Come sarà l'uomo nel 2050? Più longevo, più intelligente e bionico

Cosa diventerà nel 2050 la nostra specie, che ne sarà dell'homo sapiens? Quale sarà l'impatto delle innovazioni tecnologiche e dell'allungamento della vita che già sta cambiando il nostro "orologio biologico"?  Cadell Last, un ricercatore del Global Brain Institute ha pubblicato una studio denominato "Evoluzione umana e la fine della riproduzione biologica", sulla rivista scientifica universitaria "Current Aging Science". La pubblicazione è finita su molti giornali internazionali, tra cui il Daily Mail e il nostro Corriere della Sera e sta suscitado aspre polemiche. I cambiamenti che Last profetizza in appena in appena 35 anni sono radicali, e stanno facendo storcere il naso ai puristi dell'evoluzionismo. Il Global Brain Institute è un ente di ricerca molto giovane, nato nel 2012 e la ricerca è frutto del lavoro di un antropologo che ha appena conseguito il dottorato. A seguire altri dettagli.

Le previsioni di Cadell Last.

Secondo l'antropologo "le nostre capacità intellettuali saranno estese in vari modi, dalle stimolazioni elettriche del cervello (ippocampo) alle protesi (o microchip) da inserire nella scatola cranica. Faremo meno figli e molto più tardi nella vita. Molti di noi accetteranno di dotare di protesi il loro stesso corpo: per mantenere un’autonomia nei movimenti anche in età molto avanzata, per aumentare le proprie capacità fisiche e lavorative o, addirittura, per competere meglio coi robot di nuova generazione." 

 

Nel giro di 4 anni, -afferma Last-, avvertiremo i primi “segni” di questa rivoluzione inevitabile e tutte queste mutazioni saranno completate entro il 2050. Questo porterà secondo il ricercatore ad una vita media di 120 anni, riproduzioni e parti durante la vecchiaia, e un blocco dell’orologio biologico. Sempre secondo lo studio, un uomo di 35 anni del 2050 avrà gli occhi rossi, un cervello più grande, attributi genitali più piccoli, competenze linguistiche superiori e bioimpianti nelle dita per migliorare le prestazioni lavorative.

Le persone ricorreranno a "protesi della mente" per aumentare le proprie capacità, l’evoluzione naturale delle cose è che i lavori saranno sempre più intellettuali e ci sarà un inesorabile abbandono dell'interesse per la riproduzione. 

Last sostiene che l'80% del nostro patrimonio genetico sarà diverso da quello dei nostri nonni, il più grande cambiamento da quando c'è stata l'evoluzione dai primati all'uomo moderno.

 

Business Insider che lo ha intervistato ha dichiarato: 

Considerando i recenti progressi, come la fecondazione in vitro, il congelamento degli ovociti, e anche l'adozione, i meccanismi di riproduzione biologica sono radicalmente cambiati. "L'orologio biologico non girerà per sempre, o almeno, la gente potrà spegnerlo o ignorarlo per un po '. Oggi, e ancor più in futuro, il successo della vita umana individuale e collettiva dipenderà dalla conoscenza e la prosperità economica sarà la sua conseguenza. Durante la prossima generazione si genererà un processo chiamato riproduzione culturale, che reindirizzerà tempo ed energie verso attività culturali, al contrario che verso una riproduzione biologica. Abbiamo limitata quantità di tempo ed energia dalla nascita alla morte, e lo gestiremo sempre di più per dedicare sforzi ed energie verso una riproduzione culturale a discapito di quella biologica", conclude Last.

Argomenti Correlati:

Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    Lorenzo (domenica, 14 settembre 2014 18:07)

    Più longevo: Non credo.
    Più intelligente: Sicuramente; Già ora molti bambini presentano capacità cognitive con velocità di apprendimento più marcate rispetto agli anni '50. L'evoluzione è in atto ed i risultati sono già vistosi, numericamente apprezzabili.
    Bionico: Sicuramente; Il problema principale è la capacità di calcolo in tempo reale, supportata da adeguato hardware legato essenzialmente ad un processo di miniaturizzazione in continuo affinamento.

  • #2

    Gianni Daniela (domenica, 14 settembre 2014 20:12)

    "Come sarà l'uomo nel 2050?"
    Ma soprattutto cos'è adesso l'uomo?
    Un mezzo automa.
    E la donna?

    "Più longevo, più intelligente e bionico"
    Praticamente la storia di Piero Angela.
    Preparatevi per l'estinzione della razza umana.

  • #3

    Daniele (lunedì, 15 settembre 2014 16:29)

    Ma non diciamo fesserie.
    Siamo nel 2014 il 2050 e' praticamente dietro l'angolo.
    Ricordo che per avere mutazioni genetiche significative occorrno milioni di anni (a patto di non ricorrere alla eugenetica e modificazioni genetiche artificiali) e di fatto i primi agricoltori preistorici hanno lo stesso identico dna odierno !
    Anche l'idea di interfacce neuronali o bioimpianti ad alte prestzioni al momento sono solo in fase pre-pre-embrionale, dal momento che il vostro windows si impalla ogni 5 minuti, e' assai improbabile che entro cosi pochi anni avremmo queste "interfacce neuronali) sicure affidabili e senza contare che sinceramente non ne abbiamo bisogno.
    Se non ne siete convinti, chiedetevi come mai se l'uomo bionico e' dietro l'angolo, le protesi artificiali attuali sono ancora poco pratiche poco prestanti rispetto agli arti veri,costosissime e poco diffuse. In piu' non sono versatili e occorrono diverse paia di arti artificiali per compiere diverse attivita' a costi esorbitanti.
    Facciamo cosi, cambiamo la data in 2150...e forse ma forse.....

  • #4

    abc (lunedì, 15 settembre 2014 20:33)

    Più intelligenti...? Siamo pieni di Einstein che guardano X-Factor, proseguendo di questo passo un nuovo Rinascimento è alle porte lalz

  • #5

    Gianni Daniela (martedì, 16 settembre 2014 03:14)

    Lasciando vincere gli psicopatici sostenitori del transumanesimo deviato,
    in cui ogni progresso tecnologico ha l'esclusivo scopo di controllarvi totalmente,
    anche se ve lo presenteranno come una comodità o salvezza
    tanto che non ne potrete fare a meno, insomma un circolo vizioso
    che non farà altro che fondervi il cervello e rendervi sempre più schiavi,
    esistono droni senza controllo remoto pronti ad essere impiegati per fare piazza pulita,
    l'era dei terminator è a porta a porta e la morte in diretta sarà inevitabile
    con un mondo controllato interamente dalle macchine.
    Obama ha detto che quei droni non li vedrete mai arrivare dal cielo,
    certo, perchè sarete già morti. Condoglianze.
    A proposito di fesserie, siamo nel 2014 e dietro l'angolo c'è l'apocalisse, non c'è da cambiare la data, bisogna cambiare tutto,
    demolire la piramide a partire dai vertici eliminando ogni gerarchia.
    In caso contrario più del 90% dei terrestri sarà fottuto al 100%, ora state già a 90° sempre se ve ne siete accorti. Buon riposo.

  • #6

    Lorenzo (mercoledì, 17 settembre 2014 17:35)

    @Gianni Daniela

    Domanda:
    e la donna ?

    Risposta:
    + putt@n@, ma con l'X-Factor.

    Sul fatto che bisogna cambiare tutto, sono d'accordo.
    I vertici non vanno demoliti, vanno sostituiti e puniti per negligenza ed incopetenza .
    In una struttura piramidale, più sali in alto più trovi capacità e competenza.
    I figli del 6 politico, ossia coloro che superano in età i 50 anni sono al potere e messi li a posta perchè incapaci ad amministrare, ma capacissimi a leccare: D'altronde non puoi sperare di trovare orgoglio e stima di se stessi tra questi.
    Se ognuno di loro dovesse superare un esame per verificarne il diritto a poggiare le chiappe sulla sedia, se ne salverebbero ben pochi, anzi, quasi nessuno.
    Il problema principale, caro Gianni, è che nessuno è più in grado di valutare le competenze altrui perchè la mediocrità la fa da padrone in ogni campo.
    Se ponessi una mela marcia in un cesto, col tempo tutte le altre andrebbero a male: Se ci fosse gente capace, quella mela la toglierebbe subito dal cesto.
    La logica vuole che tutto funzioni dove sono presenti competenza, capacità di governo e lungimiranza.
    State svegli che non è ora di dormire.

  • #7

    Gianni Daniela (giovedì, 18 settembre 2014 00:09)

    E' sbagliato etichettare le donne così, la puttana non è solo femmina. Ad esempio i politici italiani attuali sono quasi tutti puttani venduti, ladri o leccaculi.

    "I vertici non vanno demoliti, vanno sostituiti..."

    Puniti sicuramente, il resto della risposta è sbagliata, nel senso che il tuo ragionamento è logico solo se vuoi continuare a supportare questo tipo di sistema gerarchico piramidale, che tende a diventare in ogni caso marcio e corrotto perchè i livelli più alti ne approfittano dal semplice fatto che hanno più potere. E' automatico che chi sta al vertice comanda sugli altri, poco importa se è conosciuta come democrazia o dittatura, la sostanza non cambia, qualsiasi mela metti è destinata a marcire, perchè se non si uniforma al sistema marcio, verrà scartata. Solo un sistema libero e orizzontale che non dia a nessuno il potere può realmente funzionare.
    In un mondo invertito come questo a partire dal linguaggio, quel buon riposo ed il resto del commento erano ironici ma con un senso preciso: svegliatevi schiavi.

  • #8

    Lorenzo (lunedì, 22 settembre 2014 17:20)

    Il potere è di per se gerarchico e si concretizza nell'attuazione della decisione scelta; Questa è presa a maggioranza o d'imperio,essendo persino una democrazia gerarchica, in quanto anche nel caso fosse il popolo a decidere, esso non potrebbe che attuare la forma di governo se non attraverso pochi suoi rappresentanti; Questi ultimi, legifererebbero in modo dissimile per se stessi, costituendo una casta ed in ultimo proporrebbero essi stessi i propri candidati al popolo. Se i rappresentanti del popolo avessero a cuore il benessere di tutti, quella mela marcia la identificherebbero e la rimuoverebbero immediatamente.
    Il sistema libero ed orizzontale al quale fai riferimento tu, a conti fatti, non può essere alcuna forma di governo.