Cosa vola nei cieli di Parigi ? Droni e velivoli non identificati diventano un caso politico

Volano i droni sul cielo di Parigi e nessuno sa la loro provenienza. Per alcune notti droni non identificati hanno sorvolato la capitale francese. La notizie è stata ripresa dalla BBC, Telegraph, Le Monde, e il TIME, e dal nostro Corriere della Sera fra gli altri. Gli oggetti volanti erano almeno cinque secondo quanto riferito dalla Gendarmerie parigina, che non è riuscita a risalire ai proprietari. La polizia ha aperto un'indagine ieri sull'accaduto per "volo di aeromobile in zona vietata" ma per ora brancola nel buio. Vige infatti il divieto di sorvolare Parigi a meno di 6 mila metri di altezza senza una specifica autorizzazione.

La vicenda sta causando parecchi grattacapi al governo francese, ancora sotto shock per l'attentato terroristico su Charlie Hebdo. Usa Today riporta la notizia che tre giornalisti dell'emittente tv al-Jazeera sono stati arrestati dopo aver fatto levare in volo un drone da un parco della città.  Al momento non sono stati confermati collegamenti tra l'episodio e la serie di avvistamenti di droni nei cieli della capitale. Stephane le Foll, portavoce del governo cerca di tranquillizzare la popolazione, ma la capitale non è l'unica zona delle Francia dove si segnalano avvistamenti di velivoli a controllo remoto e luci apparentemente apparse dal nulla.

 

Resta il mistero, chi e perchè sta facendo volare i droni nei cieli francesi?

Ieri sera i droni sono stati avvistati sulla centrale piazza della Concordia, sulla spianata degli Invalides, alla Torre Eiffel, lungo la Senna, sulle porte di Saint-Ouen e Clignancourt nel nord e a Issy-les-Moulineaux nella zona sud. 

 

Ieri gli apparecchi avevano sorvolato anche l'ambasciata Usa, nel cuore dell'ottavo arrondissement, facendo alzare il livello di allerta.

 

L'apparecchio che volava a bassa quota, tra i 100 e i 300 metri d'altezza, si è poi diretto verso la zona degli Invalides, davanti al ponte Alexandre III. 

Non si tratta tuttavia della prima volta che avviene un episodio del genere: lo scorso 20 gennaio un drone telecomandato da breve distanza sorvolò l'Eliseo. E dallo scorso ottobre, sono una trentina quelli avvistati nei pressi di centrali nucleari. E' tuttavia è la prima volta che si assiste a un sorvolo così intenso sulla Capitale. Secondo il criminologo Christophe Naudin, specialista di problemi di sicurezza aerea, è possibile che questi sopralluoghi siano fatti da gruppi ecologisti radicali che "infrangono la legge per provare a fare valere i propri argomenti". I metodi e il materiale utilizzato, secondo l'esperto, "fanno pensare ai precedenti sorvoli di centrali nucleari di fine 2014"Secondo Naudin è improbabile che i droni vengano utilizzati per motivi di spionaggio dato che una qualsiasi immagine satellitare potrebbe fornire la stessa veduta.


Ma nonostante questo la beffa ai sistemi di sicurezza continua ormai da mesi: lo scorso autunno sono state sorvolate una ventina di centrali nucleari, e nella notte tra il 28 e il 29 dello stesso mese altri apparecchi hanno volato sopra quattro sottomarini nucleari nella rada di Brest. In occasione delle azioni sulle centrali nucleari si era pensato a un gesto dimostrativo di militanti ecologisti per dimostrare l’inadeguatezza delle misure di sicurezza, ma quella pista non aveva avuto seguito.


L’anno scorso a Nancy un 18enne ha dovuto pagare una multa di 400 euro per avere filmato i tetti con un drone, e in ottobre un turista israeliano a Parigi è stato condannato a pagare la stessa cifra. La GTA (gendarmeria dei trasporti aerei) dice che è stato costituito un gruppo di lavoro di una decina di investigatori specializzati in aeronautica, che si occuperà a tempo pieno di trovare i responsabili dell’azione della scorsa notte.

Il caso più famoso di un drone che ha creato scompiglio nelle città europee resta quello di Brema, quando un oggetto non identificato solcò i cieli della città tedesca sparendo nel nulla, dopo ore di stazionamento nel cielo. La verità si seppe solo molti giorni dopo.


Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Werther (giovedì, 26 febbraio 2015 16:51)

    Subito droni! Prima erano lanterne cinesi. Adesso che è molto palusibile l' ipotesi UFO, nemmeno la si prende in considerazione. La disinformazione ha raggiunto il suo scopo.

  • #2

    Daniele (giovedì, 26 febbraio 2015 18:54)

    A me sembra molto strana questa vicenda.

    a) Burloni, sinceramente non vedo la beffa,oltretutto le multe sono severe, e di sicuro per volare a 300 metri serve un signor drone con controllo remoto avanzato e telecamere remote per vedere tramite la visuale del drone e pilotarlo. A 300 mt di altezza e nel pieno di parigi il controllo a vista da terra del drone e' impossibile. Francamente non vedo a cosa possa portare questo tipo di burla specialmente dopo quello che e' successo a Parigi
    forse a qualche annodi galera....sai che spasso.
    b)terrorismo: Parigi e' aperta al pubblico si puoi visitarla in tutta la sua interezza, verificare dove si trovano posti di blocco, gendarmerie,e punti sensibili fingendosi semplici turisti a spasso per la citta'. Azionare un drone e attirarsi addosso tutta l'attenzione delle forze di polizia mi sembra improbabile e francamente non so a cosa possa servire. Se si trattasse di una base militare avrebbe un senso sbirciare con un drone, ma in una citta' dove si puo' andare dappertutto indisturbati non a senso attirare tutta questa attenzione.
    Sinceramente non vedo un nesso o un ritorno in termini "strategigi" ne a cosa possano servire questi sorvoli non autorizzati.
    mi sembra tutto senza senso.

  • #3

    Fausto (giovedì, 26 febbraio 2015 23:38)

    Infatti hanno mescolato molto abilmente i casi degli ufo nelle centrali con questi avvistamenti parigini. Mi ricordo l'epoca dei palloni sonda, tutto quello che volava era un apparecchio meteorologico, adesso si sono volatilizzati. Al loro posto i droni che hanno preso il posto delle sky lantern.

  • #4

    luca phuket (venerdì, 27 febbraio 2015 08:18)

    Stessa cosa qui a phuket in thailandia...visti con i miei occhi e stessa fattura...cosa sono?

  • #5

    Franco (sabato, 07 marzo 2015 10:39)

    Sapete, io abito a Lucca e, qui é pieno di strane luci nel cielo... Non sono sempre nella stessa posizione, sono molto ate dal suolo (circa 10Km direi),
    non ne vuole parlare nessuno e fanno tutti finta di non vedere: almeno chi conta (carabinieri, polizia, vigili urbani ecc...).
    Se non sono geostazionarie, non sono ne droni ne satelliti perché hanno una forma molto strana, l' abbiamo osservati e riosservati con attenzione nel giro di più notti con un mio potente binocolo e a condimento c' é tutto sto mistero...
    Oltretutto una sera dell' estate passata a me e la mia famiglia, l' abbiamo visto tutti quindi addio allucinazione, c' é passato sulla testa un enorme oggetto volante con molte luci che non faceva nessun rumore e sembrava essere uscito da guerre stellari! Che stia succedendo qual' cosa? TELETRASPORTAMI SCOTTY!