Disastro NASA: esplode poco dopo il lancio, il razzo di SpaceX, Falcon 9

Nuovo psicodramma sul cargo lanciato per raggiungere la ISS. E' fallito il lancio del razzo della Nasa SpaceX. A pochi secondi dal decollo dalla base di Cape Canaveral, in Florida, il cargo Crs-7, diretto alla Stazione spaziale internazionale per portare rifornimenti, è esploso. I detriti sono caduti nell'oceano Atlantico. Ad annunciare il fallimento del lancio è stata la stessa agenzia spaziale statunitense. Ignote per ora le cause. E' stata convocata una conferenza stampa ad ore. A seguire il video dell'esplosione.

Il portavoce della Nasa, George Diller, ha confermato l'esplosione, spiegando che le cause dell'incidente non sono chiare e il flusso di dati dal razzo si è bloccato circa 2 minuti e 19 secondi dopo il decollo. A bordo non c'erano astronauti. La compagnia privata californiana SpaceX, ha spiegato che tutto sembrava andare correttamente fino a quando il razzo ha raggiunto il regime supersonico.

Il “Falcon 9” è sviluppato da SpaceX in proprio. La società privata a cui la Nasa ha dato il compito di sviluppare i vettori da diversi anni sta cercando di rendere totalmente riutilizzabili i propri razzi.


Il “Falcon 9” è tra quelli che vengono usati per portare in orbita la capsula automatica Dragon che rifornisce la Stazione Spaziale Internazionale. L'incidente conferma il momento difficile nello sviluppo del progetto. E' il terzo incidente in pochi mesi. L'agenzia spaziale americana hanno già convocato una conferenza stampa che si terrà per le 18:30 secondo l'ora italiana (le 12:30 in Florida) per informare meglio sulle cause dell'incidente.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    IBelive. (domenica, 28 giugno 2015 20:44)

    Un altro "successo" dell'amministrazione Obama.