Una scia luminosa appare nel cielo di Melbourne: ipotesi detrito spaziale

Un scia luminosa è stata notata nella notte del 10 Luglio 2014 nel cielo di Melbourne. Numerosi testimoni hanno filmato l'evento. A prima vista le immagini mostravano quello che sembrava un meteorite, molto simile a quello precipitato in Russia, nel febbraio dell'anno scorso. I cittadini della città australiana hanno descritto l'oggetto in vari modi: una lingua di fuoco, un ufo, una stella cadente, qualcuno ha pensato a un aereo in fiamme. La spiegazione potrebbe essere differente. Il quotidiano The Age  ha interrogato il professor Brian Schmidt, un astronomo che lavora presso l'Australian National University. Lo scienziato ha detto che la palla di fuoco era probabilmente spazzatura spaziale. Si pensa a un razzo che ha portato in orbita un satellite russo.

Altre segnalazioni dell'evento misterioso sono arrivate dalla Tasmania, South Australia e Queensland. A seguire video e fotografie.

Il bolide avvistato nei cieli australiani è stato un evento "molto raro ed emozionante", ha detto il dottor Nick Lomb, astronomo curatore dell'Osservatorio di Sydney. Anche il ricercatore ipotizza che l'oggetto sia spazzatura spaziale perché stava viaggiando più lentamente rispetto ai normali bolidi che oltrepassano l'atmosfera. "Alcune persone hanno visto l'oggetto per 10 secondi o più, che è un tempo molto lungo per un pezzo di roccia che arriva dallo spazio, il che suggerisce che potrebbe essere stata spazzatura spaziale", ha ribadito Lomb. 

 

Il primo indiziato nell'ipotesi del detrito spaziale è un pezzo dei razzi che hanno portato in orbita un satellite russo. Si tratterebbe del Soyuz-2-1b, decollato l'8 luglio dal cosmodromo di Baikonur, con a bordo il Meteor-M No. 2. Il rientro dei frammenti in fiamme per l'attrito con l'atmosfera, è diventato subito un trend in rete, con decine di persone che hanno condiviso video e foto sui social network. 


Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    FABIOSKY63 (sabato, 12 luglio 2014 09:03)


    "...hanno visto l'oggetto per 10 secondi o più, che è un tempo molto lungo per un pezzo di roccia che arriva dallo spazio..."

    d'accordo, si, sarebbero "lunghi" 10 secondi, ma NON sono sufficienti -il tempo in se- a fare la distinzione con un meteorite o meteora in arrivo...è sostanzialmente la velocità, e "l'angolo di ingresso", con la stratosfera OLTRE alla colorazione e tipologia di frammentazione e scia a dare caratteristiche di significativa distinzione... -_o

    qui, con i due clip pubblicati, di 25\30 secondi ognuno -ma il tempo reale del fenomeno è superiore- sommati alla tipologia di scia e colore direi che siamo proprio nell'ambito del rottame spaziale...probabilmente quasi completamente "esausto", cioè PRIVO di propellenti e\o composti chimici utili all'attività svolta, vista la scia biancastra... -_o

    identificato... :)

  • #2

    Daniele (sabato, 12 luglio 2014 15:19)

    Ma....i rottami spaziali....
    vanno messi nell'indifferenziato ? o nel cassonetto metalli e plastica ?

  • #3

    Lau (sabato, 12 luglio 2014 16:56)

    Se sono rottami fioriranno :)))

  • #4

    Zaphod (lunedì, 14 luglio 2014 21:25)

    Dettaglio del rientro della Soyuz in atmosfera:

    Re-Entry Data:
    Object: SL-4 Rocket Body
    Type: Soyuz 2-1B Third Stage
    NORAD ID: 40077

    Launched: July 8, 2014 - 15:58 UTC
    Launch Vehicle: Soyuz 2-1B
    Launch Site: Site 31/6, Baikonur Cosmodrome

    Object Dimensions: Diameter: 2.66m, Length: 6.74m
    Object Mass: 2,355 Kilograms
    Insertion Orbit: 183 by 198km, 98.8°

    Re-Entry Prediction: July 10, 2014 - 11:42 UTC +/-1 Minute
    Decay Location: 35°S 146°E
    Re-Entry Zone: Victoria, New South Wales (Australia)

    Direi che non ci sono molti dubbi su cosa fosse.

    ZBB