UFO, Carnefici dell’uomo: la versione di Petrus

Riceviamo un articolo che pubblichiamo integralmente. Come sempre aperti ad ogni tipo di dibattito. Tutto parte da un libro il cui autore ha intitolato Il libro di Petrus, UFO, Carnefici dell’uomo, la cui prima fugace edizione risale al 1980,  e che ha subìto una revisione ed un ampliamento.
Per chi fosse interessato è scaricabile gratuitamente scaricabile nel sito poetarolando.com. Da qui ecco le parole di Petrus:
Il titolo di questo libro costituisce una pesante affermazione che è il risultato di una concatenazione di scoperte scientifiche. Tuttavia, tale affermazione, potrebbe essere considerata anche una insignificante opinione personale dell’autore, cosicché ritengo opportune le seguenti considerazioni.
Le scoperte scientifiche sono tali, solo se esse vengono capite; se non vengono capite, diventano automaticamente semplici ipotesi.
A seguito di questa proprietà, qualsiasi autore è generalmente spinto a fornire dimostrazioni della dimostrazione della dimostrazione della dimostrazione… creando così un intreccio logico sempre più complesso, di comprensione sempre più difficile. In altre parole, più una scoperta scientifica viene accuratamente dimostrata, meno viene capita. Al di là di tale ostativa regola generale, riguardante qualsiasi singola scoperta, esiste anche la ancor peggiore evenienza che, un certo problema, possa essere risolto solo mediante la soluzione di molti altri problemi.

È un po’ il caso di Leonardo da Vinci, quando scoprì che un’elica poteva avvitarsi nell’aria e poteva così sollevarsi da terra. Tale scoperta è giusta, ed è quella che consente il volo degli elicotteri. Tuttavia, ai tempi di Leonardo, tale scoperta poteva essere solo una sua ipotesi: a quel tempo mancavano altre scoperte scientifiche, necessarie alla dimostrazione pratica della validità del suo concetto che il volo umano può essere consentito da un’elica.
Mancavano infatti le scoperte dei motori che, bruciando combustibili raffinati, avrebbero potuto sviluppare potenze molto maggiori di quelle possedute dall’uomo.
Mancavano anche le scoperte sulla metallurgia, necessarie per realizzare leghe metalliche dotate della grande resistenza e della grande leggerezza necessarie per costruire i motori e le strutture portanti di qualsiasi velivolo.
Queste premesse illustrano come il definire un qualsiasi quadro scientifico teorico, sia un fatto complesso già nella sua esposizione essenziale.

Quanto sopra detto vuole costituire un tentativo di giustificare il fatto che, il citato libro UFO, Carnefici dell’uomo è composto da oltre 500 pagine, non tutte leggibili come le pagine di un romanzo.
Il citato libro richiede pertanto una lettura che, in certe parti, potrebbe richiedere perlomeno una pausa per opportuni approfondimenti.
Parlando di UFO, infatti, l’immaginario collettivo ci porta a pensare ad astronavi provenienti da lontanissimi pianeti ed a equipaggi costituiti da esseri umanoidi.
L’immaginario collettivo ci suggerisce anche spiegazioni legate ad universi multidimensionali, indispensabili per spiegare l’incomprensibile complessità di tale “fenomeno UFO”. Parlando di UFO si è poi costretti a concepire ragioni che giustifichino la presenza di tali oggetti volanti anche nell’antichità; una presenza così eccezionale che imponeva concettualmente l’associazione di tali macchine ad entità sovraumane, divine.
Parlando degli UFO che erano sempre presenti negli scenari di guerra sin dall’antichità, si è poi costretti a dover inventare motivi atti a giustificare tale loro presenza.
Il fenomeno UFO è spiegabile con tante belle ipotesi, ma tali ipotesi non sono idonee a spiegare TUTTA la fenomenologia ufologica.
Nel citato libro “UFO, Carnefici e dell’uomo”, invece, è esposta una spiegazione di qualsiasi fenomeno UFO passato e presente.
In modo riduttivo si può comunque dire che, nel libro UFO, Carnefici dell’uomo sono esposte molteplici chiare scoperte scientifiche, atte a sviluppare discussioni fruttuose, per un loro sempre più preciso ruolo nell’ambito del quadro generale dell’esistenza: non solo degli UFO, ma dell’uomo stesso.
A titolo di esempio concreto c’è da sviluppare (per una comprensione della sua immensa valenza) la scoperta che la psiche è semplicemente l’onda complementare inscindibile dell’onda elettromagnetica.
Tale onda ha il suo massimo valore energetico nella costituzione di un Dio.
Tale onda elettromagnetica ha il suo massimo valore energetico nella costituzione di un Buco Nero.
Tale scoperta, tuttavia, non è isolabile, giacché implica la scoperta che tutta la materia dell’universo trae la sua esistenza da una precisa collocazione in una scala di superiorità individuali.
Ma neanche tale scoperta è isolabile, perché implica che l’esistenza di qualsiasi espressione materiale (individuo) è tratta dal possesso di una specifica potenzialità psichica derivante da un’acquisizione violenta di essa, mediante un “processo alimentare”.
Ma neanche tale scoperta è isolabile, perché stabilisce che l’essere umano è semplicemente l’alimento di esseri Ultraumani (UFO), i quali pianificano le politiche, le economie, le ideologie delle società umane al fine di ottenere il loro cibo-psichico, creando dolore e morte mediante rivoluzioni e guerre.
Ma neanche tale scoperta è isolabile, perché è legata al freddo generato dalla sofferenza. Per fare un esempio recente: l’incredibile freddo e pioggia in un’estate sudafricana, proprio nei giorni del funerale di Nelson Mandela, non è un capriccio meteorologico, ma una pianificata raccolta di tanta energia psichica da parte di qualcuno “molto vicino” agli UFO. Ciò è quanto dimostrato dalla mia scoperta scientifica sulla natura dell’energia psichica e sui legami di essa con il calore, lo spazio ed il tempo.
L’ufologia, dopo mezzo secolo di raccolta sistematica di montagne di testimonianze, si trova ancora nella necessità di dover dimostrare che certe lucette sono UFO, che certi velivoli sono UFO, che certi individui sono rapiti e manipolati dagli UFO.
Peraltro, anche quando è certo che si tratta di UFO, rimane il mistero della loro presenza: perché sono qui? Cosa sono? Cosa vogliono? Cosa fanno?
Se ci si trova ancora in tale situazione, non è solo perché ci sono individui che non sono in grado di capire per loro intrinseche lacune mentali, bensì anche per il fatto che l’ufologia non è in grado di esporre il motivo per cui gli UFO sia logico che esistano. Ora questo motivo è stato chiaramente individuato ed esposto nel mio libro UFO, Carnefici dell’uomo.
Cercare la soluzione del mistero UFO in altre direzioni significa solo continuare a non capire niente né degli UFO, né dell’universo, né del destino umano.

 

Rolando Poeta Petrus

comments powered by Disqus
Commenti: 7 (Discussione conclusa)
  • #1

    vradox (giovedì, 09 gennaio 2014 02:44)

    a parte il fatto che una scoperta scientifica si ottiene quando data un'ipotesi se ne ottiene verifica sperimentale riproducibile a piacere, che venga capita o meno, il libro è il solito coacervo di fantasie fantateologiche. ovvero la solita trita zuppa di ufo, energie spirituali, Dio, angeli, l'immancabile quantistica citata perlopiù a sproposito etc. miscelabili e permutabili a piacere ovviamente senza la minima voglia di citare alcuna fonte.

  • #2

    Zebanov (venerdì, 10 gennaio 2014 21:33)

    Finale veramente epico: la gente dovrebbe essere convinta dalla "raccolta sistematica di montagne di testimonianze", e se qualcuno ancora non ci arriva ad accettare la Verità è perché "l'ufologia non è in grado di esporre il motivo per cui gli UFO sia logico che esistano".

    Trovare uno straccio di prova no, eh?

  • #3

    FUFFASKY63 (sabato, 11 gennaio 2014 07:39)


    cit. Zebanov
    "...Trovare uno straccio di prova no, eh?.."

    gli "ufo" in quanto tali sono UN DATO DI FATTO! che alcuni di questi siano velivoli NON convenzionali lo è ALTRETTANTO! che le manovre di questi ultimi siano intelligenti è UN ALTRO dato di fatto!..se poi vuole -PERSONALMENTE- un alieno (o un allogeno) da tenere in mano o sul comodino ah!ah! penso che NON c'è rimasto molto tempo..:D

    "l'aria che si respira" eh!eh! è MOLTO, TROPPO, accuratamente e giornalmente..."disinfettata"..;)

  • #4

    vradox (sabato, 11 gennaio 2014 11:30)

    se non si trovano prove o non le si è cercate nel posto giusto o non ci sono...

  • #5

    Giorgio (sabato, 11 gennaio 2014 22:31)

    Io sono esterrefatto.

  • #6

    Franz (domenica, 12 gennaio 2014 09:05)

    Un u.f.o. rimane tale fino a quando non viene identificato che si tratti di astronavi aliene non mi risulta che ci siano immagini che lo dimostri inequivocabilmente.

  • #7

    Zebanov (domenica, 12 gennaio 2014 20:57)

    Manovre intelligenti dati di fatto?

    Direi dati per fatti, in tutti i modi in cui la si può leggere