Macchie luminose su Cerere: la foto che aspettavamo dal cratere Occator 

La sonda Dawn della NASA ha diffusa da meno di 24 ore una dettagliatissima immagine degli enigmatici bright spot sul pianete nano Cerere. La foto ha una risoluzione di 140 metri per pixel. E' stata scattata ad una altitudine 1.470 chilometri, ad una risoluzione tre volte migliore rispetto alle immagini consegnate nella precedente orbita di giugno, e quasi 10 volte migliore rispetto a prima orbita della sonda nel mese di aprile. L’analisi dell’immagine ha permesso agli scienziati di rilevare che il bordo del cratere Occator, in alcuni tratti, risulta quasi verticale, con pareti dal dislivello di quasi due chilometri. A seguire la foto ed altri dettagli.

Ed ecco l'immagine che tutti aspettavamo, potete scaricare l'originale cliccando qui

I punti luminosi sono molto più luminoso rispetto al resto della superficie di Cerere, e tendono ad apparire sovraesposti nella maggior parte delle immagini. La foto è stata ottenuta combinando due riprese diverse: una a breve esposizione per i punti luminosi e l'altra standard per le aree circostanti, con lo scopo di compensare le profonde differenze di luminosità dell’area osservata. Gli scatti sono stati ottenute da Dawn durante la High Altitude Mapping Orbit (HAMO). Tuttavia la Nasa non è riuscita ad appurare con certezza l'origine dei punti brillanti.

Image credit: NASA / JPL-Caltech / UCLA / MPS / DLR / IDA
Image credit: NASA / JPL-Caltech / UCLA / MPS / DLR / IDA

"Dawn ha trasformato quello che era così di recente un paio di punti luminosi in un paesaggio complesso e bello, luccicante," ha dichiarato Marc Rayman, ingegnere capo e la missione direttore di Dawn con sede presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA, Pasadena, in California. "Presto, l'analisi scientifica rivelerà la natura geologica e chimica di questo misterioso e affascinante paesaggio extraterrestre."

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    ECG (giovedì, 10 settembre 2015 13:04)

    si ma alla fine che roba e' avrà pure una spiegazione

  • #2

    Roy T. (venerdì, 11 settembre 2015 17:25)

    Siamo quasi al capolinea di questa affascinante scoperta, confesso di essere molto curioso a riguardo! Purtroppo anche questa nuova foto, seppur con dettagli ineguagliabili non dice molto rispetto alla precedente. Bisogna affidarsi agli esami con analisi scientifiche di esperti. Non ho fretta :) aspetterò, sono fiducioso che in questo caso la risposta arriverà

  • #3

    Steo (sabato, 12 settembre 2015 13:28)

    La spiegazione esiste di certo, solo che non esiste ancora.

  • #4

    IBelive (sabato, 12 settembre 2015 15:31)

    Quando troveranno una spiegazione convincente anche se non necessariamente vera ce la propineranno sicuramente.

  • #5

    UfoDrome (martedì, 15 settembre 2015 17:03)

    è la base Alpha ... mi è parso di vedere l'eagle del capitano Koenig ...