Gary McKinnon, hacker ufo ritorna e accusa: la Nasa nasconde le prove degli alieni

Se vi eravate dimenticate di Gary McKinnon lui non si era dimenticato degli alieni. L'hacker scozzese che violò gli archivi del Pentagono fu descritto negli Stati Uniti come "la persona che ha realizzato la più grande intrusione illegale di tutti i tempi ai computer militari". Ora dopo essersi salvato dall'estradizione, torna all'attacco. McKinnon afferma di aver trovato le prove di un programma spaziale americano che controllerebbe una vera e propria flotta di navi di guerra nello spazio. A seguire tutta la sua storia dalle origini.

L'uomo torna a parlare di UFO in una lunga rivista al canale RichPlanet TV: "Ho usato un programma chiamato Landsearch per individuare tutti i file e le cartelle. E lì ho trovato i documenti che provano queste intenzioni, in particolare un foglio Excel".  Non solo lMckinnon rincara la dose affermando che "la NASA modifica sue immagini spaziali e rimuove le prove degli UFO e degli alieni prima di rilasciarle al pubblico."

Quando la Gran Bretagna disse no all'estradizione 

 

Imprigionato nella sindrome di Asperger, McKinnon attese il suo destino, sopravvivendo in "un mondo da incubo". La madre nell'ultimo disperato appello, aveva pregato il primo ministro inglese David Cameron di salvarlo da una prigionia negli Stati Uniti che poteva durare per tutta la vita.

 

Janis Sharp, madre coraggio, come fu definita, invitò il premier a cogliere l'occasione dell' incontro con il presidente americano Barack Obama che si teneva allora, per discutere il modo di far cadere l'ordine di estradizione di suo figlio - che ormai oltre un decennio fa- riuscì ad introdursi nelle rete di computer del Pentagono e della Nasa dal suo appartamento a nord di Londra. A McKinnon, 45 anni all'epoca, era stata diagnosticata una sindrome di disturbo della capacità cognitiva, uno spettro autistico, che non gli impedì di diventare un abile pirata informatico.

Infine nll'ottobre del 2012 il ministro dell'Interno Theresa May bloccò per ragioni di salute l'estradizione in Usa. McKinnon, ammise allora la sua colpevolezza ma disse di essersi infiltrato nei sistemi informatici di Nasa e Pentagono perché cercava le prove dell'esistenza degli Ufo. La sua lotta contro l'estradizione durò 10 anni.

Questa la dichiarazione di allora della May al parlamento :


"Il signor McKinnon è accusato di reati gravi, ma non vi è neppure dubbio che egli è molto malato, ha la sindrome di Asperger, e soffre di una forte depressione. La questione del diritto di fronte a me ora è se la portata di tale malattia è sufficiente per escludere l'estradizione. Dopo un attento esame di tutto il materiale pertinente, sono giunta alla conclusione che l'estradizione del signor McKinnon potrebbe dar luogo a un elevato rischio di porre fine alla sua vita, quindi la decisione di estradarlo sarebbe incompatibile con i diritti umani del signor McKinnon. Ho quindi ritirato l'ordine di estradizione nei confronti di Gary McKinnon. Sarà ora la pubblica accusa a decidere se il signor McKinnon dovrà rispondere in un tribunale del Regno Unito."

 

Dopo l'annuncio, la madre di Gary -Janis Sharp- aveva ringraziato il ministro:  "Grazie Theresa May dal profondo del mio cuore - Ho sempre saputo che avevi la forza e il coraggio di fare la cosa giusta.

Ora dopo un lungo silenzio l'uomo è tornato a parlare e le sue frasi non faranno altro che alimentare le polemiche. Cover up e segreti di stato o un tentativo di tornare sotto i riflettori ? Comunque sia tutti allora avevano lottato per la sua libertà, e lui oggi sembra non aver perso la voglia di "comunicare" le sue verità.

La sindrome di Asperger lo terrà lontano da altre ritorsioni e problemi con la giustizia?

Scrivi commento

Commenti: 14
  • #1

    Paolino (giovedì, 10 dicembre 2015 15:57)

    Che si può dire? Non è facile sfuggire al paese "più democratico" del mondo! Dio ci scampi dalla "patria della libertà"!

  • #2

    47_Valerio (venerdì, 11 dicembre 2015 03:01)

    Tutta la mia solidarietà a Gary, almeno lui può vendicare le risatine degli scettici quando si accusavano gli americani di conoscere molto di più di quanto dichiarano.

  • #3

    Marco (venerdì, 11 dicembre 2015 14:36)

    Fosse stato un hacker italiano lo avrebbero spedito negli stati uniti il giorno stesso, il nostro governo è bravissimo a "tirare giù le braghe"

  • #4

    Giotto (venerdì, 11 dicembre 2015 19:43)

    L'hanno salvato perchè era malato, se no ora sarebbe a guantanamo.

  • #5

    Marco V (venerdì, 11 dicembre 2015 19:46)

    Gli Usa taroccato le immagini dello spazio. Come se nello spazio ci fossero solo gli americani...
    Flotta di navi da guerra spaziali...quando uno le spara così grosse credergli è veramente un suicidio intellettuale.

  • #6

    alessio (venerdì, 11 dicembre 2015 21:14)

    nello specifico, se avesse agione, sarebbe una notizia sconvolgente: navi da guerra nello spazio a che pro?

  • #7

    Cesn (sabato, 12 dicembre 2015 07:09)

    Un altro cazzaro, che razza di hacker entra in un sistema per cercare prove ufo ed esce senza niente dopo essere entrato nei pc del pentagono (!)

  • #8

    Franz (sabato, 12 dicembre 2015 09:08)

    è solo incapacità di distinguere i sogni dalla realtà causata dalla tendenza dell'individuo a rinchiudersi in un mondo proprio.

  • #9

    Yale (sabato, 12 dicembre 2015 09:29)

    nello specifico, se avesse agione, sarebbe una notizia sconvolgente: navi da guerra nello spazio a che pro?

    @

    E chi lo sa, per giocare a battaglia navale? E come mai queste navi non si vedono dai telescopi e nessuno delle altre agenzie spaziali del mondo le ha mai viste. Ricordo che ormai gli americani non sono gli unici che hanno un'attività spaziale, ci sono cinesi giapponesi indiani russi brasiliani e perfino noi THO!

  • #10

    Marco (sabato, 12 dicembre 2015 11:16)

    Giotto l'hanno salvato perché volevano salvarlo punto. Hanno semplicemente trovato la scappatoia migliore.

  • #11

    VHX (domenica, 13 dicembre 2015 01:39)

    @alessio
    se avesse agione, ma anche agionissimo, le navi da guerra nello spazio, sarebbero subitissimo tornati nel loro mestiere dell' intracozzola spaziale.

  • #12

    Kira (domenica, 13 dicembre 2015 19:47)

    Alcuni elementi di questa storia sono veritieri, innoppugnabili e indiscutibili.

    Gary Mckinnon sembra uscito da un film di fantascienza, ha infatti compiuto il più grande 'scasso informatico di tutti i tempi', altrimenti gli americani non lo avrebbero 'preteso' con tanta foga per la voglia di rinchiuderlo a Guantàmano e buttare via la chiave per sempre...

    La sua sindrome psicologica, presunta o reale, è stata una buona scappatoia, una buona ancora di salvezza per evitare l'estradizione.

    Ha scoperto sicuramente qualcosa.

    Rispondendo a una domanda di Yale, del perché queste navi non si vedono dai telescopi e nessuno delle altre agenzie spaziali del mondo le ha mai viste, le parole di Gary hanno trovato conferma in un altro personaggio che ha avuto, a suo modo, anche dei problemi, riguardo alle sue scoperte, comprovate naturalmente da foto: il suo nome è JOHN LENARD WALSON.

    In realtà agenzie spaziali, come la NASA, ad esempio, sono enti militari più che civili, quindi segreti e coperture sono per loro 'giustificabili'.

    Queste astronavi probabilmente non stazionano per scopi bellici.

    Volendo andare a ritroso nel tempo, immergendoci nei testi sacri ad esempio, abbiamo la figura di Enoch che comprova come da tempo immemore qualcosa e qualcuno orbitasse già intorno ai pianeti.

    Allora gli Angeli mi chiamarono, mi presero sulle loro ali e mi sollevarono al primo cielo. Essi mi posero al di sopra delle nubi, io vidi l’aria, l’etere ancora più in alto.
    E mi portarono nel primo cielo, e mi indicarono un mare vastissimo, più grande del mare della Terra…
    Essi mi dissero che l’universo è abitato e ricco di pianeti.
    Mi fecero vedere i Capitani e i Capi degli Ordini delle Stelle.
    Mi indicarono duecento angeli che hanno autorità sulle stelle e sui servizi del cielo; essi volano con le loro ali e vanno intorno ai pianeti…

    E volendo scomodare persino i profeti, abbiamo BENJAMIN SOLARI PARRAVICINI (famoso pittore, gallerista e astrologo argentino, per chi non lo conoscesse), egli scrive nel 1938:

    Appariranno sorvolando le alture cerchi di luci, porteranno stranieri di altri pianeti.
    Sì, saranno quelli che verranno a popolare la terra si dirà, e si dirà bene.
    Si! Quelli che si chiamarono angeli nell’Antico Testamento, oppure la voce di Geova, saranno di nuovo si vedranno e se si vedranno si ascolteranno.

    E ancora:

    Prima della costante visita dei navigatori extraterrestri la scienza negherà, dopo dubiterà e alla fine dirà è Vero!

    La nostra sapienza è rimasta arretrata.

    Da secoli ci sorvegliano e contemplano! (1940)






  • #13

    Roy.T. (martedì, 15 dicembre 2015 14:52)

    Ricordo benissimo il fatto quando avvenne anni fa. Catturò totalmente la mia curiosità e attenzione. Così avvenne anche per lui stesso, difatti non seppe resistere alla voglia di conoscere la "verità" sugli UFO e sempre più spesso, rischiando molto, si introduceva nei sistemi. Per violarli usò un programma creato da lui in linguaggio Pearl, possedendo solamente un modem a 56k quando la ADSL era già ampiamente diffusa. Ricordo anche che quando lo intercettarono (era in un fuso orario diverso a lui sfavorevole) alle guardie, disse che era del servizio manutenzione. Proprio in quel momento stava scaricando una immagine di una astronave gigantesca però la connessione di interruppe e il file non fu scaricato integralmente. Da qui in poi il mio dubbio dopo aver letto l'articolo. Il file in questione, che rappresenterebbe una prova tangibile e originale rimase corrotto e inutilizzabile oppure rimase l'immagine scaricata a metà visibile? Oppure più probabile glielo sequestrarono, cancellandolo definitivamente. Quello che spesso ci propinano è una torta dal gusto delizioso ma che possiamo solo annusare e non possiamo mai osservare, non sappiamo quindi se dietro la parete si nasconde una vera torta oppure una essenza che ne emula il gusto.

  • #14

    VHX (martedì, 15 dicembre 2015 20:32)

    @Kira
    "Gary Mckinnon sembra uscito da un film di fantascienza".
    NO!!
    Gary Mckinnon, è solo uscito dall' utero di sua madre.