Scilipoti torna a colpire: ripresentata interrogazione parlamentare sulle scie chimiche

Il vulcanico Senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti torna a interessarsi di scie chimiche. L'onorevole che già nel Febbraio 2011 presento un' interrogazione parlamentare sulle scie chimiche, dirama un comunicato stampa che ha per oggetto "L'Abolizione del segreto di stato sulle scie chimiche". Nel testo compaiono due documenti distinti: l'interrogazione parlamentare presentata dall'On. Scilipoti e un articolo redatto da un geologo che parla di "geoingegneria", intitolato: "Scie chimiche: Un segreto di stato?". Sull'argomento sono state quindici le interrogazioni parlamentari rivolte al Ministero dell’Ambiente e della Salute nel corso del tempo. Le contestazioni sono le medesime. Secondo gli autori delle domende rivole al governo la scia bianca di condensazione che si forma con il passaggio degli aerei militari e civili non sarebbe formata solo da vapore acqueo, ma sarebbe intrisa di bario, alluminio e altre sostanze che risulterebbero tossiche. A seguire ulteriori dettagli sull'interrogazione parlamentare e la lista di quelle passate.

 

 

Nella prima versione dell'interrogazione parlamentare, ora ripresentata l'Onorevole si chiedeva se il Governo fosse disposto:


a) ad accertare i valori di acidità, ovvero, i ph cambiati dal 2003 al 2010, a mappare con precisione la qualità attuale dei terreni e a garantire la cessazione delle operazioni suddette in quanto obbligano all'utilizzo di OGM; 
b) a misurare il livello di bario e di alluminio nelle acque piovane su tutto il territorio nazionale promuovendo verifiche dopo le piogge provocate da operazioni militari; 
c) a misurare il tasso d'inquinamento dell'aria specificamente in relazione ai prodotti utilizzati nelle operazioni di aerosol; 
d) a determinare il rischio ambientale e per la salute della popolazione dei territori soggetti a operazioni di scie chimiche permanenti; 
e) a chiarire l'influenza che le operazioni di scie chimiche dal 2003 ad oggi hanno avuto sulla salute degli italiani; 
f) a pubblicare le ricerche epidemiologiche relative: 

 

Il 27 Marzo 2014 tra le attività del Senato spunta la nuova presentazione dove ritorna l'immancabile citazione dell'HAARP (con base in Alaska-Usa).

A seguire la lista storica delle interrogazioni parlamentari sulle scie chimiche presentato in parlamento e compilata dal Post

 

  • Italo Sandi, deputato dei Democratici di Sinistra, 2 aprile 2003.
  • Piero Ruzzante, deputato dei Democratici di Sinistra, 27 ottobre 2003. Questa interrogazione venne presentata insieme a Italo Sandi.
  • Severino Galante, deputato dei Comunisti Italiani, 3 febbraio 2005.
  • Gianni Nieddu, senatore dell’Ulivo, 13 giugno 2006. Si parla di «scie conseguenti ad un intenso traffico di aerei non identificati i quali percorrono rotte non convenzionali [...] sui cieli della Sardegna».
  • Amedeo Ciccanti, senatore dell’UdC, 8 agosto 2007. L’interrogazione non ricevette risposta e dunque Ciccanti ne presentò altre negli anni successivi (nel 2008 venne eletto alla Camera sempre con l’UdC). Il senatore intervenne anche a una trasmissione televisiva, Rebus, parlando di «troppa reticenza» da parte del governo.
  • Katia Bellillo, deputata dei Comunisti Italiani e due volte ministro (agli Affari regionali e alle Pari opportunità), 20 dicembre 2007. Nell’interrogazione, rivolta ministero della Salute, si parla di «spiegazioni ufficiali [...] piuttosto limitate e scarsamente convincenti».
  • Sandro Brandolini, deputato del Partito Democratico, 5 giugno 2008. A questa interrogazione rispose nel settembre 2008 il sottosegretario per l’Ambiente Roberto Menia, ma Brandolini presentò successivamente altre due interrogazioni sul tema.
  • Amedeo Ciccanti, ora deputato dell’UdC, 16 giugno 2008.
  • Sandro Brandolini, deputato del Partito Democratico, 1 ottobre 2008. A questa interrogazione rispose il 15 gennaio successivo il ministro della Difesa Ignazio La Russa, richiamandosi sostanzialmente alla risposta di Menia. Due settimane dopo (vedi sotto) Brandolini presentò la sua terza interrogazione di contenuto analogo.
  • Sandro Brandolini (insieme ad altri tre deputati), deputato PD, 28 gennaio 2009.
  • Amedeo Ciccanti, ora deputato UdC, 18 novembre 2009. Ciccanti, che questa volta chiede una risposta in commissione parlamentare, ricordò anche la sua interrogazione al Senato di due anni prima che però è rimasta senza risposta. Nel marzo 2011, Ciccanti intervenne in aula – probabilmente ignaro delle risposte di La Russa e Menia – dicendo «Perché il Governo non risponde? Cosa deve nascondere?».
  • Oskar Peterlini, senatore del Südtiroler Volkspartei (SVP), 5 novembre 2009.
  • Antonio Di Pietro, deputato dell’Italia dei Valori, 17 settembre 2008. Questa interrogazione ha un tono di curiosità piuttosto che di aperta adesione alle teorie complottiste, anche se si allude a «diverse teorie» secondo cui «alcune scie chimiche potrebbero essere composte da sostanze chimiche, introdotte al fine di creare modificazioni climatiche». Due mesi più tardi, il sottosegretario per l’Ambiente Roberto Menia (FLI) risposte dettagliatamente, elencando le obiezioni alle teorie complottiste.
  • Domenico Scilipoti22 febbraio 2011. È quella più recente, che sembra aderire su tutta la linea alla tesi complottista: si parla senza ombra di dubbio di «piogge provocate dalle operazioni militari», della necessità di «cancellazione del segreto di Stato relativo alle scie chimiche» e si invita a «chiarire l’influenza che le operazioni di scie chimiche dal 2003 ad oggi hanno avuto sulla salute degli italiani». L’interrogazione non ha ricevuto risposta. Allora Scilipoti faceva parte del gruppo Iniziativa Responsabile, mentre alle ultime elezioni politiche è stato rieletto nelle liste del PdL.

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Franz (sabato, 29 marzo 2014 09:05)

    Molto interessante in proposito è questo articolo http://giornidiordinariafollia.blogspot.it/

  • #2

    Gianna (sabato, 29 marzo 2014 14:06)

    L'immagine rosa che riportate pare proprio dare ragione al senatore perchè sembra una ragnatela di vapori,,

  • #3

    Franz (domenica, 30 marzo 2014 08:41)

    L'immagine rosa sopra riportata si chiama tramonto in questa pagina ci sono alcuni esempi senza la ragnatela di vapore http://imperia.ponenteoggi.it/categorie/leggi-articolo/argomento/tesori-del-ponente/articolo/un-natale-dal-sapore-di-primavera-in-riviera.html#.Uze7U6h_uK9
    Il fatto che sia rosa non da nessuna ragione al senatore.

  • #4

    Gianna (domenica, 30 marzo 2014 11:28)

    Evidenziavo le scie a rete che per me sono anomale non del colore dell'immagine, ho contato di persona anche 12 scie persistenti e a rete nella zona dove abito e non mi sembra che sia un numero che si nota negli aerei di linea,,

  • #5

    Franz (domenica, 30 marzo 2014 15:06)

    Non tutte le scie sono provocate dagli aerei ci sono anche i cirrostrati come per esempio questi http://bountysailor.com/wp-content/uploads/2014/01/IMG_0667.png
    In questa foto quante scie vede?

  • #6

    Receptionist (domenica, 30 marzo 2014 17:59)

    Non é vero ma ci credo.
    Ma poi che fastidio vi da un'interrogazione parlamentare?

  • #7

    Franz (domenica, 30 marzo 2014 21:56)

    Da fastidio quei politici che non danno credito alla scienza ma e che si fanno portavoce dell'informazione spazzatura.

  • #8

    "il mercatino dell'usato" by Fuffasky63 (lunedì, 31 marzo 2014 02:25)


    "hobby and work...play and die"

    http://www.articolotre.com/wp-content/uploads/2014/03/scie-chimiche.jpg

    1.800 modellini, 727 tri-turbo-fan, fuori produzione, speciali per fumogeni mistici, uso disinfezione consigliasi, fine serie...cedesi al migliore offerente... :D

    http://it.wikipedia.org/wiki/Boeing_727

    si allegano istruzioni di montaggio ed uso per autodidatti e amanti del "fai da te"...dice il saggio, "chi fa da se fa pel tle"... :D

    http://www.articolotre.com/2014/03/rosario-marciano-minacciato-di-mortesiamo-sicuri-che-le-scie-chimiche-siano-davvero-solo-una-fantasia/

    per ottenere il miglior risultato "di montaggio" NON invertire e\o forzare "i tasselli"...un sentito linglaziamento pel avel acquistato i nostli plodotti e tanti aguli!.. :D

  • #9

    Malles (lunedì, 31 marzo 2014 20:23)

    Più che i politici che si interessano delle realtà che di norma ci tengono nascoste, io trovo che dia più fastidio la spazzatura che fanno scendere dal cielo

  • #10

    Franz (martedì, 01 aprile 2014 08:31)

    I politici che non ascoltano la scienza non s'interessano della realtà.