La Cia ritorna di nuovo sugli ufo degli anni '50 e '60 e ribadisce: "Eravamo noi"

La Cia ha ammesso che i presunti Ufo avvistati tra gli anni '50-'60 erano frutto di test segreti dell'intelligence. In un documento svelato dalla stessa agenzia risulta che gli avvistamenti si riferivano ai test compiuti degli aerei spia U-2. Il documento in realtà era già noto si è trattato di un retweet. Nel profilo ufficiale su twitter, la Cia riprende i lanci più letti nel suo account e scrive: #1 most read on our #Bestof2014 list: Reports of unusual activity in the skies in the '50s? It was us. In poche parole:"Le notizie sull'attività inusuale nei cieli negli anni Cinquanta? Siamo stati noi". L'aereo testato dalla Cia era in grado di volare a 70mila piedi, un'altitudine che all'epoca sembrava impossibile all'uomo poter raggiungere, facendo sospettare, specialmente ai piloti, che qualcosa di strano stesse accadendo nei cieli. Lo riporta una nota dell'Ansa riprendendo i dispacci internazionali e di varie testate come il Nyp e Newsweek.

A seguire altri dettagli.

"In quegli anni, la maggior parte degli aerei commerciali volava a 20mila piedi e quelli militari a 40mila", si legge nel documento pubblicato con tanto di link. "Di conseguenza, una volta che gli U-2 iniziarono a volare sopra i 60mila piedi, i controllori del traffico aereo iniziarono a ricevere testimonianze dell'avvistamento di Ufo". La Cia, in realta', fece un controllo incrociato con le segnalazioni e i suoi registri di volo, ma quando capi' che si trattava degli aerei spia U-2 mantenne il silenzio, sottolinea il documento. Il rapporto fa parte dei documenti declassificati nel 2013 che rivelarono l'esistenza della famosa Area 51 nel Nevada, la base top-secret militare dove venivano fatti vari test.

La spiegazione benché già nota, riesce ogni volta a suscitare polemiche tra chi vede un tentativo da parte dell'agenzia americana di coprire una verità per privarla di significato, e che sostiene che la fine della guerra fredda e il venir meno del pericolo di una guerra globale abbia indotto l'agenzia americana a dire la verità.


Non è la prima volta che la CIA entra a gamba tesa sulla questione ufo cercando di chiarire -dal suo punto di vista- un mistero lungo 60 anni.

Il 5 Luglio la stessa notizia è finita nei media di tutto il mondo, compresi quelli italiani. A riportarla furono tra gli altri RepubblicaLa Stampa, il Messaggero e Rai News. All'estero l'istituzionale BBC ma anche il Daily Mail. La spiegazione fornita dalla CIA per le segnalazioni ufo dei paesi nordici tirò in ballo ancora una volta operazioni militari segrete e sorvoli non autorizzati di velivoli spia.

 

Negli Stati Uniti le agenzie governative e gli enti federali pubblici sono tenuti a sottostare al Freedom of Information Act (FOIA), una legge governativa per la libertà di informazione entrata in vigore il 4 luglio 1966, durante la presidenza Johnson. In seguito la legge è stata emendata e migliorata e grazie all'Electronic Freedom of Information Act (E-FOIA) tutti gli atti di governo declassificati sono liberamente accessibili e consultabili online.

Quelli sugli ufo sono da sempre tra i più letti e scaricati. Non è mai stato un mistero infatti che i governi di tutto il mondo si occupassero degli studio degli oggetti non identificati, il nodo cruciale su cui da sempre si battono due opposte visioni della verità storica, è la loro provenienza.

Risorse

Il documento in pdf pubblicato dalla CIA http://t.co/BKr81M5OUN

Scrivi commento

Commenti: 11
  • #1

    UFO of Interest (venerdì, 02 gennaio 2015 12:05)

    Si tratta di semplice propaganda americana.
    Nel nuovo tweet della CIA, l'agenzia fa solo notare quale sia stato il tweet "più letto nel 2014" e cioè quello del 2 luglio scorso col quale avrebbe "rivelato" la natura di molti avvistamenti ufo degli anni 50.

    E' il caso di ricordare che non si trattò di alcuna rivelazione. Il tutto era finalizzato per la ricorrenza del primo volo effettivo di un U-2 avvenuto il 4 luglio 1956 su Mosca e Leningrado (San Pietroburgo), operato proprio dalla CIA.

    Anche il documento allegato nel nuovo post della CIA non è inedito, essendo già stato pubblicato da un bel po' e disponibile qui in cui si legge:

    Historical Document
    Posted: Mar 19, 2007 11:05 AM
    Last Updated: Jun 18, 2013 02:19 PM:

    https://www.cia.gov/library/center-for-the-study-of-intelligence/csi-publications/books-and-monographs/the-cia-and-the-u-2-program-1954-1974/

    Pura e semplice propaganza, niente di più.

  • #2

    Malles (venerdì, 02 gennaio 2015 17:07)

    Si sapeva, ma è sempre un piacere. Oohh! Finalmente la CIA ha detto la verità, beh, a ben guardare l'aveva anche detta in occasione dell'abbattimento di F.G.Powers con il suo U-2. D'altronde è noto che gli aerei spia U-2 erano in grado di restare in stallo per ore, come di schizzare via a 90° o di raggiungere velocità di 26.000 km. orari, oppure di cambiare colore e forma, di scindersi, di scomparire e di riapparire, la forma degli U-2 poi, è risaputo essere quella classica che si riscontra da sempre in ogni angolo del mondo, da quella a sfera, a fuso, a cilindro, a sigaro, a doppio piatto.

    Come la mettiamo con gli avvistamenti di ufo anteriori alla messa in funzione degli U-2 nel 1955? Ma semplice, prima c'erano gli U-1. E prima ancora? Ovvio gli U- 0.0, che burloni simpatici, ma io credo a loro, perchè per tradizione non mentono mai. Anche perchè abbiamo la prova di U-2 in formazione visti da Kenneth Arnold il 24-giugno 1947, il quale ebbe il torto di scambiarli per ufo solo per il fatto che aveva una prospettiva messianica e, in più, quel giorno era nel bel mezzo di una fuga catartica dalla realtà quotidiana. Troppi e troppo a lungo hanno difeso a spada tratta l'ipotesi ufologica, dalla teleportation al fenomeno di smaterializzazione - materializzazione dell'U-2 stesso.

    Ci sono poi altri burloni che si dicono certi di avere trovato tracce di U-2 nell'antichità, come se bastasse accostarsi ai poemi degli Indo-Ariani per trovare favolose battaglie fra esseri divini, ridicolo. Figurarsi che anche il buon Giulio Ossequiente dava descrizioni originali nel suo "Libro dei Prodigi", dove (in un caso riferito al 98 a. C.) ravvisava il passaggio di un U.2, eehh, anche allora si pigiava l'uva... Gli U-2 erano poi di casa nella Bibbia, ne parlano "Il Libro di Ezechiele", il 1° e 2° "libro di Samuele", e pure in Esodo (13,21) ..."e il Signore li precedeva su un U-2 segnando la strada di giorno in una colonna di nubi, e di notte in una colonna di fuoco per essere loro di guida nel viaggio".

    Anche i giapponesi antichi avevano i loro U-2, che chissà perchè chiamavano Kappas, li scambiavano per conchiglie volanti, tsè, cosa può mai fare la bevanda di riso. Uno dei pochi che fu prelevato da un U-2 è stato il contadino Antonio Villas Boas che entrò, in seguito al prelevamento, in un contatto fisico con la pilota bionda che lo guidava. Dopo che Antonio fu riportato a terra fu costretto a portare un collare per vertebre cervicali, aveva preso il vizio di guardare il cielo a naso all'insù per ore e ore nella speranza di essere ancora prelevato da unìaltra pilota di U-2

  • #3

    Maurizio Panebianco (venerdì, 02 gennaio 2015 20:28)

    La Cia ...chi quella che ha mentito sulle torture sui detenuti nascondendo le brutalità commesse sui prigionieri durante gli interrogatori ?
    Quella Cia vile e irresponsabile? Se sono capaci di farlo sugli esseri umani per qualche informazione in più chissà le porcherie sugli ufo che possono manipolare.

  • #4

    Antonioerre (sabato, 03 gennaio 2015 01:37)

    Ah beh se lo dice la CIA, apposto stiamo...

  • #5

    Leo (sabato, 03 gennaio 2015 02:06)

    Tutti u2... fuochi fatui e piloti drogati... contenti loro

  • #6

    Franz (sabato, 03 gennaio 2015 09:45)

    UFO of Interest "la ricorrenza del primo volo effettivo di un U-2 avvenuto il 4 luglio 1956 su Mosca e Leningrado (San Pietroburgo), operato proprio dalla CIA."
    Una riccorrenza un po strana dato che quei voli spia degli aerei U2 causarono il deterioramento dei rapporti russo-americani e quindi accentuarono la guerra fredda non mi risulta che esista una riccorrenza simile.

  • #7

    Roby Garau (sabato, 03 gennaio 2015 15:03)

    Il primo U-2 partì dalla Germania Ovest il 4 luglio 1956, ma gli avvistamenti di quegli anni non si riducono a una fattispecie. Ci sono dischi, avvistamenti multipli, bagliori che spariscono, tutte segnalazioni fatte rigorosamente da personale militare e addestrato. Adesso per magio gli U-2 spiegano tutti gli avvistamenti di due decadi? Ma alla Cia ci fanno o ci sono?

  • #8

    Yale (sabato, 03 gennaio 2015 15:51)

    é un riciclo che fa ha fatto la cia dei suoi tweet che ha fatto andare subito in calore tutti quanti.

  • #9

    Malles (sabato, 03 gennaio 2015 18:03)

    Quel peperino del #1
    In previsione della costipazione della CIA e delle critiche che ne sarebbero derivate ha messo il piedino avanti per non essere preso nel susseguente gorgo. i miei complimenti , davvero, questo si chiama giocare d'anticipo

  • #10

    Franz (sabato, 03 gennaio 2015 19:51)

    Il fatto che la CIA abbia inventato la storia degli alieni per nascondere i propri velivoli sperimentali è un fatto storico accertato che certamente non può spiegare tutta la casistica ufologica data la sua vastità.

  • #11

    Daniele (venerdì, 09 gennaio 2015 22:24)

    Curioso, che con tutti i casini che stanno succedendo nel mondo, la CIA perda tempo per pubblicare queste sue conclusioni ridicole.
    Peccato non esista piu' il vecchio KGB, almeno avrebbero potuto replicare che non erano gli U2 americani a scatenare il fenomeno Ufo, ma Gagarin e i missili spaziali russi.
    La ma cosa piu' incredibile, e come un organo governativo, che ha centinaia di addetti stampa che setacciano e compilano le dichiarazioni di questo ente al fine di farlo apparire autorevole serio e appunto "governativo", non siaccorgano che certe "uscite", hanno l'effeto di rendere la CIA una barzelletta le cui conclusioni potrebbero benissimo essere adoperate per una battuta umorisitca inserita in una classica sitcom americana.
    Contenti loro.