Il CUFOM e l'ufo di Rivoli (Torino): era solo una pista da Sci ?

Il Centro Ufologico Mediterraneo in questi giorni ha pubblicato un'ampia disamina di un caso Ufo avvenuto a Rivoli, località piemontese vicina a Torino. Pubblicando le foto del testimone che immortalavano uno strano oggetto luminoso che sembrava essere sospeso nel cielo, il team di "esperti" coordinati dal Dott. Carannante lo legavano al caso Ufo di Medellin: "Non sappiamo se abbiamo reso il concetto! Dunque, per noi allo stato attuale è un grande caso e potrebbe trattarsi di un ufo avvistato a distanza di pochi giorni sia in Italia che in Colombia" affermavano i collaboratori del Cufom. Purtroppo l'ufo di Medellin, come ampiamente spiegato è soltanto un Led Kite. Inoltre la data originale dell'avvistamento è il 25 Gennaio 2014 non il 17 Febbraio, particolare trascurato dagli analisti e filtratori del Cufom quando calcolavano la rotta transoceanica del velivolo. La notizia è stata ripresa da AffariItaliani, Meteoweb, e NotizieIn.

E se l'ufo fosse qualcosa di molto più "grande" ?

Partiamo dalla testimonianza: 

“Vi allego alcune immagini scattate con la mia fotocamera compatta la sera del 14 Febbraio,2014 alle ore 21, circa di un fenomeno luminoso osservato per quasi 3 ore in Piemonte. Le seguenti immagini ritraggono uno o più oggetti luminosi che da dove abito io, Rivoli (TO), ho osservato dalle 08:15 CIRCA, fino verso le ore 23 , quando poi l’oggetto è scomparso. Da dove abito (RIVOLI Torinese) , osservando in direzione NNE, verso l’aeroporto civile di Caselle Torinese ( di cui in basso nella foto si notano le luci della pista ), distante circa 10.km. in linea d’aria. Le luci di vari colori (se osservate con un binocolo 10x) non hanno mai cambiato la posizione relativa fra loro. L’oggetto apparentemente appariva in prima istanza, sopra l’aeroporto stesso, poi ad un osservazione più approfondita sembrava più distante sullo sfondo in lontananza, dove in quella direzione non vi sono rilievi orografici. Ovviamente non avendo idea delle dimensioni reali dello stesso non posso stimare a quale distanza approssimativa fosse. La zona dove abito è situata a un’altitudine di circa 350 slm e l’aeroporto di caselle circa 100 in meno, quindi la quota stimata dell’oggetto basso sull’orizzonte poteva essere di 400 , 500 metri slm. ma come dico sono stime non avallate dalla reale distanza di quest ‘ultimo e le effettive dimensioni che comunque per mia personale dimestichezza con oggetti volanti di ogni tipo e una relativa esperienza di volo (Per ragioni di interesse personali e professionali) mi facevano supporre essere di varie decine di Km” 

Scrive il Cufom nel suo sito Internet:

 

Ebbene l’ufo, perchè a questo punto tale è nel senso di oggetto di natura ignota, somiglia in maniera notevole a quello avvistato e filmato solo tre giorni dopo in Colombia e che guarda caso anche ivi è stato definito gigantesco dai testimoni

[........]

Dunque, per noi allo stato attuale è un grande caso e potrebbe trattarsi di un ufo avvistato a distanza di pochi giorni sia in Italia che in Colombia. Questo significherebbe che in pratica il video del sudamerica non è un fake e che si tratta effettivamente di un ufo. E viceversa per quello italiano. In pratica avremmo la prova provata dell’esistenza di velivoli alieni sul pianeta terra, o forse solo di un velivolo sperimentale segreto (mica tanto) del tutto terrestre.

Ma qualcosa non quadra: un oggetto fermo per tre ore senza altre segnalazioni, nessuna minima oscillazione, sospeso nell'aria a centiania di metri d'altezza che scompare improvvisamente. 

 

Si capisce estrapolando alcune affermazioni dalle stesse parole del testimone e del CUFOM
- "L’oggetto luminoso è rimasto apparentemente immobile mantenendo altitudine ed inclinazione inalterati"
- "A quell’altezza poi, anche se era una serata calma sicuro gli aquiloni sono in balia degli elementi."

- "Non cambiava intensità luminosa, nè colore. Non si percepiva alcun rumore, sibilo o suono"

- "Prendendo come punti di riferimento lo sfondo della foto l’oggetto appare fermo e non muta-forma."

 

Ad aumentare le incertezze, con una svolta imprevista è un articolo segnalato dall'utente Ticino nel forum:

 

www.torinotoday.it/cronaca/ufo-rivoli.html 

Nei commenti arrivati a TorinoToday entra a gamba testa Giorgio che essendo di quelle zone ha qualcosa da ridire sulle ipotesi fin'ora formulate: 

Ma la pista di Biella era illuminata nei giorni dell'avvistamento? Sembra proprio di si.

 

La pista in notturna è aperta tutti i venerdì sera dalle ore 19.30 alle ore 22.30 come riportato su Bielmonteneve.it

Il quotidiano La Stampa conferma che in questi giorni erano in corso ulteriori iniziative nell'ambito delle notti bianche nei monti biellesi.

Si può dedurre che la pista era aperta anche quel 14 Febbraio e nel lasso di tempo esattamente indicato dal testimone: dopo le 20.00 fino alle 23.00 circa.

Quando l'oggetto è sparito non è stato inghiottito da un tunnel spazio tempolare semplicemente si sono spente le luci della pista. 

 

Anche la descrizione delle luci "fisse che non cambiano mai colore" fa pensare proprio alle illuminazioni delle installazioni sciistiche.

 

Possono le luci di una pista essere scambiate per un Ufo all'orizzonte sospeso tra le montagne, che guarda caso sono proprio sullo sfondo come testimoniato da una foto fatta di giorno dallo stesso testimone? Abbiamo cercato le foto e giudicate voi stessi.

Se la soluzione è questa, come emergerebbe dopo i riscontri, possiamo domandarci con quale credibilità gli esperti del Cufom che hanno dimostrato di non avere nessuna reale competenza di disamina dei fenomeni ufologici, per quanto riguarda l'aspetto tecnico, investigativo e di approfondimento, si propogando come riferimento del settore. E' ancora fresca la polemica sul Caso Montecilfone per alcuni Eurofighter scambiati per ufo, con la lettera dai toni infuocati inviata dal Presidente Carannante a Termolionline che aveva osato spiegare l'origine di quei velivoli. 

Questo ennesimo caso dovrebbe far riflettere sul modo in cui le segnalazioni dei testimoni devono essere portate all'attenzione dell'opinione pubblica. In particolare quando, con l'indubbia rete di conoscenze e capacità mediatica del Cufom, ogni fotografia finisce nel circuito informativo che lo stesso ente ha creato.

 

Ufoonline.it riceve decine di segnalazioni al mese che decide di inserire solo nel forum, dando risposte e interagendo quando possibile con gli utenti direttamente, in modo che questi possano offrire in prima persona le loro osservazioni testimoniali.

 

Nel caso di pochi mesi fa Ennio Piccaluga, aveva tentato di spiegare l'approccio del sito di cui è Presidente Onorario proprio su queste pagine e che riportiamo per correttezza:

Erano seguite molte polemiche tra chi sosteneva il modo di operare del Centro Ufologico Mediterraneo e chi li accusava di non avere strumenti adeguati.

Una cosa è sicura: proprio l'attenzione mediatica e le "visite mensili" suggerirebbero maggiore cautela oggi e in futuro.

 

Per particolari e le ricerche vi rimandiamo alla discussione in corso nel Forum: CUFOM valuta un avvistamento UFO su Rivoli pari a quello di Medellin

Riceviamo e pubblichiamo -come da richiesta- una replica del "Presidente del C.UFO.M Dott. Angelo Carannante" al nostro articolo:

 

Intervengo in qualità di Presidente del C.UFO.M. Abbiamo fatto tanti accertamenti, ma se permettete l’ipotesi pista da sci non sta né in cielo, né in terra. La foto che avete postato su questo sito è molto diversa da quelle inviate dal testimone. Le montagne nel caso dell’ufo di Rivoli sono lontanissime. L’oggetto volante non identificato è piuttosto grande e non somiglia in alcun modo alla pista da sci che mostrate voi senza un becco di prova. Dove sono le luci che si vedono nell’oggetto di Rivoli? Il sottoscritto e gli analisti vedono nelle foto da voi proposte solo un indistinto insieme di luci. Non dobbiamo per forza spiegare gli avvistamenti con ipotesi convenzionali anche quando ipotesi non ce ne sono e per di più sono infondate come quella della pista da sci. Le montagne innevate nelle foto dell’ufo di Rivoli sono distanti decine di chilometri. Come dovrebbe essere grande ogni singola luce dell’ipotetica pista da sci? Da quanto dite voi ogni lampadina o faro dovrebbe avere una dimensione di diverse decine di metri: è un’assurdità in termini. Abbiamo altre foto che ritraggono lo stesso panorama dove non c’è l’ufo e quindi non c’è di conseguenza alcuna pista da sci. Qualcuno ha detto che la pista aveva le luci spente negli altri giorni. Ma secondo voi, le piste di sci che lavorano, specie con il riscaldamento globale, pochi mesi all’anno, si permettono il lusso di essere chiuse in alcuni giorni? Inoltre non ci troviamo con la prospettiva e le dimensioni. Le montagne si presentano in una posizione incompatibile, per l’ipotesi da voi sostenuta, rispetto a quello che è l’ufo sospeso. E poi perché i testimoni non hanno mai visto nulla di simile e quindi perché in precedenza ma anche dopo non hanno mai visto questa ipotetica pista da sci? Stranamente nemmeno le macchine fotografiche non si sono mai accorte della presunta pista da sci? Perché non dite a questa persona che vi ha mandato le foto di scattare dalla stessa distanza del nostro testimone la stessa foto? A quanto vedo il metodo scientifico tante persone proprio non lo conoscono: gli esperimenti e le verifiche si fanno esattamente nelle stesse condizioni che nelle foto da voi postate non sono state rispettate. Noi non escludiamo nulla, ma per favore prima di scrivere di tesi infondate, pensateci almeno su due volte se non di più. Ah un’ultima cosa: per cortesia non cestinate questo mio intervento. Ne saprete di più nei prossimi giorni, ma non ce ne sarebbe nemmeno bisogno tanto è stupida ed irrazionale la tesi pista da sci. Restiamo aperti ad ogni soluzione purchè provata e non dettata da preconcetti. Per trattare i casi bisogna lavorare duro con molte persone (nel nostro caso gli esperti del  C.UFO.M. in varie materie) e non prendere una foto, postarla e dire di aver risolto il caso. Infine ripeto che non escludiamo la tesi pista da sci, proprio per una elementare razionalità che nulla esclude, anche se tale ipotesi ci sembra azzardata e una pura illazione. Questo è quanto.

 

*Si ringraziano gli utenti che hanno reso possibile l'articolo, in particolare l'utente Ticino per aver proposto la soluzione e gli utenti Insider e Miro72 per gli sviluppi successivi.

Commenti: 17 (Discussione conclusa)
  • #1

    Gitto (martedì, 25 febbraio 2014 09:12)

    Ma davvero ? LOLLONE

  • #2

    Datteri Miranda (martedì, 25 febbraio 2014 09:19)

    L'unica cosa da segnalare è che il più grande sito ufologico italiani di attualità come questo neghi sistematicamente il fenomeno ufo in tutte le sue forme
    :::questo è scandaloso:::

    IL C.UFO.M è composto da esperti e gente che studia da anni non sono improvvisati e ci sono tecnici fotografici e sono stati invitati in tutti i posti possibili compresi I fatti Vostri perché hanno esperienza sul campo.

  • #3

    El Paso (martedì, 25 febbraio 2014 09:22)

    Se è un pista da sci a questo punto devono farsi davvero una pista ma di roba buona :D

  • #4

    Cecere (martedì, 25 febbraio 2014 10:03)

    Ho letto l'articolo originale del CUFOM dove sono le foto originali da 10 mega qualcuno può indicarmi dove scaricarle

  • #5

    Marco Cordara (martedì, 25 febbraio 2014 10:18)

    Sono le piste del cosidetto Bielmonte le foto scattare con il sole mostrano proprio il punto dove ci sono le piste

    http://www.bielmonte.net/slides-inverno/03.jpg

    Vi ho mandato una Email leggetela

  • #6

    N3tSpl1T (martedì, 25 febbraio 2014 11:16)

    Quindi se fossero le montagne del Biellese, il fantomatico testimone avrebbe spudoratamente mentito.... bha. Noia.

  • #7

    XA6437 (martedì, 25 febbraio 2014 11:40)

    E' la più grande assoluta inimitabile gigantoide figura barbara di questa associazione di volontari di lucine & lucette
    Vi ringrazio di esistere tutti quanti per vendicare questo scempio della verità che questi signori iniettano in tutte le televisioni e circuiti locali nonostante siano stati sbugiardati più volte !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ...hanno accomunato un ufo ad un altro volontariamente non sono affatto sprovveduti dal punto di vista del marketing hanno sfruttato la fama di quel caso... Attendo di leggere in questi commenti tutti i vostri amici che quotidianamente vi giudicano per vedere le loro facce rispetto a questa sonora figura polacca.

  • #8

    Yale (martedì, 25 febbraio 2014 12:25)

    non ci si crede =_=

  • #9

    Giotto (martedì, 25 febbraio 2014 16:03)

    Ma il Cufom a questo punto che dice ?

  • #10

    osservatore (martedì, 25 febbraio 2014 16:15)

    Secondo me le varie foto non sono la stessa cosa. In quella delle piste da sci si vedono anche altre luci attorno al perimetro della pista, mentre quella del presunto ufo non ha altre luci fuori dal perimetro illuminato.

  • #11

    Venerabile (martedì, 25 febbraio 2014 16:24)

    Cecere hanno dett che non le hanno pubblicate per mancanza di spazio, ti riporto quello che hanno scritto, vai nell'articolo originale: "Abbiamo dovuto ridurre la grandezza delle immagini con inevitabile ripercussione purtroppo sulla risoluzione, altrimenti non le avremmo potuto vedere qui."

  • #12

    Ticino. (martedì, 25 febbraio 2014 19:17)

    Vi ringrazio della citazione sono onorato ehehehee E' stata solo fortuna °_°

  • #13

    Ivan (mercoledì, 26 febbraio 2014 14:56)

    Ma quelle luci appaiono da anni sanno tutti cosa sono, è uno scherzo che hanno fatto a mandare le foto, non può essere diversamente. A Natale sono accese tutta la notte ehehe. Si vedono anche da Torino in alcuni punti e nei palazzi chi dice il contrario sta dicendo qualcosa di falso. Vi metto mi piace sulla vostra pagina ;)

  • #14

    Matteo Rocca (mercoledì, 26 febbraio 2014 19:39)

    Provo una vergogna immensa per questa nostra Italia dove imbonitori della domenica possono fare queste sceneggiate. La lettera di risposta del Signore titolare dell' agenzia per la ricerca di qualunque cosa voli è la dimostrazione che in questo paese c'è un sentimento che non si conosce che è il senso del ridicolo fino ai piedi. Invece di chiedere scusa questa sparata è finita su Ufocasebook dove il signore ha fornito anche il suo numero di cellulare, e riproposto la teoria dell'Ovni di Medellin, e ha comunicato che avrebbe allertato gli esperti. Voglio esperimere il mio sdegno per tutto questo.

  • #15

    Marta e Mary Poppins (giovedì, 27 febbraio 2014 06:16)


    anche noi siamo ihihih del "club delle sdegnate"..:D

    magari il dottor Carannantibus, ma che bravo bello e simpatico che è! lo vediamo SEMPRE in Tv! farà PRESTO una rettifica al caso pubblicamente...capita a tutti di partire per pescare "un bel pesce" ihihih e ti AGGANCIANO, "sott'acqua e di nascosto" uh!oh! una SòLA all'amo..:(

    non demorda dottore! chieda venia...e si concentri sui nuovi casi..;)

  • #16

    Malles (giovedì, 27 febbraio 2014 14:39)

    Toh! Come si chiudono e si riaprono i LOCULI...Degno del miglior Dracula...EeeeeHHH!! Quando si abbisogna di giugulari...

    Rientriamo ( NON nel loculo ) nella questione. Caro CARA, difendere l'indifendibile è formula aleatoria, così mi ingigantisci anche gli ometti, e non mi sta bene.
    Qualcuno che tu conosci ti stava elevando in più spirabili aree, citandoti come (pure) esperto di scienze fisiche e chimiche, mah!! Dopo gli inevitabili banchetti, resta SEMPRE da pulire il tavolo, vedi di provvedere. Mi viene in mente il notissimo (a suo tempo) caso dell'entità PHILIP, un fantasma creato artificiosamente da un gruppo di ricercatori di Toronto...

    Così fai solo del male all'ufologia, quella vera intendo. Il fenomeno, già consistente, NON necessita di ulteriori rigonfiamenti, perchè può scoppiarti tra le mani. Io credo che fra tutti i criteri proposti fino ad oggi per selezionare un campione significativo di rapporti ufo, il migliore resti tutt'ora il "diagramma probabilità - stranezza" di Hynek. Questi si basa infatti sul presupposto, semplice ma sostanzialmente valido, che un rapporto di avvistamento merita considerazione quando è dovuto a "PERSONE CREDIBILI che riferiscono cose relativamente incredibili"

    Coerenza vorrebbe che per rispecchiarti di nuovo in acque più cristalline, tu sgrezzassi il tuo diamante ricoperto da una patina di ego. Essere grandi a volte è imperativo farsi piccoli. Fallo o non ti presento più a Magalli...



  • #17

    Yale (giovedì, 27 febbraio 2014 15:50)

    Così fai solo del male all'ufologia, quella vera intendo. Il fenomeno, già consistente, NON necessita di ulteriori rigonfiamenti, perchè può scoppiarti tra le mani.

    +1 Aboliamo questi avvistamenti tarocchi e affidiamoci al mitico Hynek, la cui memoria viene profanata da anni, lui così devoto all'indagine ufologica seria e convinto dell'ipotesi alternativa, che ha perso anni sui libri per studiarne gli aspetti. ""PERSONE CREDIBILI che riferiscono cose relativamente incredibili". Si ricomincia da li.