In arrivo una tempesta solare di grandi dimensioni, l'aurora boreale illuminerà New York ?

I giornali italiani e internazionali, come Usa Today, riprendono la notiza dell'arrivo una tempesta solare molto potente, che avrà il suo culmine da stanotte e per tutta la giornata di domani. Si abbatterà sulla Terra sabato 13 settembre, come annuncia lo Space Weather Prediction Center degli Stati Uniti, centro per le previsioni del meteo spaziale. L'agenzia ha diffuso un'allerta per tempesta geomagnetica, ma al tempo stesso ha invitato a non allarmarsi. Il centro ha avvisato che l'intensità sarà molto pronunciata, a causa del fatto che le euruzioni in corso sono due, a distanza ravvicinata l'una dall'altra.
La pioggia di radiazioni - secondo gli scienziati - non mette in pericolo la vita ma potrebbe creare danni e problemi a reti elettriche, comunicazioni radio e satellitari. Potrebbe inoltre dare origine a fenomeni di aurora boreale, che nel nord degli Stati Uniti saranno osservabili nelle notti di giovedì e venerdì. Ma alcuni esperti avvisano che l'enorme brillamento solare potrebbe regalare le aurore boreali anche a Sud, in città come New York e Washington.

Il super brillamento si è verificato nella superficie del Sole due gioni fa, come spiega nelle sue pagine il Time.

Tom Berger, direttore dello Space Weather Prediction Center di Boulder, in Colorado, ha rassicurato sui rischi per le persone. Gli effetti saranno attenuati dall’atmosfera terrestre, ma è probabile ugualmente che nelle prossime ore possano verificarsi alcune interferenze nelle comunicazioni radio e satellitari.

 

La tempesta solare originatasi dopo l’eruzione di mercoledì, si legge sul sito della NASA, è stata classificata come X, la classe più alta sulla scala che misura questo genere di eventi cosmici. Tuttavia la denominazione X 1.6, indica un basso livello di rischio per le attività che avvengono quotidianamente sul pianeta TerraGli effetti del suo passaggio, se pur a distanza, si faranno sentire sulla rete elettrica ma non sui gruppi di continuità. Satelliti e trasmissioni radio potrebbero invece avere solo piccoli disagi. "La tempesta si sta muovendo a una velocità media di circa 2,5 milioni di miglia all'ora" ha fatto sapere sempre Berger. Nella giornata di domani è previsto il picco di intensità. 

Aurore Boreali visibili a New york?

Dal punto di vista dello spettacolo, potrebbe essere l'occazione di vedere l'aurora boreale in posti insoliti. Secondo gli scienziati della National Oceanic and Atmospheric Administration americana, le Northern Lights potrebbero essere visibili nella notte di oggi molto a Sud, persino nelle città di New York, Chicago, Seattle e Washington.


La doppia tempesta solare che sta per arrivare è ancora lontana dall'avere la forza necessaria per scatenare quello scenario da incubo che secondo gli scienziati si verificherebbe sulla Terra con una tempesta di livello G5. Lo spegnimento completo della rete elettrica, il tilt delle comunicazioni radio e della geolocalizzazione Gps, danni ai sistemi di navigazione aerea: una serie di conseguenze che costerebbero miliardi. L'ultima tempesta di questo tipo si verificò nel lontano 1859, conosciuta col nome di The Carrington Event. In quel caso, l'eruzione solare fu così potente da percorrere l'intera distanza tra il Sole e la Terra (149.600.000 chilometri) in appena 18 ore. Le tempesta in arrivo venerdì, invece, dovrebbe essere più lenta, e impiegare circa 60 ore per compiere lo stesso tragitto.


Anche alcune zone della Gran Bretagna devono essere interessate dalle aurore boreali nella notte di venerdì, in Inghilterra, Scozia e Irlanda del Nord. Normalmente, le particelle ad alta energia provenienti dal Sole vengono raccolte dal campo magnetico terrestre, e indirizzate verso il polo Nord. Ma occasionalmente, quando le emissioni sono più violente, le aurore sono visibili anche nel Regno Unito. 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Werther (sabato, 13 settembre 2014 17:09)

    L'ennesimo annuncio di tempeste. Alcuni mesi fa le aurore boreali dovevavo potersi osservare a Roma.

  • #2

    Daniele (sabato, 13 settembre 2014 21:32)

    Gia', ormai qualsiasi notizia deve essere ammantata di qualcosa di sensazionalistico,farcita e rimodellata, non si tratta piu' di giornalismo, ma di pura creazione.
    Si prende un fatto insignificante e ci si monta su una storia (il piu' sensazionalistica possibile).
    Io sinceramente da 6 mesi non compro piu' i giornali e non guardo piu' nessun tg (nessuno e di nessun canale).
    Tanto sono solo panzane e pseudo-realta' rimodellate a fini politici o geopolitici....insomma se sentite la parola "notizia" riconvertitela in "storiella".