Ison la cometa dei sogni sta arrivando: a Natale sarà spettacolo

La cometa Ison sta arrivando. Al momento dista circa 200 milioni di chilometri dal Sole e 260 milioni dalla Terra, ma si avvicina molto velocemente. Raggiungerà il perielio (la distanza più prossima alla nostra stella) il 28 novembre mentre dovrebbe dare spettacolo nei cieli terrestri attorno a Natale. Il condizionale è d'obbligo perché nessuno è ancora certo riguardo al suo destino. Nelle ultime immagini scattate dai telescopi, appare 'in buona forma', il nucleo inizia a sublimare dopo aver attraversato la cosiddetta 'linea della neve' ed è entrata nel Sistema solare interno, diventerà più brillante ma non è possibile ancora stabilire quanto. Il primo ottobre Ison ha 'sfiorato' Marte, passandogli a circa 10 milioni di chilometri di distanza e ora si dirige verso il Sole a una velocità di circa 37 chilometri al secondo. Tra gli scenari possibili c'è anche quello che venga distrutta dal calore solare, visto che gli passerà a meno di due milioni di chilometri di distanza. E mano a mano che si avvicina e diventa più visibile, diventa il soggetto privilegiato di astrofotografi e appassionati di tutto il mondo

Ison durante il passaggio vicino a Marte, immortalata dal Mars reconnaissance orbiter il 29 settembre
Ison durante il passaggio vicino a Marte, immortalata dal Mars reconnaissance orbiter il 29 settembre

Quanto sarà luminosa ?

Manca un mese abbondante al passaggio radente con il Sole, attualmente un solo lato viene riscaldato dal Sole. Ma da fine Novembre l'esposizione alla luce solare diretta del lato oscuro, dovrebbe scatenare un’enorme esplosione di materiali volatili ancora contenuti, sino all’orbita di Mercurio. Le previsioni indicano che la chioma dovrebbe essere ridimensionata in modo significativo ma non ci sarà la temuta disintegrazione del nucleo.

 

Per vedere la cometa ad occhio nudo bisognerà aspettare i primi giorni di Dicembre, con il massimo spettacolo celeste proprio nel periodo di Natale. Gli esperti continuano a indicare Ison, come il maggior appuntamento astronomico degli ultimi 30 anni, se la cometa riuscisse a superare il passaggio con l’infuocata superficie solare indenne, potrebbe riproporsi uno scenario simile alla celebre Stella Cometa come narrato nei Vangeli. Ison che proviene dalla nube di Oort, terrà con il fiato sospeso scienziati ed appassionati. Il conto alla rovescia è appena cominciato.

 

comments powered by Disqus

Scrivi commento

Commenti: 0