Cambridge, viene alla luce un misterioso cimitero medioevale, prelevato il DNA dei corpi

Durante i lavori di ristrutturazione del St. John's College di Cambridge gli archeologi hanno ritrovato uno dei più grandi cimiteri dell'età medievale in Gran Bretagna.


All'interno delle fosse sono stati scavati i resti di circa 1300 persone morte fra il XIII e il XV secolo. Circa 400 scheletri sono stati ritrovati intatti e grazie alle analisi del Dna effettuato sulle loro ossa sarà possibile scoprire nuovi particolari sulla difficile vita quotidiana durante il Medioevo. Gli scheletri appartengono sopratutto a poveri e infermi che erano stati ricoverati all'interno dell'ospedale St John the Evangelist, costruito nel 1195. Qui avrebbero ricevuto il sostegno, soprattutto spirituale, nei loro ultimi giorni di vita fino alla sepoltura. Ecco  alcune delle foto più straordinarie pubblicate da Lapresse.

Il Guardian riporta il parere entusiasta di Dr Craig Cessford, del dipartimento dell'università di archeologia e antropologia locale, che ha riferito come la scoperta sia una delle più grandi del suo genere nel Regno Unito. La stragrande maggioranza delle sepolture ha avuto luogo senza bare, mentre molti cadaveri non aveva nemmeno vestiti, suggerendo il fatto che il cimitero fosse soprattutto per i poveri.

Pochissimi dei corpi appartenevano a donne e bambini. Oggetti personali come gioielli e monili sono stati trovati solo accanto a qualche scheletro.

Il piccolo "lazzeretto" inglese negli anni era cresciuto grazie al sostegno della Chiesa, tanto da diventare un luogo celebre di ospitalità e cura, e un logo di studio per i primi medici dell'epoca. Nonostante le voci che lo collegano alla peste  "la Morte Nera", nessuna evidenza di malattia è stato trovata su nei reperti e la squadra di archeologi non ha rilevato alcun segno di grandi gruppi di sepoltura a partire dal 14 ° secolo.

Nei secoli successivi, gli appestati a Cambridge sono stati sepolti a Midsummer Common, ed è probabile che gli stessi luoghi siano stati utilizzati anche nel periodo medievale.


Scrivi commento

Commenti: 0