Le frecce tricolori, l'ufo che è un Lens Flare e il GAUS che va su tutte le furie

Un "Ufo" durante un'esibizione delle Frecce Tricolori. Da tre giorni non si parla d'altro, nei siti a tema e non solo. Abbiamo già affrontato l'argomento nel forum, dove è stato spiegato nei dettagli che l'oggetto che si vede è un lens flare, qualcosa che non esiste fisicamente ma è provocato -di solito- da un'errata diffrazione della luce nel gruppo ottico. Nonostante questo quello che sta succedendo in queste ore ha dell'incredibile. Prima di tutto i fatti: L’oggetto volante non identificato appare in un filmato girato lo scorso 14 giugno a Forte dei Marmi. Il documento è stato presentato in anteprima dal GAUS, il Gruppo Accademico Ufologico Scandicci, durante il XV Convegno internazionale di ufologia di Firenze.

Il video è opera del cameraman Fabrizio Scorza, 47enne di Viareggio. Doveva realizzare un filmato di backstage il giorno delle prove dell'esibizione della Pattuglia acrobatica nazionale, prevista per l'indomani, il 15 giugno. Al convegno ha descritto così quello che è accaduto. "Era una giornata caldissima e nell'aria si percepiva qualcosa di strano. Durante l'esibizione c'era un certo nervosismo: i computer, i tablet, gli Ipad si bloccavano. Anche le comunicazioni tra gli aerei in volo e il personale a terra avevano dei problemi”.
Domenica in tarda serata la diffusione del video diventato virale rapidamente.

Così Scorza descrive quello che ha ripreso il 14 Giugno:

 “Lì per lì non ci ho dato peso  Sono particolari che mi sono venuti in mente solo in un secondo momento, quando ho rivisto le immagini che avevo girato. Mentre filmavo le evoluzioni delle Frecce Tricolori, con l'occhio fisso nell'obiettivo, non mi sono accorto di nulla. A casa, invece, mentre selezionavo le immagini migliori per avere un girato su cui lavorare, mi sono accorto di quel pallino".



Caso denunciato ai Carabinieri 

L'analisi di Scorza - secondo le cui stime l'oggetto volava a 500 metri sopra le Frecce, quindi a una quota di circa 2mila metri, ad altissima velocità -  è stata confortata dalle analisi degli ufologi del GAUS. Il cameraman ha compilato presso i Carabinieri  di Massa Carrara l'apposito "Modulo di avvistamento di Oggetto volante non identificato", che poi è stato inoltrato all'Aeronautica militare per gli accertamenti di sua competenza, "ma di quell'"Ufo" non ho saputo più niente", dice.



A spiegare l'anomalia nei dettagli ci ha pensato un ottimo articolo di UfoOfInterest, (in continuo aggiornamento) che ha provveduto a informare Scorza e la redazione del Gruppo Accademico Ufologico Scandicci, ottenendo per tutta risposta la cancellazione della segnalazione dal profilo Facebook, e la proposta di "ricreare il fenomeno in un video e spedire le prove". Una richiesta irrazionale e impraticabile, che non prendeva minimamente in considerazione la spiegazione proposta.


-Al lato la gif animata che tanto fastidio ha creato tra i membri del Gaus.-


Intanto Cun, Centro Ufologico Nazionale faceva uscire un comunicato in cui non solo confermava che l'oggetto era reale, ma lo etichettava come "Incontro ufologico del Secondo Tipo", aggiungendo che "durante il volo della pattuglia acrobatica si erano verificate interferenze elettroniche e un blackout nei dispositivi di volo e negli apparecchi audio video delle vicinanze."


Nel frattempo nel forum l'utente Gucumatz trovava un video girato mentre la PAN si esibiva quest'anno in Svizzera. Anche in quel caso ecco apparire un lens flare.
La richiesta di replicare in video l'avvistamento era stata esaudita.


Questo si legge nel post di Gucumatz

Strana coincidenza: si vede proprio al minuto 8:26 un riflesso in corrispondenza della stessa manovra di Forte dei Marmi. Questa volta però sta sotto e non sopra alla scia (la manovra avviene sopra le teste degli spettatori, molto in alto. Può farsi che questa inquadratura faciliti in qualche modo la formazione di riflessi nelle lenti)  Nei secondi successivi, ecco invece altri flares che si spostano, mutano forma, fino ad un punto (che un Gaussiano qualsiasi probabilmente definirebbe "solido") ben evidente, che si forma ad 8:30 e svanisce ad 8:33 


Ecco a seguire il video e uno screenshot del momento esatto in cui si nota un lens flare molto simile.

Screenshots: Felisianos
Screenshots: Felisianos

Gucumatz individua almeno un altro filmato del 14 giugno 2014 (giorno delle prove, lo stesso delle riprese di Scorza). Durante la stessa manovra l'ufo non si vede.

Screenshots: Insider
Screenshots: Insider

Da qui in poi comincia una lunga disputa tra centri Ufologici con gli interventi del CISU che smentiscono l'ufo e avvalorano la tesi unanimemente riconosciuta del riflesso, e il GAUS sulle difensive che continua nella sua fragile versione dei fatti.

Questa è solo una piccola parte della vicenda, sufficiente comunque per farsi una chiara idea di come sono andate le cose. 
Per gli approfondimenti vi rimandiamo alla discussione nel forum continuamente aggiornata e all'articolo già citato di UfoofInterest, dove troverete altre informazioni e una ricostruzione puntale dei fatti, come si sono svolti fin'ora.

Discutine con noi nel forum: [Risolto] Ufo durante l'esibizione delle Frecce Tricolori . (pagine:1 2 3 4 )

Commenti: 25 (Discussione conclusa)
  • #1

    UFO of Interest (giovedì, 13 novembre 2014 19:55)

    ***Nuovo update***

    Stavolta il GAUS + CUN capiranno il madornale errore in cui i loro "esperti" sono incappati?

    La videoanalisi: https://www.youtube.com/watch?v=R12rY2Lch-s

  • #2

    Yale (giovedì, 13 novembre 2014 21:37)

    Il G.a.u.s dovrebbe sostituire la sigla gruppo accademico con gruppo improvvisato, per non parlare del comunicato del CUN.
    Come si fa a risultare più ridicoli di così ?

  • #3

    Roberto Pieroni (giovedì, 13 novembre 2014 22:06)

    Intanto complimenti per l'illustrazione della storia sia al signor Ufo.of.interest, al forum, e al signor Gucutmaz.
    Non posso dire lo stesso del signor Baldini che ha curato il simposio. Operazione dissennate come questa distruggono per sempre il tentativo di creare a Firenze un gruppo autorevole, sano e portatore di un'ufologia corroborata di dati. Nonostante creda alla sua buona fede e sappia quanta dedizione metta in questa passione questa volta è andata male, ma chi si ferma è perso.

  • #4

    Giotto (giovedì, 13 novembre 2014 22:52)

    Bah..tutto sto casino per un gioco di luce, era proprio necessario?

  • #5

    chip (venerdì, 14 novembre 2014 09:55)

    e' giorno, ci sono inquadrature con il sole, in due foto con inquadratura diversa il presunto oggetto una volta c'e' ed una volta no, é certamente un lens flares!

    Oppure qualche sputazzo degli urli della gente o qualche gocciolina di umidità e tra una foto e l'altra é stato pulito l'obiettivo con un panno di pelle per occhiali! :-D

  • #6

    Franz (venerdì, 14 novembre 2014 14:34)

    Roberto Pieroni " questa volta è andata male" il problema sta nella mancanza di professionalità non nella mancanza di fortuna.
    " Ma chi si ferma è perso"chi si allontana dalla scienza per rifugiarsi nel mondo delle illusioni è perso.

  • #7

    Angelo (sabato, 15 novembre 2014 14:36)

    Dopo il comunicato del CUN che confermava l'oggetto reale ed etichettarlo come "Incontro Ufologico di Secondo Tipo" mentre era solo un LENS FLARE noni credo più alle loro dichiarazioni, anzi mi porta a credere che i casi da loro dichiarati "BUFALE o FALSI" siano reali.
    Mi associa con quanto detto da Yale.

  • #8

    Malles (sabato, 15 novembre 2014 16:36)

    Di tutto un pop, pop sudamerica...
    Non prendo congedo (non l'ho mai fatto) da alcune componenti ed ipotesi socio-psicologiche, nonchè sblurfoni-oni-oni, frocchie di lanterne indiane e di lens flares, come componenti del problema ufo, ma continuare a ciurlare nel manico con casi che si prestano ad autocompiacimenti omuncolari, beh! Oltre che scontato, alla lunga diventa puerile, casistica alla mano. Non metto in discussione l'orientamento razionale, ma questo, se non segue anche i binarì della NON logica, andrà inevitabilmente in un'unica direzione, che porterà sempre alla solita stazione, senza considerazione per le altre fermate...

    Non tutti hanno il tempo di seguire per 25 ore al giorno un proprio blog dove l'impostazione è sempre risibile ad inciuccio, atta a convincere la non esistenza del fenomeno in esaltazioni riflettenti. Il fenomeno non aveva lens flares quando nei secoli scorsi veniva immortalato in schizzi, disegni e pure dipinti. Esistono reperti ufo che testimoniano la loro concretezza. Abbiamo od avevamo (perchè i reperti spariscono misteryosamente in base ad una politica UFO facilmente comprensibile) di varia ferraglia, raccolte dall'Ing. Schmidt in Canada ed appartenenti ad apparecchiature ufo avariate o frantumate. Alcune contengono ortosilicato di magnesio associato ad ossido di ferro idrato. Anche l'ufo esploso in Siberia nel 1908 conteneva sferule di silicato e magnetite (ferro magnetico).

    Non solo lens flares dunque? Certo che no, per rimanere in Canada, nel maggio 1967, il tecnico Steve Michalak recupera alcune barrette metalliche cadute da un ufo e che alle analisi fatte dal Consiglio Nazionale delle Ricerche risultano del 93% d'argento in lega con rame e cadmio, adattissime per campi magnetici molto intensi. Ancora in Canada, nel 1947, non erano riflessi i frammenti (descritti nel famoso Dahl Report), i cui esami accurati non vennero mai descritti perchè subito dopo le perizie perirono con tutta la commisione in un mysterioso incidente aereo del tutto anomalo.

    Strane pure le analisi fatte a Campinas su materiale caduto a "fiocchi di neve" da un ufo, affettuata a San Paolo del Brasile dal Dr. Osvaldo Maffei nel 1954 (gemellaggio con Firenze? I soliti ragnetti?) che detenevano componenti al 91% di stagno chimicamente purissimo, stagno dell'isotopo più pesante. Nè era un riflesso l'oggetto caduto da un ufo a Vins, (Francia) nel 1957 ovoidale, che sfregato assumeva tinte iridate ed era intaccabile, oppure gli aghi metallici , ritrovati a tambov dopo il solito riscontro d'ufo (sud di Mosca) e studiati dal geofisico russo A. Zayekin. Lunghi dai 5/8 cm. corrispondono a un quarto della lunghezza d'onda di una trasmissione di 32 cm. (frequenza a 938 MH), hanno quindi banda libera da interferenze.

    Nè sono lens flares certi filamenti metallici rilasciati da passaggi d'ufo, così come altri filamenti (i capelli d'angelo) caduti a Orolon, in Francia, a Prato, Firenze, Roma, Mantova, come in Inghilterra, e in America (specie in California), ma potrei continuare, altro che ragnetti o riflessi, queste sono cose concrete, con componenti che nessun ragno potrebbe contenere senza...sbavare. Tornando al caso in questione, prima di urlare risoltooo!! Io per correttezza aspetterei ancora un pò, in ogni caso. L'ufologia (quella vera) ha ben altre freccie al proprio arco, anzi, colgo l'occasione per cosigliare, se mi è concesso, di porre l'attenzione, anche a quei casi che digeriscono facilmente qualsiasi riflesso, questi sono veramente tanti e a mio modo di vedere andrebbero proposti, se non altro per una questione di bilanciamento. Un saluto

  • #9

    UFO of Interest (sabato, 15 novembre 2014 20:06)

    Malles, questa volta il tuo eterno lamento davanti al muro del pianto ufologico avresti dovuto proporlo al GAUS e al CUN, che hanno portato avanti un caso che si smontava con la semplice osservazione del video. Ma i signori della fuffa hanno insistito e perseverato facendo uscire annunci di un caso epocale. Vai dunque a lagnarti con Marchetti e con Pinotti i quali hanno posto in atto, rispettivamente, un caso demenziale insistendo su un (inesistente) oggetto reale con scia ed un comunicato stampa ben oltre i confini del ridicolo.

    E' inoltre divertente vedere come non sei mai in grado di restare sul pezzo andando a scavare nel buco in cui tieni nascosti i tuoi raccontini.
    Magari la prossima volta che intendi fare l'ennesimo giro largo per non dire nulla, fai un salto sul sito dell'epac.it che di certo potranno darti una mano perchè non oso immaginare in che condizioni sia omai ridotto il tuo fegato :-) (si scherza eh, quasi).

  • #10

    Malles (sabato, 15 novembre 2014 22:10)

    Che simpatico, il buffETTO, davvero. Sinceramente, il tuo cercar fuffa 25 ore al dias gronda ormai muffa, ravani nel solito buco equivoco, io mi sarei già stancato, si vede che hai pià resistenza (e tempo) di me, quindi per una volta faccio i complimenti alla costanza (uno si diverte come può).
    Domandina innocua : se veramente vuoi sbugiardare l'ufologia, perchè non provi qualche volta ad uscire dagli sbavamenti consueti di trasandati e ripetitivi clichè, i quali fanno ormai addormentare, è la solita minestra, eddaje, non provi dunque a fare un passo indietro, basta uno, e a convenire che oggi come oggi pronunciarsi definitivamente pro o contro la problematica ufo risulta da incompetenti? Perchè non provi ad indagare una volta (dico una) su UNO di quei casi che ti portano a concludere che il Pianeta Terra è sotto sorveglianza di diverse civiltà NON terrestri (bada, NON ho detto o forzato solo extra).

    Le quali mostrano di possedere una tecnologia più evoluta della nostra di migliaia, forse miglioni di anni. Capiresti pure che è in corso di svolgimento una qualche sorta di "operazione" o "piano" il cui fine ultimo potrebbe essere un contatto diretto con noi. Ti renderesti conto che alla fin fine non sembra implicita in questo piano una minaccia militare, se fossero ostili, non ci sarebbe nulla che noi potremmo fare per opporci. Questa sembra, ma NON è fantascienza, puoi arrivarci anche tu, certo, per i primi tempi ti mancheranno gli amati lens flares, ma poi ti passerà...

    Certo che se ti appisoli appeso alle lanterne congolesi non leverai mai un ragnetto dal buco (quello che occupa la parte esilarante delle ragnatele o capelli d'angelo, che tu non ammetti, ma che sai benissimo, nulla hanno a che vedere con la bambagia silicea rilasciata in tante occasioni al passaggio di ufo). Fai rientrare dalla finestra ciò che butti dalla porta, capiresti con ciò che lo scopo dovrebbe essere incentrato a capire l'origine e il significato del fenomeno ufo (che non sono nè i riflessi nè gli insetti salta-video), e che è altrettanto ovvio che il perseguimento di tale scopo non deve condizionarti da dogmi o postulati di partenza, Se non parti libero da questo NON farai mai vera ricerca, professeresti solo una fede, che è poi quello che realmente hai fatto fin'ora. Urge dunque una svolta e un nuovo indirizzo. Salutiamo

  • #11

    Elpaso (sabato, 15 novembre 2014 23:47)

    @MALLES
    Sarebbe ora di aggiornarsi dopo i casi degli anni 60. I lens flare c'erano anche prima, il carosello di ufo in campidoglio erano Lens Flare.

  • #12

    Receptionist (domenica, 16 novembre 2014 17:08)

    I lens flare erano presenti anche su vari dipinti de passato.

  • #13

    Malles (domenica, 16 novembre 2014 17:42)

    Buenos dias caro amigo paso doble. Vorrei capire, per poter approfondire, tu a quale evento ti riferisci, a quello sul Campidoglio del 21 ottobre 1954? Oppure a quello sul Campidoglio (e su Roma) del 18 luglio 1960? Oppure a quello sul Campidoglio del 1963? Oppure a quello sul Campidoglio (e su Roma) del 5 ottobre 1965? Dato che non sento la tua risposta, estraggo una carta nel mazzo e ti menziono quello del 1965. OK? L'avvistamento si verificò il 5 ottobre 1965, esattamente alle ore 20,21. Centinaia furono le telefonate da parte dei testimoni che lo descrissero concordamente da ogni parte di Roma, dal Campidoglio, EUR, S. Giovanni, Colle Oppio, Corso Vittorio Emanuele, Lungotevere Portuense e Arnaldo da Brescia, Piazza della Croce Rossa, Tor Lupara, Nomentana, e persino dai Castelli Romani zona Frattocchie, nei pressi di Marino.

    Come dicevo, l'oggetto fu osservato da centinaia di testimoni, di ogni età e categoria, studenti, casalinghe, avieri (come Eugenio Arguri e Franco Nibbi, che vollero deporre), un generale in pensione, un Col. dell'Aeronautica in servizio, ecc. ecc. Il sù citato colonnello affermò con altri testimoni, che l'oggetto, a uovo, di colore rosso-azzurro, luminoso e circondato da un alone abbagliante, viaggiava nel silenzio più assoluto, si fermò per qualche secondo, poi riprese il volo velocissimo, alzandosi ogni tanto in verticale per superare gli ostacoli (la sua altezza era di circa un centinaio di mt. con un diametro di circa 25/30).
    Secondo l'ufficiale l'oggetto aveva una velocità superiore a Mach 3, (oltre i 3600 km. orari).

    Le stime furono ritenute in seguito attendibili anche perchè fornite da un colonnello dell'aeronautica. Se non credi a me puoi sempre verificare sui giornali dell'epoca e soprattutto su "iI Tempo del 06-10-1965" che si fece cura di rintracciare diversi testimoni oculari. Negative furono le ricognizioni radar della DAT (che poteva captare un oggetto volante fino a Mach 3 e non oltre) ed anche perchè volava a quota troppo bassa. Caro Elpaso, per gli scettici ad oltranza, come al solito tutte le spiegazioni vanno bene, anche le più forzate e meno soddisfacenti, pur di non ammettere che l'impossibile...talvolta è possibile.

    Concludo ribadendo che questo avvistamento e tutti quelli con analoghe caratteristiche peculiari di forma, dimensione, colori, velocità, luminosità, silenziosità assoluta e comportamento in volo, non possono essere confusi con le lampade di Aladino. Gli avvistamenti di oggetti veramente insoliti, indipendentemente dalla loro denominazione di "dischi volanti", UFO od altro, e dalla loro natura e provenienza, sono tutt'altro che infrequenti un pò dovunque e che non sono nemmeno parenti alla lontana con gli abbagli derivanti dagli ormai logori lens flares. Un saluto

  • #14

    Franz (domenica, 16 novembre 2014 18:59)

    Malles"Le quali mostrano di possedere una tecnologia più evoluta della nostra di migliaia, forse miglioni di anni"ma gli ufo crash dimostrerebbero invece il contrario che questi non sono poi cosi evoluti.

  • #15

    UFO of Interest (domenica, 16 novembre 2014 21:11)

    Malles, a quanto pare le continue lezioni che prendi non ti offrono alcun insegnamento. Sarà masochismo il tuo, contento tu.
    Molto brevemente, così ti lascio ripescare l'ennesimo raccontino dal sopra citato pertugino.
    La fuffa di cui tu parli non la si va a pescare h24, sono i cialtroni dell'ufologia che la propongono in modo ossessivo. Ci sei quindi? Sei connesso sul pezzo e sei ancora ancorato all'ultimo episodio de La casa nella prateria?

    Non hai fatto che confermare il modo in cui ti descrivevo nel mio precedente. Non commenti la ridicola farsa portata avanti dal GAUS e dal CUN preferendo invece raschiare il fondo del tuo barile, senza accorgerti che è vuoto da decenni. Non puoi sfogare la tua frustrazione accusando coloro che spiegare con i fatti le marachelle demenziali prodotte dai sopra citati. Devi cambiare mira e usare come tuo sfogatoio uno dei tanti rappresentanti della fuffa: Fratini, Carannante, Pinotti, Marchetti, Urzi, Bongiovanni, Caria. Chiedi loro perchè ti prendono per il culo mentre gli porgi pure l'altra chiappa.

    Arrivi a capire, oppure no, che sono questi il male dell'ufologia e non chi li sgama?
    Bene, ora torna pure ai presunti casi degli anni 50-60-70 che di qualcosa dovrai pur parlare.

  • #16

    Yale (lunedì, 17 novembre 2014 01:15)

    Siamo alle solite , i banditi sono quelli che scoprono il falso. Spostiamo l'attenzione della figura di merda del gaus a chi la smaschera. Ottimo..Ma chi ha ordinato ai gausiani di contattare mezza europa con il loro ufo spettacolo? Se ti presenti con un ufo poi non ti lamentare se la gente con due occhio e un cervello lo guarda e pensa di essere stata presa per il culo. La colpa di chi è? Chi ha chiamato le redazioni dei giornali, questi centri ufologici danno da mangiare ai cacciatori di bufale ed è l'unica ufologia che passa in tv e su internet. O dovremmo parlare fino alla sfinimento sempre dei roswell? I casi li propongono gli ufologi, datevi una svegliata.

  • #17

    Malles (lunedì, 17 novembre 2014 15:44)

    Non mi sembra serio caro Insider offuscare uno studioso come il Dr.Pinotti, che oltretutto ho conosciuto alcuni anni fa, il quale ha alle spalle più di 45 anni di studi in ambito ufologico. Lui come altri non è senza peccato, come del resto chi gongola sopravvalutandosi di essere uno sgammatore arrivando perfino a falsificare foto vere. Ogni riferimento è puramente casuale. Se non altro le traduzioni di Pinotti sono attinenti, scusa se lo dico, ma molto più delle tue, considerando che le decine di dossier made in USA, e non, abbisognano di auto-letture formali possibilmente non tradotte da chichessia, ne va della sostanza. Pensa, per dire, che le varie commissioni d'inchiesta tipo Progetto Sign-Grundge-Blue Book-rapporto Condon, per dirne alcuni, se non tradotti letteralmente, vengono da incompetenti travisati fino a cambiare l'iniziale intendimento. Incluso i libri in latino di G. Ossequente e Company.

    Ma bando alle ciance, nel mio #10 ti avevo posto una semplicissima domanda, rimasta elusa, forse l'hai intesa come una provocazione, ma così non era. Ritorno allora alla carica dicendo che rimanere zavorrati ai riflessi non fa onore alle tue facoltà indagative spese nelle 25 ore giornaliere che andrebbero usate anche in altre direzioni, ti ho già detto quali, se vuoi ti mando un qualche centinaio di casi che non hanno finora trovato spiegazioni plausibili, senza con questo farti tralasciare l'amato debunkerare delle solite lanterne filippine. Inizia col piede giusto però, partendo dal presupposto che l'ufologia è un fenomeno indubbio, certe "apparizioni riflettenti" non completano di certo il fenomeno. A questi (riflessi) vanno spesso abbinate (fin dai primordi) ipotesi di ben altra natura, anche di concretezza fisica, solida e consistente, variegate ed incredibili forme di manifestazioni di mimetismo, proteismo: sfuggevolezza e compattezza al contempo.

    Questo per dirti (e spronarti) che tutto il tempo a tua disposizione, abbinato a vera professionalità andrebbero rivolti ANCHE in altre direzioni, il materiale di studio, se anche per te rappresentasse una novità, ti assicuro che NON manca, anche per i casi più antichi. Chiamalo invito per un'inversione di tendenza costruttiva, il fardello dell'impenetrabile mistero resta e persiste e non è possibile scrollarcelo di dosso usando il solito metro di giudizio e sparando al solito bersaglio perchè risulta più facile da colpire...il fenomeno ufo non si risolve debunkerando tutto il resto, anche contro la propria intelligenza logica. Tu e l'amico Carannante infine siete uguali, figli della stessa medaglia: esagerati e di parte.

    Per finire ti dirò che stavolta mi hai spaventato a morte: "...chiedi loro perchè ti prendono per il culo mentre porgi l'altra chiappa" Che simpatico, mi sono pure commosso, tsè, tsè, e pensare che non sei MAI stato scurrile, ma un ometto a posto e timorato, beh! Ti perdono, può capitare, la tua provata, seria onestà intellettuale non ti permetteranno più in futuro di ricaderci.
    Un caro saluto amico

  • #18

    UFO of Interest (lunedì, 17 novembre 2014 16:52)

    Malles, niente da fare... ma almeno prima di inviare il testo del commento ti rileggi oppure no?
    Davvero non riesci a vedere quanto sei dispersivo?
    Resta sul pezzo, non divagare. Resta nel presente e non andare nel loop dei tuoi ricordi.

    - Pinotti è ancora lì col suo comunicato stampa in bella mostra che parla di un IR2 con un... riflesso (LOL!).
    - Alfredo Benni del CUN, suo stretto collaboratore, è ancora lì che non sa come uscirne fuori mettendo in atto (nel suo forum) un atteggiamento che per te è molto familiare: divaga senza entrare nel merito, sperando che il caso magari venga dimenticato.

    - Massimo Fratini di Segnidalcielo, è ancora lì che autoproclamandosi "esperto anche nel campo scientifico" dichiara che quelli non sono riflessi.
    - Antonio Chiumiento, in aiuto al GAUS, ha segnalato un caso degli anni 80 simile a quello di Forte dei Marmi. Approfittane per un tuffo nel passato.
    - Pietro Marchetti del GAUS è ancora lì che parla di "anomarlità". Il suo ufo si è trasformato in un'anormalità come da ultimo "comunicato stampa" scritto nel tunnel del caps lock. (ma com'è che tutti gli esagitati dell'ufologia e complottisti vari scrivono in caps lock quando devo scalare gli specchi?).

    Ci sei Malles? Sei nel presente o stai sfogliando il tuo almanacco?
    Ah, non ti commuovere eh... presta invece le tue lacrime unendoti alle mazzate che questi sedicenti esperti hanno preso, ancora una volta.

    Ciao eh, al prossimo reflusso biliare.

  • #19

    Franz (lunedì, 17 novembre 2014 18:56)

    Dr.Pinotti giornalista scrittore grande studioso di star trek.

  • #20

    Malles (martedì, 18 novembre 2014 10:46)

    Mi sembrava carissimissimo amicone Insider di avere messo sul tavolo tutto quanto, compreso il tuo operato che negli anni non è mai cambiato, e, ripeto, è un peccato perchè con le 25 ore giornaliere a tua disposizione, e l'interessamento che non è ancora venuto meno in ambito ufologico, ci si aspetta (fans tuoi compresi) che tu vada più in profondità nel discernimento, ma tantè, imperterrito continui a rovistare nell'immondizia ufologica, riflettendoti in essa come il mitico Narciso : "guardate come vi spiazzo i fautori del fenomeno ufo", non considerando che così spiazzi pure te stesso, nel senso che fai emergere il tuo ego che trae soddisfazione nello sbugiardare una piccola parte del fenomeno, quello più "riflettente" e contemporaneamente più attaccabile, TRALASCIANDO volutamente quei casi che ti metterebbero alla prova perchè più complicati e di difficile catalogazione; questi proprio NON li tratti MAI, questi ovviamente richiederebbero una più vasta apertura mentale e per questo li riponi sotto il tappeto, sperando che ad uno dei tuoi non venga in mente di rispolvelarli rimettendoli in gioco e che quindi saresti costretto a rimetterti in gioco. Permetti (di nuovo) amico mio, questo a casa mia NON è fare indagine ufologica.

    Si dice che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, ma nel tuo caso tu ci senti benissimo, solo che...vuoi mettere la comodità di criticare seduto comodamente? Un'altra domandina innocente (che probabilmente non avrà risposta) : quante volte ti sei preso la briga di recarti sul posto di un presunto atterraggio di un oggetto non convenzionale? Parlato con testimoni? raccolto campioni? Fatto indagini serie insomma, sul campo, atte al convincimento che il fenomeno è surreale e non convincente? Intendo dire che un conto sono i lavori teorici da internauta, conditi da pettegolezzi partitici, un'altro conto sono gli approfondimenti de visu. Tieni SEMPRE presente che in ogni caso non disprezzo il tuo lavoro, (anzi) disprezzo invece l'intento e le finalità subdole che auspichi. La prova di questo si ottiene quando pensi di avere davanti dei nemici da combattere, da evidenziare e da mettere alla gogna pubblica, ma per cortesia, cresci un pò, cosa mai vuoi che glie ne importi alla mia bile del tuo modo di procedere, suvvia, maturiamo un pò, il tuo modo di procedere è ambiguo. Se ti proponi di far la guerra in ambiti così risibili, non lamentiamoci poi se vediamo tutti i giorni come va alla deriva questo povero mondo per motivazioni politiche ben più serie. Il mio fegato, in ogni caso, del tuo modo di procedere non ne risente, permettendosi tarallucci e pinot fresco. Di nuovo saluti vecchio mio

  • #21

    UFO of Interest (martedì, 18 novembre 2014 19:04)

    Malles, Malles, sei troppo prevedibile nelle tue risposte perchè fai parte di quella risma di utenti "fatti a stampo" che rispettano lo stesso copione, puntuale come sempre... :-)

    I casi di cui si parla nell'epoca moderna (lascia perdere i tuoi happy days), hai ben capito chi li tira fuori oppure la regola del "peggior sordo" per te non vale?
    Non ossessionarti sul mio modo di fare, io mi limito a verificare, come un qualunque appassionato del fenomeno ufo (o ciò che ne resta) ciò che sedicenti ufologi pescano dal loro cilindro.

    Pinotti parla di un evento clamoroso, un IR2: leggo, verifico e alla fine risulta una stronzata.
    Fratini sforna ogni giorno invasioni aliene: leggo, verifico e alla fine risulta una stronzata.
    Carannante, tra errori grammaticali e analisi senza capo nè coda, si autocelebra con i suo "casi cufom": leggo, verifico e alla fine risulta una stronzata.
    Chiumiento dopo due anni è ancora lì, mano nella mano, con la sua creatura di Mortegliano: qui provo quasi compassione.

    Riesci a capire che sono questi che divulgano scemenze e non io (o chiunque altro dotato di buon senso) che vado a cercarle?
    Ma tu le cose che questi signori le leggi oppure sei lì fermo tra i tuoi ricordi dell'ufologia che fu?

    Ed hai anche il coraggio di invitarmi ad andare sul posto solo per confermare che questi scrivono stronzate?
    Da quand'è che per visionare un filmato o una foto, che questi sedicenti "esperti" chiamano PROVE DI UN AVVISTAMENTO UFO bisogna andare sul posto? Se a te piace perdere tempo in inutili viaggi fallo pure, chi te lo vieta, ma alla fine sempre stronzate restano.

    Questi signori rappresentano l'attuale ufologia italiana e tu mi parli dei casi di 60 anni fa basati SOLO sui tuoi almanacchi?
    E la "gogna pubblica" di cui parli? Cosa ti inventi?

    Questi signori vanno avanti promuovendo la loro "ambigua attività" pretendendo di essere creduti, e ora vuoi vedere che non si ha più il diritto di criticarli mettendo in evidenza le loro incoerenze, la loro malafede ed i loro continui orrori?
    Te lo ripeto allora: continua a farti prendere per il culo da costoro porgendo pure altre chiappe meno consumate delle tue.

    E sia chiaro che non ho alcun nemico da combattere, sono i fuffari che vedono in me (e in tanti altri utenti stufi di queste fesserie) una minaccia perchè vedono difatti minata la loro "attività" nel momento in cui emerge tutto il marcio.

    Se al prossimo eventuale tuo commento continui a fare giri larghi, scavando in banali luoghi comuni e senza entrare nel merito della vicenda, considera questo post l'ultima mia cortese risposta :-)

  • #22

    Malles (mercoledì, 19 novembre 2014 11:08)

    Effettivamente il dialogo serio latita, ne convengo. Mi vengono in mente i due ciuchi impossibilitati di alimentarsi perchè sgroppavano in direzioni opposte, morendo poi d'inedia...Vedi caro amico, tu a volte parli pure bene, peccato però che razzoli male, non per niente ti stai alimentando in un blog nel quale crei e disfi a tuo piacimento, guai a farti vedere come stanno le cose, o solo avere opinioni divergenti, in questi casi slippi e censuri o addirittura oscuri, non pubblicando, alla faccia della libertà d'espressione e della decantata democrazia. Io so che tu sai a cosa mi riferisco, perchè uno di noi, contro il mio parere, ti ha contestato in alcune occasioni sul tuo giornaletto, con le conseguenze su dette. Un piccolo dittatore dunque.

    Per l'ultima volta provo a farti capire che NON tutto si può confutare e diniegare stando seduti a tavolino fino al rachitismo, molte volte le testimonianze dirette risultano fondamentali, credimi. Un esempio personale è che in un caso di ir 3/4 all'inizio (prima di recarmi sul posto), mi faceva sganasciare, ma che poi mi si rivelò del tutto autentico, stilando le versioni di quasi tutti gli abitanti di quel piccolo paesello di Lirio (PV). Questo per dirti, li i lens flares erano assenti...
    Allarga la visuale dunque, ne guadagnerà l'onestà intellettuale e ne gioverai in credibilità. Approfondisci, per dirne qualcuno, i casi come l'enorme oggetto "appoggiato" sulle acque del lago Manitoba (Leifur, canada) il 27 febbraio 2014, oppure quello visto da decine di persone il 12 ag. 2014 sull'isola di Skyros (Grecia), od anche informati delle dichiarazione di poliziotti e dell'ufo visto il 23 Gen. 2011 che zigzagava poi sostava immobile e infine schizzò via sopra il comune di Alfedena, non ti vanno bene questi? provaci allora con il caso di Putignano (Le) il 28 Giu. 2013, o di Manduria (Ta) il 23 Sett. 1998 che si materializzava e smaterializzava di fronte a decine di testimoni, o quello del 15 Sett. 2011 a Caronno Pertusella. Qui nessun riflesso caro amico.

    Fatti una ragione che filmati, foto e riflessi erano e restano evidenze fragili del fenomeno ufo, io li considero pesci d'aprile...In ultima analisi è controproducente per l'ufologia corretta. Mi ritrovo ancora a sorprendermi che ci siano gruppi e centri di studio, anche seri, che periodicamente organizzano "mostre fotografiche"del fenomeno ufo. Propongono alla gente un quadro ingannevole dell'ufologia, ma giustificano anche l'accusa di ingenuità e superficialità da parte degli scettici come te, del complesso quadro ufologico. Certo, rinnegare il fenomeno in toto per quanto apporta la documentazione fotografica come fai tu c'è sempre il rischio, come ammonisce un noto proverbio inglese, di buttar via il bambino insieme con l'acqua del bagno. Risalutiamo

  • #23

    Fabian (mercoledì, 19 novembre 2014 21:53)

    posso disturbare questo gentile scambio di favelle? Quello greco è questo ? http://www.youtube.com/watch?v=ZvcIVlESSPQ

  • #24

    Franz (giovedì, 20 novembre 2014 08:34)

    Quello greco potrebbe essere spiegato come delle lanterne cinesi legate ad un filo il loro comportamento è compatibile.
    Di certo nessuno può dare una spiegazione certa a tutti gli avvistamenti esistenti neanche andando sul posto per intervistare i testimoni.

  • #25

    Malles (giovedì, 20 novembre 2014 16:10)

    Mi sia consentito nella pausa di lavoro che il datore, bontà sua mi concede, di completare il mio punto di vista sul MITO dell'obiettività in ufologia...Io posso (devo) confessare di non aver acquisito certezze circa la natura e l'origine del fenomeno degli oggetti volanti non identificati. L'unica certezza maturata, o se si preferisce l'unica convinzione (suffragata però dall'evidenza), è che il fenomeno esiste (in quanto reperti, testimonianze e conseguenze fisiche e psichiche) e che esso ha una componente oggettiva (in quanto viene "visto" dai radar e può produrre tracce fisiche). Mi rendo conto perfettamente che dopo alcuni decenni è un risultato modesto. Pur riduttive, tuttavia, se riesamino i dati disponibili arrivo SEMPRE alla stessa costatazione: cosa siano e da dove vengano gli ufo, oggi come 70 anni fa, nessuno è "OBIETTIVAMENTE" in grado di dirlo (almeno a livello di ricerca privata).

    La mia discreta esperienza ufologica mi ha in compenso insegnato molto sul piano umano. Se infatti posso dire relativamente poco sulla reale natura degli ufo, posso invece esprimere un giudizio fondato circa le persone che li studiano. Le varie personalità con i propri atteggiamenti, ambizioni e intolleranza (come il mio amico Insider ad esempio). All'inizio credevo , evidentemente con una buona dose d'ingenuità, che un impegno intellettuale quale quello di cercare di risolvere l'enigma degli ufo, dovesse in qualche modo "affratellare"tutti coloro che ne avvertivano l'esigenza. Mi sbagliavo. Anche in ufologia come in ogni altro settore di attività umana, le divisioni, le rivalità, l'arrivismo, il disprezzo per le idee altrui, le polemiche talora feroci sono all'ordine del giorno.

    Ecco allora che c'è chi se le canta e suona da solo come l'amico Insider. Si sghignazza, si prende in giro, si denigra e (in ordine crescente) si giunge all'offesa, ancor più quando non si trovano in mano casi ufologici che si sciolgono tra le dita come la bambagia silicea. Io sono convinto che questo mio caro amico (se ne avesse facoltà) farebbe un falò anche di documentazioni comprovanti. A proposito di documenti posso riferirmi a quanto dichiarava alla fine del 1948 il Quartier Generale dell'USAF, che, appunto, la conclusione era (ed è): gli ufo esistono. Nuovi documenti recentemente emersi, rivelano che fra il Pentagono e Progetto Sign ci fu, all'epoca, accordo sulla realtà del fenomeno ufo.

    Firme in calce le emisero il Generale Charles Cabell, che giudicò appunto inevitabile accettare la realtà ufo. Sottoscrissero questa affermazione pure il Gen. Hoyt vanderberg, il Col. Howard MacCoy, il Dr. Paul Fitts, ecc...Presumo, e non mi illudo, che queste bazzeccole non smuoveranno Insider nè dalla sedia, nè dalla sua vecchia impostazione, ma tantè, ci si prova sempre...Alla prossima amico Insider