Gli Arabi si preparano a sbarcare su Marte nel 2020 con la missione Al-Amal (Speranza)

Il 6 maggio gli Emirati Arabi Uniti hanno illustrato al mondo la loro missione su Marte.

La sonda che sarà lanciata nel 2020 è stata battezzata “Al-Amal” (Speranza) e studierà l’atmosfera del pianeta rosso. La presentazione della missione è avvenuta a Dubai davanti ad una delegazione di governo dello stato arabo, guidata dal vice presidente ed Emiro di Dubai sceicco Mohammed bin Rashid, da parte del team che sta lavorando al suo sviluppo.

Si tratterà di un notevole balzo in avanti per l'esplorazione spaziale degli Emirati Arabi Uniti, che per adesso conta solo due piccoli satelliti terrestri.

 

Secondo lo sceicco “Questa sonda rappresenta la speranza per milioni di giovani arabi che cercano un futuro migliore. Non c’è futuro, non c’è conquista, non c’è vita senza speranza“. Sempre nelle intenzioni degli arabi la  missione marziana dovrà essere un contributo alla conoscenza umana e "diventare una pietra miliare per la civiltà araba, un vero investimento per le generazioni future"
A seguire i dettagli e il video di presentazione.

Gli obiettivi della missione saranno mappare il clima del pianeta rosso e studiarne l'atmosfera dalla sua orbita. 

 

Gli strumenti scientifici a bordo della sonda saranno tre:

 

  • EXI (Emirates eXploration Imager), una fotocamera digitale per riprendere immagini a colori ad alta risoluzione)
  • EMUS (Emirates Mars Ultraviolet Spectrometer), uno spettrometro agli ultravioletti per studiare l'alta atmosfera e tracciare le "fughe" di ossigeno ed idrogeno fin nello spazio esterno
  • EMIRS (Emirates Mars Infrared Spectrometer), uno spettrometro ad infrarossi che misurerà le variazioni di temperatura, ghiaccio, vapore acqueo e polvere nell'atmosfera
Crediti: Mohammed Bin Rashid Space Center
Crediti: Mohammed Bin Rashid Space Center

Donne arabe ai vertici
Nel team della missione ci sono diverse donne ai livelli apicali com Nour Al Teneiji che gestisce tutti gli aspetti finanziari della missione o Sarah Amiri la Project Manager.


Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Farf (lunedì, 18 maggio 2015 18:53)

    Bella forza questi arabi usano le donne solo come gli garba

  • #2

    Mario Orago (martedì, 19 maggio 2015 19:16)

    Bravi sceicchi da una parte siete occidentali e moderni dall'altra finanziate il terrorismo clapclap

  • #3

    Marco V (mercoledì, 20 maggio 2015 02:01)

    Speriamo che l'ingresso di tutti questi nuovi attori nella corsa all'esplorazione del sistema solare provochi un'accelerazione nella programmazione di nuove e più cazzute missioni.

  • #4

    Receptionist (mercoledì, 20 maggio 2015 17:55)

    Isis vs Predator.

  • #5

    Daniele (venerdì, 22 maggio 2015 14:09)

    Gia' mi posso immaginare il comunicato del 2020.
    "Abbiamo trovato numerose forme di vita su Marte, e le abbiamo sgozzate tutte ! "