Misteriosi Roghi di Canneto di Caronia, incendi dolosi? Arrestato il presunto autore: Giuseppe Pezzino

I misteriosi roghi nel centro siciliano di Canneto di Caronia sarebbero opera di due residenti del luogo, Nino Pezzino e suo figlio Giuseppe. Le indagini riguardano solo la seconda parte degli incendi, quelli fra il 20 luglio 2014 ed il 08 ottobre 2014. Gli accertamenti in fase avanzata hanno portato agli ultimi clamorosi sviluppi. La notizia è rimbalzata questa mattina in tutti i maggiori quotidiani italiani da Repubblica, a Il Giornale fino a La Stampa e l'Ansa. La cittadina del messinese nel corso degli anni è stata interessata da una lunga sequela di fuochi che riguardavano oggetti, mobili ed elettrodomestici. L'inchiesta si è conclusa oggi con un atto formale: l'arresto di Giuseppe Pezzino 26 anni, già iscritto nel registro degli indagati e l'avviso di garanzia per suo padre Nino Pezzino, presidente dell'associazione dei cittadini vittime dei fuochi. Il giovane Pezzino è stato arrestato dal comando provinciale di Messina e si trova ai domiciliari.

Gli inquirenti secondo quanto scrive la stampa locale "avrebbero un video che incastra Giuseppe Pezzino e suo padre Nino che chiedeva aiuti per le famiglie costrette a lasciare le case ".

La vicenda dei misteriosi incendi ha monopolizzato l'attenzione della stampa italiana e internazionale per oltre dieci anni. Per indagare si erano scomodati il Cnr, l'Arpa Regionale, e le Istituzioni fino alla Presidenza del Consiglio. Nonostante la procura di Patti abbia esaminato solo l'ultima parte degli incendi, le accuse se confermate gettano un'ombra su tutta la vicenda e sullo sfruttamento dei fondi di rimborso gestita dai Pezzino e dal loro comitato. A seguire tutti gli altri particolari.

Scrive l'edizione locale di Repubblica :


Al giovane, (Giuseppe Pezzino n.d.r) che sarebbe l'autore materiale almeno della seconda tornata di incendi, il gip ha concesso gli arresti domiciliari. Ad incastrare il ragazzo ci sarebbero anche dei video che avrebbero provato i sospetti degli investigatori.


Ad appiccare i fuochi sarebbe stato il ragazzo con la complicità del padre.

Quest'ultimo è anche diventato il presidente del comitato locale di residenti che chiedeva aiuti economici alle istituzioni per i cittadini colpiti dalla calamità le cui cause non erano state individuate nonostante numerosi sopralluoghi da parte di studiosi e rilevamenti scientifici. I roghi avevano provocato nei residenti una situazione di disagio e alcuni sono stati costretti anche a lasciare le loro abitazioni.

Updates: L'utente del forum Dukros, residente in zona, ci ha segnalato i video diffusi dai carabinieri, due di questi li potete visionare a seguire:


Le precedenti perquisizioni

La prima svolta shock nell'intricata vicenda dei misteriosi incendi che da dieci anni divampano senza apparente spiegazione a Canneto di Caronia, in Sicilia, si era avuta a fine ottobre dello scorso anno. Anche allora la notizia era arrivata su tutti i principali siti italiani: RepubblicaAnsaCorriere della SeraTgcomAlle prime luci dell’alba i Carabinieri della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, avevano effettuato 11 perquisizioni ad abitazioni e veicoli di Caronia. Le attività – delegate dalla Procura della Repubblica di Patti – aveveno inoltre, comportato la notifica di un’informazione di garanzia a persona sottoposta ad indagini per i reati di incendio e danneggiamento seguito da incendio continuati, relativi a diversi episodi incendiari connessi fra loro e commessi, fra il 20 luglio 2014 ed il 08 ottobre 2014, nella frazione di Canneto di Caronia. Le perquisizioni erano state eseguite nell’intento di individuare strumenti atti ad appiccare con rapidità il fuoco, dispositivi generatori di combustione e altre cose pertinenti ai reati per i quali si procede. Gli inquirenti nella circostanza avevano mantenuto il più stretto riserbo fino alla svolta di oggi.


Gli incendi erano ripresi l'estate scorsa

I misteriosi “fenomeni” incendiari erano ritornati a Luglio 2014, ed a questo lasso temporale fa riferimento l'inchiesta. Televisori, divani, contatori della luce, cestini con indumenti, letti, tutto all’improvviso prendeva di nuovo fuoco. I “misteri di Canneto” così li avevano etichettati dieci anni fa. Protezione civile, Arpa, esercito, esperti da tutto il mondo, non avevano dato spiegazioni certe: «Potrebbero essere dei campi elettromagnetici» queste all’epoca le vaghe conclusioni. Nel mezzo un'archiviazione della procura di Mistretta che derubricava il caso come doloso, senza tuttavia individuare colpevoli. 

 

A fare visita ai cittadini esasperati era andanto anche il capo della protezione civile nazionale Gabrielli che aveva avuto un summit con il primo cittadino, Calogero Beringheli e le autorità locali, carabinieri e vigili del fuoco. Il 20 Settembre 2014 era stato allestito un presidio permanente nella frazione di Canneto, che doveva durare fino a quando "non fossero state garantite le condizioni di sicurezza ed assistenza". Lo spiegava il Giornale di Sicilia. Si trattava di una forma di protesta, la sua, contro "l’immobilismo burocratico ed operativo dimostrato finora dalle istituzioni regionali in merito alla delicata situazione" infomava Beringheli.  


Alla luce di tutto questo, -l'arresto di Giuseppe Pezzino e l'avviso di Garanzia a suo padre Nino- tutto assume i contorni di una truffa per gestire i rimborsi erogati dalla Regione Sicilia. In attesa del rinvio a giudizio, se ci sarà.

Commenti: 15 (Discussione conclusa)
  • #1

    Nico (giovedì, 05 marzo 2015 13:59)

    Siamo proprio un paese marcio fino al midollo, come quell'altro Roberto Helg, presidente della Camera di commercio siciliana che di mattina a parole combatteva il pizzo e di sera prendeva le tangenti.

  • #2

    El pais (giovedì, 05 marzo 2015 15:30)

    =_= ma come si fa

  • #3

    Rocco (giovedì, 05 marzo 2015 16:07)

    Infami

  • #4

    Mauro (venerdì, 06 marzo 2015 02:16)

    Ma che fanno, ci prendono tutti per il c**o? Questo delinquente avrà pure fatto certe cose ma con questo non si spiegano molti altri fenomeni. E poi, scusate, l'assicurazione ti paga una vecchia casa o una vecchia auto come fossero nuove? Ma come si fa a credere a simili scemenze? Ci hanno preso tutti per cretini? Ammesso e non concesso che mi diano aiuti per una simile emergenza, questo giustifica il dare fuoco dentro casa mia? Chi rischia tanto per avere "4 soldi" in più? La mia opinione personale nei confronti di queste notizie abborracciate da giornalisti asserviti ai loro padroni occulti è una sola: Vaf*****o! Chiaro e forte!

  • #5

    CondicioX (venerdì, 06 marzo 2015 02:25)


    mmh! però! hanno incriminato "due sfigati" piuttosto che "accreditare" l'ipotesi "scientifica" del fisico locale...che qualche "consiglio" del circap alla "commissione" abbia sortito l'effetto!?! o forse è solo un diversivo -"Impiccalo più in alto!"- che ne ANTICIPA le tanto attese -IMPOSSIBILI- conclusioni?!! a me sembrano solo "dubbi amletici" ah!ah! in "attesa" di un "nuovo" mondo che comunque è alle porte... o_O

    storie che lasciano cicatrici, queste! e chi ce le ha sulla pelle, e laggiù sono in tanti, "le balle" NON se le beve più!..e figuriamoci "le beffe"... o_O

  • #6

    xxx (venerdì, 06 marzo 2015 08:51)

    hanno infangato la verità non sono stati loro!!! sono gli americani che fanno esperimenti

  • #7

    nascosta la verità (venerdì, 06 marzo 2015 09:44)

    https://www.youtube.com/watch?v=7mlOb-GFnZY

  • #8

    Daniele (venerdì, 06 marzo 2015 12:17)

    Ricordo le immagini storiche dei Tg che inquadravano i cavi rimossi dai vigili del fuoco dagli impianti elettrici che posti sul piazziale iniziavano da soli a sfigolare e a squagliare le guaine isolanti.
    Ricordo un grammofono rimosso intatto ma il cui disco si era squagliato come cera, e i cronisti che riportavano temperature altissime anche sulle carrozzerie delle macchine...ecc,ecc.
    Ora visto che hanno trovato i "soliti burloni" (leggi capro espiatorio) se ci potessero illuminare su come facevano a far incendiare i fili rimossi e scolegati adagiati per terra e ripresi dalle telecamere dei TG credo sarebbe interessante non solo per me ma anche per numerosi fisici che attendono di scoprire questa magia.....con mal celata ansia...
    Sono sicuro che le spiegazioni saranno piu' incredibili degli stessi fatti di Caronia......ma tanto va bene cosi....al popolino basta la solita scemenza per farlo stare tranquillo.
    Ricordate lo scoop (e che scoop) sui due vecchietti inglesi che dissero che erano loro a fare tutti i cerchi nel grano in inghilterra ?
    Tutti si bevvero questa scemenza di due vecchietti che ogni notte inspiegabilmente riuscivano a fare numerosi cerchi e agroglifi perfetti a centinaia di km gli uni dagli altri senza farsi vedere e con solo spago e assi di legno....insomma roba da Speedy Gonzales, Flash,e Superman tutto in uno.
    Ci sarebbe da piangere ma confesso che le spiegazioni ufficiali sono degne del cabaret dell' assurdo.....e possono creare risate da mal di pancia.
    Mal di pancia.....appunto....!


  • #9

    Fabrizio D'orta (venerdì, 06 marzo 2015 14:38)

    Resto allibito che qualcuno davanti all'evidenza non trovi di meglio da fare che difendere i colpevoli presi con le mani nel sacco.

  • #10

    Asino (venerdì, 06 marzo 2015 19:46)

    Povero giacobbo e adesso chi glielo spiega che quando riparte la baracca non ha più il suo caso preferito? Arrestassero anche lui per procurato allarme.

  • #11

    colombo (sabato, 07 marzo 2015 08:09)

    Io non mi fido dei carabinieri

  • #12

    F.sky (sabato, 07 marzo 2015 09:13)

    Dagli agli untori!!! Quando questi due poveretti non erano in paese succedeva lo stesso!!! e allora......

  • #13

    Malles (sabato, 07 marzo 2015 10:41)

    Finalmente risoltooooo! ora siamo a posto! Abbiamo in pugno i veri colpevoli...

  • #14

    Hiver (sabato, 07 marzo 2015 14:14)

    Malles sei tornato, ta bellu :D
    Pensi che i carabinieri abbiano modificato i fotoni dei video? non vorrai difendere dei farabutti ?
    Le accuse sono solo riferite agli ultimi incendi, babbo e figGGhio tenevano famiglia e abbrustolivano tutto quello che trovavano per farselo ripagare a spese della regione sicilia.

    Pagine tristi come direbbe il sempre fù.

  • #15

    Malles (sabato, 07 marzo 2015 16:49)

    Ci mancherebbe caro Hiver che mi metto a difendere chi non ha difesa, questi vanno solo compatiti, e mi fermo con le battute che faticosamente trattengo...Però, seriamente, tu credi davvero che questi fuochi...fatui comprendono tutti gli altri riscontrati negli anni? Pure in materassi sui quali di notte ci si dormiva sopra a porte chiuse? Questo a mio parere è un inferno che non è stato scatenato solo da questi due poveri diavoli...Non serve essere giocoforza complottisti, ma avere una casistica ben definita sottomano e ragionarci sù.

    Convengo con l'amico Joseph Conrad che era un buon conoscitore dell'animo umano in tutte le sue latitudini :"non è necessario credere alle prime dimostrazioni semplici del male, quando ci sono incredibili malvagità portate da uomini più capaci". Un saluto