"The Warminster Thing": un murale ricorda gli avvistamenti del 1965

Le relazioni ufologiche conosciute come "The Warminster Thing" provenienti da molte persone che hanno ascoltato suoni misteriosi e visto degli oggetti nel cielo notturno, sono state ricordate in un murale. A riportare la notizia è la BBC, a 50 anni esatti dei fatti enigmatici del 1965. L'opera di un un artista "segreto", è stata commissionatale da un comitato che si occupa degli avvistamenti di Warminster, che lotta perché l'"evento assolutamente unico" non sia dimenticato.

A seguire i dettagli.

George Rich, del Warminster Information Centre ha dichiarato: "Il murale ha attirato molta attenzione e la gente sta già facendo un sacco di foto. E' questo è quello che vogliamo che facciano, condividere, ricordare, fotografare e ripubblicare tutto su Facebook."

Leslie Blain, sempre del WIC ha detto di aver impiegato otto mesi per pianificare e organizzare il murale. "E' un segreto chi realmente ha fatto il dipinto. Ma non è ancora finito, per cui si potrebbe ancora  coglierlo l'artista in azione.. Aggiungeremo altri elementi e la vernice glow-in-the-dark. Così nel corso della giornata quando c'è il sole, il muro si riscalda e di notte l'immagine si illuminerà. Diventerà un simbolo che aiuterà a raccontare la storia ai più giovani" conclude.

Una storia lunga e controversa iniziata a Warminster  il giorno di Natale del 1964.

Arthur Shuttlewood aveva riportato nel suo libro Il Mistero di Warminster alcuni dei fatti dell'epoca. La stessa BBC li aveva raccontati già nel 2010: rumori inspiegabili, luci, bagliori nel cielo.

E poi ancora "attacchi sonori" che si sono verificati nello stesso tempo in diversi punti della città e segnalati allora al giornale locale, il Warminster JournalIn poche settimane il fenomeno fu battezzato "La cosa" dalla gente del posto. In sostanza nessuno aveva effettivamente visto qualcosa a cui attribuire la causa degli eventi, ma l'indeterminatezza dei fatti aumentava la paura. Gli abitanti non aveva mai sentito parlare di UFO o dischi volanti all'epoca.


Oggetti strani

Nel giugno del 1965, strani oggetti venivano osservati nei cieli intorno alla città. Shuttlewood accumulò una mole considerevole di materiale su questi avvistamenti, fino a quando nel settembre 1965 riferì di aver visto un UFO da casa sua, e divenne un testimone oculare del caso, decidendo di essere in prima persona il megafono del mistero di Warminster.


L'immagine iconica di degli ufo Warminster è stata fotografata da Gordon Faulkner nel 1965

Mostra un tipico "disco volante", così zoomato che il grano dell'emulsione della pellicola è chiaramente visibile.

Faulkner ha consegnato la foto a Shuttlewood, e ha detto al giornalista di analizzarla.

Shuttlewood la passò al Daily Mirror che non ci penso due volte e la sbattè in prima pagina. Fu stampata sul giornale il 10 settembre 1965, guadagnando subito un grande quantità di pubblicità, e qualcuno direbbe, notorietà.

In poche settimane, migliaia di persone cominciarono a convergere sulla città per vedere questo strano fenomeno con i loro occhi. Tale era la preoccupazione della popolazione locale, che un incontro pubblico si tenne nella città durante le vacanze di agosto in quell'anno. A distanza di 50 anni, del mistero si continua a scrivere e a discutere, lo fa anche la seriosa BBC, e il comitato di cittadini e di testimoni, il W.I.C spera che le ultime iniziative contribuiscano a tramandare la storia anche alle future generazioni.

Scrivi commento

Commenti: 0