Raeliani si riuniscono a Segrate (Milano): pronti ad accogliere gli alieni

Qualcuno li considera semplicemente fuori di testa, altri l'esempio più alto del connubio tra scienza e fede. Sono i raeliani un movimento parareligioso fondato nel 1973 che crede che la vita sulla Terra abbia avuto origine per mezzo di una panspermia diretta ad opera di una civiltà extraterrestre in procinto di tornare. In questi giorni sono a Segrate (Milano) dove si sono dati appuntamento per celebrare i quarant’anni dal secondo incontro di Rael con gli alieni. “Sappiamo che ci considerano matti da legare, ma siamo contenti cosìha confidato al Fatto Quotidiniano Marco Franceschini, guida raeliana in Italia.

Il Movimento raeliano crede fermamente che una civiltà extraterrestre scientificamente avanzata, gli elohim, abbia messo in piedi l'umanità tramite ingegneria genetica. Il movimento crede inoltre che, grazie ad un'opportuna combinazione di clonazione e trasferimento della mente, sia possibile raggiungere l'immortalità. La comunità attende il ritorno degli extraterrestri che 25mila anni fa ci avrebbero creato a loro immagine e somiglianza. 

Fondata da Claude Vorilhon, rinominatosi Raël nel 1973, ha la pietra miliare della sua fondazione nel presunto incontro tra lo stesso Vorilhon e un rappresentante degli alieni elohim, il 13 dicembre 1973, nel cratere di un vulcano spento vicino a Clermont-Ferrand, nella Francia centrale. Per quanto incredibile e folle la religione si è propagata sulla falsa riga di Scientology in Francia, Giappone, Canada francese Stati Uniti e da noi in Italia.

Un giornalista del Fatto Quotidiano è andato a intervistarli dove si sono riuniti a congresso "Accogliamo gli alieni o facciamoci rapire" è una sintesi del loro pensiero.  

Contestati da alcuni e invidiati da altri, uno dei punti più controversi del loro credo è il rapporto tra fede e sessualità. Si entra a far parte della setta con un «battesimo», che costituisce un rito d’iniziazione chiamato dagli adepti "trasmissione del piano cellulare". L'approccio con la natura umana è controverso, negano l'esistenza dell'anima considerano le donne appartenenti all'ordine degli angeli.

Sostenitori del sesso libero, che porterebbe a una liberazione della mente, approvano anche la masturbazione come appagamento interiore, così come la meditazione: non sarebbero gli eventi esterni a condizionare gli uomini, ma il loro auto-convincimento d’essere felici. Una miscela esplosiva di idee che sembra fare presa sui suoi seguaci.

Nel 2011 il movimento aveva lanciato una campagna di sensibilizzazione presso l'opinione pubblica e le più alte autorità del governo italiano per costruire in Italia un'Ambasciata che doveva a stabilire il primo contatto ufficiale con una civiltà extraterrestre.

L'idea per quanto bizzarra era stata messa nero su bianco da Marco Franceschini, già da allora responsabile per l'Italia del Movimento Raeliano "Non servirà ad accogliere dei comuni visitatori dello spazio, ma i nostri Creatori extraterrestri: gli Elohim" diceva.

 

Si legge sul sito dei Raeliani, ''non sono degli invasori. Essi hanno manifestato il desiderio di tornare, ma rispetteranno comunque la nostra scelta, anche se dovesse essere negativa. Tocca a noi invitarli, ed il nostro invito ufficiale è l'Ambasciata. E' il minimo che possiamo fare''.

Scrivi commento

Commenti: 22
  • #1

    Franz (sabato, 10 ottobre 2015 17:29)

    Troppa gente ama vivere fuori dalla realtà.

  • #2

    Yale (sabato, 10 ottobre 2015 18:01)

    A un rave party c'è gente più lucida.

  • #3

    Franz (domenica, 11 ottobre 2015 09:04)

    "'esempio più alto del connubio tra scienza e fede. "
    Questi di scienza non sanno nulla eccetto le notizie frammentarie offerte dai mass media.
    Sul piano psicologico questi alieni non fanno altro che riproporre il rapporto tra figli e genitori.

  • #4

    vradox (domenica, 11 ottobre 2015 14:40)

    però una festicciola raeliana, secondo me, merita....

  • #5

    Malles (domenica, 11 ottobre 2015 14:48)

    L'onestà intellettuale richiederebbe uguali misure di giudizio negativo, sia per queste prolifiche e NON innoque sette, ma pure e, in ugual misura, laddove frettolosi e insensati esiti ufologici vengono "schermati" perchè usciti da "basi scientifiche" o presunte tali.
    Ovviamente anche per questo gruppo, l'uomo è completamente libero nelle sue scelte interiori ed è responsabile di esse solo verso se stesso. Ogni individuo ha l'inalienabile diritto di credere in ciò che vuole, è questa, forse, l'unica vera libertà dell'uomo. Il fatto preoccupante è un'altro, e cioè come si possa prendere in considerazione il coacervo di sincretiche sciocchezze che sono esposte nella teoria raeliana.

    Troppo patetico l'incontro con la "razza superiore galattica" che affidava a lui (Vorilhon il prescelto) il compito per rivelare all'umanità la "verità" sull'origine della razza umana terrestre. niente evoluzione dunque, ma umanoidi "fabbricati" dagli scienziati di questi superuomini, i quali avrebbero logicamente "fabbricato" tutte le altre forme di vita sulla Terra (piante comprese). Se si pensa che solo gli insetti sono oltre 750.000 specie (cifra da moltiplicarsi per classi e sottoclassi...), bisogna riconoscere che questi superman dello spazio hanno svolto un lavoro ciclopico...

    Questi eccezzionali esseri starebbero da millenni a sorvegliarci e a seguirci nel nostro iter di vita (dimostrando, indubbiamente una sconfinata pazienza). Rael, (nome impostogli dal suo interlocutore extra che vuol dire "colui che reca la luce degli Elohim") è il "messaggero" per antonomasia...Non mi importa se "Rael" sia un abile ciarlatano che ha trovato il modo di sbarcare allegramente il lunario alle spalle dei suoi fanatici adepti o se è un delirante paranoico in buona fede. Ciò che impressiona è il fatto che sia riuscito a crearsi un seguito di fedeli, che credono di aver trovato nelle sue "rivelazioni" il verbo illuminante sulla natura dell'uomo.

    Rivolgendosi a Rael, il suo mentore galattico, in sostanza, gli dice che loro (gli Elohim) vogliono vedere se la Terra ospita un certo numero di saggi, questo li farebbe ritornare tra noi alla luce del Sole. Dove? Ma ovvio, nel luogo prescelto da loro, adatto per accoglierli. La parte sessuale che NON fa da contorno al tutto andrebbe vagliata forse in altra sede. ...Il buonismo mi induce a dire che in fondo se ciò in cui credono i "realiani" li appaga, perchè toglierli dalla loro illusione? Un atto di fede è pur sempre un atto di fede...
    Un saluto

  • #6

    Receptionist (domenica, 11 ottobre 2015 17:35)

    Sembrano molto felici e pacifici e per me possono fare ció che vogliono.
    Dovremmo sprecare il nostro tempo per porci altre domande, tipo il perché un pianeta florido, con una razza dominante "intelligente", é uno scenario quasi infernale che paradisiaco.

  • #7

    max (domenica, 11 ottobre 2015 19:36)

    gli alieni esistono come esistiamo noi!!!

  • #8

    Daniele (domenica, 11 ottobre 2015 19:49)

    Complimenti a Malles hai scritto davvero un bel pezzo ("pezzo" in senso giornalistico)
    Insomma bel post.
    Difficile aggiungere altro. Comunque sia, Raeliti a parte,quando religione scienza o pseudoscienza si fondono il risultato e' estremamente variegato, al punto che credo sia impossibile perfino stilarne una classificazione o censimento.
    Tra le curiosita' che stupiranno molti di voi (me per primo) e' che perfino il culto dei Mormoni e' "intriso" o "pervaso" da tale connubio.
    Infatti secondo tale confessione religiosa Dio non solo regna sui cieli ma ha addirittura una sua propria residenza planetaria. Secondo tale credo, Dio abiterebbe sul pianeta Kolob.
    Quindi, se siete rimasti colpiti dalla rivelazione della presenza di acqua su Marte, ora "cuccatevi" pure questa ; )
    P.S cmq la pensiate sui Raeliti l'unica cosa certa sul quale molti "studiosi" paiono concordare e che alla feste dei Raeliti ci si diverta un sacco....si..insomma diciamo che a quanto pare sanno divertirsi.
    Mai io sono cattolico e ora vado a fare penitenza, e agli alieni dico solo una cosa "pentitevi il giorno del giudizio arrivera' anche per voi, e le vostre astronavi frutto del demonio " ...e riguardo al mio (e vostri) pc......STREGONERIA !!!
    Buona domenica a tutti : )

  • #9

    Franz (domenica, 11 ottobre 2015 20:45)

    Certamente ognuno è libero di credere in ciò che vuole questo è garantito dalla costituzione ma finche non si sconfina in atti illeciti.

  • #10

    vradox (domenica, 11 ottobre 2015 21:46)

    molto prosaicamente i servizi segreti schedano attentamente queste sette ufologiche...

  • #11

    Pyongyang (domenica, 11 ottobre 2015 23:54)

    hanno tutto il mio appoggio, gli atti illeciti sono molto di più nelle mani di qualche gerarca islamico o cattolico..
    Questi sono avanti anni luce rispetto a come sta andando il mondo.
    Rael colonizzaci tutti e sali al soglio pontificio te ne prego.

  • #12

    gregrin (lunedì, 12 ottobre 2015 00:05)

    L'importante è che non taglino teste in nome della propria religione.

  • #13

    Guetta (lunedì, 12 ottobre 2015 00:31)

    All'interno della stella di David hanno una svastica nascosta, non c'è male i per i soliti anti sionisti secolarizzati. Questi la fede non sa neanche dove sta di casa, nella bibbia ci sono angeli, demoni, spiriti, santi ma di creature aliene neanche l'ombra. Questa degli Elohim è una truffa mossa da lobbisti anticlericali.

  • #14

    Mike (lunedì, 12 ottobre 2015 00:32)

    mettiamoli dentro una gabbia CON QUELLI DELL'ISIS e vediamo chi vince

  • #15

    vradox (lunedì, 12 ottobre 2015 12:24)

    @guetta
    la svastica la trovi ovunque in india... lungi dall'essere un simbolo nazista rappresenta il sole (la croce) e il suo movimento nel cielo (i bracci inclinati). per quel che riguarda gli alieni nella bibbia ti consiglio di leggerla; vedrai che non parla di altro.

  • #16

    Marco (lunedì, 12 ottobre 2015 13:20)

    Tutte scuse per trombare come conigli

  • #17

    Franz (lunedì, 12 ottobre 2015 20:00)

    Gli atti illeciti principalmente ai danni dei minori invece sono previsti per esempio nel culto di satana per cui in questo caso non può essere applicata la libertà di culto.

  • #18

    Malles (lunedì, 12 ottobre 2015 23:26)

    Ciao Franz, mi sembrava che il fiume in piena "Rael" sfociasse direttamente nel vasto mare ufologico che, badaben, non c'entra nulla con il culto di satana, se non in sporadici episodi del tutto marginali, cosa mi vai dunque a scambiare, le figurine qui sono out...
    Mi sembrava che tutto l'articolo si basasse sulla italianizzazione del neologismo inglese "cultism" che, IN UFOLOGIA indica la particolare tendenza a creare settariamente attorno agli UFO una vera e propria sorta di culto, specifico e diretto.

    Un culto caraterizzato da mitologie e rituali di solito in rapporto con uno spiritualismo sincretista di tendenza orientale e ariana, con ispirazioni confusamente cristiane con componenti sfocianti nell'occultistico-esoterico, ma non (solitamente) con base satanica, se ci addentriamo in questo usciamo dal seminato raeliano che stiamo discutendo.

    L'esobiologo Carl Sagan definiva questo tipo di settarismo una specie di tendenza a surrogare le antiche divinità abbattute dalla scienza con entità superiori di origine extraterrestre. Qui sta il nocciolo (credo) della questione, confrontando alcune ritualità che avvicinano questa tipologia di comunità settarie.
    Un saluto

  • #19

    Franz (martedì, 13 ottobre 2015 08:09)

    Malles ma non ci sono solo le sette sataniche ci sono anche le sette ufologiche come la setta della fonte suprema che propugnavano il suicidio, (anche indurre al suicidio è un atto illecito).

  • #20

    vradox (martedì, 13 ottobre 2015 13:16)

    nessuno di voi ha mai letto Jacques Vallée? probabile che gli ufo, i demoni, i fantasmi, e le antiche (e moderne) divinità siano tutti aspetti di una medesima realtà non necessariamente extraterrestre ma molto terrestre.... leggetevi "Dimensioni" del sopracitato autore, lo si trova facilmente

  • #21

    Malles (martedì, 13 ottobre 2015 20:50)

    @vradox. Anche qui valgono alcuni distinguo: le ipotesi del Vallèe vanno certamente considerate, un pò meno il "valleismo"... perchè è indubbio che gli oggetti ufo siano reali, perchè vengono osservati sia otticamente e sia con l'ausilio dei radar e producono, a volte, effetti fisici sull'ambiente (suolo, vegetazione) e pure sull'uomo, il che toglie il dubbio sulla loro realtà, non solo, questi mezzi assumono svariate forme e dimensioi, e talvolta inseguono i nostri aerei o li sfuggono, atterrano in prossimità dei testimoni lasciando tracce, emettono fasci di luci cilindriche e retrattili, ecc.

    Perciò caro vradox, la sola Magonia del franco-americano Vallèe sta stretta se la consideriamo l'unica ipotesi del fenomeno ufo. Questi, (gli ovni) hanno caratteristiche di volo impressionanti, esibiscono accelerazioni sbalorditive, così come possono darsi traiettorie "spezzettate", ed anche sparire o apparire all'istante, prestazione quest'ultima al di fuori delle nostre attuali tecnologie. Violano insomma tutte le leggi fisiche di nostra conoscenza. L'importante è però non farsi condizionare chiudendo gli occhi di fronte alle componenti "ASSURDE" del fenomeno.

    Sia per l'ipotesi paranormale (intrigante e da prendere in considerazione in molteplici casi) e sia per l'ipotesi "magoniana", queste manifestazioni proverrebbero da un "luogo" non appartenente al nostro universo astronomico, certo non va dimenticata la componente psichica, del tutto nostrana... In realtà nessuno ancora conosce l'essenziale, cioè cosa sono gli ufo, come funzionano, da dove vengono, chi li guida. Finisco col dire che il concetto che gli et siano buoni e saggi, si pone come chiave di lettura per capire di più delle sette e del loro culto. I loro componenti aspettano i "fratelli dello spazio" come portatori di pace sulla Terra. L'altra chiave è la credulità di certe persone che si lascia strumentalizzare da abili guru. Comunque fuorvianti da verità ufologiche. Un saluto

  • #22

    vradox (mercoledì, 14 ottobre 2015 15:42)

    @malles
    sono d'accordo con te; ciò non toglie che, a parer mio, le ipotesi di vallée siano molto affascinanti e in un certo qual modo più "complete" di altre che invece indagano il fenomeno da un unica angolazione... credo che sia l'autore che più si sia avvicinato alla soluzione del fenomeno anche se sicuramente la portatata esatta del fenomeno non la capiremo mai.