Incendi a Caronia, ritorna la paura: un mistero lungo 10 anni

A Canneto di Caronia è nuovamente paura. A dieci anni di distanza i misteriosi “fenomeni” che all’improvviso fanno incendiare ogni cosa, sono ritornati. Televisori, divani, contatori della luce, cestini con indumenti, letti, tutto all’improvviso prende fuoco. I “misteri di Canneto” così li avevano etichettati dieci anni fa. Protezione civile, Arpa, esercito, esperti da tutto il mondo, non avevano dato spiegazioni certe: «Potrebbero essere dei campi elettromagnetici» queste all’epoca le vaghe conclusioni. Nel 2004 anche le centraline montate per monitorare tutta la zona, alla ricerca di una plausibile spiegazione, prendevano fuoco, sotto gli occhi di decine di esperti e degli abitanti del luogo che furono evacuati ed alloggiati in un vicino albergo. Ora a dieci anni di distanza nella piccola frazione marina del Comune di Caronia i “fenomeni” sono tornati. Improvvisi, minacciosi, distruttivi come allora. Esperti e istituzioni stanno cercando di trovare una soluzione rapida per evitare danni peggiori. Itanto anche ieri un nuovo rogo. A seguire video, immagini e le ultime novità.

Piange la signora Lorenzina, un’anziana vedova davanti alla sua casa, che racconta la sua angoscia al giornale locale La Sicilia: 

«Ho visto il televisore sciogliersi, la presa della cucina bruciare, la specchiera del bagno incenerita - racconta tra le lacrime - non ce la faccio più. Ho paura di vedere di nuovo la mia casa avvolta dalle fiamme. Questa casa che ho costruito con mio marito che non c’è più mattone dopo mattone. Dieci giorni fa è venuto il parroco a benedire le nostre case e adesso è l’inferno».


A Canneto di Caronia, gli incendi sono ripresi per certi versi più violenti, rispetto al 2004. La gente già trascorre la notte nelle verande di fronte casa, dormendo a turno, la paura è enorme. Nelle ultime 48 ore sono stati 18 i casi da annoverare come “inspiegabili” alcuni dei quali gravissimi. «Crocetta e Renzi ci devono dare delle risposte definitive - afferma Il sindaco Calogero Beringheli - Chiedo al premier di dirci finalmente cosa dieci anni fa hanno riscontrato gli esperti che sono venuti qui. Diteci cosa non ci avete detto fino ad oggi, perché qua a Canneto di Caronia succedono questi episodi».

Intanto, martedì scorso sono arrivati i Carabinieri per prendere le denunce, gli uomini dell’Enel, un funzionario della Protezione civile.

Il Sindaco chiede aiuto

ll sindaco della cittadina Calogero Beringhi ha chiesto ufficialmente un intervento immediato al Presidente del Consiglio e al Presidente della Regione per cercare di indagare sui fenomeni che stanno interessando la zona. Da anni ci si interroga sull'origine dei roghi che, senza alcuna spiegazione plausibile.

 

“Tutti ora temono di ripiombare nell’incubo del gennaio 2004 quando si ebbero decine di fenomeni di autocombustione”, ha spiegato Beringhi. “La commissione interministeriale – ha continuato il primo cittadino- non ci ha mai detto ufficialmente quali sono state le scoperte dal 2005 al 2007 adesso è giusto che la popolazione sappia cosa è accaduto e continua ad accadere”. Solo alcuni giornali pubblicarono delle indiscrezioni sui risultati della commissione dove era emerso che Canneto di Caronia era stata colpita da fenomeni elettromagnetici di origine artificiale, capaci di generare una grande potenza concentrata, fasci di microonde ad altissima frequenza. Gli esperti si spinsero a ipotizzare la sperimentazione di un’arma militare. 

 

Nei prossimi giorni arriveranno "i rinforzi". Il prefetto ha promesso una pattuglia dei carabinieri a disposizione e saranno allertati per le emergenze i vigili del fuoco. La regione Sicilia invierà una squadra di esperti dell'agenzia per il controllo dell'Ambiente che cercheranno di capire cosa sta succedendo. Intanto si muovo anche ricercatori indipendenti e progetti autonomi. Un'unione di intenti per cercare di risolvere un disagio profondo della popolazione, in una cornice di costante pericolo. Il mistero è lontano dall'essere risolto.


Cronologia degli eventi a partire dal 2004:

Il sito EdicolaWeb aveva già prodotto un riassunto schematico in ordine cronologico degli eventi, che ha seguito l'evolversi della situazione anomala che da tempo domina l'intera zona. Di fronte ai roghi e alla casistica proposta né l'iniziale intervento di scienziati ed esperti, né quello della Protezione Civile e di personale militare ha prodotto risultati a dispetto dello sgombero della zona nel tentativo di "bonificarla".

Il primo avvistamento iniziò la notte del 10 o 12 gennaio  2004 a Marina di Caronia.
Affacciandosi dal balcone di casa il testimone notò in lontananza due strani oggetti luminosi (era mezzanotte circa, la vicinanza di quelle luci lo condusse a pensare che non potevano essere né stelle perché troppo basse, né un aereo perché erano immobili e nemmeno delle barche).
Tutto ciò gli sembrò molto strano anche perché dopo pochi minuti svanirono nel nulla.
Anche a seguito di altri avvistamenti, l'opinione pubblica aveva collegato i roghi all'apparizione di luci misteriose. Esperimenti militari, oggetti non identificati, fenomeni naturali ? Anche su questo avevano indagato gli esperti mandati dalla presidenza del Consiglio dell'allora governo in carica. Dopo 10 anni tutto è come prima. Nessuna risposta e poche certezze.

Scrivi commento

Commenti: 16
  • #1

    Massimo (lunedì, 21 luglio 2014 15:49)

    Non ci resta che il C.I.C.A.P. Bisogna intrpellarlo con urgenza.

  • #2

    FABIOSKY63 (lunedì, 21 luglio 2014 17:00)


    "...fritture miste..."

    "...Massimo
    (lunedì, 21 luglio 2014 15:49)
    Non ci resta che il C.I.C.A.P. Bisogna intrpellarlo con urgenza..."

    si ah!ah! mi precipito! ah!ah!ah! che fantastico! maaa come ti vengono!?!... :D :D :D

    la causa è da far risalire a fasci concentrati di microonde, le reazioni chimico fisiche con i materiali e le macchine che sono stati soggetti al fenomeno confermano -per esclusione- altre interazioni casuali o volontarie...bisogna guardare alle tecnologie che le producono... o_O

    civili e\o militari, umane, allogene, aliene!..della stratosfera, terrestri, o sottomarine... -_o

  • #3

    Ticino. (lunedì, 21 luglio 2014 17:22)

    Dieci anni senza risposte sono in tempo lunghissimo..tutti a parole sanno la soluzione ma a fatti niente. Se le microonde fanno bruciare i tessuti e i materiali come mai non producono nessun effetto sull'uomo? Gli uomini rischiano se sono esposti a campi di microonde molto intensi. Per bruciare un divano o la plastica ci vuole molta energia concentrata, eppure nessun uomo ha mai riportato ustioni o problemi di salute. E' tutto incomprensibile :S

  • #4

    Paul (lunedì, 21 luglio 2014 17:59)

    Perchè NON vogliono farlo capire...

  • #5

    FABIOSKY63 (lunedì, 21 luglio 2014 18:05)


    @Ticino
    "...eppure nessun uomo ha mai riportato ustioni o problemi di salute..."

    non lo so ma non credo! bisogna verificare la statistica sul cancro, sopratutto tumori alla pelle, che sono i primi a verificarsi con microonde ed X...e comunque non si scappa! il metallo che sfrigge e si scalda, squagliando e bruciando attorno, polimeri sensibili che si agglomerano, anneriscono, pigliano fuoco, ed altri -NON SENSIBILI- che ne restano immuni... -_o

    "...campi di microonde molto intensi..."

    fasci, NON campi, concentrati e stretti...coerenti, come se fossero luce laser! NON è "roba" che sta in commercio, NE' te la fabbrichi in casa! anche se c'è sempre "qualche pirla" (anche allogeni ed alieni!) che riesce ad usarle (queste tecnologie) per "scopi" propri ed "utilità" a lungo termine... o_O

    discorsi articolati e non affrontabili semplicisticamente... ;)

  • #6

    Giotto (lunedì, 21 luglio 2014 18:18)

    Le prime parole del servizio nel video: "Ci sono fiamme che bruciano il corpo ed altre che divorano cuore e testa".
    Pensano di spegnere gli incendi con le lacrime di commozione, ottima idea ^_^

    che abisso.

  • #7

    Lau (lunedì, 21 luglio 2014 18:32)

    Mi dispiace per quel ragazzo troppo bono del video *_* se ha paura lo consolo io

  • #8

    FABIOSKY63 (lunedì, 21 luglio 2014 19:10)


    @Lau
    ah!ah!ah! lei mi fa morire! sempre così sensibilmente altruista! ah!ah! uno vero femminile spasso... :D

  • #9

    daniele (lunedì, 21 luglio 2014 20:27)

    Se interpellano il Cicap siamo finiti!Poi il Cicap a suo tempo aveva già dato una risposta dicendo che si trattava di incendi dolosi messi in atto da qualche piromane.Una spiegazione ancora più squallida dello stesso triste comitato che si professa scettico e razionalista.

  • #10

    65C02 (lunedì, 21 luglio 2014 21:36)

    @daniele
    cicap = coverappisti.
    mi dispiace dirlo, perche' io all'inizio del cicap avevo fiducia e' per questo che sono cosi' duro. Poi scavando attorno alle cose e documentandomi specie su vari altri temi al di fuori dei grandi magi, i cicappici sono dei coverappisti :-) e lo dice uno che di cover up, non ha mai creduto, perche' anche dopo aver tanato tante belle anomalie marziane nelle foto NASA ed ESA su marte, continuo a parlare di moderazione e non di cover up :-)

  • #11

    Costructor (lunedì, 21 luglio 2014)

    Forse cambiare i televisori a tubo catodico che non usa più nessuno e cercare di montare impianti di ultima generazione con incentivi e offerte sarebbe un primo passo. Se non si riesce a tenere a bada i roghi meglio attrezzarsi per superare i pericoli. Ci sono impianti antincendio sprinkler composti da tubazioni a rete piene d'acqua in pressione che finiscono con degli ugelli erogatori e una valvola per aprire. Sono molto efficaci.

  • #12

    IBelive (lunedì, 21 luglio 2014 23:57)

    @Daniele
    anche peggio, sono riusciti a dire che i fenomeni erano 100 ma quando sono arrivati i controlli erano diventati 0.

    Leggi questo https://www.cicap.org/new/articolo.php?id=271832

    Un breve estratto delle loro "indagini" di allora X_X

    ...Come CICAP abbiamo indagato in passato episodi di incidenti e incendi "spontanei" in abitazioni e luoghi di lavoro. In tutti i casi, alla fine, si e' scoperto che una o piu' persone, spinte dai motivi piu' svariati (rivalsa, scherzi di cattivo gusto, desiderio di attirare l'attenzione, noia...), erano dietro ai fenomeni. Erano loro, cioe', ad appiccare il fuoco o a provocare gli altri disagi"....

  • #13

    Fabio (martedì, 22 luglio 2014 10:08)

    Difficilmente il fenomeno non possa essere collegato al corpo militare, molto probabilmente a stelle e strisce, ma non è detto.
    Noi parliamo semplicemente sulle conoscenze tecnologiche conosciute come comuni mortali, ma loro sono molto più avanti, quindi... Considerando anche il fatto che in quei mari ci sono più navi da guerra che pesci..

  • #14

    crederecombattere (martedì, 22 luglio 2014 14:57)

    rivolto a Ibelieve...
    Il cicap non ha mai detto che gli incendi sono dolosi ma che alcuni roghi potevano essere stati provocati volontariamente. C'è un abisso da come lo descrivi tu.

  • #15

    65C02 (martedì, 22 luglio 2014 15:09)

    Ho voluto provare una teoria impossibile, che in effetti trova un qualche fondamento logico :-D

    http://www.nightgaunt.org/anagrams/anagrams.htm

    50 massimo numero di anagrammi generati
    senza limite (frasi da generare)
    alta profondita' di ricerca

    tra le varie frasi generate per anagramma ce n'e' una che cascherebbe a fagiulolo :-D

    canneto di caronia = ti accadranno noie

  • #16

    FABIOSKY63 (martedì, 22 luglio 2014 18:10)


    @Biossido di carbonio
    rilassati e non cominciare con queste "cose"...lo sai che NON sono per tutti e qui c'è già abbastanza casino... :)