Independence Day Resurgence: 20 anni dopo torneranno gli alieni

“Independence Day” il blockbuster sugli alieni per definizione, ritorna nelle sale per il sequel che si preannuncia un successo. Uscirà nei cinema americani in estate. Nel secondo capitolo del film, chiamato Resurgence, l’umanità dovrà far fronte di nuovo ad una razza aliena decisa a dominare il mondo. Jeff Goldblum, Bill Pullman e Vivica Fox riprendono i loro ruoli dal film originale, a completare il cast Liam Hemsworth e l’esordiente Jessie Usher.

Assente purtroppo la star Will Smith, che aveva il ruolo di eroe protagonista nel primo episodio. A seguire il video dello spettacolare trailer.

Il film cult anni degli anni 90 vedrà sempre in regia Roland Emmerich. Il Dottor David Levinson (Goldblum) a due decenni di distanza dagli eventi del capitolo precedente sarà a capo di un progetto militare, con il compito di armare la terra contro futuri attacchi alieni. Questa volta gli umani saranno più armati, più uniti e più consapevoli, così come gli invasori extraterrestri, che avvertiti da un segnale della nave madre alla fine del primo film torneranno più grandi e più cattivi che mai. Chissà se anche stavolta la Terra se la caverà, e se ci sarà un nuovo discorso del presidente, in una scena del film che ha fatto storia.

Scrivi commento

Commenti: 13
  • #1

    Nuccio (martedì, 15 dicembre 2015 00:35)

    Siiiii uno dei miei film dell'infanzia:))) sono felicissimo

  • #2

    El Pais (martedì, 15 dicembre 2015 10:28)

    Will smith voleva un compenso troppo alto ma il sostituto è un attore cane !

  • #3

    Satan (martedì, 15 dicembre 2015 13:37)

    Almeno in televisione tornano, una magra consolazione :D

  • #4

    vecio (martedì, 15 dicembre 2015 13:49)

    "noi non ce ne andremo in silenzio nella notte"

    "noi non ci arrenderemo senza combattere"

    OGGI FESTEGGIAMO IL NOSTRO GIORNO DELL'INDIPENDENZA

    un'era geologia fa, la nave extraterrestre che esce dalle nuvole e il raggio che distrugge la casa bianca. Quelli si che erano film, meglio di Avatar e Gravity...
    E grande Antonino Accolla, doppiatore formidabile che ci ha lasciato troppo presto

  • #5

    Daniele (martedì, 15 dicembre 2015 16:54)

    E sicuramente stato tra i film spartiacque che ha iniziato la vera era digitale per gli effetti speciali. Rivedendolo ad anni di distanza non cede di molto il passo agli effetti piu' moderni e da un punto di vista grafico rimane per cosi dire attuale.
    Tra i lati "negativi" credo che fu il film che inizio' una nuova era dove gli effeti speciali divennero prioritari rispetto alla "tenuta" e il costrutto logico della narrativa.
    In passato visto che gli effetti speciali erano realizzati con pupazzi o modellini iperdettagliati e costosissimi nonche' molto laboriosi per l'inserimento sulla pellicola venivano molto contestualizzati e centellinati, erano un "contorno" rispetto alla struttura portante che era la storia o trama del film (ovvio per film di un certo livello). Oggi invece si parte da effetti speciali sempre piu' incredibili e attorno ad essi si costruisce una "storiella".sempre piu' scarna e con personaggi sempre piu' "piatti" e dove la componente psicologica e la caratterializzazione dei personaggi e' pressoche' totalmente assente.
    Nel caso del film in questione possiamo notare alcune "storpiature" o "americanate".
    Per esempio dopo la distruzione delle principali citta' del mondo con milioni e milioni di morti i piloti si comportano come se nulla fosse !! ridono scherzano e fanno il Macho.
    Eppure avrebbero perso amici parenti senza contare lo shock per la situazione di dover affrontare nientepopodimeno una civilta' aliena avanti migliaia di anni rispetto a noi.,,macche !! ehi come ti butta ? sono ansioso di fare il culo a ET !!!
    (ma lasciamo perdere)
    E che dire del portatile che si collega con l'astronave madre infettandola con un virus ? quando non riusciamo neppure caricare un programma di windows 95 su Windows 10 ?
    Sono queste grandi differenze che distanziano un capolavoro da una americanata.
    Se avessero speso dieci minuti in piu' per concentrarsi sugli apetti umani della trama avrebbe potuto essere un vero capolavoro.
    Magari avrebbero potuto puntare alla disperazione come "arma" vincente di una umanita' indomita..invece di puntare tutto in stile Cowboy contro indiani ( e se lo rivedete sembra proprio un copione scritto per Jhonn Wayne).
    E magari una trovata un po' piu' geniale e di stile rispetto all'improbabile virus caricato su un portatile avrebbe di sicuro reso il fim molto piu' "concreto".
    Ricordo ai tempi di averlo visto al cinema (sono un po' vecchiotto) e quando Jeff Goldblum si collego' col suo portati all'astronave aliena ci fu un vero tripudio di "E si vabbe'...ma dai !!!....." e al termine della proiezione il commento generale fu
    "Bellissimi effetti speciali, ma il film e' una minchi...ta !!!" (leggete "americanata).
    Sinceramente..americanata per americanata e invasione per invasione io preferisco
    World Invasion (Battle: Los Angeles) rispetto a Independence Day ma i gusti son gusti...
    Cmq nel caso accadesse dimenticatevi i film la guerra durerebbe circa 5 secondi....forse meno.
    Benveuti sulla Terra a tutti.

  • #6

    Biggio (martedì, 15 dicembre 2015 19:10)

    Mars Attacks! di Tim Burton è un capolavoro , lo preferisco 1000 volte

  • #7

    Marco V (martedì, 15 dicembre 2015 22:07)

    Il solito film che è perfetto per passare due ore spensierati con la donna o con gli amici. Ma se vogliamo fantascienza bisogna cercare altrove.

  • #8

    Il Forestiero (mercoledì, 16 dicembre 2015 17:32)

    Daniele i tuoi post sono sempre più epici, però gli effetti speciali di I.D non erano affatto male, tanto che vinse nel 1997, un premio Oscar per i migliori effetti speciali.

    Te lo ricordi "Nirvana" di Gabriele Salvadores che era il primo film italiano zeppo di effetti digitali realizzati in post produzione ? Anche quello visto oggi sembra ridicolo.

    E' la condanna del tempo, se ti guardi indietro quello che prima ti aveva stupito ora ti annoia. Devi rapportarlo al contesto, non era così malaccio. Sul virus.. è la trama adattata negli anni di allora al vecchio virus biologico della guerra dei mondi. Nulla si crea, nulla si distrugge e tutti si trasforma ( o si adatta) ...anche al cinema.

  • #9

    Daniele (giovedì, 17 dicembre 2015 00:48)

    @ Forestiero
    Ahahhah sarei addirittura epico
    Dai sorvoliamo sull' epico e veniamo a noi.
    Guarda, nel mi scritto non ho mai asserito che gli effetti speciali di ID non fossero di qualita', anzi se rileggi ho addirittura scritto che essi rappresentarono il punto di svolta vero e proprio ,soppiantando "la vecchia scuola".
    Personalmente sono della tesi che il fulco di un buon film sia la storia,e la caratterizzazioni dei personagi che nonostante le loro avventure dovrebbero cmq rimanere credibili.
    Gli effeti speciali dovrebbero essere un rafforzo contestuale e visuale dell' immaginario del regista o dell'ambientazione della storia. Una specie di trasporto visivo atto alla proiezione del pubblico all' interno degli eventi narrati.
    Insomma una buon mix dove i vari aspetti realizzativi si concertano fra loro senza sovrapporsi. Purtroppo pero il 90% degli ultimi film di fantascienza non seguono questa linea ma puntano solo al botteghino, creando un mix che accontenti un po tutti.
    Per esempio si parte sempre da una bellezza mozzafiato, poi l'immancabile intrigo amoroso che si compira' verso i 2/3 del film con una scenetta un po' piccante. Poi effetti speciali a go-go spesso privi di contesto. Si aggiunge un pizzico fantasy giusto per accontentare anche il pubblico di questo genere. Immancabile poi il personaggio buffo con il momento humor. e per ultimo si intavola una storia labile per tenere il tutto insieme. Ne esce un prodotto "film per tutti" ma privo di una vera e propria identita'.
    Insomma alla fin fine al termine usciti dalla sala non sapete bene che cosa avete visto.
    era un film divertente ? fantascientifico? avventura ? non lo sapete con certezza.
    Io sono di piu' un purista e per le nicchie di pubblico piuttosto che al solito mix.
    Intendiamoci alcuni capolavori rispecchiano proprio il copione da me scritto come Indiana Jones e perfino Guerre Stellari.....ma bisogna saperli fare e soppesare bene tutti gli ingrdienti e non tutti sono capaci di farlo. E poi a tenere il tutto insieme di questi film epici e' proprio la storia avvincente i personaggi ben caratterizzati solo allora puoi divagare con qulche momento humor e siparietto romantico.
    Io ultimamente vedo poco di tutto cio' o cmq non del tutto riuscito.
    Il top dell'assurdo secondo me tocca al film After Earth dove l'umanita' lascia la Terra morente per rifugiarsi in un pianeta ricco di mostri. Ma ecco arrivare i Ranger salvatori che nonostante la tecnologia abbia il volo interstellare combattono (spesso morendo) gli alieni con delle lance in ferro (???????). Il bello e' che nonostante la Terra sia rifiorita i terrestri sono vietati a ritornarvi poiche su di essa vivono animali selvaggi di grassa taglia (gulp) e quindi preferiscono vivere sul pianeta rifugio che e' popolato di mostri assassini mandati da una civilta' aliena chiamate Ursa (non-sense)
    Negli Usa alcuni critici dissero che la trama del film fu scritta su un tovagliolo di carta e pensata in una pausa caffe'.
    Non so se sono stato epico io provo ad usare il buon senso in cio' che scrivo magari fallendo...io ci provo ...e persevero !
    ahahahahaha un saluto a forestiero e a tutti gli appassionati di fantascienza (io ne sono malato la mia cineteca personale e' arrivata a quasi 800 film tra capolavori e ciofeche "epiche"....appunto : )

  • #10

    UfoDrome (giovedì, 17 dicembre 2015 10:11)

    lo vidi al cinema e non mi fece grande impressione ... tutt'altro ...

    Star Wars uscito nel 1978, in totale assenza di effetti digitali era e resta di gran lunga il migliore ...

    I modellini degli AT-AT, AT-ST, i 74-speeder (e altro ancora) dell'Impero Colpisce Ancora .... dettano ancora legge a distanza di 30 e passa anni ...

    Ieri è uscito il settimo film della saga e ancora detta legge ...

    Se si cerca fantascienza da intrattenimento Star Wars non si batte ... se si cerca fantascienza seria occorre risalire al 1968 con l'Odissea di Kubrick ...

    Se si cerca fantascienza "tarocca" occorre sempre guardare a Kubrick ... negli studios desertici dove hanno girato i falsi allunnaggi :):):)

  • #11

    FABIOSKY63 (venerdì, 18 dicembre 2015 06:08)


    i migliori prodotti di fantascienza del cinema sono "2001 Space Odyssey" e "Blade Runner"...indiscutibili... o_O

    entrambi provengono da due grandi romanzi e trattano gli stessi temi con "basi" e spunti diversi..."chi siamo, da dove veniamo, DOVE stiamo andando"... -_o

    http://spettacoliecultura.ilmessaggero.it/cinema/ridley_scott_blade_runner_stanley_kubrick-1422423.html

    il più comico e grottesco è il tragicomico "Mars Attack!" che, al di là delle apparenze, è anche il PIU' vero...secondo "chi sa"... :)

    la platealità dei film di Emmerich trova grandi consensi nelle masse e suoi film sono sostanzialmente "ben fatti"...non dimentichiamoci cose "semplici" ma egregie, sopratutto "nei messaggi" contenuti, come il film "Stargate" ormai di vent'anni fa... -_o

    https://it.wikipedia.org/wiki/Roland_Emmerich

    che la Forza sia con voi!.. :)

  • #12

    UfoDrome (venerdì, 18 dicembre 2015 16:21)

    c'è solo da aggiungere che i film di Emmerich, tra i quali spicca anche un "2012", spesso sconfinano nella parodia ... esilarante è il Presidente USA che prende il caccia e comincia ad abbattere i dischi volanti ...

    ... o magari il cessna che decolla da Yellowstone mentre i massi eruttati dal super-vulcano gli fischiano intorno ...

  • #13

    Michele Fab (venerdì, 18 dicembre 2015 16:34)

    I nostri alieni si chiamano isis voi perdete tempo con gli ufo che quelli arrivano a roma e ci riducono a brandelli