Rome Drone 2014: grande successo e medaglia del presidente della Repubblica

Boom di visitatori per la prima edizione del “Roma Drone Expo&Show”, il salone aeronautico sui droni che si è svolto nello scorso weekend a Roma. Nei due giorni della manifestazione, le presenze hanno raggiunto le 6mila persone, tra cui centinaia di operatori ed esperti, italiani e di molti Paesi del mondo, ma anche numerosi giovani ed appassionati. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha voluto assegnare una medaglia di rappresentanza a questo primo importante evento nazionale dedicato ai velivoli radiocomandati. Lo storico “Stadio Alfredo Berra” è stato trasformato in un “villaggio”, con gli stand di una quarantina di enti e aziende. Vere star dell’evento, i due sofisticati mezzi dell’Aeronautica Militare, il “Predator” e lo “Strix C”, che sono stati molto apprezzati e fotografati dal pubblico. Grande affluenza anche ai dodici workshop e conferenze, che hanno visto la presenza dei massimi esperti italiani nel settore. La manifestazione, promossa dall’associazione Ifimedia e organizzata da Mediarkè, ha già dato appuntamento al prossimo anno: la seconda edizione si svolgerà sempre a Roma nella primavera del 2015. Valentina Peron del RomaDrone ci ha inviato un articolo riassuntivo che volentieri pubblichiamo che consolida la collaborazione tra Ufoonline.it e gli organizzatori.

Già in questa prima edizione, “Roma Drone Expo&Show” ha visto la presenza dell’elite della drone community italiana. Tra gli oltre 40 espositori, hanno figurato infatti aziende dell’importanza di Finmeccanica - Selex ES, IDS Ingegneria dei Sistemi, Nimbus e Aermatica, oltre a realtà consolidate come Italdron, MicroGeo, Sematron Italia, Aibotix Italia, Leica Geosystem, SkyRobotic, Superelectric, Menci, Airmap. EuroUSC, GM Spazio, Cloud-Cam, Flying Eye, Aerodron, PRS, Elitaliana e anche a imprese e consorzi di recente costituzione come TopView, Airmovie, Elicampro, FlyValue, Archidron, DeepBlue, ADPM, NewThread e RPAS Experts. Importante anche la presenza tra gli espositori di enti e istituzioni scientifiche, come ENEA, INGV, Università Sapienza di Roma e Politecnico di Milano. In mostra, oltre 50 droni ad ala fissa e rotante, di ogni tipo e modello, da un piccolo quadricottero grande come il palmo di una mano al grande drone-dirigibile Nimbus EOS Xi. La sicurezza dello “Stadio Alfredo Berra” è stata assicurata 24 ore su 24 dal personale e dai sistemi elettronici di allarme del Gruppo Securitas Metronotte.


Una folla attenta ha seguito per le due giornate del “Roma Drone Expo&Show” i dodici workshop e conferenze in programma. Tra l’altro, si è parlato delle polizze assicurative e della sicurezza del volo dei droni, del loro impiego per le attività di security, nel telerilevamento, nella ricerca scientifica e nell’agricoltura, fino alle attività operative svolte dall’Aeronautica Militare con i “Predator” e gli “Strix C”. Il team di ricerca iMerica, inoltre, ha presentato in anteprima il suo nuovissimo reportage multimediale “La Repubblica dei Droni”, dedicato alla situazione del mercato in Italia di queste macchine volanti. Grande partecipazione, in particolare, al “question time” con l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC): l’ingegner Carmine Cifaldi, direttore Regolazione Navigabilità dell’ENAC, ha partecipato ad un faccia-a-faccia con centinaia di nuovi operatori nel settore dei droni, allo scopo di chiarire le modalità di applicazione del recente Regolamento sugli aeromobili a pilotaggio remoto. Sono intervenuti ai workshop rappresentanti anche di Aero Club d’Italia, Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), ENAV, EASA, Esercito, Aeronautica Militare, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, Corpo Forestale dello Stato, Università Parthenope di Napoli, Università di Bologna, UASIT, ASSORPAS, Fondazione 8 Ottobre.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati, sia in termini di presenze che di contenuti”, ha dichiarato l’organizzatore di “Roma Drone Expo&Show”, Luciano Castro, “e abbiamo raccolto con piacere l’apprezzamento di tutti gli espositori, dei relatori e anche del numerosissimo pubblico, proveniente un po’ da tutta Italia. Il nostro progetto ora continua. Innanzitutto, la seconda edizione della manifestazione è già prevista per la primavera del prossimo anno, sempre a Roma. Nel frattempo, organizzeremo degli incontri e degli eventi specializzati dedicati alle varie ‘anime’ che si muovono oggi nella drone community italiana, sia per gli scopi professionali che per quelli amatoriali. Un grazie a tutti per l’entusiasmo e arrivederci al 2015!”.

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Fabio (martedì, 27 maggio 2014 10:20)

    Chissà perché il nostro caro e massone presidente dell'italiota si è scomodato per una semplice manifestazione come questa?! Forse perché i dreni riserveranno a noi un futuro pieno di "pace e sicurezza"? Ok, iniziamo a costruire qualche lancia mini-razzi telecomandata per abbatterli, perché non potremo più nemmeno pisciare dietro una siepe....

  • #2

    "le evidenze" di Fuffy sky63 (martedì, 27 maggio 2014 20:56)


    @Fabio
    forse per quello che è GIA' scritto nell'articolo?.. ;)

    "...Sono intervenuti ai workshop rappresentanti anche di Aero Club d’Italia, Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), ENAV, EASA, Esercito, Aeronautica Militare, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, Corpo Forestale dello Stato, Università Parthenope di Napoli, Università di Bologna, UASIT, ASSORPAS, Fondazione 8 Ottobre..."

    si rilassi "Fabietto"! e guardi questo qua, se NON lo conosce...lei è giovane, il film è del 1983, e se "lo davano in pasto" al pubblico dell'epoca vuol dire che era già stato fatto (di guardare anche "ai cessi" :D ) da un bel po'... ;)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Tuono_blu_(film)

    noi che siamo "un po' più poveri" eh!eh! dei cugini "americozzi" ci accontenteremo, ne sono certo, anche di qualche bel drone "silenziato" e con "sistema di occultamento" eh!eh! analogico...una vernicina con NON lineare riflettanza e via, NON serve nemmeno uno schermo elettronico... o_O

    http://www.webalice.it/a.barducci/SpettroRiflettanza.htm

    può continuare "a pisciare" tranquillo ah!ah! tanto gli alieni e gli allogeni sono -DA SECOLI- abituati al nostro pisimello! e tra uomini NON ci si fa caso...questo lo sa... :D

  • #3

    I Belive (martedì, 27 maggio 2014 22:12)

    Altro fumo negli occhi sono molto furbi...manovrano...per il re giorgio non ci sono parole .....non è più in se con tutte le emergenze che ci sono ha il tempo di occuparsi di cose secondarie. I droni sono molto comodi le lanterne cinese avevano stancato e arrivano le soluzioni intercambiabili :=)))