Tre ragazzi americani ricoverati dopo una seduta spirita con tavola Ouija: cosa c'è di vero ?

Sta continuando a diffondesi  da quasi un mese la storia dei tre ragazzi messicani portati in ospedale alla fine di Giugno dopo aver cercato di contattare i morti con una tavola Ouija, durante una seduta spiritica di gruppo.

Alexandra Huerta di 22 anni, il fratello Sergio di 23 anni, e  il cugino Fernando Cuevas stavano giocando con la popolare tavoletta medianica nel villaggio di San Juan Tlacotenco nel sud-ovest del Messico. Tuttavia alcuni momenti dopo aver utilizzato la tavoletta Alexandra ha cominciato a ringhiare e dimenarsi violentemente arrivando alla fine in uno stato di "trance".

I paramedici che hanno assistito alla scena hanno sostenuto che dopo la ragazza, anche Sergio e Fernando hanno iniziato a dimostrare segni di "possessione", tra cui la sordità temporanea, perdita della visione e allucinazioni.

Alexandra ha dovuto essere legata ad una barella per impedirle di farsi del male, mentre le venivano somministrati alcuni farmaci ansiolitici e anticonvulsivanti. Gli altri due ragazzi sono stati accompagnati in ospedale con sintomi più lievi. Ma il "demonio" potrebbe essere il colpevole sbagliato. A seguire il video.

Victor Demesa, 46, il direttore dell'unita sanitaria nella vicina città di Tepoztlan, ha dichiarato:

 

"L'intervento medico su questi tre giovani è stato molto complicato. Si producevano in movimenti involontari ed era difficile trasferirli al più vicino ospedale perché avevano un quadro clinico difficile. Sembrava come se fossero in uno stato di trance, a quanto pare dopo aver giocato con la tavola Ouija. Hanno parlato di senso di intorpidimento, visione doppia, cecità, sordità, allucinazioni, spasmi muscolari e difficoltà di deglutizione. "

 

I paramedici sono stati chiamati dai genitori di Alexandra, dopo che un sacerdote cattolico locale ha rifiutato di eseguire un esorcismo sui tre, perché non si erano presentati regolarmente in chiesa. 

La storia ha fatto rapidamente il giro del mondo.

 

Se da una parte la ricostruzione giornalistica sembra reggere, con un video molto forte che dimostra la fondatezza delle condizioni della ragazza, dall'altra lo stesso medico Victor Demeza che ha visitato i ragazzi ha tentato di evitare di parlare di "possessione demoniaca" come hanno automaticamente fatto tutti i giornali.

 

Ipotesi Brugsmansia

Presumibilmente, i tre hanno usato un estratto dalla Brugsmansia o trombone d'Angelo. Le piante del genere Brugmansia erano usate in passato dalle popolazioni dell’America Centrale, che se ne servivano per preparare pozioni inebrianti e narcotiche, e oggi sono comunemente usate dai messicani per praticare sessioni di con la tavola Ouija e per altre attività mistiche.

 

Gli effetti di un’assunzione incontrollata di Brugmansia arborea possono essere molto gravi.  Dalle allucinazioni si può passare al delirio, alle convulsioni, a disturbi gravi della

vista, fino al coma per anossia cerebrale (da ridotta irrorazione ematica) e alla morte.

 


La tavoletta Ouijia

La tavola Ouija, diventata celebre per le numerosi apparizioni nei serial tv e nei film a tema paranormale, ha una struttura molto semplice. In una superficie sono disegnate tutte le lettere dell'alfabeto, i numeri dallo 0 al 9, spesso un "sì" ed un "no" ed altri simboli, il cui utilizzo è abbinato ad una lancetta mobile chiamata "planchette". Lo scopo di tale tavoletta è porre delle domande alle anime dei defunti o a un demone, che attraverso un medium, farebbero sì che la lancetta si muova sulla tavola ouija e componga, utilizzando le lettere, la risposta.

 

Il movimento della lancetta sulla tavola, laddove si manifesti, viene spiegato come un effetto ideomotorio, ovvero un movimento umano inconscio suggerito dalla psiche. James Randi, autore del libro An Encyclopedia of Claims, Frauds, and Hoaxes of the Occult and Supernatural, fece notare come, se i partecipanti ad una seduta di ouija erano bendati, non producevano alcuna parola di senso compiuto. 

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Malles (venerdì, 18 luglio 2014 20:37)

    Mi permetto di correggere, avendo per anni sperimentato, di asserire con certezza che l'"apparecchio" Ouija non deve essere confuso con la Planchette. L'uno (lo Ouija) consiste in una figura triangolare di legno o di altro materiale fissato da rotelline, avente un indice ad uno dei suoi vertici, e scorrendo su una tavola in cui sono state fissate le lettere dell'alfabeto compone dei messaggi. Il nome è una composizione dell'affermazione francese OUI con quella tedesca JA.

    La Planchette fu proposta anni dopo (1853/55) come perfezionamento. Questa migliorava l'Ouija perchè munita di una matita ad uno dei vertici del triangolo, il consultante poneva (e pone ) sopra due dita (o la mano), e la Planchette così guidata traccia lettere su di un foglio. Questi sistemi furono (e sono) via via abbandonati per il sempre maggior consulto con la scrittura automatica, la quale, è anch'essa a mio modo di vedere, un fenomeno non a carattere paranormale, ma una manifestazione dell'IO inconscio.

    Le manifestazioni che ne derivano quindi sono nello stragrande numero di casi come questo, una pseudo-attività paranormale, ma solo una normale emergenza di fatti subconsci, attuabile con questi mezzi. Questo non esclude completamente e del tutto che tramite questi canali si possa avere un "rapporto" con vere entità disincarnate, specialmente se al fenomeno si accompagna la "trance" ad incorporazione, con quelle caratteristiche conosciute (da chi sperimenta seriamente) da leggittimare la reale presenza di un'intelligenza estrinseca, il tutto comunque molto raramente avviene

  • #2

    sutter kaine (sabato, 19 luglio 2014 14:18)

    Aspettavo questo articolo per leggere la vostra visione della cosa. Come sempre è molto interessante... bravi...

  • #3

    FABIOSKY63 (domenica, 20 luglio 2014 16:07)


    mmha! il video è ripetuto -in loop- più volte... o_O

    allora, la ragazza è legata "come un salame", il tizio con lo specchietto "gli controlla" ah!ah! se respira, la tizia col la lampada gli illumina -beata lei- le guance, lei NON batte le palpebre ma un paio di volte chiude gli occhi lentamente durante l'ansimare, "si lamenta" passando dal roco psedo-grugnire alla pseudo-risata isterica...se il video è vero l'idea più prossima che mi posso fare è che sia stata assunta una qualche tipo di ecstacy! ma se quelli sono para-medici ah!ah! io sono pippofranco!.. :D

    http://it.wikipedia.org/wiki/MDMA

    lasciate perdere le tavolette, gli additivi, le sedute, le extra pippe, "le canalizzazioni" e tutti "i santini e binnelle" annesse e connesse...senza le necessarie "preparazioni personali" e i dovuti "accorgimenti tecnici" se spalancate "una porta" -giusta o sbagliata- NON la chiudete più!.. o_O

    è meglio andare al mare! la tavola da surf, la crema solare, il lettino, e un super long drink! eh!eh! e magari vi ci scappa anche di canalizzare con la vicina di sdraio ah!ah! e li poi bastano due parole per capire se si ha a che fare con un mastino napoletano, un pitbull o...un chiwawa... :D

    @Malles
    non sapevo che tu fossi un esperto -COME CALIMERO- di sostanze psicotrope, tavolette e pendolini, possessioni demoniache ah!ah!..nell'articolo hanno menzionato addirittura "il trombone d'angelo"! figurati... :D

    http://www.bandadannunziocasalanguida.com/images/michelangelo-pili.jpg

    maaa sarà questo!?!...e non troppo sole eh?!? mi raccomando! che troppo fa male pure quello... :D

  • #4

    vradox (domenica, 20 luglio 2014 18:19)

    è identica a me dopo che all'ultima festicciola mi sono scolato una bottiglia di birra, una di vino, una di vodka absolut e un bicchiere d'acqua... e, purtroppo, l'acqua mi ha fatto male...

  • #5

    t0r (mercoledì, 19 novembre 2014 01:27)

    Fate pace col cervello: sti 3 ragazzi sono AMERICANI come suggerisce il titolo o sono messicani come dice l'articolo?