L'Ex pilota Andy Danziger, "Ho visto un UFO mentre pilotavo un aereo: questa è la mia storia"

"La gente ama fare domande ai piloti. La mia preferita e sicuramente la più interessante, è "Avete mai visto un UFO durante il volo?"

La risposta è sì. Ed ecco come è successo."
Chi sta parlando è Andy Danziger, pilota di aerei di lungo corso -oltre 28 anni-, e comandante del Boeing che ha portato Obama in giro per il mondo durante la sua prima campagna elettorale. Il pilota ha confessato al New York Daily News il suo incontro con un Ufo: "E successo il 10 Aprile 1989 all'inizio della mia carriera. Ero ancora un primo ufficiale di una compagnia aerea regionale. Erano circa le 8 di sera e avevamo appena decollato dal Kansas City International Airport diretti a Waterloo, Iowa. Era stata una bella serata, con la luna piena, il cielo sereno e temperature primaverili precoci. Le previsioni meteo per Waterloo erano perfette, con cielo terso e visibilità illimitata.

Dopo il decollo eravamo arrivati alla nostra quota di crociera di 15.000 piedi. Abbiamo stabilito la rotta a nord-est, puntando dritti a Waterloo, circa 200 miglia avanti. C'erano delle nuvole accanto a noi, eravamo illuminati dalla luce della luna piena che filtrava attraverso la finestra al lato del capitano. Ma c'era anche un disco bianco vagamente ma chiaramente visibile attraverso quelle nuvole appena fuori alla nostra destra" A seguire il resto del racconto del pilota.

Il pilota descrive così le prime fasi in cui si accorge dell'UFO:

 

"Ho fatto presenta a Bruce, il capitano, di un disco appena visibile all'orizzonte. Mi ha risposto che si era messo a guardare la stessa cosa da quando avevamo stabilizzato il volo. Sembrava simile alla luna debole della luna visibile attraverso la nebbia sottile."

 

Il pilota all'inizio hanno pensato ai fasci luminosi che usano le aziende per pubblicizzare i loro prodotti, ma non era un fascio di luce proveniente dal suolo.

 

Continua il pilota "Il capitano e io avevamo cumulativamente trascorso molti anni in volo e siamo stati abituati a vedere - giorno e notte - tutti i tipi di aereo, dirigibile, mongolfiera, satellite e uccelli. Ma nessuno di noi aveva alcuna idea di cosa potesse essere quel disco."


"Abbiamo trascorso dai 20 ai 30 minuti a volare alla nostra quota di crociera, e per tutto il tempo ci siamo messi a guardare questo disco bianco appena visibile attraverso le nuvole" 

 

A circa 40 miglia da Waterloo, mentre si apprestavano a scendere e i due piloti avevano distolto lo sguardo dal disco, ecco una scena che secondo Danzinger "si imprimerà per sempre nella loro memoria".

Che cosa era successo? Sopra le nuvole, dove prima c'era il disco bianco, ora si vedeva una palla rossa gigante. Era grande e luminosa e lì sopra le nuvole. Non era abbastanza intensa per illuminarli con la sua luce rossa, ma era ancora molto viva. I due piloti rimangono in silenzio storditi, mentre la luce era in volo parallelo a quello del loro aereo, ma non in rotta di collisione.

 

"Abbiamo continuato la nostra discesa, mentre questa palla rossa gigante continuava a volare" afferma Danzinger.

 

Dopo che l'aereo ha perso quota a circa 13.000 piedi, la palla incandescente ha iniziato una graduale discesa, scomparendo dietro le nuvole. In quell'istante centinaia di luci lampeggianti si sono viste in cielo. 

 

I piloti atterriti hanno preso la radio e hanno chiesto al controller del Kansas City Center se aveva qualcosa da segnalare sul radar. Ma la risposta fu negativa.

 

Dopo lo sbarco i piloti si sono rivolti al National UFO Reporting Center. "Questa stessa cosa è stata riportata da piloti innumerevoli volte" gli fu detto duranti i colloqui. 

 

La nostra compagnia non ha mai avuto una politica ufficiale sugli UFO -continua Danzinger-, ma al tempo eravamo entrambi giovani con lunghe e promettenti carriere di fronte a noi. "Sapevamo in giro che i piloti non avrebbero dovuto parlare di UFO, così abbiamo giurato all'agente della stazione di turno di mantenere il segreto e d'accordo con lui, di non parlare del nostro incidente con tutti i nostri collaboratori."

 

"Questo è quello che è successo più di 25 anni fa. Oggi sono più vecchio, più saggio e alla fine della mia carriera. Più di un pilota ha condiviso storie di UFO con me. Non vado troppo lontano se dico che praticamente tutti i piloti credono agli UFO" conclude Danzinger.

Scrivi commento

Commenti: 11
  • #1

    IBelive (sabato, 11 aprile 2015 17:27)

    Non è il primo; il pilota inglese David Hastings, il caso Caso Chiles-Whitted e il pilota norvegese del 2013....e ilcapitano Sigvard Olsen..

  • #2

    Diogene (sabato, 11 aprile 2015 18:19)

    Capitano coraggioso!

  • #3

    Grenoble 7665 (sabato, 11 aprile 2015 23:12)

    @Diogene

    25 anni...sisi proprio coraggioso . Forse se l 'avesse raccontato prima poteva essere il caso del secolo, ora invece sarà ricordato solo cone ex di obama

  • #4

    chip (domenica, 12 aprile 2015 11:38)

    E' possibile ed il racconto é plausibile.
    L'oggetto bianco poteva essere il riverbero della luna sopra le nuvole.
    L'oggetto rosso/orange invece il disco saurico n.8

  • #5

    frames (domenica, 12 aprile 2015 13:21)

    ora mi censurano:
    su forza ! commenti contro a tutta forza !!!!

  • #6

    Claudio Fiorucci (lunedì, 13 aprile 2015 09:57)

    I piloti hanno paura di parlare e di dire quello che sanno, perchè sono linciati dall'opinione pubblica.

    https://www.youtube.com/watch?v=uptQLQyBR0Q

    I media si limitano a un trafiletto sul giornale perchè le inchieste interne vengono regolarmente segretate per ragioni di opportunità.
    http://www.alfredolissoni.net/pilots1.htm

  • #7

    Boi (lunedì, 13 aprile 2015 10:50)

    Stanno testando radar di quantum che fondono microonde ed i raggi ottici per individuare oggetti che sfuggono ai normali controlli che aiuteranno i piloti a scovare questi oggetti. I radar sono imperfetti non riescono a captare tutto, e questo causa che questi poveri piloti non possano esibire le prove certe.
    Ma la loro serietà parla per loro!

  • #8

    Hiver (lunedì, 13 aprile 2015 12:05)

    La serietà dei piloti si è vista ultimamente con Andreas Lubitz, che era un pilota ‘d’eccellenza’.

  • #9

    Yale (lunedì, 13 aprile 2015 12:24)

    frames si contenga, l'unico contro è lei, contro la ragione XD

  • #10

    Giotto (lunedì, 13 aprile 2015 13:35)

    Sarà felice Mario Alessi il pilota che ha svelato un incontro ravvicinato con un presunto Ufo, uno dei pochi italiani ad esporsi :)

  • #11

    Yale (martedì, 14 aprile 2015 13:24)

    " uno dei pochi italiani ad esporsi :)"

    A rendersi ridicolo, no uno dei tanti XD