C'è una camera segreta della tomba di Tutankhamon ?

Scienziati ed egittologi in subbuglio. Secondo le ultime analisi ai raggi infrarossi nella tomba del faraone Tutankhamon nella Valle dei Re in Egitto, ci sono il 90% di possibilità che esista una camera segreta dove potrebbe trovarsi la tomba della regina Nefertiti. Lo ha rivelato il ministro delle Antichità egiziane, Mamduh al Damati."Adesso possiamo dire che abbiamo scoperto un'altra stanza dietro i muri della camera funeraria di Tutankhamon".
Potrebbe essere la più grande scoperta archeologica di inizio secolo. 

"Ora possiamo dire che stiamo per trovare un'altra stanza, o una tomba dietro la camera sepolcrale di Tutankhamon", ha insistito Al Damati. La ricerca, tuttavia, non è stata ancora completata. Gli scienziati dovranno tenere il fiato sospeso ancora qualche settimana. Secondo l'archeologo britannico Nicholas Reeves nella camera nascosta potrebbe trovarsi la mitica Nefertiti.

Le informazioni fornite dal radar saranno in fase di studio fino al prossimo mese, prima dei risultati finali.  

Ai primi di novembre, le pareti nord ed ovest della tomba sono stati analizzate utilizzando infrarossi e tecniche di termografia. Le immagini catturate dai sensori della fotocamera hanno rilevato l'esistenza di punti freddi e zone anomale. Utilizzato per la prima volta all'interno della tomba, la tecnica di scansione innovativa dello scienziato giapponese Hirokatsu Watanabe ha fornito ulteriori prove sulla struttura delle pareti e l'esistenza di passagi segreti che confermerebbero la convizione di Reeves: c'è una stanza misteriosa nella tomba del faraone bambino.

Scansione termografica: le barre multicolore rappresentano i dati radar utilizzati per determinare la struttura delle pareti - Foto: Brando Quilici NatGeo
Scansione termografica: le barre multicolore rappresentano i dati radar utilizzati per determinare la struttura delle pareti - Foto: Brando Quilici NatGeo

La teoria di Reeves è che Re Tut, morto giovane alla sola età di 19 anni, sia stato sepolto in tutta fretta in una tomba non costruita apposta per lui. Il luogo prescelto sarebbe stato appunto una camera mortuaria nella Valle dei Re, proprio accanto alla tomba di Nefertiti. Si ritiene che la regina, che visse nel XIV secolo A.C. - immortalata nel celebre busto conservato a Berlino - ricordata per aver compiuto insieme al marito Akhenaton la rivoluzione monoteista in Egitto, fosse la madre di Tutankhamon

Gli scienziati completano una scansione di prova della parete sud della camera sepolcrale. Foto: Brando Quilici NatGeo
Gli scienziati completano una scansione di prova della parete sud della camera sepolcrale. Foto: Brando Quilici NatGeo

All'inizio del prossimo anno -se i risultati saranno confermati- sarà creato un  gruppo di lavoro che avrà il compito di violare la stanza segreta alla ricerca di eventuali tesori o dei resti di Nefertiti per restituirli alla storia dell'umanità.

Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    vradox (domenica, 29 novembre 2015 18:35)

    ricordo ancora la figuraccia in diretta quando hanno perforato lastra all'interno del condotto di "areazione" e dietro di essa il robot non ha trovato nulla... adesso minimo troveranno lo sgabuzzino delle scope... :-P

  • #2

    FABIOSKY63 (lunedì, 30 novembre 2015 00:20)

    @Vradox
    un "condotto di aerazione" con una lastra che lo chiude -in un dato punto- NON può essere più denominato come un condotto per areare, dato che NON area un bel nulla! eh!eh! è evidente che lo scopo del condotto è un'altro e che se dietro "la lastra di chiusura" NON hanno trovato "nulla" forse ciò è -potrebbe essere- MOLTO più rivelatore di quello che sembra... -_o

    @...
    probabilmente oltre ai resti sepolcrali di Nefertiti ci saranno ANCHE quelli di Akenaton, il "faraone eretico", che fu destinato all'oblio da generali e sacerdoti!..nulla di strano che "il destino" del Faraone che aveva osato abbandonare -la casta religiosa era un po' incaxata- il paese e la popolazione ad un futuro SENZA "dei" sia stato quello di sparire -cancellato dalla storia Egizia- agli occhi delle generazioni successive... o_O

    io credo che sarà una DOPPIA scoperta questa eh!eh! importante e rivelatrice di "altro ed inaspettato" agli scienziati, e NON solo ad archeologi ed egittologi...qualcosa di "stellare" ed astronomicamente "rivelatore"... -_o

    salute e prosperità...

  • #3

    Malles (lunedì, 30 novembre 2015 13:46)

    Naturalmente chi si sta interessando a quella che sembra una nuova scoperta avrà le sue buone ragioni per farlo, anche se l'affermazione che non ci fu il tempo materiale per preparargli una tomba adeguata al suo rango mi sembra una storiella. Tutankhamon divenne faraone all'età di 9 anni, nel 1361 a.C. e morì nel 1352. Siccome fin dalla nascita era costume preparare la tomba a chi avrebbe poi regnato, è evidente che nel lasso di quasi 19 anni, una tombarella propria il Tuta l'aveva bella e pronta, non c'era bisogno di condividerla con altri dignitari già sepolti.

    I ladri di tombe poi erano dei veri esperti di intercapedini e doppie pareti varie. Si sa con certezza che i ladri erano penetrati nella sua tomba in due occasioni, forse tre, ma senza riuscire a saccheggiarla: numerosi oggetti, raccolti e preparati per essere trafugati, erano stati invece inspiegabilmente abbandonati dai profanatori, come se fossero stati interrotti improvvisamente nella loro opera.

    Questo fa venire in mente la famosa maledizione di Tutakhamon nei riguardi di coloro che avessero violato il suo riposo. Fin troppo si è detto di questo, ed è vero che gli archeologi negano l'esistenza di una qualunque forma di maledizione, asserendo che malattie e morti correlate erano solo coincidenze. Però...

  • #4

    Daniele (lunedì, 30 novembre 2015 23:10)

    Sinceramente sono perplesso dalla mediaticita' della notizia.
    Oggi ho visto molte "news" in internet sull'argomento ma sono rimasto perplesso dallo
    scoop assegnato alla notizia.
    Questo perche' e' da anni che si sapeva che la tomba del faraone celava una "camera"
    o cmq un altro ambiente "nascosto" non capisco il motivo di rilanciare la notizia come se si trattasse di una scoperta eclatante ma sopratutto "odierna".
    Sono decenni che se ne parla, (e non solo di quella vi e' pure una camera tra le zampe della Sfinge e un altro antro piu' piccolo all'interno della medesima) ma per non tornare troppo indietro nel tempo potete scoprire voi stessi che e' una notizia gia' risapita da anni.
    Se per esempio cercate su you tube il documentario della National Geographic I nuovi segreti di Tutankhamon scoprirete che tra i temi affrontati si parla proprio della camera nascosta all'interno della tomba.
    Tale documentario e' stato trasmesso in lingua italiana nel luglio del 2013....ecco perche' rimango "sorpreso" dalla sensazionalita' della "scoperta" come fosse' uno scoop dell'ultima ora.
    Un saluto a tutti, e se l'argomento vi interessa guardatevi il documentario lo trovate su you tube e in italiano vedrete voi stessi che la cosa era nota da tempo.

  • #5

    vradox (martedì, 01 dicembre 2015 12:26)

    @fabiosky63

    ho detto condotto di "areazione" tra virgolette proprio perché so che tale non è; ho usato il termine solo per brevità, conosco la storia del condotto che, assieme ad altri, punta ad alcune stelle... comunque non hanno trovato nulla

  • #6

    FABIOSKY63 (mercoledì, 02 dicembre 2015 18:53)

    @Vradox
    ciao, non era una critica nei tuoi confronti...scusami, non era chiaro... -_o

    seguitando con il ragionamento, essendo il condotto chiuso, può "puntare" ovunque, tra angoli e "curve" NON prevedibili...quindi, al di là delle supposizioni "stellari" di Orione & Co. peraltro sostenibili per altri versi e motivazioni, va da se che bisogna trovare ALTRE soluzioni alle "ingegnosità" di Egizi dell'epoca (presunta quest'ultima tra l'altro) che NON sono spiegabili con logica ed ingegneria dei nostri tempi...

    si, vero Daniele, infatti "il metodo" ha dato conferme a quello che GIA' si supponeva...comunque ce ne saranno più di una, di stanze e cunicoli adiacenti! va considerato che Tutankamen era ragazzo quando morì (o fu ucciso...più probabile) e che "mamma e papà" -gli eretici- erano GIA' scomparsi dalla storia -COSI' COME ANCHE "IN MUMMIA" E SEPOLCRO-, quest'ultimi a tutt'oggi NON ufficialmente ancora ritrovati! e niente di più facile che le camere sepolcrali dello stesso faraone morto giovane siano state GIA' dimora -questa GIA' precedentemente PER LORO costruita! e i tempi di Malles tornano! egregio :)- dei tumuli dei genitori, il che spiegherebbe anche la magnificenza generale dell'opera, TROPPO per un infante "inconsapevole" SOPRAVVISSUTO all'epurazione "della setta" di eretici invece CONSAPEVOLI, "figli d'arte" VERI quest'ultimi, di "una coppia stellare" cancellata UFFICIALMENTE dai reggenti -sacerdoti e generali- nei 18-20 anni a seguire della "crescita SENZA scettro" della discendenza di sangue... =_=

    ma, ATTENZIONE! le loro mummie -compresi i vasi canopi ed altri "oggetti" personali-, NON potevano essere distrutti e\o "dispersi al vento", COME FU per le loro memorie e le loro gesta regali di\in vita in quanto esse NON conformi alle "tradizioni" legate alle "religiosità" tramandate -di fatto poi queste in gran parte trasposte dalle generazioni successive- dagli "dei stellari" della Costellazione di Orione...ma per le STESSE tradizioni legate "all'aldilà del passaggio" DOVEVANO essere "conservate" le spoglie!.. o_O

    ERGO da qualche parte QUELLE 2(due) mummie DEVONO essere state CONFINATE e NASCOSTE! perché QUESTO PREVEDEVA l'ufficio della tradizione per "i traditori" regali...ERGO niente di più facile che LE TROVEREMO proprio nello "sgabuzzino delle scope" indicato da Vradox! bravo...ciao ragazzo... -_o

    saluti :)

  • #7

    Antares (giovedì, 03 dicembre 2015 13:59)

    Gli egiziani lo sapevano già da 30 anni, ma va beh.

  • #8

    vradox (sabato, 05 dicembre 2015 05:14)

    avevo letto che i "canali" della grande piramide puntano verso sirio ed altre stelle di orione in modo che fungano da "mirini" per indirizzare idealmente l'anima del faraone verso quel territorio celeste (il duat) che le piramidi (in pratica "stelle" di pietra) riproducevano, con la loro disposizione, sulla terra...