Donna in trance davanti alla Sindone: "Ho il diavolo in me". E comincia a dimenarsi.

Una donna di Lecco in coda tra i fedeli per visitare la Sindone, sarebbe stata vittima di una presunta possessione demoniaca davanti al sudario sacro. La storia è raccontata da Repubblica Torino. Secondo quanto scrive il quotidiano, la donna sarebbe seguita da un esorcista da molto tempo nella diocesi di Milano, in quanto vittima del diavolo, che -sostiene- le fa compiere "cose contro la sua volontà". Venerdì mentre erano in coda appena si è trovata davanti alla Sindone ha cominciato a dimenarsi. Chi ha assistito alla scena è rimasto incredulo. La donna è entrata come in trance: si è messa a pronunciare frasi incomprensibili, in una lingua sconosciuta ai presenti, poi è finita a terra

Le persone che le erano vicino hanno cercato in qualche modo di aiutarla, ma la crisi non sembrava attenuarsi, anzi. «Ha iniziato a girare la testa a scatti, in una maniera innaturale. Sembrava un film dell'orrore».


Le convulsioni, accompagnate da un stato quasi di trance, sono durate in tutto una decina di minuti. Poi, all'improvviso, senza che nessun farmaco venisse somministrato -racconta sempre il giornale- la donna si è come destata. Ha ripreso a parlare normalmente e si è rialzata in piedi. Sembrava stare molto meglio, come se fosse rinata. Poi è uscita dalla visita e si è allontanata come se nulla fosse successo. "Se davvero qualche cambiamento è effettivamente avvenuto in lei, in quel suo essere posseduta, solo il tempo potrà dirlo," chiosa il giornalista di Repubblica.

Conferenza Episcopale Italiana: Esorcismi in aumento

Secondo la CEI riferite allo scorso anno, le richieste di esorcismo, e dunque le possessioni demoniache, o assimilabili, sono in crescita. Pur non dando numeri precisi, lo mette nero su bianco la Conferenza Episcopale della Toscana, che ha pubblicato nel 2014 documento “Esorcismi e preghiere di guarigione”, aggiornando la propria nota pastorale, vecchia di vent’anni, intitolata “A proposito di magia e demonologia”. “Accogliere le persone che chiedono di essere liberate e guarite dal maligno o dai suoi lacci, perché sono sempre bisognose di aiuto” è considerata una priorità dai vescovi, che offrono indicazioni pastorali chiare su esorcismi e preghiere per gli indemoniati. Naturalmente non mancano le polemiche, su chi considera la pratica arcaica e antiscientifica, e di fatto un pericolo più che un aiuto. I posseduti però - o autoproclamati tali- non sembrano pensarla così.

Scrivi commento

Commenti: 11
  • #1

    Il forestiero (martedì, 16 giugno 2015 12:40)

    Una schizofrenica, una delle tante.

  • #2

    Malles (martedì, 16 giugno 2015 14:15)

    Come sempre è d'obbligo un distinguo, mi compiaccio però con chi ha giudizi sicuri come quelli dell'utente "il forestiero" che dubbi non ha. Dal mio punto di vista trovo difficile avere certezze per un vero distinguo tra un indemoniato e uno psicopatico. Perchè possessione, dissociazione psichica, sdoppiamento di personalità, ossessione, indicano un fenomeno, con simili (se non uguali) caratteristiche psichiche fondamentali che sfociano spesso nella parapsicologia. E' fuori dubbio che tali atteggiamenti interessino la psichiatria, la psicologia e la psicanalisi, ma è altrettanto vero che certe manifestazioni non esulano dalla parapsicologia.

    Il soggetto in questione ha variazioni fondamentali anche nel carattere, le capacità, gli atteggiamenti, i ricordi, il tipo di cultura, di indole e soprattutto di "contegno". Si parla di possessione diabolica quando l'individuo sembra diventare un cieco, docile strumento, pur con atteggiamenti violenti e contrari alle sue solite espressioni, con crisi d'ira se invitato a compiere atti di devozione, rilassamenti e irrigidimenti del corpo, ipereccitazione dei movimenti, pure seguiti da minacce e paurose grida, con sorrisi beffardi e provocatori, ingiuriosi, blasfemi e sacrileghi.

    Nel vero indemoniato agisce un qualcosa di diabolico, cioè quello di un essere che ha una natura puramente spirituale, quindi superiore alla nostra, un essere quindi dotato di un potere più esteso dell'uomo. Chi ha avuto modo di studiare in prima persona queste fenomenologie sa bene che chi ne soffre esegue qualsiasi azione anche ad occhi chiusi, sa disimpegnarsi in attività mai apprese, come suonare strumenti anche mai visti prima, parla lingue a lui sconosciute, manifesta conoscenze prima mai nemmeno sfiorate.

    Ha pure cambiamenti di fisionomia, molto simili alle trasfigurazioni di certi medium durante sedute spiritiche, ma molto più intense e travolgenti. Tutti fatti che assomigliano alle espressioni parapsicologiche, ma più esagerate, distorte, volutamente orientate a bizzarre offese verso il sacro.
    Un saluto

  • #3

    tore (martedì, 16 giugno 2015 14:31)

    Ma nessuno che ha filmato con il telefonino? che coglioni dovevano filmare questo prodigio.

  • #4

    Hiver (martedì, 16 giugno 2015 16:51)

    Ripeto quello che ho scritto nel forum..segnalo c'è l'esorcista di riferimento di Repubblica che rilascia un'intervista che definire delirante è un eufemismo.

    torino.repubblica.it/cronaca/2015/06/15/news/l_esorcista_ma_il_diavolo_davanti_al_telo_avrebbe_avuto_reazioni_molto_violente_-11...

    "Mi sarei aspettato che questa donna tentasse di scagliarsi contro la teca, in un tentativo seppur vano visti i sistemi di sicurezza, di distruggere la Sindone "

    Traduci io: l'indemoniata se era vera doveva spaccare la teca di cristallo antiproiettile e anti tutto il resto a testate.

    L'uomo di chiesa è ora rinchiuso sotto chiave con due gocce di Xanax. Ovviamente risibile anche la possessione con il timer, dieci minuti e tutti a casa.

    Non saprei distinguere la possessione vera ammesso esista e una da ricoverare per turbe psichiche, ma sicuramente non si rimette in tirto da sola e saluta tutti tornando a casa.
    Pogaridadi.

    Ah mi accodo alla richiesta di video e foto, sarebbe sublime che questa signora possa mostrarsi in tutta la sua maestria.

  • #5

    Cek54cyo (martedì, 16 giugno 2015 18:26)

    La Bibbia fornisce alcuni esempi di persone possedute o influenzate dai demòni, dai quali si capiscono alcuni sintomi dell’influenza demoniaca come anche ottenere alcune delucidazioni riguardo al modo in cui un demòne possiede qualcuno. Ecco alcuni passi biblici: Matteo 9:32-33; 12:22; 17:18; Marco 5:1-20; 7:26-30; Luca 4:33-36; Luca 22:3; Atti 16:16-18. In alcuni di questi passi, la possessione demoniaca provoca disturbi fisici come l’incapacità di parlare, sintomi epilettici, cecità, ecc. In altri casi, induce l’individuo a fare del male, e Giuda ne è l’esempio principale. In Atti 16:16-18 lo spirito dà apparentemente a una serva qualche capacità di sapere le cose al di là della sua conoscenza. Nel caso dell’indemoniato gadareno che era posseduto da una moltitudine di demòni, questi aveva una forza soprannaturale, andava in giro nudo e viveva fra le tombe. Al re Saul, dopo essersi ribellato al Signore, fu permesso di essere disturbato da uno spirito maligno (1 Samuele 16:14-15; 18:10-11; 19:9-10) con l’effetto apparente di uno stato depressivo e un desiderio e una prontezza crescenti a uccidere Davide.

  • #6

    FABIOSKY63 (mercoledì, 17 giugno 2015 01:06)

    la descrizione di Malles è pressoché consona, e dai Hiver! sempre esagerato! ah!ah! e diamogli almeno il beneficio del dubbio...perlomeno fino al videoclip, può darsi che ce ne sia uno... -_o

    "...Una schizofrenica..." cit. forestiero

    c'è sicuramente un evidente "sdoppiamento" di personalità, e NON è detto che sia dovuto a "schizofrenia", psico patologia accertabile "da svegli" quest'ultima...il soggetto potrebbe essere invece del TUTTO incosciente, quando NON parzialmente tale, e viverla -la "baracconata", così secondo l'Hiver- COME in "stato di trance"! fenomenologia riscontrabile quest'ultima sia nello "spiritsmo" che nel "chaneling" da discipline praticate... o_O

    il paranormale (la paraPSIcologia) NON è sempre una minchiata da palcoscenico, e specialmente quando "ti capita" quasi tutti i giorni...salut... :)

  • #7

    Fanny (mercoledì, 17 giugno 2015 01:33)

    Ciao :l Sarebbe molto importante distinguere se ha avuto davvero un episodio di Xenolalia o se balbettava un linguaggio inventato, che fa tutta la differenza.

    In generale un esorcista esperto sa ben distinguere una patologia dal resto. Se è in cura da un esorcista un motivo c'è........la chiesa è molto cauta a catalogare come esorcismo questi fenomeni! Cmq buon fortuna alla signora ne ha bisogno :)

  • #8

    marte84 (mercoledì, 17 giugno 2015 07:18)

    per un breve periodo quando sono stato ricoverato un'infermiera mi ha detto ma parli la lingua degli angeli ?..

  • #9

    paolo murtas (mercoledì, 17 giugno 2015 09:01)

    Ai miei tempi (che non rimpiango intendiamoci) la signora avrebbe avuto nell'ordine

    1. Manicomio
    2.Tso
    3. Presa in cura dei parenti con lett. firmata

  • #10

    Lorenzo (mercoledì, 17 giugno 2015 17:32)

    Prima domanda:
    Come pensate di aver posseduto l'attuale contenitore che, materialmente parlando, chiamasi corpo ?

    Seconda domanda:
    Se pensate che la possessione sia ad opera di uno spirito e non attribuite a voi stessi identica natura, potete convincervi che gli spiriti non esistono ?

    Terza domanda:
    Se il demonio ha tutto l'interesse a rimanere celato, perchè manifestarsi attraverso la possessione fisica ?

    Quarta domanda:
    Ammesso anche che voglia impossessarsi di un corpo (il cui metodo è scuramente identico al vostro di tanto tempo fa, ossia tanti anni quanto ne avete compiuti), perchè distruggere quel corpo se poi si manifesta più volte in quell identico corpo ?

    Quinta domanda:
    Se non gliene frega un'accidenti dell'integrità del corpo che possiede, perchè lo possiede ?

    Infine

    Sesta domanda:
    Se esistono così tante teorie che smentiscono l'origine divina della Sindone (delle quali gli spiriti sono sicuramente al corrente), perchè accanirsi ancora su una simbologia che perde valore ogni giorno che passa ?
    Per farla breve: Che bisogno avrei di incazzarmi attraverso un corpo verso una simbologia che perde valore se oggigiorno non è più come mille anni fa ?!?

    Solo la signora lo sa e forse è perchè la signora quelle teorie non le conosce.

  • #11

    Malles (giovedì, 18 giugno 2015 14:55)

    Tante domande di chi pur sostenuto da una buona dialettica, da l'impressione di non avere in questo ambito sufficienti elementi di base per sindacare. La mia non è una offesa, e ci mancherebbe, nè l'inerlocutore #10 deve pensarlo. Questo rimane un temuto e discusso fenomeno che, quando vero, (estremamente raro) altera paurosamente la personalità del soggetto. Dalla liberazione degli indemoniati gadareni da parte del Cristo, alle pratiche esorcistiche giunte fino a noi, c'è tutta una lunga, complessa e interessante storia di questo "scontro" estremamente vario nelle sue alterne vicende.

    E' comunque logico ed evidente, che tali dilaganti conflitti interiori, più che riferirsi ad una lotta tra diverse personalità, sono nella stragrande maggioranza da imputarsi alla discontinuità dei vari parametri della nostra propria ed esclusiva (sempre più stressata) personalità. La maggior parte dei casi di presunta o di apparente possessione non sono altro che casi d'isterismo più o meno marcato, resi spesso impressionanti da sintomi allarmanti che vanno dalle turbe psicomotorie a qelle fisiche superficiali, o di alterata funzionalità degli organi. TUTTO si riduce qui? No di certo, lo dico (anche) per esperienza.

    Per quel che me ne concerne e per quel che può importare, sono d'accordo su un circa 95% di casi, per i quali l'interpretazione scientifica la possessione "diabolica" altro non sarebbe che una forma di dissociazione psichica, di personalità alternante, un fenomeno cioè per cui l'individuo, in seguito a trauma, morale o fisico, perde ad un tratto la propria personalità. Tutto qui? Assolutamente no! La medicina e la psichiatria sono spesso costrette ad ammettere la propria impotenza diagnostica e curativa, di fronte a certe forme di comportamento. Anche prevedendo un progresso nei relativi campi, certe manifestazioni difficilmente si potranno ridurre a fenomeni prettamente naturali.
    Un saluto