2013: Riepilogo in pillole dell'anno ufologico che sta finendo

L'anno che sta finendo è stato ricco di avvenimenti che hanno fatto discutere. Alcuni di questi eventi sono stati particolarmenti significativi. Abbiamo stilato una piccola lista delle notizie che sono apparse su Ufoonline.it che includesse gli argomenti più diversi, cercando di prendere le notizie simbolo di questo 2013.

Una su tutte la pioggia di meteoriti che ha investito la Russia, passando per le nuove potenze dello spazio e finendo con buone notizie astronomiche dalla nostra Italia. Un anno tutto da rivivere.


Per una panoramica completa,

di tutti gli articoli del 2013
Clicca Qui

 

Per una ricerca completa,

degli anni precedenti: 
2010 - 2011 - 2012



Oggi, 15 febbraio sopra gli Urali meridionali alle 4:15 del mattino in Italia, quindi le 9:15 locali, un evento rarissimo ha illuminato il cielo della Russia: una meteora, si è disintegrata prima di cadere a Terra dopo aver attraversato l'atmosfera. L'evento ha prodotto un forte boato e un'onda d’urto che ha provocato seri problemi in diverse città della zona di Čeljabinsk. I dettagli sulla massa delle meteora sono per ora parole in libertà, anche se l’Accademia delle Scienze Russe stima che il masso spaziale sia stato di circa 10 tonnellate. Ad oggi si contano oltre milleduecento feriti, quasi duecento di questi sono bambini. A differenza di quello che si possa pensare i feriti sono per la maggior parte vittime delle schegge di vetro delle finestre degli edifici e non certo colpiti da piccoli frammenti del meteorite. Il fatto che oggi sia atteso il passaggio a 36.000km dalle nostre teste di  2012 DA14, non ha fatto che aumentare dubbi e tensioni. Cerchiamo di rispondere a qualche semplice domanda.


Benedetto XVI ha deciso di dimettersi e di lasciare il pontificato il prossimo 28 febbraio. Il Pontefice lo ha annunciato a sorpresa, nel corso del concistoro per le nuove canonizzazioni. È la prima volta che accade nell’epoca moderna e questo ha scatenato una serie infinita di richiami a presagi e sventure. La principale è la profezia di Malachia, che vedrebbe Benedetto XVI come penultimo dei romani pontefici. Malachia vescovo irlandese autore, nel 1140, di previsioni sul futuro del papato indicherebbe l'ultima Papa come 'Petrus Romanus' il cui Pontificato, stando alla profezia, terminerà con la distruzione della città di Roma e, contemporaneamente la fine del mondo. 


La Cina si prende la Luna e lo fa in modo perentorio. Sabato 14 dicembre la televisione di stato cinese CCTV ha mostrato le immagini della missione spaziale Chang’e-3. La BBC riporta i dettagli del successo l’allunaggio  della  sonda sulla superficie del satellite della Terra. La Cina diventa quindi il terzo paese del Mondo a mandare un robot sul nostro satellite. L’ultima sonda ad allunare fu la sovietica “Luna 24″, 37 anni fa. Il rover del gigante orientale si chama Yutu in cinese  “Coniglio di Giada”, una figura mitologica legata alla Luna. Ma questo non è che il primo passo verso una conquista più ampia del cosmo. Pechino sta facendo enormi passi in avanti anche nella realizzazione della stazione spaziale cinese che sarà in orbita dal 2022 al 2032, al termine della missione della Stazione Spaziale Internazionale. Foto, video e altri dettagli a seguire.


L’astrofisica Margherita Hack è morta la notte scorsa all’ospedale di Cattinara, a Trieste, dove era ricoverata da una settimana. Aveva compiuto 91 anni il 12 giugno scorso. La causa della morte sarebbe da addebitare al riacutizzarsi di problemi cardiaci, che la affliggevano da tempo. Al suo capezzale il marito Aldo, compagno di un vita. La Hack era un'Astrofisica di fama mondiale, con idee ben precise su Dio, la politica e l'esistenza degli alieni, convinzioni che portava avanti senza remore o paura di risultare ingombrante. Oltre alle decine di studi pubblicati sulle principali riviste scientifiche di astronomia e astrofisica, la Hack scrisse numerosi libri di divulgazione scientifica. L'immediatezza del suo linguaggio semplice, il suo accento toscano quasi parossistico e la sua simpatia ne avevano fatto l'emblema della scienziata del popolo. 


Stanno facendo il giro della rete, delle foto scattate sul Lago Maggiore la notte del 16 ottobre 2013. Il testimone dell'evento, che pubblica tutto nel suo profilo Facebook Gs.photomotion, ha immortalato delle strane luci a 30/40 metri dalla riva. Il bagliore notturno che si muoveva lentamente sotto la superficie dell'acqua non ha trovato ancora una spiegazione univoca. A seguire qualche foto e altri particolari.


Ricorderete tutti la passeggiata spaziale che il 16 Luglio l’astronauta italiano Luca Parmitano è stato costretto a interrompere mentre era all’esterno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), a causa di una perdita d’acqua. A distanza di un mese l'astronauta italiano, ripercorre  sul blog dell’ESA l'Agenzia spaziale europea, quei drammatici momenti, in un crescendo di paura e solitudine, che fa sembrare il suo racconto un film d'altri tempi. Parmitano era al lavoro in orbita da circa un’ora e mezza insieme con l’astronauta statunitense Chris Cassidy quando ha notato la presenza di acqua nel proprio casco: quello che stava succedendo è stato seguito in diretta su internet in tutto il mondo. Ecco il riassunto autobiografico di quei drammatici momenti.


Dopo l'approvazione, il 4 Luglio 1966, del Freedom of Information Act (FOIA), "atto per la libertà di informazione", gli Stati Uniti sono diventati costretti a rendere pubblici molti archivi prima segretati. Da anni nella sede dell'Fbi i casi del Bureau sono liberalmente consultabili in un archivio virtuale. Ora l'agenzia segreta più famosa del mondo rende note le cifre sui temi più visti. Niente guerre nucleari o spionaggio nazista, l'argomento più gettonato sono gli Ufo.

"Da quando abbiamo aperto - spiega John Fox, storico dell'Fbi - il documento più letto è questo memorandum sui dischi volanti che tratta di una serie di ufo che sarebbero stati trovati dall'Air Force nel New Mexico". Roswell vince sempre.


Uno storico della Tasmania ha usato delle immagini di Google Earth per sostenere che i cerchi nel grano, ormai catalogati da quasi tutti o come semplice land art o come  bufala moderna, sono al contrario molto più antichi come origine e di natura non convenzionale. Lo scrive il Time riprendendo un articolo dell'Huffington Post. Secondo il prestigioso magazine americano non tutto è chiaro come sembra. Eravamo rimasti agli intriganti cerchi frutto della genialità di due uomini inglesi, David Chorley e Doug Bower che nel 1991 confessarono, di aver creato con l'aiuto delle tenebre e armati di assi di legno e corde, cerchi nei campi di grano del sud dell'Inghilterra fin dal 1978. Ma lo storico Greg Jefferys , laureato in archeologia, dice di avere nuovi elementi di prova che non tutti i cerchi nel grano sono di origine umana.


Alcuni vecchi membri del Congresso degli Stati Uniti uniranno le loro forze per creare una task force che indaghi più convintamente sul fenomeno ufo. Il primo passo sarà assistere al National Press Club di Washington DC, ad un simposio sul tema extraterrestre. I nomi dei "coraggiosi" sono l’ex senatore Mike Gravel - Alaska, Carolyn Kilpatrick dal Michigan, e Merrill Cook - Utah: Insieme  daranno vita al Citizen Hearing on Disclosure. Alla manifestazione che prenderà il via tra la fine di Aprile e l'inizio di Maggio, saranno presenti oltre ai testimoni di avvistamenti, funzionari militari provenienti da tutto il mondo. Ospire d'onore Edgar Mitchell astronauta dell’Apollo 14.


Siamo arrivati alla fine di un lungo viaggio per il più grande telescopio d'Europa e il secondo al Mondo. Il prossimo 30 settembre infatti sara' inaugurato ufficialmente il Sardinia Radio Telescope alla presenza del Ministro dell'Istruzione, Ricerca e Universita', Maria Chiara Carrozza. L'SRT in funzione da alcuni mesi, ha uno specchio del diametro di 64 metri, e una copertura di frequenza da 0,3 a 100 GHz. L'impianto, disegnato per applicazioni di Radioastronomia, Geodinamica e Scienze Spaziali, e' stato finanziato principalmente dal MIUR, dall'Agenzia Spaziale Italiana e dalla Regione Sardegna. Il radiotelescopio e' stato pensato anche per operare quale stazione ricevente di Terra per le sonde interplanetarie. Nasa ed Esa hanno già mostrato il loro interesse. La sua tecnologia d'avanguardia è adatta a captare messaggi potenzialmente alieni, e non è esclusa una richiesta di adesione al programma Seti nei prossimi anni. L'impianto, costato 70 milioni di euro, conferma l'avanguardia tecnologica e scientifica del nostro paese nell'ambito della radioastronomia.


Quale notizia rimane nei vostri personali ricordi per questo 2013 ?

Scrivi commento

Commenti: 0