Nasa nella bufera: ha speso 350 milioni di dollari per A-3, opera chiusa subito dopo l'apertura

Bufera sull'Agenzia Spaziale Statunitense dopo un'inchiesta del Washington Post. L'autorevole giornale americano ha ricostruito uno scandalo che ha coinvolto la Nasa, in merito alla costruzione di una gigantesca torre di collaudo nel Mississippi, completata nei mesi scorsi e subito chiusa, perché il progetto che i tecnici avrebbero dovuto testarvi, era stato cancellato nel 2010. Tutto al costo di 349 milioni di dollari, più altri 700mila dollari che i contribuenti americani dovranno pagare ogni anno per il mantenimento della struttura, ormai inutile. Come ricorda il Washington Post, la costruzione della torre-laboratorio, alta 30 piani e denominata 'A-3', è stata terminata a Giugno. Immediatamente dopo il completamento, la torre è stata chiusa, come del resto era già ampiamente preventivato. La struttura, nel progetto originario, doveva servire a testare i motori di un nuovo razzo, lo 'J-2X', che avrebbe dovuto riportare gli americani sulla Luna e poi, in prospettiva, su Marte. La torre è infatti dotata di una speciale camera sigillata in grado di ricreare le condizioni di vuoto dello spazio. Lo scandalo coinvolge anche il Congresso americano che avrebbe costretto la stessa Nasa a continuare a costruire un'opera completamente inutile. 

Il  progetto dello 'J-2X', si è arenato definitivamente nel 2010, quando il presidente Barack Obama annunciò di voler rinunciare momentaneamente a ritornare sulla Luna. La torre del Mississippi, originariamente sarebbe dovuta costare 119 milioni di dollari ed essere completata nel 2010. Il prezzo, come spesso accade, negli anni è lievitato a 349 milioni di dollari e la data di completamento spostata nel tempo. Nessuno dei dirigenti della Nasa in questi ultimi quattro anni ha voluto assumersi la responsabilità di fermare il progetto di propria iniziativa, nonostante fosse ormai evidente la sua inutilità.

 

Anche perché il Congresso, che deve verificare e monitorare l'operato dell'agenzia spaziale, su richiesta di un senatore del Mississippi, ha ordinato il completamento della struttura. Mortificata dai tagli ai suoi programmi e dai continui ridimensionamenti dei suoi obiettivi, la Nasa, scrive il Washington Post, dai gloriosi giorni della conquista dello spazio è ormai diventata simile a qualsiasi altra burocrazia. E' ciò che accade a una grande organizzazione quando perde il senso della propria missione.

 

I media americani sono spietati nella critica. Secondo i giornali d'oltreoceano in Mississippi, la NASA ha costruito un monumento alla propria deriva istituzionale.

La Torre è stata non solo completata, ma finanziata e approvata da gruppi intermedi di persone che, in sostanza, hanno "implicitamente ammesso  che il programma spaziale americano non aveva niente di meglio da fare", scrive sempre il Washington Post.

 

"Che diavolo stanno facendo? Voglio dire, questi sono un sacco di soldi sudati del popolo ", ha detto David Forshee, che ha trascorso 18 mesi come capo generale delle strutture  che hanno contribuito a costruire l'impianto generale della torre. Come altri operai, aveva preso orgogliosamente parte a questo gigantesco progetto per scoprire che era andato tutto in naftalina un giorno dopo l'apertura.

"E 'straziante sapere che pensavi che avresti fatto qualcosa di buono e tutto quello che hai fatto è andare in giro in un maledetto cerchio, come un cane che si morde la coda." ha detto Forshee.

 

La polemica è ancora più forte in un momento in cui la Nasa deve soffrire alcuni incidenti di percorso e contemporaneamente i successi dell'ESA, stanno cominciando a diventare difficili da gestire per l'opinione pubblica americana, abituata da sempre all'eccellenza e costretta a guardare prima l'aiuto della Russia per portare gli astronauti sulla ISS e poi vedere Rosetta conquistare una cometa per la prima volta nella storia.

 

La grandezza e il primato tecnologico della NASA non è in discussione, ma questi ultimi scandali hanno fatto scendere la fiducia nell'agenzia spaziale, da sempre fiore all'occhiello del modello americano di sviluppo e predominio dello spazio, in un'avanguardia ormai consolidata. La Nasa si difende e dice di non avere colpe, racconta di essere stata fregata dagli appaltatori, e poi di essere stata "commissariata" dal Congresso, e ricorda che negli ultimi anni i suoi successi sono stati enormi e cita come esempio il telescopio Webb pronto per diventare operativo e costato un miliardo di dollari. Ma qualcuno accusa: è incomprensibile non essere più andati sulla Luna e buttare quasi mezzo miliardo di dollari per un cimitero di cemento e acciaio come è diventato il progetto A-3. 

La torre A-3: ormai un cimitero degli elefanti appena dopo la sua apertura
La torre A-3: ormai un cimitero degli elefanti appena dopo la sua apertura

Approvati nuovi finanziamenti per la sostituzione dei motori RD-180

 

Intanto i finanziamenti per altri progetti di ammodernamento continuano. È stato annunciato il 9 dicembre un accordo in merito a un finanziamento di 220 milioni di dollari per lo sviluppo di un nuovo motore che dovrebbe sostituire l’attuale RD-180, di produzione russa, in uso sul vettore Atlas V dell’United Launch Alliance (ULA).

Il vettore Atlas V viene utilizzato, insieme al Delta IV, per lanciare la maggior parte dei satelliti statunitensi.

Il finanziamento è stato inserito nella legge di spesa denominata “Consolidated and Further Continuing Appropriations Act for 2015”, la quale finanzia la maggior parte delle attività federali per il proseguio dell’anno in corso, nonostante l’opposizione della US Air Force. A novembre, infatti per voce del generale John Hyten, comandante dell’Air Force Space Command, era stata affermata l’assenza di un piano per l’acquisizione di un nuovo motore, il quale per altro avrebbe richiesto notevoli modifiche ai lanciatori.


 

Nella relazione che accompagna il finanziamento è stato imposto all’Air Force un termine di sei mesi, per elaborare un piano strategico in merito alla riduzione del rischio e lo sviluppo della tecnologia necessaria al nuovo motore. La Camera ha approvato il disegno di legge l’11 dicembre, che è in attesa di approvazione al Senato.

La spinta per un nuovo motore a razzo degli Stati Uniti è stata alimentata principalmente dalle preoccupazioni in merito alla futura disponibilità del RD-180 a seguito dell’intensificazione delle tensioni con la Russia per la crisi in Ucraina. Il programma stesso è stato chiamato Competitive Rocket Innovation Motor/Engine Arrangement, o CRIMEA, il nome del territorio ucraino annesso dalla Russia lo scorso marzo. Di recente ULA ha affidato alla società Blue Origin lo sviluppo di un nuovo motore del quale si prevede una versione dimostrativa per il 2019.

Commenti: 9 (Discussione conclusa)
  • #1

    UfoDrome (mercoledì, 17 dicembre 2014 09:37)

    sono lustri che vado dicendo che tutte le presunte missioni nasa ... altro non sono che occultamento di fondi governativi per foraggiare pochi ignoti ...

    da noi ci sono "expo 2015", "mafia capitale", "mondiali di nuoto 2009", "italia 90", "tangentopoli", "calciopoli 1,2,3,4,5" prossimamente "olimpiadi 2024" ...

    mentre negli usa rubano più in grande ... fanno cose alla "guerre stellari" ...

  • #2

    Giotto (mercoledì, 17 dicembre 2014 09:43)

    Tutto il mondo è paese purtroppo, il presidente dal centro italiano aerospaziale si è dimesso per tangenti... al confronto gli americani sono dilettanti.

  • #3

    Daniele (mercoledì, 17 dicembre 2014 17:42)

    Se mai diventero Re,Imperatore,capo di stato o altro il mio primo atto sara'
    Pena di morte in diretta nazionale a chi ruba,froda,o partecipa a operazioni finanziare truffaldine col lo scopo di appropiarsi dei soldi dei cittadini.
    e se colti in flaganza di reato....nessun processo ne avvocati.
    O si fa cosi o tra 10 anni questa gentaglia si prendera' pure le nostre mutande.
    E pensare che negli USA in certi stati se guidi e il tuo tasso alcolico supera anche lo 0 di 0.00000000001 ti processano per direttissima e fai 5 anni di galera....poi pero puoi rubare milioni di dollari....

  • #4

    enk (mercoledì, 17 dicembre 2014 23:18)

    @Daniele.......l'unica arma che abbiamo noi, comuni cittadini, è andare a VOTARE alle elezioni politiche. Basterebbe solo , senza ammazzare nessuno , MANDARE A CASA i LADRI!! Votare, e non disertare i seggi elettorali per protesta contro la mala politica.. "loro" non desiderano altro. Più cittadini se ne fregano e si escludono dalle decisioni collettive , e meglio è per loro! Votare chi propone l'abolizione della casta , cioè , non più di 2 legislature è poi via...di nuovo a lavorare. Così non si farebbero più leggi a pro' dei politici sapendo che da quella "CASTA" ne esci. Sappiamo BENE chi propone queste leggi e tante altre giuste. U.A.G. cià... :-)

  • #5

    Daniele (giovedì, 18 dicembre 2014 13:40)

    @enk
    Il problema e' che alle elezioni in italia puoi sceglere solo tra la "soubrette" sexy,il pluripregiudicato,il banchiere,l ìintrallazzatore,l'immancabile imprenditore multimiliardario,e il simapitocoe di turno.che fa una bella campagna piena di buone cose e appena prende i voti te lo ficca nel.....
    Queste persone non rappresentano nessun cittadino rappresentano solo i loro interessi personali e basta.
    E io non voto da 10 anni perche' non mi sento rappresentato da nessuno di questi cialtroni.
    Penso anche l'opposto della tua tesi. Ossia se alle prox elezioni il totale dei voti fosse ZERO (non ci rappresentate) forse qualcosa cambierebbe.
    Ma qui basta che prometti un gratta e vinci o 80 euro (una serata in pizzeri per una famiglia di 4 persone) e fai il botto di voti.....
    quindi.... buon appetito sia ai politici che agli italiani.

  • #6

    enk (domenica, 21 dicembre 2014 02:21)

    Daniele è dieci anni che non voti? e se ti levassero il diritto al voto? essere trattato come un "bimbominkia"? io lo farei a quelli che si comportano come te. Vedrai allora ti incazzeresti! Scusa il tono ma da te mi sarei aspettato una trovata più geniale, invece sei come quelli che critichi..... si sentono superiori , hanno la verità , e soprattutto....non dicono Mai Ho Sbagliato! Sono arroganti e saputelli è hanno la FACCIA come il bronzo. Parli proprio come un italiano medio. Complimenti. hai ragione ....non si andrà da nessuna parte....stasera sono incazz.. e il saluto Galattico non lo auguro....perché purtroppo come te ce ne sono TANTI.

  • #7

    Daniele (domenica, 21 dicembre 2014 13:05)

    @enk
    Capisco il tuo punto di vista, e anche il tuo sfogo lo capisco.
    Ma devi anche vedere il mio punto di vista.
    Se devo votare per qualcuno, quel qualcuno deve rappresentarmi.
    Io non vedo nessuno che mi rappresenti, o che faccia gli interessi della gente.
    Vedo solo banchieri,imprenditori multimiliardari,Intrallazzatori...e belle f...ghe messe li per prendere i voti dell' italiota.
    Io non mi reputo superiore a nessuno.
    Ho fatto l'operaio specializzato per tanti anni e ho viaggiato molto.
    Ma chi dovrei votare ? S.B ? superimprenditore che fa leleggi per le sue aziende, o un altro imprenditore ? cosi questo la prima cosa che fa taglia lavoro e stipendi cosi fa' il triplo dei quattrini !
    Voto un Banchiere ? che cosi con le mie tasse ripiana i "debiti di gioco" delle banche ?
    Voto la soubrette o il presentatore ?
    Voto Renzi ? Il bel faccino con i discorsi scrtti dalla fata turchina, ma che poi fa solo gli interessi di banche e colossi finanziari ?
    E poi ?
    Mi parli del diritto di voto.....ma con quale legge ? quella che mi permette di votare solo un partito e poi decidolo loro chi mettere al governo ?
    Di che democrazia mi stai parlando ? Monti e' forse stato eletto (in italia non si legge il presidente del consiglio, ma lui non era neppure in politica !!)
    E Letta ? chi lo ha mai votato al fine che diventasse presidente del consiglio ? e Renzi ? NESSUNO.
    Quindi in realta e' solo un teatrino, dove la gente crede di votare, ma in realta' i giochi sono gia' stati decisi !
    Altra questione. Non abbiamo piu' sovranita' nazionale ! quindi possono votare anche me e te ma non possiamo fare nulla !
    Non abbiamo la sovranita' monetaria grazie all'euro, non possiamo stampare, ne svalutare denaro, non possiamo dare contributi alle aziende (vietato dall'europa), non possiamo aiutare l'agricoltura (per esempio quote latte bloccate) come l'eccedenza di prodotti agricoli.
    Quindi ?
    La verita' e che abbiamo perso la democrazia ! questi fanno e' disfano la costituzione come vogliono. Non esite piu' il lavoro fisso,non hai uno stipendio che copra affitto e riscaldamento, non riesci a pagare bollo assicurazione luce gas e telefono. L'indice di natalita' vero e' dello 0,2%
    un figlio ogni 5 coppie (loro dicono 0,8 ma perche ci mettoni i figli di immigrati nati in italia e i figli degli italiani all'estero insomma barano !)
    Il 57% della popolazione italiana ha superato i 57 anni. La poolazione tra 0 e 40 anni e' di 11 milioni, di cui la forza lavoro e per il 25% disoccupata
    e il 32% ha lavoro saltuario o sottopagato. I laureati e neodiplimati cercano lavoro all'estero.
    Fatti una proiezione tra 20 anni e trai tu le tue conclusino.
    Il paese e' spacciato ! tra 60 anni tutti i giovani italiani (autoctoni) tra 0 e 25 anni saranno 2,8 milioni ! Potremmo metterli tutti a Milano per esempio e lasciare l'intero paese deserto.
    E' finita !!!!

  • #8

    enk (domenica, 21 dicembre 2014 14:11)

    Daniele....ma pensi veramente che "se alle prox elezioni il totale dei voti fosse ZERO" cambierebbe qualcosa????? Ma non vedete che (parlo dei politici. e anche i giornalisti) quando fanno la faccia Afflitta , Rammaricata , Addolorata per la mancata partecipazione degli Elettori ai seggi è solo una faccia di circostanza Ipocrita e falsa ? Se fosse come ti auguri ,(e io spero di no Daniele) , "loro" si troverebbero in mano tutto il piatto per poterlo "amministrare" per noi . Perché noi gli avremmo dato la delega , legittima . Si perché il giuoco continuerebbe , e le regole....bontà nostra , le farebbero "loro". Secondo te abbasserebbero le tasse ? ahahahahah..... Daniele....e poi dici ingenui agli altri? SVEGLIATEVI ITALIANI.....gli faremo solo paura e ci rispetterebbero di più vedendoci SEMPRE presenti , attenti , a tutte le leggi e processi vari !!! Come dici te , andrebbe bene, se Buttassimo a Monte il giuoco smettendo di dargli i soldi....Ma allora si incazzerebbero , e la forza Pubblica ( che ora ci difende, ahahaha...dicono loro ) ce la manderebbero contro...Dai retta palle...l'unica forza che abbiamo è quella che ti ho esposto io . U.A.G.

  • #9

    Giorgio (sabato, 27 dicembre 2014 23:48)

    E fu cosi'che la NASA, un tempo gloriosa, perse l'unica cosa che la spingeva oltre.
    Lo spirito.
    La politica fece cancellare il programma Constellation.
    Ci avrebbe pensato la paura a fare da alibi alla scelta di campo dell'amministrazione Obama.
    Cosi'vollero vendere qualcosa di diverso agli americani, la missione su un asteroide.
    "Sulla luna ci siamo gia'stati"disse Obama, e detta cosi'sembra quasi una frase sensata, quando l'argomento e'dove passare il weekend, ma questo basta alla gente, a trasmettere il concetto.. Niente luna, ci siamo gia'stati.
    La morte delle idee.
    La spesa era la stessa, si sapeva, ma su di un'asteroide e'difficile piantare la bandiera... Obama aveva raggiunto uno dei suoi obiettivi.
    Niente connotati di conquista.
    La mia America sara'diversa, pensava Obama.
    Poi si capi', alla NASA, che l'asteroide era lontano. Cosi'lontano. Un mese di viaggio.. La Orion e'stretta.. Riusciremo a sviluppare il modulo abitativo in tempo?
    Ci hanno tagliato i fondi.. Niente modulo abitativo.. Dobbiamo risparmiare..
    Andremo a prendere l'asteroide con una sonda.
    Ma la sonda puo'portare al massimo una roccia grande come un suv..
    Ce la faremo bastare.. Agli americani non avevamo detto quanto sarebbe stata grande.
    Cosi'la NASA decise di rinunciare anche alla missione all'asteroide.. Ora era l'asteroide che doveva raggiungere la missione...
    Bisognava portare un misero asteroide grande come un'auto in orbita lunare.. E poi mandare gli astronauti.
    Fu cosi'che l'esplorazione dello spazio profondo si ridusse all'esplorazione dello spazio ravvicinato "se proprio dobbiamo".
    Questo almeno ci tocchera'farlo dicono alla NASA, ma visto che dobbiamo farlo.. non si puo'rimandare? Io sto per andare in pensione e non voglio grane. E poi ho il baseball.
    Io anche. Rimandiamo dal 2021 al 2025?
    Sara'meglio.
    Ora come sappiamo la missione e'rimandata al 2025, per motivi di "sicurezza".
    Se il programma Apollo avesse avuto la stessa tempistica, ora staremmo ancora assistendo alle selezioni di chi sara'il primo uomo a mettere piede sulla luna.
    Ma alla NASA c'e'ancora un problema: le tute per le EVA sono troppo grosse.
    La Orion e'stretta.
    La NASA, notizia di questi giorni, dovra'adattare le tute ACES di sicurezza, ignifughe, indossate nei lanci shuttle, per fare le EVA in orbita lunare.
    Non ci avevano pensato prima??
    Dicono alla NASA.. ma dovremo depressurizzare la Orion.. Lo facevamo negli anni sessanta in orbita terrestre..
    Che si fa? Ce li danno i soldi per l'airlock, la camera stagna? No.
    Ma neanche una camera stagna?
    No.
    Ma neanche se e'tra dieci anni?
    No.
    Ma A Kennedy non bastarono 10 anni per mandare gli astronauti sulla luna? Anche se il computer non esisteva ancora?
    Gia'.
    Il computer non esisteva ancora.
    Ma lo spirito si.