Un Ufo accanto all'asteroide 2004 BL86 ? E' solo la sua piccola luna

L'asteroide 2004 BL86 è passato relativamente vicino alle Terra il 26 Gennaio scorso. Il grosso oggetto spaziale si è trovato a 1,2 milioni di chilometri dal nostro pianeta, una distanza astronomicamente "ravvicinata" che corrisponde a circa 3,1 volte la distanza Terra-Luna, tanto che i giornali hanno parlato con qualche enfasi di "incontro ravvicinato". Fino al 2027 nessun altro blocco di roccia di queste dimensioni si avvicinerà così tanto. 

Perchè ne riparliamo? Perchè nei siti ufologici stanno uscendo delle immagini che mostrano un misterioso oggetto "brillante" che orbita intorno all'asteroide. Tanto è bastato per parlare di un ufo che segue il Neo. Il canale StreetCap1, ha sostenuto che l'oggetto volante non identificato, "sarebbe intervenuto per salvarci da una collisione fatale". Niente di tutto questo. L'oggetto che di misterioso non ha nulla, è già stato spiegato dalla Nasa: che grazie alle immagini radar catturate con l'antenna del Deep Space Network a Goldstone durante il passaggio ravvicinato ha confermato che quello che si intravede è una piccolo satellite dell'asteroide in movimento. Con le 20 immagini ottenute dal DSN la Nasa ha realizzato una gif animata, che mostra l'orbita dell'oggetto. A seguire tutti i dettagli.

Grazie al Deep Space Network, la rete internazionale di radiotelescopi, che svolge attività di supporto alle missioni interplanetarie e di esplorazione del sistema solare e facente riferimento al Jet Propulsion Laboratory, si è misurato con precisione anche il diametro dei due oggetti celesti: il corpo principale ha il diametro di circa 325 metri e la piccola luna di circa 70 metri. Trovare una luna intorno agli asteroidi non è così raro. Nella popolazione di asteroidi vicini alla Terra di questa grandezza, gli asteroidi che hanno uno o  addirittura due satelliti, sono circa il 16%.

 

La tecnica radar, rileva l'Agenzia Spaziale americana, è molto efficace per studiare dimensioni, forma, rotazione, caratteristiche della superficie di un asteroide. Informazioni importanti per migliorare il calcolo delle orbite degli asteroidi. Misure radar delle distanze degli asteroidi e le velocità spesso consentono di prevedere le loro orbite future anche con molti anni di anticipo.

Lo studio ha un obiettivo duplice: calcolare le loro orbite per prevedere le potenziali minacce e conoscere meglio questi fossili del Sistema Solare che possono aiutare a comprendere come si è formato il nostro sistema e l'origine delle molecole organiche che hanno portato allo sviluppo della vita.


Naturalmente questa spiegazione già non convince gli amanti del mistero a tutti i costi. Perchè tanto interesse? Come mai la Nasa si è accorta dell'oggetto solo adesso ? Come si fa a dire con certezza che sia un satellite?


L'interesse della Nasa è motivato dal fatto che prima che un asteroide così grande transiti nuovamente vicino alla Terra bisognerà aspettare 12 anni, ossia fino al 2027, quando passerà 1999 AN10. Osservare un Neo, Near Earth Objects, potenzialmente pericoloso è una questione sicurezza oltre che un fatto prettamente scientifico. Per questo la Nasa aveva programmato le osservazioni radar con le più alte risoluzioni attualmente disponibili dagli osservatori di Goldstone (California), Arecibo (Puerto Rico) e Very Long Baseline Array (Vlba) nel Nuovo Messico. Solo grazie a questo interessamento, considerando le piccole dimensioni del satellite si è scoperto solo all'ultimo la presenza della piccola Luna. L'oggetto segue una traiettoria stabile, è in orbita intorno a 2004 BL86, e ha una composizione coerente con un oggetto naturale. Niente fa pensare che sia qualcosa di diverso che un normalissimo satellite in attrazione gravitazione con un corpo con una massa superiore. Nessun ufo ci ha salvato da un impatto apocalittico, è stato solo "destino".


Scrivi commento

Commenti: 29
  • #1

    Pax (giovedì, 29 gennaio 2015 14:24)

    La Nasa dice la nasa fa..la nasa smonta e rimonta... bello 7 miliardi di persone che si affidano in monopolio ad un'agenzia spaziale controllata degli Stati Uniti.
    Contenti voi..

  • #2

    Il forestiero (giovedì, 29 gennaio 2015 14:47)

    Alla Nasa non sono in grado di scoprire un oggetto di 70 metri fino a quando non gli passa davanti ? Fossi nel congresso americano sgancerei molti più soldi sul progetto dei Near Earth Objects. Dal 1998 a oggi l’obiettivo era di individuare il 90% degli oggetti, nel 2015 siamo a circa il 10% della stima, cioè potrebbe essere anche meno del 3%. Prima di un altro Chelyabinsk, quando bastavano un quinti dei soldi spesi per il salvataggio della Grecia.

  • #3

    Yale (giovedì, 29 gennaio 2015 15:43)

    @"bello 7 miliardi di persone che si affidano in monopolio ad un'agenzia spaziale"

    Monopolio? ti sei perso la storia spaziale degli ultimi 20 anni. C'è l'ESA, l'agenzia spaziale giapponese, indiana, cinese che ha mandato 'Yutu' sulla Luna.
    Gli stati uniti non controllano più niente, cambiate disco datemi retta.

    E anche se fosse monopolio, ma non è, il monopoli industriare e scientifico lo fa l'innovazione e il mercato, e sticazzi.

  • #4

    Fabio (giovedì, 29 gennaio 2015 15:58)

    L'immagine animata dell'orbita di Bl86 e l'incrocio con la Terra è inquietante, mi si sono drizzati tutti i peli XD

  • #5

    IBelive (giovedì, 29 gennaio 2015 16:05)

    Perchè è luminoso ?

  • #6

    UFO of Interest (giovedì, 29 gennaio 2015 18:23)

    @Fabio

    L'asteroide è passato a circa 1.2 milioni di km. dalla Terra.
    La Luna ci è lontana circa 400mila km., cioè ad una distanza 3 volte inferiore dall'asteroide.
    Seguendo il tuo ragionamento, i tuoi peli dovrebbero drizzarsi tutte le volte che guardi la Luna in cielo.

    @IBelive
    E' luminoso perchè è installato un potente impianto luminoso, al pari di una pista da sci notturna.
    Scherzi a parte, il fatto che rifletta i raggi del sole non ti dice nulla?

  • #7

    Fidora (giovedì, 29 gennaio 2015 18:29)

    Russia avete dimenticato...la signora russiA

  • #8

    Yale (giovedì, 29 gennaio 2015 18:45)

    Belive
    ... non è luminoso riflette la luce del sole..

  • #9

    Franco (giovedì, 29 gennaio 2015 19:24)

    Giusto rispondete alla domanda....perchè è luminoso...??

  • #10

    Daniele Lotti (venerdì, 30 gennaio 2015 07:54)

    le immagini del telescopio fanno cagare sono sgranate con pixel grandi come mattoni. L'oggetto passa a un tiro di schioppo da noi e il massimo che sappiamo fare è una foto a quadratoni. Poi dicono che la gente di fa delle domande, per forza, ci arrivano immagini a 50 megapixel di rosetta e poi passa un asteroide vicino a noi con un amichetto triangolare ed è tutto è sgranato. Si destino, come no.

  • #11

    Franz (venerdì, 30 gennaio 2015 09:03)

    UFO of Interest anche la Luna se fosse in avvicinamento ci sarebbe da drizzarsi i capelli.
    La luminosità dell'asteroide dipende dalla sua composizione chimica e dall'esposizione alla luce solare.

  • #12

    Seba (venerdì, 30 gennaio 2015 09:59)

    @Ufoofinterest
    @Yale
    Un asteroide non emette luce, e riflette molto poco quella del Sole, quell'oggetto è abbagliante, allora l'asteroide secondo questo ragionamento doveva essere una palla di luce.

    @Ilforestiero
    Non possono dirlo, se ammettono che non riescono a interecettare gli asteroidi diretti verso la terra si scatenerebbe il panico

  • #13

    Franz (venerdì, 30 gennaio 2015 11:51)

    Daniele Lotti conosce qualcuno che sa fare meglio della nasa?

  • #14

    Daniele (venerdì, 30 gennaio 2015 13:22)

    Rimane cmq un fatto curioso dal punto di vista astronomico.
    Non vi e' dubbio che non sia un fatto anomalo trovare un asteroide con una piccola "luna" tuttavia cio' riguarda asteroidi di una certa grandezza o meglio massa per avere una adeguata attrazione gravitazionale.
    Riguardo agli asteroidi piu' piccoli come questo, ci trviamo di sicuro di fronte ad un fenomeno abbastanza raro poiche' non si tratta solo di attrarre a se una piccola "luna" ma anche di trovare un orbita stabile, dal momento che lo stesso asteroide e' gia' di per se soggetto a forze gravitazionali che ne deviano "facilmente" l'orbita, (non a caso gli scienziati hanno bisogno spesso di osservare piu' passaggi per calcolarne l'orbita esatta").
    Infatti nell'articolo si nota una certa ambiguita' dal momento che si sostiene che non sia un fatto raro, e poi si riporta che cio corrisponde a circa il 16%
    dei casi (quindi non e'cosi probabile come si vorrebbe far credere dalmomento che ci troviamo di fronta ad un "misero 16%).
    In piu' non si parla della massa in questa statistica, e trovare un asteroide di soli 300 mt con una luna stabile e' ! un fatto abbastanza raro.
    E anche raro che un oggetto di soli 70 metri sia cosi riflettente, dal momento che spesso anzi spessissimo gli asteroidi sono molto scuri.
    Infatti la prima missione con un motore ionico ossia la Deep Space 1 al suo primo passaggio con l'asteroide Braille non riusci ad' identificarlo vista la sua bassa riflettenza-luminosita'. Era talmente scuro che il software delle telecamere non riuscivano ad identificarlo con chiarezza al fine di correggere la rotta nelle fasi finali dell'avvicinamento.
    Quindi un oggetto di soli 70 mt avente una luminosita' cosi spiccata, rappresenta di sicuro una "curiosita'" almeno dal punto di vista della sua composizione.
    Quindi io non me la sento di deridere gli altri utenti, perche' sollevano una questione, su un fatto astronomico di una sicura rilevanza scientifica.
    Poi........

  • #15

    Yale (venerdì, 30 gennaio 2015 14:21)

    Daniele: Se ti riferisci a me e alla risposta a Pax non ho deriso nessuno, per quanto riguarda l'asteroide riflettente gli asteroidi riflettono la luce del sole, anche il corpo principale è chiaramente illuminato. Tu hai dei dati per sostenere che un indice di magnitudine così elevata sia strano?

    Prendo e cito un articolo di Lorenzo Franco: "Gli asteroidi riflettono la luce del sole ed hanno così un colore simile a quello solare, ciò nonostante ci sono delle piccole differenze dovute al materiale di cui sono costituiti. Ad esempio gli asteroidi di tipo carbonaceo (tipo-C) sono più scuri ed assorbono maggiormente la luce solare, mentre quelli rocciosi (tipo-S) sono più luminosi poiché hanno una superficie più riflettente."

    http://www.astronomia.com/2013/05/13/la-curva-di-luce-di-due-asteroidi/

  • #16

    Malles (venerdì, 30 gennaio 2015 15:15)

    Questi asteroidi, (planetesimi quelli più grandi) per via delle basse temperature siderali, hanno conservato, chi più chi meno, elementi sotto forma di ghiacci mischiati con le polveri, da qui i riflessi più o meno intensi. O'ppabacco...ho detto riflessi... mi sono rovinato il fegato e la bile da solo.

    Vorrei rassicurare Fabio: A parte i grandi impatti di lontane ere, si ritiene comunemente che la caduta di meteoriti non abbiano mai comportato danni a persone, se non in tre casi storicamente accertati, due dei quali provocarono la morte. Mi avvalgo del materiale bibliografico raccolto nella New York Public Library e nella Library of Congress che parlano di un meteorite del peso di 5 libbre (circa 2,300 kg) che cadde in un frutteto di Namur (Belgio) quasi uccidendo un contadino. All'esame dei laboratori dell'Università di Ghent risultò costituito da una sostanza cristallina, contenente ferro, trolleite, olivina, bronzite e condrodite.

    Una più ferale notizia risultò a Somerset, Kentucky, dove il proprietario di una fattoria fu ucciso da una meteora che gli cadde in testa a ciel sereno, morendo istantaneamente. Un'altro caso mortale fu registrato in Sassonia. Del terzo caso mortale ne fa menzione il New York Times , 8 dic 1929 che riporta il caso di un corteo nunziale (20 nov. 1929) in Serbia, che si vide piombare addosso, non una lanterna cinese, ma un meteorite che colpì una delle carrozze. Un uomo rimase ucciso e la donna seduta di fronte gravemente ferita. Per la cronaca la cerimonia ebbe ugualmente luogo. Il diametro del meteorite risultò di 40 cm.

  • #17

    Giotto (venerdì, 30 gennaio 2015 15:30)

    Non sottovalutate l'effetto Yarkovsky :)) se falliamo non avremmo una secona opportunità

  • #18

    UfoDrome (venerdì, 30 gennaio 2015 15:53)

    Quando parla la Nasa il 50% delle volte sono montature ... l'altro 50% è da prendere col beneficio d'inventario ...

    La Nasa piuttosto pensi a non spacciare per anomalie pixel, i molteplici globi orbitanti attorno al sole grossi 4/5 volte la terra, dei quali si ignora tutto l'ignorabile oramai da 5 anni a questa parte ...

    Provi a spiegarci cosa sono quegli oggetti che escono e pascolano nel luminosissimo cratere lunare Aristarchus (oppure dentro Izsak) ... VISIBILI ANCHE CON UN NORMALISSIMO TELEOBIETTIVO FOTOGRAFICO ...

    Non sanno una beata fava e pontificano ... oppure sanno troppo e mistificano ...

    In compenso danno in pasto il contentino degli archivi Blue Book ... pareva chissà che ci fosse dentro ... mentre sono un'accozzaglia di appunti battuti a macchina e quattro disegni che mi nonno sapeva fare meglio ...

    ... se volete vedere realmente oggetti anomali in prima persona basta che vi mettiate ad osservare la volta stellata fuori città anche ad occhio nudo ... non occorre il satellitino di 2004 BL86 nè occorrono le bufale della Nasa ... date retta ... in poche ore di osservazione notturna riempirete il taccuino ...

    Ci sono ... ci sono ... e pure da parecchio ... lasciate perdere Rosetta, gli oceani di Europa e Cydonia su Marte ... sono molto più vicini di quello che ci vogliono far credere ... toc, toc ... ecco me stanno a bussà ... adesso ci facciamo un quartino in amicizia ...

  • #19

    franco (venerdì, 30 gennaio 2015 20:26)

    qualcosa nn quadra......l'asteroide ruota su se stesso e la sua luna cha traiettoria segue?? qualcuno mi spiega per favore?
    sono proprio ignorante scusatemi a priori.Daniele lotti ha ragione,che cavolo di foto sgranate,e voi pensate che gli scenziati fanno le loro ricerche su queste foto di pessima qualita?non le renderanno mai pubbliche le vere foto,non esiste la libertà d'informazzione,tutti abbiamo il diritto di sapere la verità.A tutti pace e amore

  • #20

    Franz (sabato, 31 gennaio 2015 09:15)

    UfoDrome "Quando parla la Nasa il 50% delle volte sono montature ... l'altro 50% è da prendere col beneficio d'inventario"
    questo lo dice lei ,la NASA è un ente di ricerca tra i più importanti al mondo nonostante i tagli al bilancio che hanno fatto fallire molti progetti compreso quello del ritorno sulla luna.
    "La Nasa piuttosto pensi a non spacciare per anomalie pixel, i molteplici globi orbitanti attorno al sole grossi 4/5 volte la terra, dei quali si ignora tutto l'ignorabile oramai da 5 anni a questa parte"
    Non è solo la NASA a dire questo ma tutti coloro che sono esperti in materia.
    Non esiste solo il Project Blue Book statunitense ma esistono altri studi seri sugli ufo che sono stati svolti in altri paesi del mondo i quali non sono mai pervenuti a nulla.
    "... se volete vedere realmente oggetti anomali in prima persona basta che vi mettiate ad osservare la volta stellata fuori città anche ad occhio nudo ... non occorre il satellitino di 2004 BL86 nè occorrono le bufale della Nasa ... date retta ... in poche ore di osservazione notturna riempirete il taccuino "
    Io ho perlustrato molte volte la volta stellare ma non ho mai notato nulla di inspiegabile.

  • #21

    Franz (sabato, 31 gennaio 2015 11:57)

    franco "qualcosa nn quadra......l'asteroide ruota su se stesso e la sua luna cha traiettoria segue?? qualcuno mi spiega per favore?
    sono proprio ignorante scusatemi a priori.Daniele lotti ha ragione,che cavolo di foto sgranate,e voi pensate che gli scenziati fanno le loro ricerche su queste foto di pessima qualita?"
    la Nasa ha programmato le osservazioni radar con le più alte risoluzioni attualmente disponibili dagli osservatori di Goldstone (California), Arecibo (Puerto Rico) e Very Long Baseline Array (Vlba) nel Nuovo Messico. Solo grazie a questo interessamento, considerando le piccole dimensioni del satellite si è scoperto solo all'ultimo la presenza della piccola Luna. L'oggetto segue una traiettoria stabile, è in orbita intorno a 2004 BL86, e ha una composizione coerente con un oggetto naturale. Niente fa pensare che sia qualcosa di diverso che un normalissimo satellite in attrazione gravitazione con un corpo con una massa superiore.

  • #22

    Malles (sabato, 31 gennaio 2015 14:51)

    Ottimo Franz, ottimo, concordo in pieno: "la Nasa ha programmato le osservazioni radar con le più alte risoluzioni attualmente disponibili"...Bè, però,però, vecchio mio, se questo è il massimo che passa il tecnologico convento Nasa, mi vai in contradditorio, insieme a chi sberleffa le foto degli ogg. vol. non id. che le sgnaccano al macero perchè risultano sempre macilentemente sfuocate, SBrillantate, opache e via via discorrendo. Chi le divulga infatti viene sistematicamente tacciato di ciarlataneria proprio per la mancanza di limpidezza delle immagini, costoro però NON hanno poi i potenti mezzi del NASONE. Così ti tiri la zappetta...permettimi.

    Lo scetticismo o, se si preferisce, il "razionalismo antiufologico" è nato insieme all'ufologia e ne costituisce una componente imprescindibile. La categoria degli ufo-scettici non si distingue poi da quella ufo-sostenitori per il "segno": negativo per i primi, positivo per i secondi. Il comportamento degli uni e degli altri esprimono in egual misura pregi e difetti, in funzione del grado di intelligenza, competenza, obbiettività, buona fede, fanatismo che ciascuno di loro possiede, due facce della stessa medaglia insomma.

    Ci si può indignare per le affermazioni di certi ufo-scettici, ma questo equivale ad indignarsi per quelle di certi ufo-credenti (quando si esagera, si esagera...) A mio parere la cosa migliore da fare è prendere atto delle critiche, da qualsiasi pulpito provengano, sottoporle ad attente riflessione, accettare quelle valide e farne tesoro, ma infischiarsene alla grande di tutte le altre. Le parole passano, come riflessi su insetti e lampare ticinesi, i fatti restano, su quelli vanno gli sforzi d'indagine. Come sempre. Un saluto

  • #23

    Franz (sabato, 31 gennaio 2015 18:46)

    Malles un conto è riprendere immagi di oggetti che si trovano a milioni di chilometri e un altro è riprendere oggetti che si trovano ad un centinaio di metri c'è una bella differenza, da quest'ultimi è lecito pretendere risoluzioni migliori.

  • #24

    Malles (sabato, 31 gennaio 2015 21:51)

    "...un conto è riprendere immagini di oggetti che si trovano a milioni di distanza e un altro è riprendere oggetti che si trovano ad un centinaia di metri c'è una bella differenza". Sssseee!! Dicono tutti così, l'avevo messo in preventivo. Indebolimenti o evanescenze luminose che dir si voglia sono da anni quisquiglie per i grandi mezzi del Nasone che sbandiera di tanto in tanto le proprie capacità nel rilevare materiale interstellare, pure pianeti posti a centinaia di anni luce.

    Con questo vanno fatti i complimenti a chi da anni riesce in foto a lunga posa, di immortalare (per menzionare solo un piccolo rilevamento della Nasa) le volute azzurrine dell'ammasso M 45 con polveri e fumi aggiunti, senza parlare dei rilevamenti spettroscopici dove si notano le forti righe di assorbimento dell'idrogeno e pure quelle più deboli dell'elio. Renditi conto mio caro Franz che ti fanno vedere quello che ritengono meno compromettente per il loro lavoro, non diminuirne proprio tu le loro grandi capacità. Un vero fans della tecnologia applicata non deve declassare come fai tu quando si vede alle strette. Ai fatti, puoi sempre cambiare parere caro Franz, il che poi sarebbe segno di serietà, al di là dei piccoli risentimenti dogmatici. Un saluto

  • #25

    Franz (domenica, 01 febbraio 2015 18:17)

    Malles " ti fanno vedere quello che ritengono meno compromettente" il cielo non è un esclusiva della NASA quello che vede la NASA in cielo lo possono vedere anche gli altri per cui non ha alcun senso nascondere qualcosa dato che questo qualcosa verrebbe prima o poi scoperta da qualcun altro..

  • #26

    Malles (domenica, 01 febbraio 2015 20:36)

    ...."non ha alcun senso nascondere qualcosa"....Caro Franz, ovvero quando la voglia di scienza confonde la coscienza. Qui mio caro amico dovrei (e potrei) subissarti di compromessi delle grandi NARI, ma farei (penso) un torto alla tua intelligenza, tu stesso puoi andare a fondo. Attento solo a non annegare...

  • #27

    Franz (lunedì, 02 febbraio 2015 08:25)

    Malles la coscenza è un illusione soggettiva la scienza no.
    "subissarti di compromessi delle grandi NARI" i grandi NARI prima o poi finiscono al cimitero e con loro anche i loro presunti compromessi.

  • #28

    UfoDrome (giovedì, 05 febbraio 2015 14:33)

    Franz ...

    lo scorso 18 (o 20) Agosto stavo in una zona di campagna, in assenza di inquinamento luminoso, in zona S.Agostino (Civitavecchia) ...

    stavo seguendo due puntini luminosi altissimi (due probabili satelliti) che "stranamente" viaggiavano in sincrono alla stessa velocità e nella stessa direzione (nord-sud) ... separati probabilmente da chilometri di distanza ... tuttavia seguivano la stessa rotta alla stessa velocità ... E FIN QUI TUTTO OK (o quasi ... mai visti due satelliti rincorrersi a pochi chilometri di distanza) ...

    TUTTAVIA PER PURA CASUALITA' (O FORTUNA) ... nell'osservare quei due strani oggetti, l'occhio è caduto su un'ombra enorme nera, un oggetto enorme che viaggiava velocissimo sullo sfondo nero della volta stellata ... era praticamente mimetizzato ... come un'auto che viaggia velocissima a fari spenti nella notte ...

    Era come un'enorme ombra mimetizzata della quale si riconosceva a malapena il contorno ellittico soltanto perché era appena rischiarato dalla tenue luce lunare (e non era nemmeno luna piena) ...

    L'ombra era davvero enorme e si avvertiva la sua presenza e imponenza poiché durante il suo passaggio oscurava le stelle sullo sfondo ...

    Abbiamo stimato che volasse ad almeno 10000 metri di quota e che fosse grande almeno come 3 boeing 747 ... poiché nelle vicinanze c'è il sentiero di discesa di Fiumicino ed è possibile paragonare le dimensioni notturne di un normale aereo di linea ...

    Non ho nemmeno avuto il tempo di prendere il mio cellulare (e di notte nemmeno sarebbe servito) ... L'ENORME OGGETTO VIAGGIAVA AD ALMENO 3 o 4 VOLTE LA VELOCITA' DI UN AEREO DI LINEA ... SILENZIOSISSIMO ... SENZA ALCUN RUMORE DI TURBINE O ALTRO ... PRATICAMENTE UN'OMBRA OSCURA ... UN FANTASMA ... abbiamo avuto appena 10/15 secondi di tempo per poterlo osservare ... prima che sparisse dietro i monti della Tolfa ...

    Nella stessa zona ho più volte osservato degli ovni brillanti e arancioni volare a punto fisso (nulla a che vedere con le lanterne cinesi) ... tali globi si sono poi ingranditi fino a raggiungere dimensioni pari a circa 9/10 volte quelle di una comune stella ... per poi scomparire di botto ...

    ... dai retta ... ci sono ...

    ... e ti dirò di più ... dopo l'incredibile avvistamento di questa estate, sto seriamente pensando di acquistare un costosissimo telescopio portatile a infrarossi che rilevi oggetti di natura oscura in contrasto con la tenue luce notturna ...

    Poi se non vuoi crederci rispetto le tue convinzioni ... ma le mie esperienze dicono tutt'altro ...

  • #29

    Franz (sabato, 07 febbraio 2015 00:04)

    UfoDrome io non ho mai visto nulla di tutto questo in cielo.