CUFOM: UFO a ROMA, psicosi mediatica collettiva per un presunto avvistamento nella capitale

Occuparsi del CUFOM- Centro Ufologico Mediterraneo è sempre divertente per la capacità dello stesso di viralizzare casi inesistenti. Cerchiamo di evitare di trattare ogni singolo pseudo avvistamento quotidiano che il centro rilancia, sarebbe impossibile andargli dietro. L'ultimo caso in ordine di tempo è un presunto ufo avvistato nei cieli di Roma da un fotografo (secondo quanto dichiarato dal centro) che avrebbe ripreso un oggetto misterioso accanto a un aereo di linea. L'avvistamento romano è finito sul Messaggero, il Corriere (edizione locale) e tutti i siti satellite pronti a rilanciare la notizia senza fare il minimo accenno ad un'analisi, almeno sommaria. Appena una settimana fa lo stesso centro ha scambiato una short contrail alle luci del tramonto ripresa a Pomigliano D'arco, per il pianeta Giove (sic). Ma al Cufom gli aerei piacciono parecchio, se appena due mesi fa ha spacciato una macchia su vetro ripresa da un aereo in quota, per un ufo sigariforme, facendosi beffe di evidenze ed analisi, e considerando l'oggetto un "ovni discoidale". Per l'occasione lo stesso CUFOM aveva scomodato altri presunti ufo sigariformi, che altro non erano che light trails (scie da lunga esposizione) nel vulcano Popocatepetl. Vediamo allora questo "ufo con luci materializzato e poi dileguato nei cieli della capitale".  A seguire video e immagini.

Scrive il centro ufologico nel suo preambolo:


Un fotografo professionista di attori per agenzie di cinema e cantanti, il 12 aprile 2015 stava riprendendo un aereo di linea che transitava nei cieli antistanti il suo terrazzo di casa situata in periferia a Roma.  Si serviva di una Panasonic Lumix con zoom 60X, equivalente a 1200 mm. Il velivolo, prospetticamente gli sembrava situato sulla verticale del centro della città capitolina, stima molto approssimativa per la difficoltà di stime in tali casi. Era attento a tenere ben inquadrato un aereo con tanto di scia bianca nel cielo sereno. Così, non si avvedeva del passaggio, nel campo visivo dell’apparecchio da ripresa, di uno strano oggetto volante non identificato.


Fin qui i fatti che potete leggere, insieme al materiale fornito dal centro. Poi incominciano le consuete sparate iperboliche. 


Scrive l'analista del Centro, Angelo Maggioni:


Un volatile ? Direi altamente improbabile,  non solo per l’elevata quota, che suppongo si avvicini a quella dell’aereo forse all’ incirca di 13 mila metri, ma anche perchè non trovo compatibile la forma dell’oggetto con quella di un volatile per l’appunto! Stimo la quota approssimativamente pari a quella dell’aereo in quanto l’ovni appare con una messa a fuoco simile a quella dell’aereo stesso. In altre parole quando una macchina fotografica mette a fuoco un oggetto, inevitabilmente quelli più vicini e quelli più lontani dell’oggetto si vedono sfuocati. Invece in questo caso l’aereo e l’ufo sono, lo ripeto, similmente a fuoco.


L'oggetto ovviamente -a differenza di quello che sostiene Maggioni- non si trova a 13 mila metri, poiché è impossibile stabilirne con esattezza la quota. Del resto facendo le dovute proporzioni -prendendo per buone le parole del CUFOM- se l'oggetto fosse alla stessa quota dell'aereo, avrebbe più o meno le stesse dimensioni.
Se si parla di piano focale bisogna almeno avere un'idea di cosa sia.
C'è da precisare che in fotografia -come accade per l'occhio umano con la retina-, oltre una certa distanza c'è una percezione uniformata degli oggetti che si stanno guardando. E' chiaro quindi che sarà più facile desumere la differente distanza tra un oggetto molto vicino e molto lontano, e più complicato stabilire la differenza tra un oggetto lontano e uno molto lontano. Premesso quindi che è impossibile stabilire la quota, è possibile capire che gli oggetti non siano alle stessa distanza dall'ottica.

In questo caso la distanza iperfocale non ha permesso di mettere a fuoco entrambi gli oggetti, ma è evidente che il primo (l'ufo)è molto più vicino del secondo, e molto più piccolo. Nel video inoltre, in quei pochi frame diffusi si nota che l'oggetto attraversa il quadro di ripresa in modo ascendente in velocità, salendo rapidamente verso il cielo. Un palloncino di elio niente di più, che scompare velocemente dall'inquadratura proprio perché è molto più vicino dell'aereo al punto di ripresa, e non certo perché va più veloce.


Ed ancora:


Dunque, come abbiamo visto, al momento le  ipotesi considerate sopra sarebbero da scartare in quanto, tutte,  per un verso o per un’altro, non risultano obiettivamente compatibili con l’oggetto in questione. La particolarità di questo oggetto è che si osserva una luce che appare a tratti in punti diversi o si spegne o si riaccende o forse sono più luci che si spengono e riaccendono. Potrebbe entrare in questo discorso l’apparente rotazione dell’ovni? Perchè no? Mi vengono in mente le luci viste su dischi volanti fotografati di notte.


La compatibilità parte da premesse sbagliate, cioè che le luci siano proprie dell'oggetto. Ma come si nota, la luminosità è solo causata dai riflessi del sole sul presunto ufo. Non è una novità che i palloncini di elio, specie in Mylar riflettano la luce. La luce "appare" in punti diversi a causa della forma dello stesso, che fa si che i punti di rifrazione della luce siano diversi, e che i riflessi cambino rapidamente anche per il movimento inerziale del palloncino mentre prende quota e si muove.

Luci e Mylar, solo riflessi

 

Per far capire meglio a chi legge utilizziamo un vecchio video che mostra come i mylar sembrino illuminati.  Lo avevo utilizzato come comparazione per un caso che di un presunto ufo datato 16 Marzo 2014 quando all'epoca avevamo ricevuto una segnalazione di un nostro lettore, Gianluca, che ci aveva inviato un video girato a Birmingham in cui si vedeva chiaramente un oggetto fluttuare nel cielo. 



Come sempre avevamo segnalato nel forum il materiale ricevuto, e il caso era stato trattato e risolto. Anche allora eravamo stati costretti a tornarci in modo più netto, perché lo stesso video, montato e interpretato in modo creativo era finito in altri siti, con spiegazioni sbagliate ed aveva fatto rapidamente il giro della rete nonostante la natura perfettamente convenzionale dell'avventura del nostro amico, durante la sua passeggiata nelle affollate strade inglesi. Siamo punto e a capo anche oggi.


Infine la conclusione tutta da leggere (riportiamo integralmente, sintassi compresa):


Mi sento anche di escludere che l’ovni fosse da identificare con un palloncino, in quanto difficilmente esso raggiunge quote simili a quelle degli aerei di linea. Il rischio della sua esplosione per la compressione dell’atmosfera a 13/15 mila metri è alta e comunque non sarebbe così ben visibile come mostrano queste foto scattate ad un palloncino ad alta quota. Primo punto fermo è che i palloncini ad una certa altezza iniziano a deformarsi. Infatti, ad una certa quota, mentre la pressione interna ad essi è costante, quella esterna diminuisce. Ad un certo punto, il materiale di cui sono composti i palloncini non resiste più per cui cedono ed essi esplodono.  Quindi, la quota alla quale scoppiano dipende dalla robustezza della parete dei palloncini, dal gas con cui sono stati gonfiati, dalla temperatura e pressione esterna man mano che si sale, e dalla pressione interna cioè in fine dei conti dalla quantità di gas immessa. Di regola i palloncini, e parliamo di quelli usati nelle feste e quindi in fin dei conti quelli dei bambini, non superano i 3000 metri di quota  se sono stati gonfiati al livello del mare. Si comprende quindi il perché i palloni sonda, che possono raggiungere anche la notevole altezza di ben 30 chilometri, appaiono sgonfi quando sono a terra: proprio in previsione del loro graduale gonfiamento. Addirittura alcune volte i paloncini possono rimanere in quota per giorni. Sarebbe possibile anche effettuare alcuni calcoli tramite leggi fisiche per stabilire laquota raggiungibile, ma esuleremmo dal presente contesto.


Un discorso lungo e articolato che da per scontato per l'ennesima volta che la quota dell'ufo sia di 13.000 metri. Una bugia bella e buona, desunta a occhio dal centro ufologico per imbastire un'analisi sbagliata. Il Cufom acquisita in modo arbitrario l'altitudine la usa per una serie di esclusioni di comodo. Se la premessa è sbagliata ogni altro ragionamento che parte da quell'informazione errata è da considerare spazzatura. Stabilire che l'oggetto è a una quota determinata senza spiegare in che modo questo è stato verificato, e poi usare il dato per spiegare che i palloncino scoppiano, rende l'idea che ci troviamo di fronte a pura improvvisazione.

 

Riassumendo quindi l'oggetto, verosimilmente un palloncino di elio, non volava a 13mila metri, non è illuminato, non segue l'aereo ne vola alla stessa altitudine, non ha luci che si spengono e riaccendono e non "scompare".

 

Sale verso il cielo e viene ignorato da tutti, meno che dal Cufom che lo usa per imbastire l'ennesimo battage pubblicitario in salsa ufo.


*Si ringrazia l'utente Stefano66 per la segnalazione

Scrivi commento

Commenti: 21
  • #1

    Walter Tocco (mercoledì, 22 aprile 2015 11:05)

    Ma come fanno queste cazzate a finire sul corriere della sera? ci sarà un giro losco con i loro giornalisti :P

  • #2

    El Pais (mercoledì, 22 aprile 2015 11:24)

    A forma di automobile....

  • #3

    Lino (mercoledì, 22 aprile 2015 11:55)

    Il Cufom è il più grande centro ufologico italiano! capito e non vi permettete più di rompere. Perchè ve la prendete tanto con il cufom e non con gli altri? La verità fa male il Cufom è sempre più grandioso e punto di riferimento nazionale e internazionale del suo grande presidente Dott. Angelo Carannante considerato dai media più importanti. Voi negate la realtà ufo !
    L'ufo volava a 13.000 metri circa perchè le foto sono fatte da un fotografo professionista non sono fake! Il cufom è composto da un team competente per questo ha un'onorabilità che nessuno in italia si sogna. Solo che i poteri forti interni degli ufo, compreso il Cun remano contro perchè l'affermazione sempre più famosa è del cufom.
    Prima del cufom questi casi nessuno li sapeva e adesso inviato tutto al Cufom per la sua competenza e imparzialità. L'ufologia italia continua a rosicare mentre il cufom si ingrandisce. Le immagini incredibili sono sotto gli occhi di tutti, altro che riflessi. Ma volete sapere più dell'associazione di ricercatori ufo distinta in italia? Fatemi il piacere. E tanti saluti al vostro fotografo dei vips caduto in disgrazia.

  • #4

    Yale (mercoledì, 22 aprile 2015 12:37)

    @lino

    del mondo, italiano è riduttivo, del mondo ahahaha competenza e imparzialità certo ahahaha.
    Seriamente il c.u.f.o.m è conosciuto per la fuffa che riesce a inserire incredibilmente in ogni angolo perché ha contatti con redazioni di giornali da sempre compiacenti, in questo è il miglior centro ufologico senza alcun dubbio. Non si comprende poi cosa centri il CUN, per una volta che non fa disastri.

  • #5

    stefano (mercoledì, 22 aprile 2015 12:44)

    Peracottari.....CUFOM = Continue Umiliazioni Fin Oltre Mediterraneo

  • #6

    Carmine Lupi (mercoledì, 22 aprile 2015 12:48)

    ...che suppongo si avvicini a quella dell’aereo forse all’ incirca di 13 mila metri...

    //// Patetico. SUPPONE... LUI... se è opera di maggioni è un cazzaro, è stato preso in giro anche dai gruppi liguri.

  • #7

    Malles (mercoledì, 22 aprile 2015 13:20)

    Miei cari amici vicini e lontani...è encomiabile segnalare o riportare segnalazioni, peccato che poi entri la solita intolleranza e subentrano giudizi, spesso fuori tempo, così ogni segnalazione puzza di zolfatara, tenedo presente che molti casi vanno per i casi suoi e restano irrisolti anche per chi li pone solo per denigrarli. Mmmm...il 66 mi sta ancora bene, speriamo che non se ne aggiunga uno in più (di 6, ovviamente...). Perchè oltre lo zampino potrebbe spuntare anche la coda

  • #8

    Yale (mercoledì, 22 aprile 2015 13:41)

    Malles e perchè tu commenti solo queste notizie, quando tra un articolo sul cufom è l'altro sono usciti altri 100 articoli?
    Non ho trovato nessun tuo commento sul caso del pilota danzinger a te dovrebbe interessare.
    Io commento tutto, tu sei attirato come il miele da queste cazzate.

    http://www.ufoonline.it/2015/04/11/l-ex-pilota-andy-danziger-ho-visto-un-ufo-mentre-pilotavo-un-aereo-questa-%C3%A8-la-mia-storia/
    o su questo
    http://www.ufoonline.it/2015/04/16/tra-i-fast-radio-burst-prove-di-un-segnale-alieno-la-sequenza-matematica-che-intriga-gli-scienziati/

  • #9

    Hiver (mercoledì, 22 aprile 2015 14:56)

    Mallesu, devi stare calmo, se no mi diventi come il sempre fu che la buttava in netiquette.
    I mediterranei hanno raggiunto un nuovo livello di comicità. Il palloncino che "scoppia a 3 metri se gonfiato a livello del mare" è la frase che voglio scolpita nella mia lapide.
    Addio, dopo questa io muoio felice.
    Allo stato dopo pista da scia, lampioni, mucche, capitan findus, l'oggetto per Maggioni (incubopeggiore) è volante. Bhuabhuabhuabhua.
    E' stato bello, il centro ha vinto, la buona ufologia ha perso, è pieno di questo caZo cufom, anche l'italiCUM è andato in secondo piano, tutti parlano dell'ufo allo stato volante.
    Pogaridadi.

  • #10

    stefano (mercoledì, 22 aprile 2015 16:13)

    @ Lino

    Dai! Talmente sono imbarazzanti che è' come sparare contro la Croce Rossa! Il CUFOM vola alto, come il palloncino scambiato per ufo da Maggioni, solo perchè è gonfiato a livello del mare con questo mix di gas :
    - solfuro d'idrogeno
    - idrogeno
    -idrocrburi a breve catena (in prevalenza metano)
    -fosfina (tracce)
    -indolo (tracce)
    -scatolo (tracce)
    -azoto
    -ammoniaca
    -acqua
    -anidride carbonica
    -ossido di carbonio (tracce)
    -alcune amine biogene (in prevalenza putrescina e cadaverina)
    -alcuni mercaptani a breve catena (etantiolo, metantiolo in prevalenza)
    -alcuni solfuri alchilici a breve catena (dietilsolfuro)
    -altro (molecole organiche non definite)

    C'è da stare attenti se...sfiata!

  • #11

    I Belive (mercoledì, 22 aprile 2015 16:19)

    El Pais
    (mercoledì, 22 aprile 2015 11:24)
    A forma di automobile....

    ---

    in che senso?

  • #12

    Loris (mercoledì, 22 aprile 2015 19:49)

    Sempre più in basso signori.

  • #13

    Marco V (mercoledì, 22 aprile 2015 20:35)

    Che tristezza...

  • #14

    Malles (mercoledì, 22 aprile 2015 20:49)

    Quando il divertimento si nutre di lipidi, si può ingrassare, spero che l'amico Hiver con il suo Bhaubuuabh non esageri, altrimenti dovrà ingrandire la porta d'entrata.
    @ Caro amico Yale, io non commento queste notizie, altrimenti non otterrei più cene aggratis dall'amico Carannante....scherzo..Tu però caro Yale, consentimi, non commenti, sbraiti, contro il solito muro che ti rende l'eco. Commento,commentavo, proponevo e propongo invece indagini serie (non cicalecchi riflettenti) su avvistamenti avuti da piloti, di linea e militari, da tutto il mondo (vedi dunque che non sei attento...).

    A tal proposito sto ancora aspettando dall'amico moderatore di Merano una o più risposte su ovni avvistati da piloti, qui, il silenzio non si riflette, è tombale...Per una volta caro Yale, lascia perdere le fave volanti e i palloncini gonfiati dal Sign. ELIO, ma diamo credito (o meno, dopo serie disamine) a chi giornalmente lavora ad alta quota e con le sue rivelazioni si espone in prima persona. Di queste, e non è una boutade, ho relazioni per qualche centinaio di casi. Se troverai tempo e, soprattutto serenità di giudizi, vedrai da solo che non hanno visto solo la Luna, Giove, Ares o Afrodite. Un saluto

  • #15

    MAESTRALE (mercoledì, 22 aprile 2015 21:10)

    GLI UFO SONO UNA REALTA' IMPRENDIBILE DEL NOSTRO MONDO, SIAMO SOLI? ANCORA NON CI E' DATO SAPERLO PURTROPPO OGNUNO HA IDEE DIVERSE E NESSUNA PROVA PUO' CONVINCERE CHI NON CREDE. DIVISI DAL DUBBIO NESSUNA EQUAZIONE O PROVA FOTOGRAFICA POTRA' FAR CESSARE IL DIBATTITO.
    NELLA METAFISICA E NELLA MECCANICA QUANTISTICA CI SONO LE RISPOSTE CHE MANCANO, NON RIDOTTE AI PICCOLI E GRANDI AVVISTAMENTI QUOTIDIANI INFICIATI DALLA SOGGETTIVITA' DEGLI UOMINI. LUNGA VITA A TUTTI VOI

  • #16

    Maurys (mercoledì, 22 aprile 2015 21:28)

    E' un ufooo E' un ufooo (cit)

  • #17

    Satan (mercoledì, 22 aprile 2015 21:47)

    l'involuzione umana 2.0

  • #18

    Giovanni Costanza (mercoledì, 22 aprile 2015 22:06)

    Non capisco perchè prendersela tanto, l'ufologia è sempre stata questa anche prima, solo che nelle riviste si leggeva un pezzo e si guardava una foto e sembrava meglio.

    Il cufom non fa altro che tutto quello che fanno gli ufologi. Si servono di gobbi creduloni e ci costruiscono sopra la loro fortuna. Sono bravi, ma non hanno inventato nulla, si forse fanno qualche danno collaterale alla credibilità dell'ufologia italiana ma alla fine chi se ne frega, per quel che resta. Non vi piace? non leggeteli.
    E' mai importato davvero a qualcuno se un palloncino è un palloncino? E' la storia dell'ufologia di parte, noiosa e costruita, prendersela non è credibile.
    Sono un simpatizzante della realtà extraterrestre e non mi sento minimamente toccato da questi signori, anzi li ammiro perchè si meritano il seguito che hanno, costruire storie è un'arte, loro sono i moderni cantastorie del XXI secolo. Non disturbano nessuno, sono una parodia utile.

    Mi ricorda la storia di chi sbraita sempre contro i gay, di solito gli omosessuali repressi. Se non sei gay cosa te ne frega? Signor Yale le redazioni sui giornali fanno uno scelta, evidentemente lei non è ascoltato come loro, probabilmente hanno più qualità di lei.

  • #19

    Fidora (giovedì, 23 aprile 2015 09:38)

    Giovanni ci mancavano solo i diritti dei gay ...

  • #20

    Malles (giovedì, 23 aprile 2015 11:37)

    In linea di massima mi trovo concorde con l'amico G. Costanza, anche se un distinguo, ontologicamente si pone, sempre. Ci sono casi in ufologia che se presi (anche alla lettera...) dimostrano in modo inequivocabile come gli ufo abbiano pure il potere di interferire sugli apparati elettrici ed elettronici di bordo degli aerei e di metterli fuori uso per il tempo necessario ad eludere i tentativi di intercettazione. I medesimi casi (caro amico Yale) dimostrano, di conseguenza, anche un'altra cosa, e cioè che gli ufo, quale sia la loro origine, sono "oggetti materiali" capaci di comportamento "intelligente". Il che, è superfluo sottolinearlo, rappresenta un argomento cruciale contro le teorie psicologiche e psico-sociologiche.

    Per partito preso, per comodità e per visione monocolare c'è chi evita di giungere a queste conclusioni, l'unico modo è di negare che questi casi avvengano o si siano mai verificati, sostenendo che sono del tutto inattendibili. Il guaio (per gli psichisti e i sociopsichisti) è che questi casi non solo esistono, ma risultano anche fra i più affidabili sotto il profilo testimoniale, essendo dovuti a persone particolarmente qualificate come piloti, radaristi, addetti a torri di controlo, ecc...Un classico (tanto per fare un accenno) del genere è per esempio, l'episodio di Teheran nelle prime ore antimeridiane del 19 sett.1976, qui hanno cercato non solo l'arrampicata sugli specchi, ma hanno provato pure a costruirli...Gli occhi (oltre ai radar) videro pure un corpo luminoso scaturire dall'ufo, puntando verso il caccia inseguitore, e in quel momento tutte le alimentazioni strumentali di bordo cessarono di funzionare. Vale la pena caro Yale commentare casi come questi quando si hanno giustificazioni preconcette? Spesso non avendo nozioni e materiali attinenti per controbattere seriamente? Credo di no, non ne vale la pena. Un saluto

  • #21

    stefano (giovedì, 23 aprile 2015 14:28)

    Mamma mia quante seghe mentali...quante parole...basterebbe solamente accettare il fatto incontrovertibile che il CUFON è il simbolo della mediocrità assolutà. Cazzari , sono solo dei mediocri cazzari, tutto qua...