Di chi è lo Spazio ? Luna e Marte venduti in saldo

Sulla Terra lo spazio si sta esaurendo, insieme alle risorse naturali non rinnovabili e l'uomo guarda oltre, verso altri luoghi del sistema solare, in particolare i nostri vicini più prossimi: Luna e Marte. Ad oggi l'unico documento che regola l'utilizzazo dello spazio extra-atmosferico è il Trattato sullo spazio extra-atmosferico (Outer Space Treaty) che costituisce la struttura giuridica di base del diritto internazionale aerospaziale. Il Trattato, firmato da Stati Uniti, Regno Unito, e Unione Sovietica risale al 27 gennaio 1967, ed è entrato in vigore il 10 ottobre 1967. La regola base è che non esiste un interesse esclusivo quindi "tutto è di tutti". Regola che apre a speculazioni anche paradossali.

Le norme del Trattato contengono dei principi che si fondano sul principio di precauzione, quindi fa divieto agli stati firmatari di collocare armi nucleari ed ogni altro genere di armi di distruzione di massa nell'orbita terrestre, sulla Luna o su altri corpi celesti, o, comunque, stazionarli nello spazio extra-atmosferico.

 

La norma di cui all'art. IV del Trattato proibisce quindi test su armi di qualunque genere, manovre militari, o stabilire basi militari, installazioni o fortificazioni. Il Trattato, inoltre, proibisce espressamente agli stati firmatari di rivendicare risorse poste nello spazio, quali la Luna, un pianeta o altro corpo celeste, poiché considerate "patrimonio comune dell'umanità": l'art. II del Trattato afferma, infatti, che "lo spazio extra-atmosferico non è soggetto ad appropriazione nazionale né rivendicandone la sovranitá, né occupandolo, né con ogni altro mezzo". Ma il commercio è l'anima del diavolo e qualcuno ha pensato di speculare con successo.

Pioniera del business è stata la società MoonEstates, agenzia bitannica che da quasi dieci anni vende per 20 sterline un acro di terreno lunare, circa 4000 metri quadri di spazio tranquillo senza vicini di casa rumorosi. Penserete che nessuno si sia assicurato un terreno giuridicamente non disponibile e non utilizzabile? Sbagliate, la società ha fatturato oltre 10 miliori di euro e ha espanso le sue attività su Marte e su Venere.

Riceverete a casa un attestato di proprietà, dal sapore vagamente dozzinale e un'assicurazione sull'utilizzo del suolo lunare o marziano. Nonostante l'attività abbia basi legali fragili, nessuno è mai intervenuto e i cloni del sito sono nati come funghi. Si vendono terreni anche sulle nane rosse, su asteroidi e comete e perfino sui satelliti di Giove.

Come detto i trattati sono stati rattificati da un numero limitato di Stati, quelli che avevano un interesse sostanziale e che operavano nello spazio al tempo dell'entrata in vigore, quindi altre nazioni potrebbero sostenere di non essere tenute al rispetto di questi patti. Tuttavia secondo la consuetudine i pianeti del sistema solare sono "res communis", cioè la proprietà è di tutti, ma nessuno può reclamarne l'utilizzo esclusivo, così come funziona per le acque internazionali in materia di diritto del mare.

Il trattato pone anche un'altra serie di condizioni, come la vigilanza da parte degli stati membri di tutte le attività poste in essere in orbita, il divieto di contaminazione ambientale con qualsiasi sostanza, il mandato imperativo di tutti gli astronauti non come rappresentati di uno stato nazione, ma come ambasciatori del genere umano.

 

Se siete interessati a leggere tutti gli articoli il testo è disponibile nel sito Unoosa, l'agenzia dell'ONU sugli affari spaziali, e scaricabile in molti formati diversi compreso pdf. Disponibili anche i lavori preparatori.

I documenti sono multilingue: inglese, francese spagnolo cinese e arabo.

Serena Donvi per Ufoonline.it

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    vradox (mercoledì, 22 maggio 2013)

    la luna e marte non lo so; ma giove è mio neh!

  • #2

    Miki (mercoledì, 22 maggio 2013 17:33)

    ci manca soli ke qualcuno compri lo spazio! Ki kavolo viene pagato? Darebbero i soldi a chiunque?: e ki sei tu x comprare lo spazio ?: Dio???

  • #3

    El Paso (mercoledì, 22 maggio 2013 18:03)

    I fessi che comprano i terreni dovrebbero essere ricoverati e lasciati morire per quanto la loro stupidità nuoce al genere umano. Mandiamoli davvero su Marte come cavie qui non servono.

  • #4

    baal (mercoledì, 22 maggio 2013 19:50)

    non comprate terreni su giove, saturno, nettuno e urano perché sono una fregatura!! sono gassosi.... e occhio alle spiagge sul mar della tranquillità: sabbia fine ma.....

  • #5

    Lau (mercoledì, 22 maggio 2013 20:25)

    io ci andrei di corsa, meglio la Luna a questa umanità

  • #6

    p. (mercoledì, 22 maggio 2013 20:29)

    Ma io dicono!!! ma prima di contrattare terreni nello spazio , siamo sicuri che il nostro (amato) pianeta terra appartenga a noi?

  • #7

    gianluca (mercoledì, 22 maggio 2013 21:34)

    Se un giorno il nostro pianeta ci ritratta con la stessa moneta con cui l'abbiamo trattato noi (generazione umana) , é meglio andare di corsa sulla luna, tra l'altro paese di caparezza...

  • #8

    FABIOSKY63 (giovedì, 23 maggio 2013 09:07)


    ...insegnamenti...

    tra "le cose giuste" che "i messaggeri"...

    in ogni tempo e in ogni dove "trasmisero" all'uomo arcaico e moderno c'è anche "l'errore"...il concetto "del bene" è INSEPARABILE da quello "del male"...

    http://it.wikipedia.org/wiki/Veda

    dare "un valore" quantificabile alla terra, come ad un qualsiasi altro bene inteso come oggetto di scambio, fa parte di un contesto di "economia e sviluppo" che, nato agli albori dell'umanità con il baratto, la condurrà fino all'evidenza dei propri intrinseci limiti "di sano sviluppo", da noi oggi toccati con mano, in ogni che ed in ogni dove, su questo pianeta...

    facciamo quello che siamo, e siamo quello che ci viene insegnato...e se quelli "di sopra" NON stanno attenti eh!eh! -OGGI- finché -NOI- non impariamo a farlo -CIOE' PRENDERE COSCIENZA DI CHI SIAMO- lo esporteremo nell'Universo...

    mmmh! e se fosse -GIA'- accaduto?..

    volete un pezzo di Luna? màh! per 20 sterline...male che va "sarà di formaggio"...

    salute e prosperità..:)

  • #9

    Daniele (giovedì, 23 maggio 2013 19:20)

    Posso comprare un pezzo di luna......ci devo fare l orto....che cose assurde arriva l uomo....

  • #10

    darkman66 (domenica, 26 maggio 2013 10:59)

    di chi è il pianeta?Del primo che arriva!Ovviamente dovrà fare i conti con gli inquilini.......
    Esplorate l intero Universo,ma lasciate il satellite di Giove,Europa...