Obama apre allo sfruttamento commerciale degli asteroidi, esplode la polemica

Una nuova legge appena firmata dal presidente statunitense Barack Obama permetterà agli americani di sfruttare i giacimenti presenti sugli asteroidi. Una rottura radicale con l'idea che i pianeti, le stelle e tutti i corpi celesti appartengono all'umanità. Per molti esperti, questa legge potrebbe essere la fonte di una vera e propria rivoluzione economica di un mercato futuro di diversi miliardi di dollari, per altri è una legge illegale che va contro i trattati internazionali. Abbiamo cercato di fare il punto.

La legge che sta destando polemiche è lo Space Resource Commercial Exploration and Utilisation Act of 2015, (H.R 2262) un atto firmato da Obama che sostanzialmente legalizza esplorare e recuperare materie dagli asteroidi, anche per fini commerciali. Anche se un’operazione del genere è ancora oggi antieconomica e fuori portata, ci sono alcune società che vogliono entrarne nel business. Legalmente fin'ora erano impossibilitate a farlo, secondo i trattati spaziali. Infatti gli accordi impediscono che ogni astro o oggetto spaziale -anche se "conquistato" -possa essere sfruttato. Così è stato per la Luna, così è per ogni pianeta o asteroide di questo universo. Gli americani tentano un'operazione "Far West" come l'hanno chiamata i critici che vuole rendere sfruttabile qualcosa che non lo è.

Va notato che nessuna nazione sulla Terra ha il diritto di sfruttare le risorse di un corpo celeste. La legge (HR 2262), firmata a metà novembre da Barack Obama capovolge l'accordo sullo spazio del 1967, un trattato ratificato dalle grandi potenze, che ha reso lo spazio una proprietà universale. Le autorità statunitensi hanno sfidato questa intesa liquidata come "regolamento non necessario" e hanno nello stesso tempo aperto al mercato privato e fatto contente le lobby che da anni chiedevano di inserirsi -almeno in futuro- in un potenziale sfruttamento mai visto prima di risorse che in teoria appartengono a tutti, non solo agli Stati Uniti.


Eric Anderson uno dei ceo delle aziende che esultano ha dichiarato a Market Business News: "Questo è il primo riconoscimento dei diritti di proprietà spaziale nella storia. Questo disegno di legge stabilisce lo stesso quadro giuridico che ha creato le maggiori economie nei secoli, e promuove lo sviluppo sostenibile del territorio. " 

La legge ha messo d'accordo democratici e repubblicani che quando si tratta di interessi comuni sfoderano un'intesa bipartisan: "Abbiamo bisogno per la salute della nostra economia di eliminare norme inutili, che costano troppi soldi e rendono difficile per gli innovatori americani creano posti di lavoro", ha detto il senatore Marco Rubio, candidato presidente degli Stati Uniti nella prossima tornata elettorale e uno di quelli che ha sostenuto il testo giuridico. "Gli americani disposti ad investire nello spazio nel settore minerario hanno bisogno dell'assicurazione che sia legalmente permesso per mantenere i frutti del loro lavoro. E questa legge dà loro questa sicurezza ", ha dichiarato il deputato Bill Posey. Tutto bene?


Non proprio, secondo alcuni esperti legali la legge è nulla perché fanno testo i trattati internazionali, per altri è solo propaganda ma potrebbe riaprire a vecchia diatriba con la Russia e le nuove potenze spaziali come la Cina e l'India che si stanno avviando ricerche proprio sullo sfruttamento di giacimenti minerari sulla Luna e sugli asteroidi. Proprio a questo potrebbe essere dovuta l'improvvisa accelerazione di Obama per non penalizzare le imprese americane. Etica o profitto ? Chi la spunterà?

Uno degli articoli della legge stabilisce che qualsiasi corpo celeste sarà "oggetto di appropriazione nazionale per pretesa di sovranità, per uso occupazione, o in qualsiasi altro modo." 

 

Un altro paragrafo afferma che "l'esplorazione e l'uso dello spazio esterno [...] devono essere effettuate per il bene e nell'interesse di tutti i paesi, indipendentemente dal loro grado di sviluppo economico o scientifico [...].

 

La nuova legge degli Stati Uniti viola i principi contenuti nel trattato delle Nazioni Unite?

 

Alvaro Giménez Cañete, direttore della sezione "esplorazione robotica" dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), è cauto nel valutare gli aspetti legali di questa legge: "Si tratta di questioni politiche e del diritto spaziale internazionale. Per affrontare questi problemi abbiamo le Nazioni Unite, ma, per ora, sono solo questioni teoriche ", ha spiegato. E, anche se Gimenez ritiene che "un giorno gli asteroidi saranno la nostra maggiore fonte di approvigionamento energetico" oggi "siamo lontani".

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Paolino (mercoledì, 02 dicembre 2015 20:42)

    Ladri! E' la solita vecchia e sporca storia del colonialismo anglosassone. Hanno rubato India, Malesia, Australia e schiavizzato mille altri popoli in tutto il mondo, figuriamoci se si fanno problemi con gli asteroidi. Scommetto che se ci trovassero gli omini verdi riaprirebbero nuovamente la tratta degli schiavi. Che Dio li stermini con tutta la loro arroganza.

  • #2

    Giotto (mercoledì, 02 dicembre 2015 21:34)

    Eh certo quando i trattati vanno contro gli americani che problema c'è si cambiano :D
    Figuriamoci se una porcata del genere la faceva Putin avevamo tutti a stracciarsi le vesti, ma la fa il premio Nobel per la Pace e tutto va bene.
    Ridicolo.

  • #3

    El Pais (giovedì, 03 dicembre 2015 00:20)

    Paolino ...non hanno ARRRUBATO nulla, si chiama colonialismo, erano tempi diversi...

  • #4

    Clà (giovedì, 03 dicembre 2015 02:45)

    Forse è meglio che pensi a limitare l'uso delle armi che anche oggi ne hanno fatto fuori 14 con la rivoltella.

  • #5

    FABIOSKY63 (giovedì, 03 dicembre 2015 05:49)

    cit. Paolino
    "...se ci trovassero gli omini verdi..."

    magari su Marte, qualche anno fa! SE ce li hanno "trovati"...mmh! e cosa ci potrebbero aver "combinato"!?!... :D

    d'altronde, se c'è "l'aria", anche se rarefatta, "qualcuno" la respirerà...sugli asteroidi, in verità, la vedo un po' più dura... :D

  • #6

    Francesco (giovedì, 03 dicembre 2015 08:03)

    Tanto se ne riparla tra 20 anni se va bene :/

  • #7

    XX (giovedì, 03 dicembre 2015 13:10)

    Monopolio americano????che cazzoni rompicoglioni

  • #8

    FABIOSKY63 (giovedì, 03 dicembre 2015 19:05)

    @Francesco
    e se avessimo "già da 20 anni" velivoli gravitazionali allora lo staremmo (avremmo potuto!) già facendo?..dicono che "prevenire" sia meglio che "curare"! mmh, in verità anche lì ho qualche dubbio, sa di "pubblicità-progresso"... :D

  • #9

    Barack Obama (giovedì, 03 dicembre 2015 21:27)

    Be quiet!

    I bombed you all?

    It's clear?

  • #10

    Daniele (venerdì, 04 dicembre 2015 15:56)

    Due cosette veloci. Scusate se non mi soffermo su etica e trattati (non sono bravo a discutere sulle favole) quindi mi limito a scrivere che i trattati quando si scontrano con i soldi ridiventano semplice inchiostro su carta, tocchera' poi ai politici imbambolarci con 1000 bla-bla-bla per farci digerire prima e appoggiare poi gli sporchi interessi di altri sulla nostra pelle.
    La mossa del buono bravo paladino della liberta' (si ma di fare affari) nonche' premio nobel per la pace (rido ancora adesso) di mr Obama e' una stategia mirata a lungo termine e ben studiata.
    1) Dopo la tiritera neoromantica delle missioni Apollo (veniamo in pace...balzi dell l'umanita' tra l'altro frase mai detta...ecc,ecc) l'america non poteva oggi dare il via allo sfruttamento lunare, ci sarebbero state troppe polemiche, in piu' Cina e India si stanno affacciando alla Luna. Quindi sarebbe stato troppo palese oggigiorno accaparrarsi la Luna e perfino gli allocchi avrebbero inteso l'intento di rendere la Luna "proprieta' privata a stelle e strisce"
    2) Cosa fare ? beh, la Luna ha sicuramente grandi risorse minerarie, ma la massa della Luna e' insignificante rispetto alla miriade di asteroidi, quindi e' molto meglio "cedere" la Luna (per ora...per ora...prima faranno basi scientifiche e poi .."ops"...) e accaparrarsi lo sfruttamentodi miliardi di asteroidi potenziali.
    3) "si ma se ne riparla tra 20-50 o piu' anni..." Meglio ! cosi quando nel futuro qualcuno sollevera' la polemica si sentira' rispondere "Purtroppo questa legge e' stata fatta nel passato e' figlia dei tempi e degli errori di quel tempo...ormai la legge e' stata ratificata tanti anni fa...Obama non c'e' piu' come la sua amministrazione di allora... mica possiamo processare i fantasmi...noi semplicemente rispettiamo una legge anche se fatta mezzo secolo fa' e' ancora valida.. giusta o sbagliata che sia e' stata approvata..."
    4) Maramao all'umanita' e il grande balzo....(si ma verso l'abisso...secondo me)