostra conoscenza parli ?

  • #7

    fidora (domenica, 10 gennaio 2016 13:01)

    Aggiungiamo questo alla lista dei pirla.

    Possiamo tornare a parlare di cose serie adesso?

  • #8

    Hiver (domenica, 10 gennaio 2016 14:59)

    Come ebbe a dire il sempre fù "la madre degli hoaxer è sempre incinta".

    Detto questo sutter_kaine non ha tutti i torti.

    Molte cose l'uomo non riesce ancora a spiegarle, esistono sicuramente civiltà lontane con livelli tecnologici a noi sconosciuti. Lo penso anche IU. Esistono e prosperano in modi e maniere che noi non immaginiamo. Qualcuno pensa di saperlo ma sono tutti fadda, podda, cannas gente mia conterranea. Non si parla di questo, è solo la moda deleteria del primo mediterraneo di turno di farsi beffe dei più cretini. Naturalmente qui tutti lo sapevano, non vi agitate, e nessuno di quelli che ha visto il video ha pensato agli alieni, rimane il fatto che l'ufologia in internet oggi si muove su questo binario. Nell'articolo di Hillary Clinton sulla disclosure tutti contenti :D e adesso tutti agitati per un cgi.
    Un po' di cautela perdindirindina.

    Un saluto caloroso a tutti dalla Terra del Cannonau.

  • #9

    7vite (domenica, 10 gennaio 2016 16:27)

    Mah...sono effetti semplici da ricreare nulla di speciale che non sappia fare uno smanettone dai 13 anni in su...

  • #10

    El Pais (domenica, 10 gennaio 2016 19:59)

    @..Strano che sia sfuggito ai fratelli Marciano' e compari..

    ...
    Erano occupati a seguire l'ultima pioggia radioattiva in india provocata dagli elefanti rosa.

  • #11

    Falcon2016 (lunedì, 11 gennaio 2016 17:25)

    Io non so distinguere un video fatto in digitale da uno vero e non mi ritengo l'ultimo degli imbecilli, quindi ben vengano le spiegazioni.
    Non capisco cmq questo astio nei confronti di chi li fa, forse è più pericoloso di chi crea mala informazione e cover up sistematicamente aiutato dai soliti poteri forti? Non credo ....

  • #12

    sutter_kaine (martedì, 12 gennaio 2016 15:54)

    @YAle

    Lasciando perdere la mia "provocazione" di quello che ci può essere al di fuori di quello conosciuto (attualmente nulla) - dico che se uno vuole creare ad HOC un video o qualsivoglia cosa - è ovvio che ce la farà. A volte sembra che se dei tipi - fregano- la comunità = vedi non esiste niente.