Beyonce fa infuriare la Nasa: usa le voci della tragedia dello Shuttle Challenger

Beyonce la super star della musica nera americana ha fatto arrabbiare l'Agenzia Spaziale Americana. Nel suo ultimo album di Beyonce nel brano lanciato come singolo «Xo» ha campionato alcuni secondi del comandante della Nasa che commentava in diretta tv l’esplosione dello shuttle Challenger, nel gennaio 1986, quando morirono i sette membri dell’equipaggio. Pochi secondi in cui si sente il comandante parlare di seri problemi. Tanto è bastato per scatenare un putiferio con la diffida da parte della Nasa sull'utilizzo dell'audio. La scelta di Beyonce ha profondamente indignato l'agenzia americana. I funzionari della Nasa hanno prontamente criticato la decisione di Beyonce spiegando che l’incidente spaziale del 1986 «non dovrebbe mai essere banalizzato. Utilizzare quell’audio è una mancanza di rispetto che riapre ferite mai rimarginate». A seguire il video incriminato e le giustificazioni della Star alla BBC.

Beyonce si è scusata ma  alla Nasa le scuse non sono bastate. La cantante in un’intervista alla Bbc ha provato a giustificarsi, spiegando che il suo «cuore va alle famiglie che hanno perso i loro cari nel disastro» e che la canzone è stata registrata con la «sincera intenzione» di alleviare il loro dolore e "ricordarci che accadono cose inaspettate, così l'amore ci insegna ad apprezzare ogni minuto che aabbiamo con coloro che significano di più per noi."

 

XO, la canzone incriminata è stata scritta e prodotta da Ryan Tedder e Terius Nash.

L'audio è preso in originale dalla registrazione fatta durante la tragedia in cui sette astronauti morirono il 28 gennaio 1986 quando la navetta spaziale Challenger si disintegrò 73 secondi dopo il lancio.

La traccia XO inizia con una registrazione dell' ex ufficiale degli affari pubblici della NASA Steve Nesbitt riferimento a "un importante guasto" il giorno del disastro. Scobee Rodgers, la vedova di uno degli astronauti del Challenger, il comandante Dick Scobee, ha riferito alla ABC News di essere "delusa", che riprese di un "momento emotivamente difficile" siano state usato nella canzone.

Anche l'astronauta NASA in pensione Clayton Anderson è stato critico con la cantante definendola insensibile.

La Nasa intanto è stata irremovibile e ha chiesto che il frammento della voce venga rimosso dal video, che per ora resta online nella versione originale che potete vedere sotto.

comments powered by Disqus

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Fabio (venerdì, 03 gennaio 2014 17:06)

    Eh si, questi sono i veri problemi nel mondo!! Tra cani non si mordono...

  • #2

    Giuliano (venerdì, 03 gennaio 2014 19:37)

    La NASA ha fatto bene a pronunciarsi, oramai siamo arrivati ad un punto in cui tutto è lecito e sarebbe bene che su alcune cose, anche se non ci toccano personalmente, fermarci e pensare se è bene o male metterle in pratica.
    Non è una questione di problema, ma di rispetto.

  • #3

    Lau (venerdì, 03 gennaio 2014 20:59)

    La canzone è molto bella e lei una grande interprete ma poteva chiedere il permesso! Sono d'accordo con la decisione della NASA

  • #4

    Receptionist (venerdì, 03 gennaio 2014 23:35)

    Shame on her!

  • #5

    Pitagorico (sabato, 04 gennaio 2014 23:19)

    Rifiuto di ascoltare quel video e rifiuto di acquistare qualsiasi brano di quella stronza. Sulle disgrazie umane non si specula per nessun motivo, meno che mai su quella gente che è morta per la scienza. La canzone è molto bella? Ma no?! A me non piace, per principio. Punto.

  • #6

    abc (lunedì, 06 gennaio 2014 23:14)

    "Bella" parola grossa, come tutta la merda che lanciano in radio di questi tempi.