UFO Capodanno 2015, fuochi, bengala e lanterne cinesi: un vademecum per l'occasione

Tra poche ore i cieli di tutto il mondo saranno pieni di luci, mai come in questa notte gli occhi di milioni di persone scruteranno la volta celeste. Fuochi d'artificio, giochi pirotecnici, laser, fari, lanterne cinesi e tanto altro sarà usato per impreziosire la notte dell'ultimo dell'anno. All'alba quando le luci si spengono, fioccano nel nostro sito, nei centri ufologici e nei centralini dei carabinieri allarmi veri o presunti di pericoli e anomalie che vengono dal cielo. Vi forniamo un vademecum per non cadere nell'errore e scambiare per anomalo qualcosa di perfettamente normale. Vi ricordiamo anche che i botti illegali sono pericolosi, e che ancora più pericoloso è raccogliere i fuochi inesplosi che si trovano per strada.  Molti incidenti avvengono la mattina, dopo i festeggiamenti, quando i bambini raccolgono i petardi inesplosi trovati in strada o peggio ancora provano a riaccenderli. Tutti i botti sono pericolosi, anche quelli legali, non sono esenti da insidie, e se usati in modo improprio possono provocare seri danni. Ma quelli legali, se maneggiati con cura, rimangono un momento di euforico svago. Tra mille luci potrebbe capitarvi di scorgere qualcosa di davvero straordinario, e magari vivrete un evento ufologico che rimarrò nella vostra memoria. In attesa di quel momento, vi forniamo alcuni consigli sull'acquisto e l'uso dei botti e una piccola guida per distinguere le luci tradizionali da qualcosa di più "extraterrestre". Auguri da Ufoonline.it a tutti i lettori.

Lanterne cinesi: come riconoscerle:


La struttura delle Lanterne Cinesi permette a quest'ultime di arrivare ad una quota di 800 metri. A quelle distanze difficilmente si riesce a distinguere la forma reale della mongolfiera e ciò che appare all'occhio umano è un globo luminoso di luce variabile. Per quanto il discorso è relativo in base alle potenzialità soggettive della vista di ogniuno di noi, già ad un altezza di 30 metri non si distingue più la fiammella della cera combustibile e la gola della struttura. L'occhio tende ad uniformare il soggetto dell'osservazione, donando come risultato la caratteristica piu importante del fenomeno, la luce della combustione e il riverbero sulla carta. La luce si presenta con delle variazioni irregolari di intensità , di un colore che può variare dal rosso-arancio al giallo scuro tendente al bianco. Il Bianco rappresenta la maggiore intensità di calore dovuta alla combustione, la possiamo notare nelle prime due foto postate in questo articolo. Il rosso di conseguenza è la zona di calore meno intenso che avvolge l'intera struttura. Queste caratteristiche sono importantissime da tenere in mente, perchè rappresentano un fenomeno dalla facile male interpretazione. La lanterna termina la sua vita in modi diversi a seconda delle condizioni meteo. Può affievolirsi mano a mano con intense variazioni di luce, oppure spegnersi di colpo senza notare segni evidenti della sua fine. In alcuni casi sono state viste lingue di fuoco consumare la struttura per poi spegnersi prima di toccare terra. 

Quello che le lanterne non possono fare 
Non possono cambiare continuamente quota, effetto "sali e scendi", invariabilmente quale sia la condizione meteorologica esterna, andranno sempre e solo verso l'alto! 
- Non possono andare controvento, poichè le correnti di aria rappresentano il fattore principale per il moto dell'aerostato. 
- Non possono variare drasticamente direzione, in quanto sono legate indissolubilmente alla temperatura esterna e ai moti di vento. 
- Non possono cambiare drasticamente velocità per poi arrestarsi di colpo 
- Non possono arrivare a quote superiori ai 1000 metri 
- Non possono discendere e atterrare per poi riprendere quota. 

Quello che possono fare:

- Possono spegnersi lentamente con l'esaurimento della fiamma

- Possono veleggiare a flotte, mantenendo quasi la stessa distanza l'una dall'altra in determinate circostanze.
- Possono essere di diversi colori, a seconda della tinta della carta di riso. Possono sembrare pulsanti.
- Possono arrestarsi lentamente in un punto per alcuni secondi e poi ripartire in casi di refoli di vento.

Fuochi d'artificio che rimangono in volo

 

Con la commercializzazione nei discount dei giochi pirotecnici di libera vendita, i mercati orientali hanno inondato l'Italia di nuovi ritrovati con polvere pirica. I fireWorks volanti sono capaci di salire decine di metri da terra grazie a un'elica di plastica e inondare di scintille di luce il cielo per svariati minuti. I bengala chiamati Crazyfire salgono in cielo in modo silenzioso poi cominciano a cambiare direzione impazziti con effetti che prendono tutti i colori dello spettro di luce. 


E' relativamente facile capire la differenza tra qualcosa di sospetto e un gioco pirotecnico ma sembra che lo scorso anno l'ottimismo sia stato sopravvalutato e gli allarmi non sono mancati. I bengala inoltre una volta arrivati in quota possono scendere lentamente, lasciando uno scia o dividersi in altre piccole luci a seconda dei modelli. Ultimamente le innovazioni li hanno resi sempre più particolari, e le varanti per scopi ludici sono infinite.

Cosa dice la legge: il tempo della responsabilità

Confezione. La legge impone che su ogni articolo pirico sia scritto ben chiaro il nome del fabbricante italiano o dell'importatore, se si tratta di merce estera. Assicurarsi che sull'artificio sia apposta l'etichetta riportante la classificazione del Ministero dell'Interno (altrimenti sono illegali) e le istruzioni d'uso. Devono essere comprati esclusivamente in confezioni originali. Verificare che il prodotto sia in ottimo stato di conservazione, ovvero che non presenti segni d'umidità o danneggiamenti.


Acquistate botti legali.

I giocattoli pirotecnici autorizzati e in libera vendita riportano la dicitura "prodotto non esplodente" (petardini, fumogeni, miccette, trottole, fontane, candeline, stelline, girelline). Non usare mai fuochi pirotecnici che sull'etichetta hanno la dicitura articoli di "IV categoria" (giocattoli pirici) o di "V categoria" (fuochi artificiali). Sono molto pericolosi e non possono essere venduti al pubblico: è necessaria la Licenza di Pubblica Sicurezza sia per la vendita che per la detenzione.

 


Dove conservarli.

Non tenere mai articoli pirotecnici in tasca o in zaini, soprattutto quelli con accensione a sfregamento, poichè potrebbero autoinnescarsi con il movimento del corpo. Usare invece scatole di cartone o sacchetti. Conservare i prodotti acquistati in luoghi sicuri, lontani da fiamme libere e da fonti di calore. Evitare inoltre di ammassare tutti i fuochi in uno spazio ristretto. Ricordarsi inoltre che l'umidità ne comprometterebbe il funzionamento e la sicurezza.

 

Vietati ai minori. Tenere fuori dalla portata dei minori di 18 anni. Non fate mai accendere i fuochi ad un minorenne, o al limite sorvegliate attentamente.

Utilizzo:


  • Seguite le modalità d'uso descritte sull'etichetta.
  • Usateli solo in luoghi aperti, lontano da altre persone, da case, da materiali infiammabili e da posti a rischio di incendi, come fabbriche e boschi. Candeline e stelline si possono usare anche in casa ma vanno tenute lontano dai vestiti, dalle tende, dai divani e da tutti gli oggetti infiammabili. Attenzione alle persone accanto: una scintilla potrebbe colpire negli occhi o sulla pelle causando gravi ustioni.
  • Mai fumare.
  • Non usare in caso di vento.
  • Non puntateli mai contro le persone o verso balconi e finestre.
  • Accendete sempre un prodotto alla volta, avendo l'accortezza di tenere gli altri prodotti lontano e al riparo da eventuali scintille.
  • Non fateli esplodere in recipienti, specialmente se di vetro.
  • Non accendete prodotti danneggiati: ad esempio non accendete i razzi in caso di rottura del bastoncino, la traiettoria sarebbe compromessa.
  • Non avvicinate mai la faccia al prodotto pirico. Accendete la miccia allungando il braccio, tenendo così a distanza il busto.
  • Allontanatevi quando la miccia è stata accesa o riparatevi in un posto sicuro quando è qualcun altro ad usarli.
  • Mai provare a farli esplodere una seconda volta. In caso di mancato funzionamento o di funzionamento parziale non tentate di riaccendere l'artificio. Se la miccia di un prodotto non si accende subito non ritentate, ma buttatelo via.
  • Non cercate di verificare la causa del mancato funzionamento ed in particolare non portatevi con il viso sopra l'oggetto e non provate ad afferrarlo con le mani. Lasciatelo invece raffreddare e poi copritelo con terra, sabbia e acqua.
  • Non abbandonate mai artifici inesplosi. 

Seguite le istruzioni, divertitevi responsabilmente e osservate il cielo per non perdervi lo spettacolo. Buon anno, di gioia e di felicità a tutti i nostri lettori.

Se avvistate qualcosa che non corrisponde a quello che avete letto, potete comunicarcelo come avete sempre fatto, o lasciare un commento qui sotto.

Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    Malles (mercoledì, 31 dicembre 2014 17:00)

    Buon anno e buone lanternate a tutti, il mio amico per la pelle Insider avrà il suo bel da fare suppongo. Vorrà dire che il suo lavoro, da 25 aumenterà fino a 26 ore su 24 a disposizione. Sono ospite di uno zio di mia moglie a Pescara, il quale nonostante sappia della mia avversione per le coppole luminescenti ne ha preperate una quaterna sul balcone...grrrr... ciao e a presto.

  • #2

    El Paso (mercoledì, 31 dicembre 2014 18:10)

    Complimenti per l'articolo esiste ancora qualcuno nel mondo ufologico con la testa sulle spalle! Auguri a tutti :)
    oggi lasciamo da parte le differenze...faccio gli auguri a tutti, a Malles, alla dolce Lau, a Daniele, a Yale, Chip, Ibelive, Franz e a tutti gli altri che ho incrociato!

  • #3

    Lau (mercoledì, 31 dicembre 2014 19:01)

    Auguri a tutti , un bacio speciale a Malles ^_^
    Non smettete mai di sognare, perchè ricordatevi che gli occhi vedono sempre una parte del mondo, noi siamo fatti di materia e di magia. Magia dell'anima e magia che un tempo ha trasformato la materia inanimata nella vita, nessuna scienza ha spiegato ancora perchè. ^_-
    Cos'è quella magia? Questo è il segreto.

  • #4

    Satan (mercoledì, 31 dicembre 2014 19:42)

    buon anno signori

  • #5

    Yale (mercoledì, 31 dicembre 2014 20:02)

    @malles
    "Sono ospite di uno zio di mia moglie a Pescara"

    Wow si prospetta una di quelle serate da tagliarsi le palle bhuabhuabhuabhua. Anche tu finirai per convertirti alla sacra luce delle lanterne vecchio mio, tempo al tempo.

  • #6

    marianna (giovedì, 01 gennaio 2015 17:32)

    ciao a tutti potete aiutarmi ? io ho ripreso un oggetto da casa mia a Fano Adriano. Ero nel balcone di casa prima di mezzanotte quando un oggetto ha cominciato a risplendere improvvisamente emettendo delle luci velocissime rosse blu e bianche a distanza. Sembrava lungo almeno 10 metri e si muoveva da un parte all'altra. Ho chiamato subito mio marito mia figlia e alcuni parenti che stavano a casa nostra per il capodanno e abbiamo girato un video io e mio cognato. Non erano fuochi 'artificio lo posso assicurare è una cosa enorme grande almeno dieci metri. dispongo del video e sono disposta a metterlo a disposizione Poco prima di mezzanotte è sparito improvvisamente e nonostante sia rimasta sveglia fino alle tre non l'ho più visto!

  • #7

    IBelive (giovedì, 01 gennaio 2015 18:18)

    grazie auguri anche a te Paso !

  • #8

    Ticino. (giovedì, 01 gennaio 2015 19:07)

    Ciao marianna puoi inviarlo a ufoonline, oppure iscriviti al forum, se non hai voglia pubblicalo su youtube metti il link. Da che cosa hai dedotto che fosse lungo 10 metri hai preso dei punti di riferimento? ciao