Nasa: "il Pianeta X non esiste", nessun corpo gigante oltre Nettuno

L'ipotetica esistenza di un nono pianeta, il Pianeta X, potrebbe essere definitivamente accantonata, dopo i risultati riportati dal Wide-Field Infrared Survey Explorer (Wise) della Nasa, che ha scandagliato le zone piu' esterne del sistema solare non trovando alcun segno dell'esistenza di un altro pianeta. Finora si ipotizzava che il Pianeta X fosse grande quattro volte la Terra, si trovasse oltre Plutone e fosse troppo distante per essere avvistato da telescopi terrestri. L'ipotesi sulla sua esistenza si basava sulle spinte gravitazionali mostrate da piccoli corpi ghiacciati in orbita intorno a Nettuno, attribuite, appunto, all'ipotetico Pianeta X. Come si legge sulla rivista Astrophysical Journal, i dati di Wise non hanno mostrato alcuna prova che supporti l'esistenza di questo ipotetico pianeta gigante. Wise e' equipaggiato con strumenti a infrarossi che possiedono le capacita' di ottenere informazioni sui pianeti "nascosti". A seguire altri dettagli.

Il decimo pianeta e la nascita di falsi miti

Il pianeta X o Transplutoniano, è un pianeta ipotetico al di là di Plutone ed anche di Eris. La sua esistenza fu ipotizzata sulla base di apparenti discrepanze nell'orbita di Nettuno. Un nome comunemente utilizzato per questo eventuale pianeta era Persefone, sebbene esso sia già stato assegnato ad un asteroide.

Oggigiorno il decimo pianeta viene considerato un falso problema: le scoperte nel sistema solare esterno si moltiplicano, e numerose fasce di asteroidi e altri oggetti vengono delineate. A partire proprio da Plutone, numerosi oggetti - per i quali si è coniata la definizione di oggetto transnettuniano - orbitano attorno al Sole e fanno svanire la distinzione tra pianeti ed asteroidi. Lo stesso Plutone, il 24 agosto 2006, è stato declassato da nono pianeta a pianeta nano.

La confusione con l'invenzione di Nibiru

Purtroppo la ricerca pienamente legittima di un decimo pianeta con criteri rigorosamente scientifici si è confusa spesso con Nibiru un presunto pianeta descritto, sulla base di una personale interpretazione delle scritture babilonesi, dallo scrittore Zecharia Sitchin nell'ambito della sua teoria che vorrebbe che all'origine della vita sulla Terra ci sia una presunta civiltà extraterrestre. Tale sua personale teoria speculativa è del tutto priva di riscontri e di qualunque base scientifica. 

 

Il 2012 e il pianeta in rotta di Collisione con la Terra

Il pianeta X, il gigante in rotta di collisione con la Terra ha conosciuto un discreto successo intorno alla fine del 2012. Si era diffusa una falsa credenza in merito al presunto passaggio del grande pianeta che avrebbe dovuto sconvolgere la Terra nel 2012. Astronomi e debunker come Phil Plait hanno fatto notare che se la previsione fosse stata esatta, un oggetto così grande e vicino alla Terra sarebbe stato visibile a occhio nudo così come a occhio nudo si vedono Giove e Saturno, inoltre avrebbe creato visibili effetti alle orbite degli altri pianeti . L'astronomo Mike Brown criticava la tempo la teoria rimarcando l'impossibilità fisica delle affermazioni sul passaggio del pianeta . La credenza sul "Pianeta X" era stata accomunata alla ricerca da parte degli astronomi di elementi per motivare le discrepanze nelle orbite di Urano e Nettuno. Ma già nel 1992 l'astronomo Myles Standish dimostrò che queste discrepanze erano illusorie, e oggi tutti gli astronomi concordano che il Pianeta X non esiste. Oggi la Nasa ha messo la parola fine a questa ennesima falsa credenza. 

Scrivi commento

Commenti: 13
  • #1

    vradox (giovedì, 13 marzo 2014 16:55)

    e nibiru?

  • #2

    Margherito H (giovedì, 13 marzo 2014 20:01)

    Ci sarebbe da dire molto, su questa faccenda del famigerato 10° pianeta.

    A partire da:
    "La sua esistenza fu ipotizzata sulla base di apparenti discrepanze nell'orbita di Nettuno".

    Le "apparenti" discrepanze, sono in realtà quello che si è recentemente scoperto essere una risultanza d'interazione gravitazionale tra Nettuno e la fascia di Kuiper.

    La battaglia tra chi osteggia (spesso a ragione veduta) autori come Sitchin o Von Daniken e chi su questi autori è arrivato in alcuni casi a crearci "tutto un mondo intorno", crea a mio avviso una deriva di entrambe le parti verso una posizione troppo personale, anche laddove del "personale" ci fosse già di "default".
    Si leggono così questi assolutismi, come quello che definisce la posizione di chi ha scritto "il pezzo", che è certamente meno biasimabile di chi "assoluteggia" sulla "curva" opposta, tra gli Ultras del "è TUTTO vero".
    Ma pur sempre biasimabile, soprattutto se vista sotto l'ottica del palese intento di fare CHIAREZZA, il quale mi sento di definire "essere nelle intenzioni" che mi pare di leggere da sempre nella "linea" di questo sito e del forum correlato.

    Per carità, è sempre bene definire il QUANTO biasimabile.
    Assai poco, al confronto con ciò che questa "linea" combatte.
    Non vorrei però che la foga di delegittimare giustamente ciò che "non è", venga operata con un medesimo pressapochismo.

    Parliamo in "soldoni".
    I miti, le interpretazioni più o meno accomodate, o quant'altro si sia speso sull'ipotesi "qualcosa che avviene periodicamente al nostro pianeta", può rimanere argomento di discussione in questi termini oppure trasformarsi in qualcosina di più "accattivante".
    Tra le due cose, il traghetto che le unisce è semplicemente il tempo.
    Quello speso a cercare di capire SERIAMENTE come si evolve lo Spazio, e noi con esso...con tutto il "rischio" che pende dalla nostra parte.

    Orbene...fascia di Kuiper. Più in là, la nube di Oort. Distante da noi fino a 1,5 Anni Luce, per quanto ad oggi osservato. Fino a 3 anni luce, per quanto più recentemente stimato.
    Limite estremo del nostro Sistema, la nube di Oort, oltre che essere "quanto rimane" della formazione de Sistema Solare, sommato a quanto è stato attirato nel corso delle ere verso questa vera e propria cintura di detriti di immani proporzioni e "popolazione", è anche un posto estremamente caotico.
    Tra comete e sassi di dimensioni più disparate in ragione di un numero vicino alle "vari milioni di unità"...si pensa che questo genere di nube, debolmente legata all'attrazione del Sole, sia una caratteristica costante dei sistemi stellari.
    Quello più vicino a noi è Alpha Centauri. Che se tanto mi da tanto, essendo distante da noi all'incirca 4 Anni Luce, se avesse una sua "nube di Oort"...la probabilità di sovrapporsi delle due nubi (quella di Centauri e quella del Sole), spiegherebbe eventuali intrusioni all'interno del Sistema Solare di ogni "ben di Dio", con una semplicità disarmante.

    E questo ancora non lo sappiamo con certezza...
    Quindi l'automatismo "Non ci sono oggetti rilevanti" è per ora e per un qualche anno ancora (ipotizzo), una mera speculazione a sua volta. IMHO, of course.




    Questa correlazione cont

  • #3

    Daniele (giovedì, 13 marzo 2014 20:30)

    Ok, ora che la Nasa ci ha spiegato che non esiste nessun pianeta oltre l'orbita di Plutone (o Nettuno, visto il declassamento di "Pluto"),potrebbe anche informarci su cosa causa le spinte gravitazionali mostrate da piccoli corpi ghiacciati in orbita intorno a Nettuno ?

  • #4

    ufoonline (giovedì, 13 marzo 2014 21:35)

    "La sua esistenza fu ipotizzata sulla base di apparenti discrepanze nell'orbita di Nettuno".

    Si leggono così questi assolutismi, come quello che definisce la posizione di chi ha scritto "il pezzo", che è certamente meno biasimabile di chi "assoluteggia" sulla "curva" opposta, tra gli Ultras del "è TUTTO vero".

    ..

    La frase citata è di Wikipedia, come indicato nel Link. Quindi può far rettificare la notizia alla Wikimedia Foundation Inc.

  • #5

    El Paso (giovedì, 13 marzo 2014 21:48)

    Ci eravamo accorti già due anni fa quando non eravamo morti che Nibirù non esisteva non ci voleva il Wise XD

  • #6

    MaxC (venerdì, 14 marzo 2014 00:20)

    Ho trovato questo interessante articolo...sul quale ognuno è libero di farsi la propria idea in merito. http://www.angelismarriti.it/presenzealiene/nibiru-leggendaoverita2013.htm

  • #7

    Venerabile (venerdì, 14 marzo 2014 01:05)

    Separiamo i due aspetti che non esista un pianeta x inteso come nibiru è assodato ma non possiamo escludere e non lo fa neanche la Nasa altri oggetti spaziali dopo plutone.

  • #8

    Receptionist (venerdì, 14 marzo 2014 01:51)

    E meno male.

  • #9

    "il Pi greco" di Fuffasky63 (venerdì, 14 marzo 2014 05:45)


    cit. MaxC
    http://www.angelismarriti.it/presenzealiene/nibiru-leggendaoverita2013.htm

    già Regan, durante il suo primo mandato, ne fu informato...e di conseguenza "parlò"... -_-

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ronald_Reagan

    "giro giro tondo..."

  • #10

    Pirullo (venerdì, 14 marzo 2014 15:00)

    Possiamo pure dire che è stata messa la parola fine ad una colossale scemenza! Ma voi credete che i beoti che pullulano e prosperano e ingrassano nelle limacciose correnti di Internet si daranno una calmata? Noooo! Statene certi! Si inventeranno qualche altra scemenza, ancora più grande e inverosimile, pur di continuare a sguazzare nelle torbide onde della Rete, sparando a destra e a manca i loro messaggi idioti, ai quali poi l'ultimo fesso abboccherà. La mamma degli imbecilli purtroppo è sempre incinta!

  • #11

    Werther (venerdì, 14 marzo 2014 17:58)

    Mentre leggevo l'articolo mi sono imbattuto in "Sensitivi al telefono", per saperne di più, gli ho telefonato e mi hanno detto che, ictu sensi, non bisogna credere al fiuto della NASA .

  • #12

    VHX (venerdì, 14 marzo 2014 22:25)

    Secondo me, l'unico pianeta X è la TERRA =
    L'unico pianeta vivibile nel raggio di X anni luce.
    (Ti sembra poco?)

  • #13

    MM (domenica, 16 marzo 2014 17:07)

    A proposito di pianeti X ancora da svelare. Vi invito a vedere una puntata de "La storia dell'universo" in cui si parla di una ipotetica stella compagna del nostro Sole! Potrebbe essere interessante....