You Tube mette un freno agli hoaxer ufo che denunciano la violazione del copyright

YouTube e il copyright sono due cose che non vanno d'accordo. Il più popolare sito di condivisione video è sommerso di cause sulla violazione del diritto d'autore e della proprietà intellettuale. Sta di fatto che il materiale pirata nel sito è aumentato in modo esponenziale e You Tube ha inserito nel corso degli anni uno strumento utile a chiunque si fosse visto "scippare" il suo lavoro. Voi direte che c'entra con gli ufo? Questo strumento è stato spesso utilizzato dagli hoaxer di professione, -quelli per intenderci che creano volutamente finti avvistamenti e fake-, per impedire ad altri utenti di smascherare il loro imbroglio.Utilizzando la segnalazione in modo strumentale riuscivano a ridurre il diritto di critica. Ora, YouTube, -come spiega il New York Times- sta prendendo l'iniziativa di dare un sostegno finanziario ai creativi in modo che possano reagire. Una svolta positiva anche sotto l'aspetto della divulgazione ufologica, come dimostra il caso di Ufo Theater.

Il colosso controllato da Google ha annunciato che avrebbe rimborsato le spese legali ad una serie di creatori di video, vittime di segnalazioni sleali. Questo per tutelare il diritto di critica, l'informazione imparziale e la satira, insomma i pilastri della libertà di espressione. Spesso alle segnalazioni seguivano minacce di denuncia e risarcimento danni su materiale audio e video, utilizzato solo a scopo informativo. Per tutelarsi You Tube rimuoveva in contenuti e in questo modo gli hoaxer, anche quelli ufologici che ben conosciamo, erano liberi di sguazzare senza contraddittorio, monetizzando i loro video falsi e sfruttando la loro carica virale per guadagnare sulle visualizzazioni.

Ovviamente la notizia riguarda tutti i creativi di You Tube, ma l'aspetto che ci interessa è quello ufologico. E proprio per spiegare a che cosa possono andare incontro i creativi, il NYT cita Costantine Guiliotis, creatore del canale Ufo Theater, dedicato a smontare falsi avvistamenti di oggetti volanti non identificati che ha poco più di 1.100 iscritti, e che è uno dei produttori di video di YouTube da difendere. Guiliotis ha ricevuto tre segnalazioni dai detentori del copyright di video che ha trovato on-line e che ha analizzato sul suo canale YouTube, UFO Theater appunto.

Nei suoi video, Guiliotis non ricicla semplicemente video, ma fornisce anche analisi e commenti, attività che rientrano nelle le linee guida delle community. You Tube ha ripubblicato i suoi video dopo la revisione del suo caso e ha assicurato che avrebbe difeso Guiliotis contro ogni futura azione legaleCome altri creatori di YouTube Guiliotis non è stato citato in giudizio per il suo lavoro.

 

"E 'stato molto gratificante sapere che una azienda si preoccupa di chi ne fa un uso equo come me" ha detto Guiliotis intervistato dal giornale. YouTube sta iniziando con piccole iniziative, ma ha confermato che potrebbe presto espandere il suo programma.

L'azienda  vuole proteggere la libertà di parola ed espressione dei suoi utenti, ma soprattutto vuole rafforzare la fedeltà dei suoi creatori, proteggendoli da ritorsioni senza senso.

 

"Vogliamo tutelare quando possiamo i nostri utenti", ha detto Fred von Lohmann, direttore legale del diritto d'autore per YouTube: "Crediamo che anche un piccolo numero di video che fossimo in grado di proteggere avrà un impatto positivo su tutto l'ecosistema di YouTube."

 

Lohmann ha spiegato che il numero di video legittimi colpiti da segnalazioni era piccolo. E che le grandi aziende di intrattenimento non sono sempre le più aggressive nel chiedere la rimozione dei contenuti. Ma il problema è in crescita, come ha confermato Corynne McSherry, responsabile legale presso la Electronic Frontier Foundation, un gruppo per i diritti digitali."E 'diventato incredibilmente facile abbattere contenuti legittimi, e abbiamo bisogno di un contrappeso a tale situazione, quindi accogliamo con favore l'annuncio di YouTube".

 

Una buona notizia che toglie un'arma efficace dalle mani degli hoaxer ufologici da Looknowtv, a Secureteam 10, Mister Enigma e soci, che negli anni sono riusciti a minare la credibilità di molti avvistamenti ufo, rendendo la vita difficile anche a chi in buone fede voleva segnalare casi ufologici genuini. La decisione salvaguardia il diritto di critica, e permette a chi lotta contro gli hoaxer di non incorrere in pericolosi processi legali minacciati o intrapresi pretestuosamente.

Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    El Paso (venerdì, 20 novembre 2015 15:13)

    Oh era ora che questi infami avessero pane per i loro denti, alla buon ora.

  • #2

    IBelive (venerdì, 20 novembre 2015 15:20)

    Sono un cancro da estirpare non meno dei debunkers prezzemolati cari signori miei ;)

  • #3

    Receptionist (venerdì, 20 novembre 2015 17:57)

    Eh si...sono prp i giorni adatti questi per definirli infami.
    Li diamo al rogo o li sgozziamo?

  • #4

    Il forestiero (venerdì, 20 novembre 2015 18:19)

    La creatività di cosa, di togliere contenuti esclusivi e distorcerli ? non fraintendetemi lungi da me giustificare gli ingannatori però i contenuti sono di chi li crea. Di questo passo per il politicamente corretto si consentirà l'uso indiscriminato di ogni contento.
    Già con internet il copyright di testi e musica è ufficialmente morto, con la scusa del diritto di fare informazione a questo punto concediamo tutto.
    E' la stella ridicola policy di google sul diritto all'oblio...

  • #5

    Clà (venerdì, 20 novembre 2015 18:30)

    Ben fatto non se ne poteva più, io farei il contrario ed eliminerei loro insieme a quegli altri creatori di bufale come quel buffone di Ermes Maiolica.

  • #6

    Giotto (venerdì, 20 novembre 2015 18:47)

    Maiolica ?LOL che è una mattonella?

  • #7

    Mattia Pasini (venerdì, 20 novembre 2015 19:05)

    ottimo ma questa non è mai stata ufologia è solo marketing

  • #8

    Roy.T. (lunedì, 23 novembre 2015 12:17)

    Un conto è creare un filmato e nel titolo e/o a fine video dire chiaramente che è un falso (HOAX). Un altro conto è spacciare un filmato falso per una notizia vera, spesso molto allarmante e grave. In italia c'e' il reato di procurato allarme https://it.wikipedia.org/wiki/Procurato_allarme Noto sempre più spesso che la gente se ne sta dimenticando o forse fa orecchie da mercante. Se si iniziassero a multare questi ciarlatani, sono sicuro che ci penserebbero due volte prima di prendere in giro e guadagnare soldi sui video alle spalle dei creduloni e sui veri casi. Questo non fa altro che sminuire e ridicolizzare il lavoro di chi dietro a questo settore ci crede e ricerca in maniera corretta. Altro caso sono i siti che definisco non seri, o peggio le testate giornalistiche (sappiamo quali sono) che pubblicano bufale anche intenzionalmente per far notizia ma soprattutto nei casi in cui sono platealmente smentite non pubblicano gli aggiornamenti a riguardo. Questa è la differenza sostanziale che sussiste con un sito serio che magari ingenuamente pubblica una bufala più credibile delle altre, poi se in seguito si scopre sia una tavanata galattica per correttezza aggiornano l'articolo.