Russia: il mistero della creatura spiaggiata a Sakhalin

Scoperta molto insolita per i residenti di Sakhalin, Estremo Oriente russo. Come riporta l'agenzia askanews, riprendendo i media internazionali, sulla costa dell'isola sono stati rinvenuti i resti di un animale che non si è riuscito a identificare e che ricorda da vicino un dinosauro. I locali hanno già paragonato la carcassa a un misterioso plesiosauro. Al momento non ci sono elementi per una valutazione scientifica della vicenda, ma attorno al caso aumentano i curiosi. Ecco le fotografie.

Le dimensioni dell'animale spiaggiato sono due volte la lunghezza di un corpo umano, secondo quanto hanno scritto i media locali, che hanno pubblicato foto del ritrovamento. La sua carcassa, che ricorda i resti di pesci di grandi dimensioni, è parzialmente ricoperta di pelo. Inoltre, l'animale presenta un enorme naso, o becco. Molti segnali indicherebbero che potrebbe trattarsi di un platanista, sottospecie dei delfini di fiume che vive in Bangladesh, India e Pakistan. Ma ci si chiede cosa ci faccia un animale del genere sulle fredde coste della Russia orientale. 

Oltretutto c'è una grande contraddizione: la schiena e la coda sono state trovate coperte presumibilmente di lana o pelo. Per un delfino del Gange o dell'Indo non è tipico. "Probabilmente la nostra estate è così fredda, che anche i delfini indiani, per entrare nelle acque locali, si mettono la pelliccia", ha scherzato uno dei locali. Resta che il misterioso animale ricorda uno dei rappresentanti di antichi dinosauri. Ossia i plesiosauri (Plesiosauria), un gruppo di rettili acquatici vissuti tra il Triassico superiore e il Cretacico superiore, divenendo particolarmente comuni nel corso del Giurassico. Essi hanno conteso il predominio dei mari del Mesozoico agli altri rettili marini, come gli Ittiosauri. Si estinsero alla fine del Cretaceo, a causa dell'evento di estinzione noto come K-T, insieme a moltissimi altri gruppi di rettili. Ma mantenere i piedi per terra è Nikolay Kim, vice capo del Research Institute della Pesca e Oceanografia di Sakhalin che ha detto di ritenere che il "mostro" sia "qualche grande delfino".

"Secondo le caratteristiche della pelle potrebbe essere una specie rara," ha detto. "Dubito che vivesse nelle nostre acque. Molto probabilmente, l'animale è stato portato da una corrente calda."

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Anna (mercoledì, 01 luglio 2015 20:39)

    Tsipras dopo la cura Merkel?

  • #2

    Daniele (mercoledì, 01 luglio 2015 22:36)

    Non so di cosa si tratti ma alcune considerazioni preliminari sull'articolo vorrei farle. Il Sig.Nikolay Kim, vice capo del Research Institute della Pesca e Oceanografia di Sakhalin non so dove abbia studiato, poiche dovrebbe sapere che nessuna specie ittica possiede una folta pelliccia e neanche nessun delfino che appartengono invece alla specie dei mammiferi.
    Se non ne siete convinti vi bastera' sapere che la presenza di pelliccia e' un impedimento nei novimenti in acqua ecco il perche tutti i nuotatori agonistici si depilano integralmente, proprio per ridurre qualsiasi attrito.
    L'unico pesce ad avere una folta pelliccia e' la famosa trota impellicciate e fu un famosissimo scherzo.
    Se proprio vogliamo mettere i puntini sulle "i" sappiate che i delfini possiedono una impercettibile peluria sulla zona pubica ed e' l'unico retaggio genetico visibile di un lontano passato evolutivo.
    Quindi non so come il signor Nikolay Kim possa essersene uscito con un castroneria inaudita come l'esistenza di delfini impellicciati.
    Senza contare il fatto piu' eclatante ossia nessun pesce possiede una pelliccia perche
    la maggior parte dei pesci sono organismi ectotermi !!! non sono, cioè, in grado di regolare la loro temperatura corporea, che quindi è simile a quella dell'ambiente che li circonda.
    Egregio signor Nikolay Kim lei e' bocciato anzi le consiglio di ritornare in prima media !
    Detto questo non so di cosa si tratti cmq non e' ne un pesce ne tantomeno un delfino chic impellicciato e magari ingioiellato.
    Neppure la specie platanista possiede una folta pelliccia e rimando a quello che ho scritto prima.
    Potrebbe trattarsi di un animale o di un mammifero di terra, caduto in mare e reso irriconoscibile dalla putrefazione e dallo smembramento ad opera di pesci spazzini.
    L'unica cosa da fare sarebbe il test del dna.

  • #3

    FABIOSKY63 (giovedì, 02 luglio 2015 03:03)

    innanzitutto NON è lungo quanto 2(due) persone, come si suggerisce nell'articolo...basta rapportare l'altezza della donna nella foto per rendersi conto che misura quasi il doppio (uomo medio 1,75 mt. ) di 3,5 metri! e cioè circa 6-7 metri... o_O

    poi, il fatto che sia "peloso" ci indica che vive o arriva da climi freddi -o da grandi profondità- e NON da zone temperate e\o calde...che poi si sia "adattato" ad altre zone, profondità, climi, ecc. è "altro par di maniche"... o_O

    potrebbe essere ad esempio uno squalo Goblin...o un suo "discendente" e\o mutazione genetica! visto quello che è accaduto in Japan qualche anno fa NON sarebbe da meravigliarsi... o_O

    https://it.wikipedia.org/wiki/Mitsukurina_owstoni

    http://bladimio.it/?p=669#prettyPhoto

    questa specie, che ha molteplici varianti accertate, è munita di rostro e pelle\pelo corto, forse proprio perché è di genere "abissale", 1000-4000 metri...e discende da "sauri" acquatici oggi presumibilmente estinti, forse estinti! ah!ah! e forse no... :D

    https://en.wikipedia.org/wiki/Anomotodon
    https://en.wikipedia.org/wiki/Scapanorhynchus

    anche perché viste le varie "differenze" anatomiche e la "lunghezza" del soggetto spiaggiato...questa volta "il diavolo" (Goblin) potrebbe NON averci messo "il becco"... o_O :D

    ed.03.03.02.07.15

  • #4

    Lau (giovedì, 02 luglio 2015 20:44)

    Ma sempre in russia succedono queste cose?

  • #5

    FABIOSKY63 (venerdì, 03 luglio 2015 06:18)

    @Lau
    c'è anche un'altra possibilità! con tutto il ghiaccio che si sta sciogliendo in tutto il mondo potrebbe essere un esemplare -addirittura NON pesce ma anfibio o mammifero- di una qualche specie estinta, risalente addirittura all'era glaciale e rimasto intrappolato tra i ghiacci, e che una volta disciolti hanno restituito la carcassa...e di ghiaccio in Russia -che NON c'è più a causa dei cambiamenti climatici- ce n'era proprio tanto... :)

    @Daniele
    ragionamenti giusti i tuoi...ci manca di sapere ovviamente "cosa c'era prima" che oggi NON c'è più e che magari NON abbiamo ancora "ritrovato"... :)

    ed.06.17.03.07.15