Phobos, la luna di Marte si sta distruggendo ?

Phobos sta cadendo a pezzi. Una serie di enigmatiche scanalature sulla superficie della più grande luna di Marte suggeriscono che la gravità del suo pianeta madre la sta lentamente portando verso la disgregazione. Sapevamo già che Phobos era destinata alla distruzione. E' così vicino a Marte che la l'influenza gravitazionale sta rallentando la sua orbita avvicinandola al pianeta rosso e distruggendo la sua struttura. Queste forze prima o poi annienteranno Phobos prima che possa schiantarsi su Marte. E nessuno sa quanto potrebbe succedere fra poco o tra milioni di anni.

Phobos sembra mostrare segni di usura sempre più evidenti. Nel 1970, il Mariner 9 e le sonde Viking avevano evidenziato solchi paralleli larghi da 100 a 200 metri e lunghi fino a 30 metri, che si estendevano attraverso varie parti  della sua superficie. A quel tempo, i ricercatori avevano ipotizzato che Phobos fosse un grumo omogeneo di roccia, e le crepe fossero causate da un gigantesco impatto con un altri detriti spaziali.


Ma nel 2008, la sonda Mars Express ha dimostrato che Phobos è in realtà un cumulo di macerie tenuto insieme da uno strato esterno più forte di polvere di spessore da 50 a 100 metri. Ciò significa che Phobos sembra un po 'come la struttura dei fagioli: facilmente deformabile, ma tenuto insieme da una copertura, una guaina sottile.

Utilizzando un modello predittivo, Terry Hurford del NASA Goddard Space Flight Center nel Maryland e i suoi colleghi hanno calcolato in che le forze di marea causerebbero crepe su Phobos - e hanno scoperto che la maggior parte delle scanalature sono perfettamente allineati con le regioni di maggiore stress.

"Le scanalature sono il primo segno strappo", dice Hurford. I risultati sono stati presentati il 4 novembre in una riunione della Geological Society of America.

"Trovo i risultati molto interessanti", dice Alexander Basilevsky dell'Istituto Vernadsky di Geochimica e Chimica Analitica di Mosca, autore di un paper di revisione delle caratteristiche superficiali del satellite. Egli concorda sul fatto che le scanalature potrebbero essere crepe, e pensa che questo potrebbe spiegare perché alcune di loro sembrano incrociarci come se fossero pronte a cedere.


La luna è in pericolo immediato, dice Hurford, - ma potrebbe ancora sopravvivere per milioni di anni. Non si sa quando "esploderà", nessuno conosce la forza del guscio che tiene insieme la struttura di Phobos. Meglio usare cautela suggeriscono gli scienziati.

+ Bibliografia e risorse

Surface Evolution from orbital decay on Phobos  and Triton

https://gsa.confex.com/gsa/2015AM/webprogram/Paper267864.html

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Daniele (martedì, 17 novembre 2015 22:29)

    Phobos e' da sempre considerata una delle Lune piu' misteriose del sistema solare.
    Nonostante le sue ridotte dimensioni, questa piccola luna e' riuscita a scatenare una vera e propria marea di inchiostro nel corso degli anni.
    Dall'ipotesi di satellite artificiale, a base di ufo, a stazione di difesa, responsabile
    perfino dell'abbattimento delle sonde russe inviate a carpirne i segreti, solo per citare
    le tesi che si sono susseguite.
    La base di partenza e' la sua bassa densita, che ha fatto perfino nascere l'ipotesi
    che essa potessere essere una luna cava.
    Nel 2008 ulteriori ricerche hanno appurato che tale luna sarebbe piu' un agglomenrato
    di piccoli ciotoli,ghiaia,ghiaccio,polvere,piuttosto che un corpo propriamente roccioso.
    Il tutto tenuto insieme da una bebolissima gravita' visto le ridotte dimensioni.
    In base a questi fatti credo che il suo deterioramento sia da imputarsi alla grande forza
    gravitazionale di Marte e dall'orbita stretta che essa compie.
    Le forze mareali di Marte sfalderebbero,stirandoli, gli agglomerati che formano Phobos causando appunto le "faglie" nei punti di maggior stress.
    Un tira e molla con cui la debolissima gravita' di Phobos non puo'
    competere (poverina).

    Un saluto a tutti.