Australia, aereo charter DHC-8 evita la collisione con un oggetto non identificato

Un oggetto non identificato è stato evitato da un velivolo civile nel marzo scorso. Il portale Tgcom, riporta la notizia delle conclusioni delle indagini su un aereo charter DHC-8, partito da Kambalda, nel sud-ovest del Paese, per raggiungere Perth, che avrebbe evitato uno scontro frontale contro un oggetto non identificato, di "forma cilindrica e di colore grigio", grazie alla manovra dei due piloti. Il velivolo stava volando a 3.800 piedi di altezza, in una zona militare. Dopo due mesi e oltre di indagine non è stato possibile ricostruire esattamente l'origine dell'oggetto individuato e scansato dal DHC-8. Il Dipartimento per la Sicurezza dei Trasporti (Tsb) australiano ha pubblicato nel suo sito ufficiale le conclusioni dell'inchiesta che hanno fatto emergere che nessun volo è stato autorizzato dai militari e che non ci sono altre ipotesi verosimili che possano aiutare a definire completamente il mistero. A seguire i documenti ufficiali.


Per visionare il documento finale
www.atsb.gov.au/media/4897226/AO-2014-052%20Final.pdf 

Report dell'Australian Transport Safety Bureau
www.atsb.gov.au/publications/investigation_reports/20



Come si può notare dal report l'incidente è stato evitato il 19 Marzo 2014 e le indagini sono andate avanti per due mesi, fino al risultato finale, reso noto alcuni giorni fa. Da prassi ogni anomalia durante la rotta, anche nel caso di collisione sfiorata, deve essere segnalata dai piloti e così è successo. Nonostante la dicitura U.F.O, intesa come "oggetto non identificato" sia corretta, ufficialmente non compare in nessuna parte della stesura del rapporto nella sua interezza.

Ad indagare formalmente non è stato il governo australiano ma l'ATSB, Australian Transport Safety Bureau un dipartimento che copre il traffico aereo, marittimo e ferroviario per quanto riguarda la sicurezza dei trasporti nel continente Australiano. Essendo slegata dal controllo del governo del Commonwealth e da pressioni politiche e interessi economici, da sempre l'ATSB è riconosciuta come esempio di equilibrio e serietà, come il più celebre omologo statunitense il National Transportation Safety Board. 

I rapporti su mancate collisioni tra aeromobili e oggetti non identificati sono sempre esistiti e alcuni sono rimasti celebri nel tempo. Negli ultimi anni avevano destato scalpore le chiusure parziali di alcuni aeroporti per questioni di sicurezza, sia in Germania che in Cina. Con la diffusione dei droni e velivoli radio controllati capaci di volare a grandi altezze, molti enti internazionali sono corsi ai ripari imponendo divieti ed emanando regolamenti. In Italia l'ENAC l'ente nazionale per l'aviazione civile si è vista costretta a diramare alcune linee guida per aumentare la sicurezza dei piloti e dei passeggeri dei voli di linea nel nostro spazio aereo. I cieli sono sempre più affollati, e situazioni come queste potrebbero essere destinate ad aumentare in modo esponenziale.

Scrivi commento

Commenti: 26
  • #1

    Malles (mercoledì, 28 maggio 2014 16:45)

    Apparentemente interessante.
    Naturalmente non fa scalpore negli ambienti cultural-debunkeroidi, i quali ritengono per principio inaccettabile dare credito ai 4 piloti, come se questi fossero stati addestrati e avessero preso il brevetto dal pulcino pio. Questo lo ritengo inaccettabile e tendenzioso, come del resto non avvalorardo il lavoro certosino di 2 mesi del dipartimento preposto all'indagine, è comunque un passetto avanti: non hanno tirato in ballo (fin'ora) le lanterne ungheresi, come sia stato però possibile che questi piloti non abbiano saputo riconoscerle è mistero.

    Ma a parte le battute, va tenuto in considerazione che l'inchiesta afferma che nessun mezzo aereo (droni militari compresi) conosciuto era in zona, quindi il ricamare sulle possibilità di un drone militare sofisticato non aumenta il corredo delle...fanciulle, questo per dire che se anche i piloti avessero visto una fava al posto della rava, ebbene, questa NON c'era.

    Questi signori si incaponiscono elargendo soluzioni anche dove (ancora) non ci sono, dimenticando che si illudono, perchè non ne escono indenni : la perfezione NON è prerogativa umana. Svilire fin da subito un caso come questo e l'ufologia nel suo insieme inglobandola con casi palesemente falsi con il solo scopo di ridicolizzarla in toto, sembra che sia l'attuale e abituale strategia dei debunker ad ogni costo.

    A mio avviso, l'errore continuo (di fondo) sul fenomeno è quello (dove i debunker vanno a nozze seppur non invitati...) dell'unico concetto che si fa del fenomeno ufo con lo stereotipo dei "visitatori spaziali". Questa potrebbe risultare solo una parte del mistero, casistica alla mano.
    L'articolo pone giustamente in rilievo la questione dei troppi avvistamenti, che effettivamente costituisce un problema, ecco perchè ritengo molto più verosimili avvistamenti e testimonianze degli anni passati, quando i droni non esistevano o erano dei macinini e le lanterne norvegesi non avevano ancora fatto mostra alle feste e ai matrimoni.

    Detto questo, non vi è dubbio che anche questo avvistamento ,sommerso già dalle critiche, sarà fra poco tempo lasciato in balia dei venti neg. e bene che gli vada non rimarrà che un numero tra i tanti nelle casistiche di rito, casi ben più famosi lo hanno preceduto, con risultati simili, come ad esempio il famoso caso dell'avvistamento dell'enorme ufo di Anchorage (Alaska) per il quale a nulla valsero i rapporti del cap. Kenju Terauchi e dei suoi secondi piloti. I debunker provarono perfino a far credere che si trattava di una nuvola di pura panna montata...

  • #2

    Fuffy on Fuffy x 3,14 sky63 (giovedì, 29 maggio 2014 02:38)


    eee vola vola vola l'Ape Maya! ah!ah! eeehm a quanto lo danno "il grigio" australiano rispetto a quello inglese?!?... :D

    http://2.bp.blogspot.com/-O6V9cvV81qE/UQBLQgkkgEI/AAAAAAAAHug/EdGE-jeTDpE/s1600/ovni+579++ufo+++cilindrico+++uk+++reino+unido+++3.jpg

  • #3

    Daniele (giovedì, 29 maggio 2014 21:33)

    Forse e' andata cosi...
    e molto dipende dai "piloti"

    http://www.youtube.com/watch?v=TL-EbrrFeZY

  • #4

    FABIOSKY63 (giovedì, 29 maggio 2014 22:53)


    @Daniele
    c'è la documentazione -UFFICIALE- dell'organo di controllo...COME per altri casi -simili- questo NON è "uno scherzo"... o_O

  • #5

    Daniele (giovedì, 29 maggio 2014 23:42)

    Ricevuto Fabio......scrr,scrrr,...Maragnao,Maragnao....
    passo e' chiudo.

  • #6

    Receptionist (venerdì, 30 maggio 2014 00:34)

    This is not a drill ...I repeat...this is not a drill.

  • #7

    Fuffy sky63 (venerdì, 30 maggio 2014 00:53)


    baila baila conmigo ah!ah!ah!..olé!.. ;)

    http://www.superedo.it/foto/immagini/Animali/scoiattolo_che_balla_divertente.jpg

  • #8

    jessica (venerdì, 30 maggio 2014 18:16)

    Secondo me gli ufo sono esseri umani del futuro ke x motivi ke noi ignoriamo
    Tornano indietro e ci controllano nelle varie fasi storiche.. tra 1000 anni potrebbe essere normale
    viaggiare nel tempo e i vari ufo avvistati potrebbero essere le varie navicelle che si
    susseguiranno nel futuro. Non possono interferire direttamente con noi ma forse ci condizionano
    nelle scelte e ci indirizzano nella strada giusta.. o forse ci osservano x puro interesse storico, tornano
    indietro per farsi un idea precisa del loro passato..forse la terra stessa non esisterà più e l unico
    modo per conoscerla e farla conoscere sarà viaggiare nel tempo. Questa è solo la mia opinione..
    la verità non la può sapere nessuno

  • #9

    Cinese (venerdì, 30 maggio 2014 20:42)

    @Jessica

    Probabile... Tornano dal futuro per guardare il filmino di Belen.

  • #10

    Daniele (venerdì, 30 maggio 2014 22:31)

    In realta' viaggiare nel passato rappresenta un rischio assoluto. Lasciando da parte il paradosso del nonno (andate indietro nel tempo con la vostra navicella e per errore atterrate proprio su vostro nonno uccidendolo, ergo voi non dovreste esistere nda un episodio di futurama ne da una versione a dir poco esilerante) nello stesso istante in cui raggiungete il passato lo state gia' alterando. Cmq vada voi non dovreste essere li', ogni azione che compiate anche la piu' banale lo altera. Fermarsi anche a chiedere una informazione puo' avere ripercussioni incredibili, quell'uomo in quell'istante non dovrebbe restare a parlare con voi, quei secondi "persi" daranno il via ad una catena di eventi praticamnete infiniti. Anche scacciare una mosca dal braccio potrebbe causare un disastro nel futuro. Voi non dovreste essere li, la mosca scacciata da voi avrebbe potuto attirare la curiosita' di un gattino,il gattino potrebbe aver attraversato la strada e causare un incidente ecc,ecc. O magari vi fermate a mangiare un gelato, un uomo trova il tavolino occupato e ne cerca un altro e verra' servito da un altra cameriera, nella realta avrebbe dovuto occupare il vostro tavolino,essere servito dalla vostra cameriera, che sarebbe diventata poi sua moglie ecc,ecc
    Insomma dubito che sia saggio viaggiare nel tempo, se poi gli ufo sono viaggiatori del tempo allora saremmo costantemente in balia di plausibili alterazione del tempo...
    In oltre i paradossi sono infiniti, se torno indietro nel tempo per salvare un amica da un incidente mortale che cosa accade ? si apre un nuovo fronte temporale, e ritornando al mio punto di origine lei sara' sempre morta ma viva nel nuovo fronte ? oppure sara' li perche' il fatto non e' mai successo ?
    ma nel fronte temporale originale essa e' stata sepolta ha avuto un funerale....salterebbe fuori dalla tomba resuscitata con scena inquietante alla Kill Bill ? oppure il passato e' immodificabile ? nel senso che tutto cio' che vediamo in un viaggio nel passato e' solo una "registrazione" e tutto e' immutabile poiche' e gia' accaduto ? e quindi il Titanic e' affondato e nulla puo' cambiare il suo destino perche' qualsiasi cosa che facciate e' gia' accaduta e non ha cambiato il risultato ?.
    Tra i vari paradossi esiste anche il paradosso del Titanic....centinaia di migliaia di viaggiatori del tempo affascinati dalla sua storia tornano indietro da tutte le linee del futuro per vedere di persona cosa accadde' in realta al transatlantico. Materializzatisi tutti insieme a poche ore dal disastro sul ponte della nave finiscono per causarne essi stessi l'affondamento a causa del loro peso.
    Insomma c e da farsi venire il mal di testa.

  • #11

    Malles (sabato, 31 maggio 2014 01:20)

    Whistleblowers...

    Sembra facile...ma anche se fosse possibile costruire un propulsore (che per mancanza di dati ci è impossibile descrivere), questi ci farebbe la...pelle. la Terra si muove nello spazio e occupa ogni istante un un posto diverso. Se, ad esempio, inventassimo un apparecchio del genere e lo azionassimo da dentro casa nostra, in modo da farci portare indietro nel tempo di 10 giorni, NON ci troveremmo più in casa nostra, ma nel punto dello spazio dove dove si trovava dieci giorni fa. Naturalmente ci lasceremmo le penne perchè ci troveremmo nel vuoto cosmico.

    La nostra beneamata Terra, non è che giri solo attorno al sole, ma insieme a questi e ai suoi compagni di viaggio del sistema, si dirige ad una velocità superiore ai 20 Km. al sec. verso un luogo cosmico posto fra le costellazioni della Lira e di Ercole.

    C'è poi il discorso degli universi paralleli. Alcuni moderni fisici li quantificano "innumerevoli". Avremmo conseguentemente un innumerevole numero di Terre in un numero indefinito di dimensioni. Potrebbe dunque essere che i viaggi nel tempo, se mai fossero possibili, si ridurrebbero ad incursioni in un'altra dimensione, dove oltretutto il nostro presente potrebbe essere passato o futuro, una dimensione per noi inconcepibile, ma che ci potrebbe rivelare con fenomeni inspiegabili ed impressionanti,

    Vi sta venendo mal di capa? Allora propongo di parlare NON di casi ufologici seri, con tutto ciò che ne deriva, che impegnano, per i quali le solite convenzioni lasciano il tempo che trovano, tanto è vero che i debunkers quando se la vedono brutta cambiano velocemente argomento, trovando motivo di rilassamento obliando i blurfo e le povere lanterne somale. Molto meglio, qui vanno sul sicuro, ne parlano per giorni e giorni e...ancora giorni

  • #12

    FABIOSKY63 (sabato, 31 maggio 2014 02:06)


    @Jessica
    di tutto quello che ha scritto...si, ANCHE...
    e di questo "la verità non la può sapere nessuno"...mmh NON credo! poi la risposta è già nel suo scritto... :)

    @Malles
    se ti muovi nel tempo "ti muovi" ANCHE nello spazio...le due variabili sono interlacciate... -_o

    @Daniele
    a confronto tuo C@zz@ro è una matricola! ah!ah! un gemelli?..rallenta... :D

    @Cinese
    c'è anche chi troverebbe interessante il marito...ad esempio... :D

    @Receptionist
    eemh e che ci fai col trapano?.. :D

  • #13

    Malles (sabato, 31 maggio 2014 07:32)

    @Capa tanta
    "se ti muovi nel tempo "ti muovi "ANCHE nello spazio...
    Parece, parece, ovvero la teoria che diventa pratica. Brau HeinSTAIN, del doman NON vi è più incertezza

  • #14

    Daniele (sabato, 31 maggio 2014 12:58)

    @Fabiosky
    Perche' mi dai del cazzaro ? mica ho scritto cose che non siano state gia' dette da qualunque fisico.
    Riguardo alla questione spaziotempo, se si usasse come principio l effetto Casimir per i vostri viaggi voi tornereste esattamente nel vostro spazio senza rischiare di materializzarvi nel vuoto poichela Terra nel frattempo si e' spostata nello spazio. Il guaio e che poterte tornare e viaggiare nello spaziotempo solo fino alla data di realizzazione del macchinario, in realta ' assomiglia molto allo stargate cinematografico.

  • #15

    FABIOSKY63 (sabato, 31 maggio 2014 21:09)


    @Daniele
    non è un darti DEL cazzaro ma come Chip sei molto "espositivo" nelle variabili e possibilità (statistiche) intrinseche del caso di turno...analizzi a fondo, ANCHE le possibilità che hanno un indice inferiore "di presentarsi"! la differenza con il personaggio citato è che lui fa il SUO tornaconto SOLO e SEMPRE con le culture insettoidi e rettiliane...

    e quindi "riduce" ARTIFICIALMENTE (volutamente) le tante possibilità dei risultati finali delle PROPRIE statistiche...tu, al contrario, conoscendo bene (come C@zzaro che invece FA FINTA di non conoscerli) i "sistemi complessi", ed i fattori di "entropia" ed "irreversibilità", ne implichi leggi e variabili di risulta che arrivano alle più fantasiose -MA POSSIBILI- risultanze finali... o_O

    ovviamente, i due "comportamenti", tendono a risultanze OPPOSTE, nei "riscontri" delle "tesi" esposte, con il pubblico...e danno "adito" ad un AMPIO spettro di risultanze (nell'insieme) comportamentali, da elaborare... -_o

    era un complimento...sei "dei gemelli"?.. -_o

  • #16

    curiosa (sabato, 31 maggio 2014 21:11)

    Forse il viaggio nel passato non è così probabile, però che ci siano degli "oggetti" che ogni tanto si
    palesano è un dato di fatto.. su 2000 avvistamenti
    almeno uno sarà reale e concreto.. e ogni anno nel mondo si verificano milioni di avvistamenti, molti
    dei quali da parte di militari, piloti, ecc...
    Siete d'accordo che qualcosa di non identificato, inspiegabile e intelligente comunque ci
    sia? Se si, secondo voi di cosa si tratta? Date credito alle storie sugli alieni o credete che ci sia
    qualcos'altro dietro questi avvistamenti? Vorrei sapere cosa pensate voi..se siete qui è perché
    in fondo l'argomento vi interessa.. grazie in anticipo per le vostre risposte :*

  • #17

    Cinese (sabato, 31 maggio 2014 21:32)

    @Curiosa

    Siete d'accordo che qualcosa di non identificato, inspiegabile e intelligente comunque ci
    sia?

    Intendi in parlamento?

    Se si, secondo voi di cosa si tratta? Date credito alle storie sugli alieni o credete che ci sia
    qualcos'altro dietro questi avvistamenti?

    La Merkel.

  • #18

    Receptionist (sabato, 31 maggio 2014 22:55)

    @FABIOSKY
    "questa non é un esercitazione ..Ripeto...questa non é..."^^

  • #19

    Malles (domenica, 01 giugno 2014 00:18)

    Cinese prima o poi sarà eletto tra gli eletti, auguri e cordoglio....

    Tornando alla curiosità di curiosa, dietro alla quale molto probabilmente si nasconde una lanterna, mi sento in ogni caso di rispondere, avendo tempo per andare a letto, tantopiù che devo attendere che a mia moglie passi il "mal di testa"...
    Allora, che cosa sia un ufo al di là di ogni ragionevole dubbio, non è dato ancora a sapere, ma per quanto alla realtà oggettiva del fenomeno, nessun dubbio. Se dopo tutti questi anni di ricerche, questa certezza non fosse stata raggiunta, l'ufologia non avrebbe più ragione d'essere. Naturalmente del tutto diversa è l'opinione dei "NON addetti ai lavori", e in questa larga fetta di torta ci metto pure chi fa ricerca superficiale, sperando di non tanto di vedere un ufo, ma la tanto amata lanterna uruguaiana, perchè questa lo completa e lo fa sentire trend, debunkeramente parlando.

    Dopo tanti anni rimane un arido e monotono dibattito fra sostenitori e negatori della loro esistenza. Dobbiamo chiederci se un simile scetticismo possa essere almeno in parte giustificato, ovvero se la certezza che gli ufologi ostentano circa la realtà degli ufo si fondi su prove "oggettive" o non sia invece il frutto di una convinzione personale maturata sulla scorta di valutazioni tutto sommato opinabili. A questo proposito, nessuna perplessità, l'esistenza degli ufo e la loro irriducibilità ad oggetti e a fenomeni naturali sconosciuti, sono dimostrabili al di là di ogni ragionevole dubbio, se non ancora da "prove scientifiche", sicuramente da inoppugnabili prove testimoniali.

    Convinzioni negative sulla loro esistenza possono essere definite "filosofiche", non certamente "scientifiche". Va sottolineato che la scienza (tanto cara al carissimo Franz) non spiega (nè lo può pretendere) il "perchè" delle cose, ma soltanto il "come", cerca cioè di stabilire quali sono i meccanismi responsabili dei fatti osservati. Il metodo scientifico consiste in un confronto permanente fra i dati di osservazione ed i "modelli" costruiti razionalmente per spiegarli. Quello che allo studio non risulta razionale e dunque metodologicamente spiegabile, viene respinto. In buona sostanza, il significato di "prova scientifica" può soltanto essere applicata a ciò che viene dedotto razionalmente dalle osservazioni, ma NON a ciò che viene osservato al di fuori di qualsiasi teoria.

    Ormai è ben dimostrata l'effettiva violazione delle leggi fisiche da parte degli ufo, come le fulminee accelerazioni descritte dai testimoni e confermate dai radar. Un esempio significativo è costituito dall'avvistamento radar - visuale di Torino - Caselle del 30 Novembre 1973, qui tutte le osservazioni visuali e strumentali coincisero perfettamente. Accettando dunque la realtà degli ufo si dimostra uno spirito intellettualmente onesto, non cercando invece di citare uno o più casi notoriamente ed evidentemente fasulli, cercando, con questi, di invalidare l'intero problema.
    Un classico ufologico si ha quando l'automobilista di turno si trova improvvisamente "paralizzato" e il motore della sua auto si arresta, con fari e radio di bordo che si spengono inspiegabilmente, mentre il classico ufo più o meno brillante rimane sospeso sopra l'auto roteando velocemente su se stesso, dopodichè (a suo piacere) scompare nel cielo in pochi attimi. Lumieres dans la nuit...

  • #20

    FABIOSKY63 (domenica, 01 giugno 2014 01:50)


    @Rec
    si, grazie, lo so che... ;)
    era solo per fornire un input diretto a decongestionare le mucose cerebrali...quando si è rilassati il pensiero va da se e NON è sub-consciamente pre-condizionato dalla "scala dei valori" personali... -_-

    @cinese
    la miss "curiosa" vuole i nostri personali pareri a proposito della presenza di "interferenze" e\o "interazioni anomale" con il mondo terrestre...probabilmente intende comprendere e valutare quanto il nostro personale interesse, di ognuno singolarmente, sia dovuto a motivazioni di esperienza personale, deduzione logica, e\o fede, e\o credenza in episodi e storie, avvenute e pubblicate, su ufo e alieni... ;)

    @...
    da parte mia, anche se non ricordo di averne parlato tra queste pagine, sono pressoché certo che esistano altri 2(due) tipi di "interferenze", con interazione chimico-fisica con il nostro mondo, che si possano ricondurre ad opera, NON di allogeni, né di alieni, né di terrestri (o eX-terrestri), questi tutti operanti con tecnologie NON convenzionali già da me discusse...ma bensì "ad altro" NON classificabile allo stesso modo... o_O

    e olé!..ognuno dica la sua... :)

  • #21

    Fedez (domenica, 01 giugno 2014 07:45)

    Ciao volevo solo dirvi che leggo tutti questi interventi con piacere siete simpaticissimi e sono appassionato di alieni ciao XD

  • #22

    Gianna (domenica, 01 giugno 2014 10:39)

    Interessanti e divertenti. =_=

  • #23

    Daniele (domenica, 01 giugno 2014)

    @Curiosa.
    Riguardo in materia di ufo ormai bisogna stare attenti, ultimamente troppe cose passano sotto il temine ufologia, dagli orbs,alle luci notturne,emissioni plasmatiche,esseri dimensionali,possesioni aliene,rapitori di anime ecc,ecc.
    Personalmente dopo tanti anni mi interessano solo i casi ufologici "classici" ossia avvistamenti di "navi aliene" e/o "occupanti" restando attento anche al fenomeno dei rapimenti.
    Tutto il resto ormai lo tralascio, non per snobberia ma per motivi molto piu' pratici. Dal mio punto di vista personale e sottolineo personale, se vi sono casi di esseri multidimensionali, esseri di pura luce o immateriali, dal mio punto di vista non siamo in grado ne di capirli,ne di comprendere i loro "mondi" di provenienza, ne di comunicare in maniera comprensibile. Questo perche' non solo siamo differenti,non solo siamo di mondi diversi,ma apparteniamo pure a dimensioni diverse. Nel mondo delle favole esiste un essere multidimensionale ossia il gatto di Alice che puo sparire e apparire a picimento,questo perche' esce ed entra nella ns terza dimensione, esattamente come noi ipoteticamente poggiando il dito su un universo bidimensionale potremmo farlo apparire dal nulla (ossia da sopra e toccando materialmente questo ipotetico mondo piatto), cosa che per gli abitanti non avrebbe senso, poiche conoscono solo lunghezza e larghezza, mentre sopra e sotto, non solo non esistono, ma non riuscirebbero neppure a comprendere tale concetto, se non (forse) sotto forma di equazione, ma sarebbe impossibile comprenderlo realmente come si presenta a noi.
    Per sbarazzare ogni dubbio su tali possibilita' (e impossibilita' di comprensione) provate ad immaginare un essere della seconda dimensione.Per forza di cose non potrebbe mangiare con la bocca ed espellere col cu....(ci siamo capiti) perche se provate a disegnarlo capirete subbito che si dividerebbe in due' ossia otterete due entita separate. figuriamoci esseri della 4 -5-9 dimensione ecc, in piu' anche la fisica sarebbe diversa, e quindi mancherebbe qualsiasi punto in comune da cui partire.
    Per quanto mi riguarda esseri di altri mondi (civilta' di altri mondi ma di questa dimensione) sono gia' qui' e si tratta di piu' razze per forza di cose.
    Se fosse una sola razza allora sarebbe il primo contatto anche per loro ! e dubito che sarebbero cosi schivi. In piu' se partite per il primo viaggio in nave (per fare un esempio)prima di incontrare la civilta' di destinazione e' molto piu' probabile che incontriate prima altri naviganti altre "barche" di altre civilta' prima di giungere in "porto". Esattamente come la conoscenza, su nuove rotte, e nuovi popoli, scoperti dai primi naviganti,passavano di parola nei vari porti di approdo, e' molto probabile che il passaparola sull'esistenza della Terra ad piu' civilta' sia concreta.
    Riguardo agli scopi delle visite possiamo decisamente togliere dalla lista le risosrse minerarie e l'acqua ! chiunque possa viaggiare nello spazio avra acqua e risorse minerarie inesauribili.
    L'unica cosa che ha la Terra da offrire e' la vita ! miliardi e milioni di specie. Alcuni esseri potrebbero venire qui per prendere forme di vita da trapiantare altrove o in grandi progetti di terraforming alieno. Piante animali,batteri che per loro potrebbero valere oro. anche l'uomo per loro potrebbe essere semplicemente una risorsa da sfruttare. Senza contare che piante,frutta,verdure, potrebbero essere varieta' esotiche che valgono "oro" per civilta' aliene esattamente come le spezie erano beni preziosissimi ai tempi dei grandi navigatori.
    So gia' a cosa state pensando la "fantomatica" contaminazione batterica che potrebbe distruggere tale civilta' con batteri terrestri e viceversa.
    In realta' virus e' batteri si sono adattati ad attaccare le proprie e specifiche "prede". Di sicuro se non sieta mai stati in australia non avrete visto piante ed animali caratteristici solo di quel continente.Da noi non esistono ! e sono perfettamente alieni per noi, cmq sia non vi ammalerete di un virus che attacca gli Eucalipti ! o sarete assaliti da funghi che divorano radici, ecc,ecc.
    Si corre il rischio solo se si condivide la stessa biologia ! La malaria non potrebbe mai attaccare il sig spok che non ha l'emoglobina basata sul ferro.
    E voi non prendete un virus di una pianta perche' non avete la linfa. Ne soffrirete mai di parassiti alle branchei ecc,ecc.
    Il pericolo e' molto molto remoto, in piu' sulla terra cadono tonnellate di pulviscolo,meteoriti, e polvere interstellare,da miliardi di anni.
    Se i batteri e spore viaggiano nello spazio sopravvivendo, e molto probabile che siano gia' arrivati sulla Terra da tempo infinito, e ben conosciuti dal ns sistema immunitario.
    Prudenza si...fobia...no !

  • #24

    FABIOSKY63 (lunedì, 02 giugno 2014 02:44)


    @Daniele
    nell'esposizione hai centrato moltissimi punti "decisivi" del contest "allogeni et alieni"...in Terra, et in pax, amen... :)

  • #25

    N3tSpl1TancheconosciutocomeZero_72 (lunedì, 02 giugno 2014 16:29)

    bella Daniele !!!!!!

  • #26

    Daniele (lunedì, 02 giugno 2014 17:04)

    Con un nick cosi, devi per forza venire da k-pax....o da qualche provincia di alpha draconis ; )