Il cimitero egiziano dei misteri: oltre un milione di mummie e taglie fuori misura

Rilevante scoperta in Egitto dove si continua a scavare nella più grande necropoli sinora conosciuta e riportata alla luce dagli archeologici, nella zona di Faiyum, 96 km a sud del Cairo. Secondo le stime le mummie potrebbero essere oltre un milione. Gli scienziati hanno estratto fino ad ora 1700 corpi imbalsamati, che si ritiene risalgano a 1500 anni fa, tra il primo e il settimo secolo dopo Cristo, all'epoca del dominio in Egitto dell’impero romano e bizantino. A differenza di quanto accade con i comuni ritrovamenti di resti umani, questa volta le mummie sono state rinvenute in fosse comuni e tra l’altro sembrano appartenere a cittadini qualunque e non a reali. Il sito archeologico ha restituito anche taglie molto inusuali per l'epoca, tra le mummie scoperte ci sarebbe anche un uomo dell’altezza di oltre due metri, un vero gigante del tempo. I ricercatori l'hanno trovato seppellito piegato. Vicino al cimitero è stata scoperta una piramide che risale a migliaia di anni prima.

Un'altra stranezza e che i corpi sembrerebbero essere raggruppati in base alle caratteristiche somatiche. Il cimitero si estende per oltre 300 ettari di terreno. 

"Siamo quasi sicuri che all’interno di questo grande cimitero ci sian molti misteri ancora da svelare», ha raccontato Kerry Muhlestein, autore degli gli studi fin qui realizzati.

Muhlestein direttore del progetto e professore associato presso il Dipartimento di antiche scritture alla Brigham Young University, ha presentato le sue scoperte nel dettaglio il mese scorso a Toronto. Questo cimitero non era un luogo di sepoltura per i reali. Le persone sepolte erano spesso seppellite senza corredi funerari, e senza bare. Gli organi interni dei defunti sono stati raramente rimossi. La mummificazione è avvenuta in modo naturale, senza un vero processo di mummificazione in senso lato. Nonostante il basso status dei morti, i ricercatori hanno scoperto alcuni elementi straordinariamente belli, compresa la biancheria, vasi, e stivaletti anche colorati disegnati per un bambino. Il bambino mummificato è stato sepolto con diverse altre mummie. Era avvolto in una tunica e indossava una collana con due braccialetti su ogni braccio. "La maggior parte del processo di mummificazione si è completata. Le dita e le unghie dei piedi e il cervello e la lingua sono stati incredibilmente conservati", hanno scritto i ricercatori sulla pagina Facebook del progetto. "I gioielli ci fano pensare ad una ragazza, ma non possiamo dirlo con certezza."

I ricercatori stimano che la bambina aveva 18 mesi quando è morta. "Fu sepolta con grande cura, qualcuno evidentemente l'amava molto e ha fatto di tutto per prendersi cura di lei nella sepoltura," hanno scritto nella relazione. E '"molto triste, ma ci sono riusciti. E' stata una bella sepoltura."

Alcuni degli oggetti trovati nell'enorme cimitero egiziano

Il mistero della provenienza dei corpi

Da dove esattamente provenga questo milioni di mummie è ancora un mistero, che la squadra di archeologi deve risolvere. Un vicino villaggio sembra troppo piccolo per giustificare un numero così elevato di corpi, hanno detto i ricercatori. C'è un'antica città chiamata Filadelfia (così chiamata dopo il re Tolomeo II Filadelfo) non lontano, ma che ha luoghi di sepoltura propri.

Mentre vi è una piccola piramide vicina, costruito più di 4500 anni fa, più di due millenni prima del cimitero.

"E 'difficile sapere da dove veniva tutte queste persone", ha detto Muhlestein a Live Science.


La mummia alta due metri

Le storie che raccontano queste mummie appaiono infinite. Il team di Brigham Young ha scavato migliaia di mummie negli ultimi 30 anni, e Muhlestein ammette il team ha molti arretrati di ricerca da pubblicare.

Una scoperta che non è stato pubblicata è di una mummia alta più di 7 piedi (2 metri) di altezza. "Una volta abbiamo trovato un maschio di due mentri altezza, che era troppo grande per entrare nella bara, ha detto Muhlestein al pubblico di Toronto. 


Questo è un'altezza straordinaria data la generale scarsa nutrizione al tempo, ha affermato Muhlestein, aggiungendo che "anche con una buona alimentazione, è davvero insolito per un individuo di quell'epoca raggiungere quell'altezzaLa statura abnorme potrebbe essere frutto di una condizione medica che ha causato un eccesso di ormone della crescita, ma deve essere fatta una ricerca più approfondita per determinarne la causa.

Commenti: 9 (Discussione conclusa)
  • #1

    Satan (venerdì, 19 dicembre 2014 21:37)

    Certo il gigantismo esiste, così come il nanismo ma di giganti particolari si parla perfino nella Bibbia:
    "Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. Allora il Signore disse: “Il mio spirito non resterà sempre nell’uomo perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni”. C’erano sulla Terra i giganti a quei tempi - e anche dopo - quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi…” (Antico Testamento, Genesi – 2 Samuele).

  • #2

    Fabio (venerdì, 19 dicembre 2014 22:53)

    in italia c'è la mummia + bella del mondo rosalia lombardo

  • #3

    Malles (sabato, 20 dicembre 2014 11:16)

    Il gigantismo umano e non solo la filogenesi dei primati va sicuramente considerato. Abbiamo prove moderne e certe se leggiamo l'"United Press" di Alton (Illinois, USA) del 22 febbraio 1937 che cita Robert Wadlow che a 19 anni era già alto 2,80 mt. e pesava 200 kg. Questo moderno gigante morì stando al "Daily News" di Chicago del 15 luglio 1940, quando era già giunto a mt. 2,95 con un peso di 222kg.

    Non meno impressionante era Dolores Pullard Johnson, una donna di colore che a 6 anni era già alta mt. 1,70 e che a 24 raggiunse una statura di mt. 2,49 ed un peso di 195 kg. ma a parte la Bibbia che parla di giganti dandone l'altezza in cubiti, facilmente rapportabili in cm. e senza scomodare Omero e i suoi giganti monocoli, li citavano pure sia Erodoto che Adamo da Brema, Plinio, ma anche l'arabo Abu Hamid al-Garnati, che venne in possesso non di blurfo, ma di "...ossa di genti antichissime, dove un dente era largo 2 palmi e largo 4, la distanza del capo all'omero è di 5 cubiti, e il capo è come una grossa cupola, e ce ne sono molte di queste..." più grandi di Golia dunque

  • #4

    Alby (sabato, 20 dicembre 2014 12:28)

    Il cimitero dei Giganti in sardegna è la prova

  • #5

    IBelive (sabato, 20 dicembre 2014 14:31)

    @Alby

    Luigi Muscas nei campi intorno a Pauli Arbarei aveva trovato anche un dente enorme
    http://www.shan-newspaper.com/web/images/stories/images027/Giganti_04.jpg

  • #6

    vradox (sabato, 20 dicembre 2014 17:28)

    ho le stesse misure della mummia... se la mummia calzasse il 46 potremmo scambiarci le scarpe :-)

  • #7

    Doxa (domenica, 21 dicembre 2014 10:45)

    allora è vero che vradox è una mummia.XDD

  • #8

    vradox (domenica, 21 dicembre 2014 13:41)

    beh, una mummia, diciamo che la mia vita è molto simile a quella di una mummia... forse la mummia ha una vita sociale più frenetica.

  • #9

    Dario (sabato, 27 dicembre 2014 12:44)

    PAre che la notizia sia stata smentita pochi giorni dopo... le mummie non sarebbero così tante, in realtà!
    In ogni caso si tratta comunque id una grande scoperta!
    L’argomento attira davvero tanta curiosità… parliamo di mummie ed Egitto da sempre, ma quanto ne sappiamo davvero?
    Se leggete Focus, sul numero di gennaio c’è uno speciale interessante sull’argomento “post mortem”, lettura consigliata!